Menu Alimentazione sana
Sei in:   benessere.com / Alimentazione sana / Articoli vari / Pentole e padelle

GLI UTENSILI: PENTOLE E PADELLE

Cosa distingue una padella da un tegame? Quand'è meglio usare una casseruola e quando è preferibile orientarsi su una pentola? E cosa conviene scegliere fra utensili in acciaio, rame, ghisa, alluminio?
Pentole, padelle e affini sono i simboli per eccellenza della cucina e dell'arte culinaria, ma non è sempre semplice districarsi fra materiali, forme, modi d'uso e di corretta conservazione. Dunque è bene iniziare facendo un po' di chiarezza sui nomi.

  • Tegame
    Di forma rotonda, poco profondo e con uno o due manici. Indicato per la cottura di sughi, condimenti, carne e verdure.
  • Padella
    Tonda e dai bordi bassi, con un lungo manico. Ideale per saltare e friggere.
  • Casseruola
    Simile al tegame ma più profonda e con un unico manico lungo. Si usa per arrosti, carne e verdure.
  • Pentola
    Di forma cilindrica, di capienza e diametro variabile, viene utilizzata per bollire, per paste, minestre e zuppe.
  • Teglia
    Utensile da forno di forma generalmente rettangolare.

Utensili speciali

Non proprio di uso comune, ma irrinunciabili per gli appassionati:

  • Pentola per brodo con colapasta interno
    Ideale per cotture prolungate, rallenta l'evaporazione dei liquidi.
  • Pentola a pressione
    Il vapore, spinto dentro il cibo, riduce il tempo di cottura e il consumo di gas.
  • Bagnomaria
    I modelli universali possono essere adattati a qualsiasi pentola e casseruola.
  • Wok
    Direttamente dall'Oriente, di forma conica, ideale per cucinare con poco olio.
  • Padella per crepe e crespelle
    Ha superficie liscia e bordi bassi per voltare l'alimento facilmente.
  • Padella ovale
    Per friggere più pesci insieme.
  • Padella per caldarroste
    Perfetta per arrostire le castagne su gas o sulla brace.

Pubblicità
I materiali

  • Acciaio inossidabile
    Tra i lati positivi, senz'altro la facilità di pulizia, il costo basso rispetto ad altri materiali e la lunga durata. Però è un cattivo conduttore, per questo motivo le pentole realizzate in questo materiale necessitano di fondi di varia altezza, con più strati di lamine di metalli o leghe, come il rame e l'alluminio. Va lavato subito dopo la cottura di cibi salati; se resta macchiato da calcare o sale può essere pulito semplicemente con un po' di bicarbonato e tornerà splendente. Può essere lavato in lavastoviglie senza problemi.
  • Rame
    Il metallo più amato dai professionisti della cucina, perché è un ottimo conduttore, permette cotture veloci e sfrutta appieno il calore dei fornelli. È particolarmente adatto per la preparazione di cibi al salto e di salse. Tra gli inconvenienti, il costo, in genere molto elevato, e il fatto che tende a produrre una sostanza chiamata verderame, nociva per la salute. Per questo motivo oggi le pentole in rame sono realizzate unendo uno strato interno di acciaio. Poiché il rame si macchia facilmente, è utile ogni tanto strofinare lo strato esterno con limone nel quale è stato inserito sale, o con aceto e sale grosso, o con un impasto di aceto e farina gialla. È meglio non lavarlo in lavastoviglie.
  • Alluminio anodizzato
    Ottimo conduttore, leggero e pratico, è perfetto per friggere e rosolare, brasare e saltare. Purtroppo l'alluminio reagisce con alcuni alimenti acidi (ad esempio vino, pomodoro, succo di limone), per questo motivo è stato creato l'alluminio anodizzato, che comunque annerisce alcuni ingredienti delicati. Per questo motivo, spesso pentole e padelle vengono realizzate con uno strato interno di acciaio. È preferibile non lavarlo in lavastoviglie. Per lucidare l'alluminio si può riempire una pentola d'acqua, versare il succo di alcuni limoni, portare a ebollizione e aspettare finché il metallo non torna splendente.
  • Titanio
    È un metallo estremamente leggero, duro, resistente, antiaderente, non viene danneggiato da utensili di altro metallo ed è perfetto per la cucina priva di grassi. Però è molto costoso e non può essere usato su piastre elettriche. Va lavato con acqua tiepida saponata stando attenti a non graffiare con spugne abrasive.
  • Materiali antiaderenti
    Vengono utilizzati per rivestire la parte interna di utensili realizzati in leghe di metallo e smaltati. Questi materiali, come teflon o silicone, garantiscono che il cibo non si attacchi alla padella o alla pentola durante la cottura. Se di bassa qualità, hanno un rivestimento troppo sottile che tende a staccarsi e può essere nocivo: è fondamentale usare sempre palette e cucchiai in legno che non graffiano il rivestimento. È preferibile non lavare in lavastoviglie.
  • Vetro temperato e porcellana
    Gli utensili prodotti con tali materiali sono generalmente costosissimi ma ottimi per la cottura in forno e nel microonde, mentre non possono essere utilizzati per friggere e rosolare perché non permettono una buona conduzione del calore. Non reagiscono chimicamente con nessun ingrediente.
  • Ghisa
    Materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché accumulando calore permette cotture lunghe a fuoco basso. Attualmente molti utensili in ghisa sono messi in commercio rivestiti con materiale anti-aderente, quindi più comodo da pulire. La pulizia è proprio il lato debole delle pentole in ghisa: è necessario aspettare che si raffreddi, prima di lavarla, perché si rischia la rottura. Le pentole in ghisa che non hanno il rivestimento protettivo contro la corrosione, vanno periodicamente scaldate e strofinate con olio.
  • Coccio in terracotta
    Materiale fragile e da usare con frangifiamma, per evitare che si rompa per l'eccessivo calore durante la cottura, è comunque ottimo per cuocere, perché trattiene i sapori e li arricchisce.

Cosa non deve mancare mai in cucina

È inutile comprare intere batterie di pentole e padelle di ogni forma e dimensione, che presumibilmente non verranno mai utilizzate. Però, ci sono degli utensili assolutamente indispensabili in ogni cucina. Orientativamente è bene non farsi mai mancare:

  • Due casseruole (una piccola e una media) con relativi coperchi
  • Due pentole (una media e una grande) con coperchi
  • Una pentola a pressione
  • Due padelle di diversa grandezza
  • Una bistecchiera in ghisa

Per il forno:

  • Una pirofila rettangolare in porcellana
  • Una tortiera e una tortiera a bordo basso per crostate
  • Teglie rettangolari basse
  • Una griglia

Consigli per gli acquisti... e non solo
Quando si comprano pentole e padelle è necessario fare attenzione ad alcuni particolari.

  • I fondi delle pentole devono sempre essere ben bilanciati per aderire al piano di cottura
  • Mai comprare materiale deformato
  • I manici devono essere sempre ben fissati all'utensile
  • I coperchi e le pentole devono essere delle stesse dimensioni (solitamente standard)
  • I manici in plastica o legno evitano il problema del surriscaldamento, ma non possono essere usati in forno
  • I manici in legno non possono essere lavati in lavastoviglie
  • Le case produttrici accompagnano sempre ai loro prodotti le istruzioni per uso e pulizia: è sempre bene consultarle.

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

La birra: caratteristiche e proprietà nutrizionali

Una bella birra fresca da bere con gli amici, soprattutto in estate, è subito sinonimo di convivialità e festa. Amate la birra? O per meglio dire le birre? Sentiamo i consigli del nutrizionista Paolo Paganelli che ci illustra le caratteristiche delle diverse varietà (scura,...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Ricetta vegan: torta salata alla pasta matta

Può una torta salata essere priva di ingredienti di origine animale? Certamente! In questa ricetta la nostra chef Giovanna Guadalupi spiega come realizzare una deliziosa torta di verdure con alternative al formaggio e alle uova sia per il ripieno che per la base. La cosiddetta "pasta matta"...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

In viaggio per allegria/3 - Barcellona

Scritto il 23 agosto 2016 da Alberto&Alberto

La terza tappa di un viaggio  tra allegria e benessere è Barcellona, che vanta tra le sue principali attrazioni la Rambla, il lungo e colorato Viale sempre affollato di persone provenienti da ogni dove. E, naturalmente, le allegre e sorprendenti creazioni di Anton Gaudì.

Pillole di benessere

Stop ai dolci fino ai 2 anni

Scritto il 26 agosto 2016 da Welly

Le nuove linee guida dell’American Heart Association sono tassative: niente prodotti a base di zucchero fino ai due anni di età se si vuole prevenire l’obesità e i rischi ad essa connessi.

Benessere.com per Terremoto Amatrice Accumoli
Offerta del mese
Sedia ergonomica naturale - Color ecrù
Offerta del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole

Altezza:63 cm
Larghezza:45 cm
Profondità:50 cm

Vedi prodotto

Novità
Termo Cuscino MYSA
Novit del mese

Un innovativo Termo-Cuscino che abbina i benefici della Agopressione a quelli della Termoterapia e delle proprieta' naturali della Pula di Farro Biologica, col massimo effetto analgesico e de-contratturante delle tensioni proprio la' dove piu' si accumulano, ovvero nell’area di Cervicale, Nuca e Spalle, e per regalarti momenti di incredibile relax! La Pula di Farro e’ inoltre in grado di rilasciare a lungo il benefico calore, dopo aver riscaldato il cuscino interno al forno o al microonde per soli 3 minuti.Permette al sangue di irrorare meglio i tessuti e le articolazioni. Non attira gli acari. Dopo alcune ore nel congelatore, il cuscino puo’ anche essere utilizzato freddo, per trattamenti di Crioterapia, alleviando: ematomi, contusioni, infiammazioni o gonfiori! E' un Dispositivo Medico Riconosciuto dal Ministero Della Salute.
E' UN BREVETTO MYSA. REGISTRATO PRESSO IL MINISTERO DELLA SALUTE ITALIANO. FATTO IN ITALIA.

Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2016 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.