Menu Bellezza

IL 'RITO' DELLA RASATURA

A cura di Adelaide Valle

L’interesse dell’utenza maschile nei confronti dell’estetica, intesa come insieme di trattamenti, servizi ed impiego di prodotti, trova riscontro nei crescenti dati dei consumi ma anche nel recupero di antichi ‘riti’ caduti in disuso negli anni. Così, accanto all’utilizzo della tecnologia applicata alla cosmetica o alla chirurgia estetica, l’uomo tende oggi a riscoprire pratiche e piaceri dimenticati da una o più generazione come ad esempio il ‘rito’ della rasatura nella bottega del barbiere di quartiere, cui fino a qualche decina di anni fa si affidavano pressoché tutti gli uomini e il cui ruolo si è progressivamente ridotto a causa dell’impiego sempre più diffuso di rasoi elettrici per velocizzare l’operazione di rasatura.
Si assiste dunque, oggi, ad una rivalutazione della pratica della rasatura come ‘rito’ quotidiano di benessere, oltre che di necessità, cui concorre la disponibilità sul mercato di linee di prodotti ‘dedicate’, l’apertura di nuove ‘barberie’ o rilancio di quelle tradizionali, inserimento del servizio nel ‘menu’ dei centri estetici riservati all’utenza maschile e ultimo, non per importanza, apprezzamento della barba come elemento di stile e moda.

Pubblicità
Un po’ di storia
Ci si rade da sempre, fin dai tempi primitivi. Sembra infatti che già nella preistoria venissero per lo scopo utilizzati utensili di pietra o valve di conchiglia. Si deve però all’evoluta civiltà egizia la nascita del rasoio con l’impiego di rame e bronzo. Il reperto più antico, risalente al 3000 a.C. e conservato al Museo del Louvre di Parigi, è uno strumento a forma di coltellino con la punta un po’ ricurva. Successivamente sempre gli Egizi hanno creato un rasoio a forma lunata e un rasoio formato da due lame unite al centro da una piccola griglia. Famosi anche i rasoi ‘punici’ del VII-II sec. a.C. ritrovati nel Nord Africa, Spagna, Sardegna con impugnatura a collo di cigno. Alessandro Magno era un fanatico della perfetta rasatura per sé e per tutti i suoi soldati (che così ‘lisciati’ in viso si presentavano meno aggredibili dagli avversari). Proprio da questa esigenza nacque un più comodo rasoio che si ripiegava nel manico detto ‘culter tonsorium’. Nel 300 a.C. a Roma si data l’apertura della prima bottega di barbiere cui ne seguirono molte altre: vi è da dire, però, che i ‘tonsores’ estraevano anche denti e si improvvisavano chirurghi e medici e che fino all’inizio dell’800 in Italia le due categorie restarono unite. Il 1895 rappresenta una data storica nella storia della rasatura con la nascita del primo rasoio di sicurezza con lame monouso da parte dell’imprenditore americano King Camp Gillette perfezionata poi nel 1914 con l’acciaio inossidabile. Pensato per la depilazione delle gambe femminili nasce nel 1928 in America il primo rasoio elettrico, lo Schick, che verrà quasi subito adattato per la rasatura maschile.

Per una rasatura ‘ad arte’: gesti di benessere

Di seguito, la sequenza di operazioni che un barbiere ‘doc’ esegue durante la rasatura, alla cui mera finalità di rimozione dei peli si aggiunge sempre la finalità del benessere e della distensione del cliente.

  • Fase preparatoria: accurata detersione ‘cosmetica’ della pelle. Si comincia con un impacco con panno caldo (cui è possibile aggiungere anche essenze benefiche), quindi si passa all’applicazione di creme: il vapore riscalda, deterge e dilata i pori della pelle.
  • Insaponatura con saponi specifici e non aggressivi (spesso a base di olio di mandorle) e pennelli (in setole animali e non sintetiche). Si esegue una sorta di massaggio con il pennello intriso di schiuma.
  • Si aggiunge acqua sul viso per evitare che la schiuma secchi troppo.
  • Rasatura (con lama nuova o, in alcuni casi, lama personale).
  • Seconda applicazione di panni caldi con cui si toglie la schiuma residua (nei mesi più caldi è bene aggiungere dei cubetti di ghiaccio nei panni per alternare con delicatezza l’effetto caldo a quello fresco e tonificare la pelle).
  • Nuovo massaggio ‘estetico’ con preparati ‘trattanti’ in crema ad azione lenitiva, ammorbidente ed idratante post barba.

E a casa?

Pochi consigli ma importanti per evitare antiestetiche e dolorose irritazioni nella rasatura ‘fai da te’. L’uso del rasoio elettrico garantisce più velocità e praticità ma non è adatta a tutti i tipi di pelle (quelle molto sensibili, ad esempi, o in presenza di barba ‘dura’). La rasatura manuale assicura invece una precisione maggiore, se eseguita con la necessaria calma ed attenzione, ed è più rilassante e rinfrescante.

  • La barba si fa al mattino, momento in cui la pelle è più rilassata e meglio disposta ad essere ‘trattata’.
  • Il viso va sciacquato con acqua tiepida per dilatare i pori.
  • Il viso va quindi insaponato abbondantemente, lasciando per pochi attimi la schiuma sulla pelle allo scopo di ammorbidire la barba.
  • La rasatura va eseguita con movimenti lenti ed accurati partendo dalle basette e seguendo sempre la direzione del pelo almeno alla prima passata per evitare irritazioni.
  • Un secondo passaggio va effettuato con scorrimento della lama in senso opposto.
  • La successiva detersione del viso con acqua fredda facilita la chiusura dei pori.
  • Attenzione a sostituire spesso le lame del rasoio e ad usare prodotti ipoallergenici e testati in caso di pelli delicate e sensibili.
  • Delicato massaggio finale con dopobarba, lozione in forma di gel, balsamo o liquida che contiene sostanze antisettiche, come ad esempio alcool (usate per prevenire eventuali infezioni generati da piccoli tagli) insieme ad essenze profumate e componenti con finalità ammorbidenti la pelle.

Sotto la barba anche patologie della pelle

Nel corso della rasatura è necessario sempre concentrarsi sull’operazione, anche se quotidiana e scontata, poiché una minima distrazione può facilmente provocare piccoli traumi alla pelle del viso. E non è raro che la barba diventi sede anche di alcune patologie tra cui abbastanza comuni sono:

  • La dermatite irritativa che si presenta con arrossamenti e screpolature. Ne sono soggetti le pelli più sensibili e si può contrastare utilizzando prodotti specifici nella pre (ad azione emolliente) e post rasatura (proprietà lenitive ed astringenti). Quando la pelle prude e compaiono eczemi dai bordi sfumati la dermatite è allergica, scatenata dall’impiego di prodotti con principi attivi allergizzanti. In questo caso sono necessari il ricorso ad un dermatologo e a test allergologici.
  • La follicolite: rappresenta una infiammazione dei follicoli piliferi e si palesa con foruncoli arrossati e giallastri, talvolta doloranti, che si trattano con farmaci, impacchi decongestionanti ed emollienti. La follicolite spesso richiede la sospensione per qualche giorno della rasatura. La presenza di una barba dura (che rende più aggressiva la rasatura) può facilitarla, così come la presenza di batteri nel follicolo o di sostanze irritanti.

IN GIRO PER ‘BARBERIE’ TRA TRADIZIONE E MODA

A Genova la ‘barbieria ‘ artistica
A Genova, in via Caprettari , in pieno centro storico, poco distante dalla Cattedrale di S. Lorenzo esiste da 200 anni un’antica bottega di barbiere, la ‘Barberia Giacalone’ che è visitabile non solo per farsi fare la barba: di piccole dimensioni, il salone rappresenta infatti un ambiente di alto valore artistico, in puro stile Art Déco. È stato acquistato dalla delegazione genovese del Fai (Fondo Ambiente Italiano) e da 10 anni è gestito da Emanuele Giugno che annovera tra i suoi clienti anche noti personaggi dello spettacolo e della politica. Impossibile non restare suggestionati dal gioco dei vetri colorati sulle pareti e a soffitto, delle lampade riflessi negli specchi ovali sullo sfondo di tradizionali piastrelle bianche.

Barba ‘griffata’ a Milano
Al 13 di Corso Venezia, ingresso indipendente per il Barbiere ‘Dolce & Gabbana’ inserito all’interno di una grande struttura che comprende la Boutique Uomo e il Bar Martini. Il Barbiere si divide tra il locale a piano terra, adibito a profumeria con le fragranze uomo e donna della griffe e una selezione di prodotti della gamma Fusion Chrome Collection, realizzati dalla The Art of Shaving in società con Gillette, e il primo piano dove trova posto il salone vero e proprio. Il salone gestito da Roberto Caciola, ha un’impronta moderna negli arredi con il tocco d’‘antico barbiere’ affidato alle due poltrone d’epoca. Qui il servizio è all’insegna della massima personalizzazione ma le tendenze più fashion spaziano dalla rasatura completa, gradita soprattutto per l’effetto di piacevole distensione che offre e la barba curata ‘del giorno dopo’, appena accennata che conferisce al look maschile una grande carica seduttiva.

Dal 1924 un ‘classico’ internazionale
Esiste dal 1924, a Napoli, il Salone Boellis. Un punto di riferimento indiscusso da sempre, nel centro elegante del capoluogo partenopeo. Un’‘arte’ di famiglia tramandata dal padre Peppino al figlio Michele, simbiosi di sapienza artigianale e capacità imprenditoriali. Alla normale attività del salone si è affiancata infatti la produzione, con successo internazionale, della raffinata linea di prodotti artigianali per uomo ‘Panama 1924’. A partire dalla famosa schiuma di barba all’olio di mandorle, la Shave Soap, un vero ‘must, il prodotto più classico usato nei saloni ottocenteschi adatto ad ogni tipo di pelle, a forte azione rinfrescante e detergente. Una straordinaria distribuzione nelle più prestigiose profumerie e boutique in tutto il mondo per la linea. È una tradizione antica quella del ‘Barbitonsore’ napoletano che i Boellis orgogliosamente eredi, cercano di portare avanti pur seguendo con attenzione l’evoluzione del mercato. Ed è per questo che la barba resta al centro della professionalità accanto a tutti gli altri innumerevoli servizi offerti all’uomo. Una ‘barba’ eseguita secondo lo stile Boellis. Gesti inconfondibili e sapienti che la trasformano in ricercato momento di benessere.

Un salone-museo
Salone storico di barbiere a Milano, quello aperto dal 1965 da Antonio Triglia ma anche originale museo perché ospita più di 200 immagini provenienti dai barbieri di Vietnam, Cuba, Yemen, India, Tibet, Madagascar, Marocco... Una collezione nata quasi per caso che oggi ha il sapore di un primato. Un patrimonio prezioso che racconta di un mestiere davvero senza confini che in alcuni Paesi lontani è oggi come da noi un tempo, senza bottega, ma itinerante al ‘servizio’ del cliente. Oggi Antonio ha saputo rinnovare l’offerta e pur mantenendo sul fronte della barba un trattamento davvero ‘ad arte’ serve grazie ad un team motivato e capace giovani clienti con proposte molto all’insegna dell’attualità.

Barba ‘personalizzata’
Non acconciatore, non barbiere ma ‘tricoesteta’, ovvero competente professionista tricologico. È Francesco Cirignotta, un vero esperto dell’argomento, che tiene anche lezioni di storia della barbieria e che da quattro anni nel suo salone, tutto ‘allestito’ nel centro dello spazio (e non lungo i muri) offre la sua esperienza ad una clientela che dimostra di apprezzare ampiamente il servizio ‘a misura’ che lui garantisce. Per Cirignotta attraverso la barba passano tutti i benefici di un vero e proprio trattamento alla pelle del viso. Grazie ad esempio all’utilizzo del vapozono (sistema per dilatare i pori, creare acidità alla pelle e renderla più morbida) o del borotalco dopo la prima rasatura per asciugare la pelle e consentirle la fuoriuscita dei peli residui. Per Francesco Cirignotta solo gli innovatori garantiscono le tradizioni e per questo lui studia il passato per lavorare sulla qualità del ‘come’ più che sul ‘che cosa’.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Estetica fai da te: creare un sapone alla calendula a casa

Ingredienti semplici, una mezz'ora di tempo per 1 kg di sapone, fantasia e risultati garantiti! Ecco la ricetta per creare a casa una saponetta all'olio extra vergine di oliva e calendula, adatta anche alle pelli più delicate.La tecnica a freddo consente di realizzare un sapone che mantenga...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato