Menu Bellezza

I COSMETICI: QUANTO LI CONOSCIAMO?

A cura della Dott.ssa Angiola Falconetti

Nell'immaginario collettivo cosmetico vuol dire prodotto per il trucco e, spesso, soprattutto per gli uomini, qualcosa che riguarda prevalentemente le donne. Niente di più fuorviante!

Definizioni e legislazione

Ogni giorno ciascuno di noi, uomo o donna, utilizza almeno 7 diversi prodotti. Proviamo a contarli: la mattina ci alziamo e ci laviamo le mani e/o il viso con un sapone/detergente (1), usiamo un dentifricio (1), magari facciamo una doccia (1-2) oppure semplicemente usiamo un detergente intimo (1), mettiamo un deodorante (1), magari una crema (1), c'è chi fa la barba (2) e chi si trucca (2-4..) e infine un profumo prima di uscire (1). Abbiamo utilizzato già almeno 7 prodotti e siamo solo all'inizio della giornata; senza contare poi gel, lacca o fissativo per capelli, salviettine profumate o sapone liquido durante il giorno, prodotti solari se siamo al mare o in montagna, e varie ed eventuali.

Cosmetici, quindi, sono tanti prodotti diversi, che vanno da quelli cosiddetti da toiletries (per la pulizia della persona) a quelli di profumeria, la cosmesi decorativa, i prodotti professionali per parrucchieri, estetiste e saloni di bellezza, i prodotti termali, quelli per la protezione solare, ecc.

Si comprende, quindi, come il settore cosmetico sia uno dei più grossi mercati dei beni di largo consumo: è, infatti, il secondo mercato della chimica, dopo la chimica di base, e l'Italia è il terzo mercato europeo come dimensioni, subito dopo Germania e Francia, con un consumo di circa 7,2 milioni di € (14.000 miliardi di vecchie lire) nel 2000 e un incremento del 50% negli ultimi 10 anni. Un grosso giro d'affari e una tendenza a consumi decisamente in crescita.

Tutto questo richiede una costante attenzione alla qualità del prodotto finito e alla sicurezza di chi ne fa uso, perciò l'Unione Europea, negli ultimi 10 anni, ha emanato Direttive volte a disciplinare meglio il settore, date le pressanti richieste da parte del consumatore di prodotti sempre più sicuri, innocui, ecologici, non sperimentati su animali e di scarso impatto sull'ambiente.

Pubblicità
Da parte di chi opera nel settore e formula un cosmetico occorrono competenze scientifiche a largo raggio, che vanno dalla biochimica alla fisica, anatomia e fisiologia della cute, farmacologia e tossicologia, tecnica di formulazione e conoscenze della normativa vigente in materia cosmetica, per garantire un prodotto di qualità sempre più elevata per un consumatore sempre più attento ed esigente.

In Italia la normativa che disciplina il settore fa riferimento alla Legge n. 713/86 e successive modifiche con Decreto Legislativo n. 126/97, oltre alle norme tecniche sull'idoneità dei locali dell'officina cosmetica, contenute nel Decreto Ministeriale n. 328/87. È utile avere presente a grandi linee cosa dice la normativa sul cosmetico, in modo da sapere cosa ci si può o ci si deve aspettare e cosa, invece, non si può pretendere da un prodotto cosmetico.

I cosmetici sono … le sostanze e le preparazioni, diverse dai medicinali, destinate ad essere applicate sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, denti, organi genitali esterni), oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo, esclusivo o prevalente, di pulirli, profumarli, modificarne laspetto, correggere gli odori corporei, proteggerli o mantenerli in buono stato . (art. 1 -L. 713/86- testo integrato). Inoltre ...i prodotti cosmetici non hanno funzionalità terapeutica e non possono vantare attività terapeutiche (art. 2 -L. 713/86- testo integrato).

Riassumendo, le funzionalità cosmetiche fondamentali comprendono:

  • DETERGENZA
  • PROTEZIONE
  • MANTENIMENTO IN BUONE CONDIZIONI
  • DEODORAZIONE
  • PROFUMAZIONE
  • DECORAZIONE
  • TRATTAMENTI ESTETICI

E i cosmetici sono destinati ad essere applicati su:

  • EPIDERMIDE
  • SECREZIONI DELLE GHIANDOLE SEBACEE E SUDORIFERE
  • PELI E CAPELLI
  • UNGHIE
  • LABBRA
  • DENTI E CAVO ORALE
  • MUCOSE ESTERNE FEMMINILI E MASCHILI

La legge fornisce quindi un elenco indicativo dei prodotti che si possono considerare cosmetici.
In definitiva tutte le funzionalità e le azioni svolte dal cosmetico non dovrebbero superare il limite della giunzione dermo-epidermica  quella sottile linea di demarcazione e congiungimento tra lo strato profondo (il derma) e quello più superficiale (epidermide) della nostra pelle.

In realtà il nostro organismo non funziona a compartimenti stagni: l'epidermide non è strutturalmente isolabile dal derma se non per comodità descrittive e didattiche e pretendere che qualcosa applicata sulla superficie cutanea resti lì e non vada ulteriormente in profondità è, probabilmente, solo una questione di comodo per chi deve spartirsi fette di mercato ed individuare settori di competenza professionale, definendo chi può fare la tal cosa e chi non può vendere la tal'altra.
Tantè vero che un neologismo che probabilmente entrerà ben presto nell'uso comune e nella futura concezione di questi prodotti è quello di cosmeceutico, cioè un cosmetico che avrà sempre più una funzionalità farmaceutica. Al momento questa funzionalità è riservata a pochi formulati ad uso topico (cioè esterno, locale), che sono di esclusiva pertinenza medico-sanitaria, come quelli contenenti estrogeni o acido retinoico, il cui utilizzo è vietato in un prodotto cosmetico.
Sta di fatto comunque che, a norma di legge, un cosmetico non può vantare, né si può pretendere che abbia azioni terapeutiche, curative e quindi azioni a livello sistemico, globale sull'organismo umano.
È interessante, a tal proposito, fare un breve accenno alla questione della cellulite che, come si sa, è una vera e propria patologia, oltre che un inestetismo, tant'è che la definizione medica è Pannicolopatia Edemato-Fibrosclerotica (PEF) o liposclerosi (coniata nel 1983), perché la formazione tipica è un nodulo di cellule adipose degenerate, circondato da tessuto sclerotico e poco irrorato. Tuttavia, siccome la liposclerosi progredisce per stadi di gravità crescente, il cosmetico può intervenire sui primi stadi, tentando di bloccare la progressione della degenerazione tissutale e come coadiuvante nel trattamento della patologia.

Alcuni principi attivi utilizzati nei cosmetici peraltro superano la barriere dermo-epidermica e hanno uninfluenza sull'organismo.


IPPOCASTANO

RUSCO

CENTELLA ASIATICA

EDERA

MIRTILLO NERO





IPPOCASTANO


RUSCO


CENTELLA ASIATICA





EDERA


MIRTILLO NERO



Sembra che i principi attivi contenuti in queste piante intervengano sul riassorbimento degli edemi, ristabilendo la permeabilità vasale e impedendo la fuoriuscita di essudato dai capillari dermici: un intervento, come si comprende, che va ben aldilà della suddetta giunzione dermo-epidermica.

La questione, quindi, resta aperta:

E ammissibile un utilizzo cosmetico (anche a base di piante) i cui principi funzionali agiscono a tali profondità?

E ammissibile purché venga dato al prodotto un taglio squisitamente cosmetico e non terapeutico: nessuna pretesa, insomma, di risolvere il problema, ma forse un piccolo contributo ed un modo per prendersi cura di sé e del proprio corpo.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Estetica fai da te: creare un sapone alla calendula a casa

Ingredienti semplici, una mezz'ora di tempo per 1 kg di sapone, fantasia e risultati garantiti! Ecco la ricetta per creare a casa una saponetta all'olio extra vergine di oliva e calendula, adatta anche alle pelli più delicate.La tecnica a freddo consente di realizzare un sapone che mantenga...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato