Menu Alimentazione sana

GLI ORTI URBANI

A cura di Alessandra Mallarino

Gli orti urbani stanno proliferando in modo spontaneo nelle città sotto l’impulso di diversi bisogni, prima di tutto quello di creare un continuum tra la vita cittadina, povera di contatti bucolici, con la Madre Terra. Avere sul terrazzo o balcone un “pezzo di natura” deriva da un desiderio pressoché ancestrale; di fatto gli esseri umani da cacciatori sono diventati poi allevatori e agricoltori e coltivando la terra ne hanno ricavato cibo e quindi sostentamento.
Gli orti urbani si sviluppano con caratteristiche diverse, vi sono quelli costruiti in forma “micro” utilizzando grandi o piccoli terrazzi, per passare a quelli più strutturati che si avvalgono della concessione da parte dei Comuni e delle singole Circoscrizioni di piccoli appezzamenti di terra in zone all’interno della città o collocate nella prima cintura periferica.
Di seguito vengono descritte le diverse tipologie di orti e di realtà verdi che si possono trovare e osservare o meglio ancora “vivere” nelle città.

Orti Comunali
Gli orti comunali sono aree verdi che si estendono fino a 40, 50 mq, (ma l’ampiezza può andare anche oltre) gestite direttamente dai cittadini per concessione del Comune di appartenenza, per le quali è necessario corrispondere un piccolo affitto.
Il Comune mette a disposizione dei terreni tramite degli appositi bandi e a rispondere vi sono persone tra i quali molti pensionati che hanno la possibilità di utilizzare il loro tempo in modo sano e utile: oltre a produrre alimenti senza uso di pesticidi e altre sostanze chimiche, fanno attività fisica all’aria aperta con effetti positivi sulla salute.
Gli orti comunali sono presenti in sempre più città italiane tra le quali Milano, Firenze, Torino, Napoli, Livorno e Ferrara.

Pubblicità
Orti scolastici
Quello degli orti realizzati nelle aree esterne alle scuole materne ed elementari è una realtà molto positiva poiché favorisce la collaborazione tra generazioni diverse, ove i “grandi” diffondono le loro conoscenze e i bambini esercitano la manualità, giocano e nel contempo acquisiscono le regole di base per far crescere i prodotti della terra, apprendendo il valore alimentare di ciascun ortaggio e intraprendendo, sul “campo”, un percorso di educazione alimentare, oltre a rapporti di collaborazione altamente positivi sulla sfera psicologica.

Corporate Gardens
Gli orti che crescono nei pressi, sulle terrazze o sui tetti degli uffici sono denominati “corporate gardens” (o “orti aziendali”), fenomeno piuttosto recente che vede all'opera impiegati e dipendenti di aziende che alla passione per l’orticoltura uniscono la volontà di approfondire la sfera relazionale e abbattere le barriere gerarchiche con benefici anche sul lavoro di “team” nell’ambito professionale. Negli Stati Uniti, l’orto aziendale viene offerto dalla proprietà ai dipendenti come una sorta di “benefit” dall’utilizzo facoltativo. Tra le prime aziende ad aver intrapreso questa politica da “green economy” si annoverano la Toyota, la Pepsi e le aziende informatiche come Google e Yahoo, che hanno sede nella Silicon Valley.

Orto collettivo di quartiere
Nasce a Torino una bella e positiva esperienza di orto urbano, meglio definito di “quartiere”, nato dall’idea di quattro giovani che per conto della Città di Torino e della Provincia hanno realizzato il progetto di un orto lungo il fiume Sangone.
L’orto si sta sviluppando a sud della città, nei pressi della Strada del Drosso tra più di 300 orti cittadini abusivi, in un’area che nei prossimi anni vedrà le opere di compensazione del termovalorizzatore di Gerbido.
Il progetto, che porta il nome di “Miraorti”, ha l’obiettivo di riqualificare le sponde del fiume Sangone, un’area che copre dalla strada Castello di Mirafiori fino alla Strada del Drosso, coinvolgendo anche le scuole del territorio. Da una sorta di discarica a cielo aperto di materiali anche pericolosi quali l’amianto, si è passati ad un lungo e paziente lavoro di ripulitura e di realizzazione di aiuole con i bulbi piantati dai bambini delle scuole elementari e con gli spazi totalmente riorganizzati sotto la guida dell’architetto giardiniere Luca Riccati. In seguito, sono intervenuti tanti, appassionati ortolani, tra i quali pensionati ed ex operai.

Orto verticale
In passato era abbastanza usuale vedere unità abitative unifamiliari le cui facciate erano coperte totalmente da verde ma oggi tali soluzioni si adottano perlopiù per i centri commerciali, gli alberghi, i ristoranti, le aziende prossime alla città o all’interno delle stesse. Oltre ai classici rampicanti vengono utilizzati anche sistemi più strutturati per cui vengono utilizzate piante dalle poche esigenze gestionali e che si adattano alle strutture leggere sulle quali crescono. I cosiddetti “green buildings” consentono di coltivare le piante più diverse, comprese quelle a fini alimentari. Al vantaggio di poter usufruire di un “orto verticale”, pur con evidenti limiti, tali soluzioni uniscono degli indubbi vantaggi estetici (coprendo difetti, piccole crepe e vecchi intonaci), oltre ad assorbire i raggi ultravioletti, l'anidride carbonica e il calore con conseguente risparmio di energia.
Per realizzare un orto verticale è necessario acquistare dei pannelli modulari, generalmente di forma quadrata, sui quali sono state posizionate delle mensole su diversi livelli, per poggiare i vasi e le fioriere. Tramite paletti e spalliere di plastica si darà infine sostegno alle piante.
Molta attenzione va riservata alla posizione: dal momento che gli ortaggi necessitano di almeno 3 o 4 ore di sole al giorno, è indispensabile che le piante non siano esposte a nord e in una posizione non eccessivamente ventilata, né priva d’aria. Va inoltre evitata l’esposizione al traffico e favorita invece quella affacciata al cortile interno.

L’orto virtuale
Per chi proprio non ne vuol sapere di coltivare ortaggi in proprio o anche per chi non ha la possibilità, vengono in soccorso alcune iniziative su Internet per cui, corrispondendo regolarmente una certa cifra, si può coltivare un orto “virtualmente” da casa benché esso venga effettivamente lavorato, per produrre ortaggi da recapitare direttamente al recapito fornito dal cliente.

Di cosa ha bisogno un orto
Perché un orto venga realizzato con successo, aldilà degli attrezzi da impiegare e delle sementi, è bene prima di tutto essere dotati di molta pazienza: dopo aver piantato i semi, infatti, bisogna saper aspettare prima di vedere dei risultati e prima di allora bisognerà annaffiare regolarmente nella misura necessaria e assicurarsi che il terreno riceva il giusto calore dal sole. L’altro requisito è l’impegno costante nella cura dell’orto che andrà seguito con regolarità e “pulito” dalle erbacce, operazione da effettuare preferibilmente a mano.

Strumenti per lavorare in un orto
Per poter lavorare correttamente un orto è necessario avere a propria disposizione degli strumenti semplici e pratici atti a favorire le diverse pratiche per girare la terra, zapparla e prepararla alla semina.
Non si deve temere di sporcarsi le mani ma è comunque consigliabile usare dei guanti che prevengano il formarsi di vesciche a seguito dell’uso intenso di alcuni strumenti come rastrello o vanga.
Ecco di seguito i principali attrezzi:
• Rastrellino a 5 denti: perfetto per i piccoli orti, elimina facilmente le sterpaglie e prepara il terreno alle semine successive.
• Estirpatore: è uno strumento con una lama che termina a “V” e serve per eliminare le radici a fittone tipiche delle piante infestanti, si elimina solo la radice e non si rovinano le piante vicine.
• Zappetta a lama quadra con tridente: si usa per “zappettare” e rompere le piccole zolle di terra, mentre il tridente viene usato per favorire la semina.
• Rastrellino a tre denti: adatto per il balcone o anche il terrazzo (per i vasi).
• Palettina larga: ha la stessa finalità e uso del rastrellino a tre denti, utile soprattutto per i piccoli spazi come il balcone o il davanzale.
• Trapiantatore largo: serve per trapiantare le piante di piccole dimensioni in vaso, ad esempio su un balcone o anche in terra piena.
• Forbici per siepi: piccole forbici per tagliare arbusti, siepi con piccole dimensioni, rami sottili in generale .
• Forbici da potatura: adatte, grazie alle loro piccole dimensioni, per potare moltissime piante.
• Innaffiatoio: ne esistono di dimensioni diverse e di materiale vario, leggeri e pratici. Più è grande, più farà risparmiare il tempo per riempirlo.

Attrezzi da giardinaggio per piantare
• Pianta bulbi: con manico corto o lungo, è un attrezzo che richiede un particolare lavoro del polso.
• Piantatoio: utile per piantare, ad esempio, i bulbi di aglio, cipolla, o altri ortaggi. Può essere sostituito anche con un ramo robusto, opportunamente intagliato.

Attrezzi per prati
• Ramazza: da usare su tutte le pavimentazioni.
• Tagliabordi a mezzaluna: una mezzaluna con un lungo manico che serve per tagliare i bordi.
• Scopa di metallo: è una scopa a rastrello con piccoli uncini che si apre a ventaglio e si usa per raccogliere foglie secche, eliminare il muschio e permettere una buona respirazione del prato.

Attrezzi per potare
• Tagliarami: serve per potare i rami alti, evitando l’uso della scala. Molto utili quelli con manico allungabile dotati di una carrucola per far scorrere meglio il filo.
• Coltello da giardiniere: si usa spesso ed è davvero uno strumento indispensabile da tenere in tasca, perfetto per fare delle talee, per accorciare corda e fili vari, ecc.

Cura degli attrezzi da giardinaggio
Tutti gli attrezzi sopra descritti sono da conservare con molta cura perché siano sempre efficienti; la prima regola è quella di non lasciarli mai esposti all’aperto poiché la pioggia, il freddo, il gelo potrebbero deteriorarli. Vanno puliti regolarmente, asportando la terra e affilati, anche con una semplice pietra affilante, da ungere con qualche goccia di olio.

Concimi e sementi
Per un buon orto è necessario disporre di un buon concime che può essere di due tipi, mineralico e organico; quest’ultimo è più facile da usare e soprattutto da trovare in commercio. Meglio reperirlo in campagna ove si può scegliere tra quello bovino e quello equino, entrambi ottimi.
Le sementi sono reperibili non solo in qualsiasi negozio di giardinaggio ma spesso anche nei supermercati, in buste sulle quali sono riportate le date di confezionamento che ne indicano la “freschezza”. Attenzione a non lasciare mai le buste aperte dopo l’uso nel caso non vengano utilizzati tutti i semi, poiché l’umidità potrebbe deteriorarne il contenuto.
Acquistare sementi è una soluzione assai più economica rispetto all’acquisto di piantine di vivaio ma prima di effettuare la semina è opportuno leggere con attenzione le istruzioni sul retro della busta, per osservare il tempo di semina, il tipo di irrigazione e l’esposizione al sole necessarie.
Attenzione anche nel caso si posseggano piccoli animali che con le loro deiezioni possono rovinare l’orto e rendere vana la semina; in questo caso è opportuno effettuare delle recinzioni dell'orto più o meno grandi.

Pubblicità
Vantaggi nutrizionali di un orto
Avere la disponibilità di un proprio, piccolo orto presenta notevoli vantaggi, a partire dalla possibilità di disporre degli ortaggi nel momento giusto di maturazione, utilizzarli nel pieno della loro freschezza, avere la certezza che passino dalla terra direttamente nella pentola senza perdere alcuna vitamina o sale minerale dei quali sono ricchissimi.
Tra gli ortaggi che comunemente si utilizzano e si coltivano negli orti cittadini i più diffusi sono i seguenti:
La lattuga: si tratta di un tipo di insalata molto comune, cresce velocemente e non ha particolari necessità di cure. Si raccoglie dalla primavera alla prima fase dell’autunno, è facile da conservare anche in frigo ed è ricca di vitamina A, B, C, K ed E. Apporta una buona quantità di fibra ed è buona, oltre che in forma di insalata, anche frullata.
Il broccolo: un altro ortaggio che cresce senza troppi problemi nell’orto. Si raccoglie in autunno e si mantiene in frigo per diversi giorni, fino ad una settimana dalla raccolta. Si tratta di un ortaggio ricco di zolfo, di vitamina C, fibre, carotenoidi, proteine, sostanze antiossidanti, ottimo associato alla pasta o da solo, perfetto anche solo scottato o cotto a vapore.
Il cetriolo: perfetto in estate in insalata, associato a saporiti pomodori. Rinfrescante, ricco di acqua, lenisce la pelle dalle infiammazioni, è diuretico e depurativo, ricco di potassio, fosforo, ferro e calcio.
La zucchina: si raccoglie soprattutto in estate ma in realtà, in base al clima, è possibile assaporare i primi frutti già in primavera. Molto diuretiche, ipocaloriche, ricche di vitamina C e vitamina A. le zucchine sono perfette crude in insalata, cotte o bollite, con la pasta, oppure grigliate e si prestano anche per essere surgelate.
La cipolla: semplice da coltivare, ne esistono di svariate tipologie, ma tutte con proprietà diuretiche, curative per tosse, male alla gola, disinfettanti dell’intestino, ricche di sodio e potassio

Bibliografia
Brino G., “Orti Urbani a Torino, un esperimento di autogestione”, Alinea Firenze 1982
Fabbri P., “Il verde nel paesaggio”, Guerini Milano, 1989
Conti S., “Mille Orti tra il cemento” in La Stampa, 19-12-1981

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

La birra: caratteristiche e proprietà nutrizionali

Una bella birra fresca da bere con gli amici, soprattutto in estate, è subito sinonimo di convivialità e festa. Amate la birra? O per meglio dire le birre? Sentiamo i consigli del nutrizionista Paolo Paganelli che ci illustra le caratteristiche delle diverse varietà (scura,...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Le bacche, preziose alleate per la nostra salute

Antiossidanti, ricche di vitamine e sali minerali, detossinanti, con proprietà antistaminiche e disinfettanti. Sono tante le virtù delle bacche, piccole miniere di elementi eccellenti non solo a livello nutrizionale, ma anche curativo. Per esempio la mora selvatica è ricca di...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Stanlio & Ollio, una serata in allegria

Scritto il 19 September 2017 da Alberto&Alberto

“Cucciolo, ma tu li conosci Stanlio & Ollio”? “No, papà”. “Allora abbandono questo film noioso che stavo vedendo e ti presento alcuni dei miei amici più cari di sempre!”.

Pillole di benessere

Un ciclamino contro la Sclerodermia

Scritto il 15 September 2017 da Welly

Domenica 24 settembre, 100 piazze italiane si coloreranno di ciclamini per iniziativa del Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia. Per aiutare la ricerca ma anche per informare su una malattia rara, poco conosciuta ma estremamente invalidante.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.