Menu Bellezza
Sei in:   benessere.com / Bellezza / Pelle / Abbronzatura

IL FOTODANNEGGIAMENTO

A cura di Leandro Carollo


L’apparato cutaneo rappresenta il tramite di correlazione dell’organismo con l’ambiente esterno. Oltre a rivestire il corpo, la cute ha un’ampia gamma di funzioni: dalla protezione dei traumi alla termoregolazione, alla impermeabilizzazione e conservazione dei fluidi corporei. Svolge un ruolo determinante nell’assorbimento dei raggi ultravioletti e nella produzione di vitamina D. Costituisce una barriera verso i batteri patogeni ed adempie la funzione di raccogliere gli stimoli sensoriali.

La pelle si divide in due strati: l’epidermide ed i suoi annessi ed il derma con il sottostante pannicolo adiposo (ipoderma ).

Diversi sono i fattori che interessano il colore della nostra pelle: i carotenoidi , l’emoglobina e la melanina.

  • I carotenoidi hanno colorazione variabile tra il giallo e il rosso; tra questi vi sono il carotene, il retinolo, la vitamina A, e la zeaxantina. Li possiamo trovare nel derma e nel sottocute.
  • L’emoglobina contenuta in piccoli vasi del derma.
  • La melanina è il pigmento responsabile dell’abbronzatura , la sua formazione sotto lo stimolo dei raggi ultravioletti, è condizionata dalla presenza di altri aminoacidi come la tirosina, il triptofano e la fenilalanina che sono abbondanti nel latte, nella farina di frumento, di mais e girasole. Essa viene prodotta dal melanocito.


Quindi il normale colore della pelle dipende in gran parte dal tipo di pigmenti melaninici ed in particolare dalla quantità, dimensione, distribuzione e degradazione dei melanosomi.
Esistono due gruppi di melanine: le eumelanine (nere e brune) e le feomelanine (gialle e rosso-brune); in base alle quali si determinano i 5 colori di cute e capelli umani: nero, bruno, rosso, giallo e bianco (in assenza di melanina). Particolare attenzione merita quindi la melanina, infatti, ad essa è affidata la funzione di proteggere la cute dall’aggressione delle radiazioni solari, agendo come filtro nei confronti di tutte le lunghezze d’onda della luce. E’ forse il più importante meccanismo di difesa dell’organo pelle nei confronti del cosiddetto invecchiamento fotoindotto o photoaging.

A richiamare l’attenzione sul fotodanneggiamento è proprio la comparsa di macchie o discromie cutanee . Si tratta di disturbi della pigmentazione generale o locale. Distinte in due gruppi:


  1. Le macchie scure cioè le ipercromie o ipermelanosi, caratterizzate da incremento di melanina;
  2. Le macchie chiare cioè le ipocromie, ipomelanosi o leucodermie, contraddistinte da assenza di pigmento nella cute che appare bianca o più chiara del normale colorito.

Pubblicità
Le discromie (sia iper che ipo) possono essere la conseguenza di diverse patologie di origine genetica o ambientale. Esempi di ipercromie genetiche sono le lentiggini, le efelidi, alcune sindromi o ipermelanosi ereditarie di tipo nevico. Esempi di forme acquisite sono le macchie indotte da alcuni farmaci, da processi infiammatori, malattie sistemiche, endocrine, o situazioni ormonali anche fisiologiche (gravidanza, ciclo mestruale o assunzione di contraccettivi orali). Il cosiddetto melasma (o cloasma), tipica ipercromia a carico di guance, labbro superiore, fronte e mento, spesso bilaterale, si osserva appunto soprattutto nelle donne, ed addirittura può essere ritenute fisiologica in gravidanza. La causa più comune di fotodanneggiamento è tuttavia l’esposizione solare, specie se prolungata, incauta e priva di protezione, alla luce solare e/o a varie fonti di radiazioni UV (per esempio le docce solari) . Anche la vitiligine rappresenta un disordine della pigmentazione acquisita ma non del tutto ancora ben conosciuta. Le possibilità terapeutiche oggi sono numerose: dal visagismo e cosmetic-camouflage al drenaggio linfatico, dai soft peeling alla biostimolazione intradermica, dall’impianto di fillers (collagene, acido jaluronico)alla diatermochirurgia programmata ai laser, ecc.

Per il fotodanneggiamento, soprattutto nelle ipercoromie legate alla fotoesposizione e nei fototipi a rischio, è fondamentale la prevenzione , ovvero la fotoprotezione continuativa. Inoltre è importante prima di effettuare qualsiasi termoterapia effettuare un esame con la luce wood per determinare la profondità di localizzazione (dermica o epidermica) del deposito anomalo di pigmento. Infatti, più profonde sono le macchie più difficilmente scompariranno e sono solite ripresentarsi. Fra le terapie tuttora più usate vi è il ricorso a cosmetici depigmentanti (per esempio idrochinone, acido azelaico, acido kojico e acido ascorbico), ovvero molecole chimiche, applicate localmente, capaci d’interferire nei diversi stadi della sintesi biologica della melanina. Sono molto utilizzati i peeling chimici, soprattutto i soft peeling ovvero metodiche di esfoliazione accelerata a differenti profondità mediante applicazione di agenti chimici caustici sulla superficie cutanea: in particolare acido glicolico ( a differenti concentrazioni 30%, 50%, 70%) e TCA (acido tricloroacetico al 10% e 30%); efficace è anche l’acido retinoico, derivato dal metabolismo della vitamina A, un vero e proprio ri-programmatore cellulare in grado di schiarire l’epidermide e migliorare i segni clinici del fotodanneggiamento. La dermoabrasione meccanica, la diatermochirurgia o il laser-resurfacing possono rappresentare a volte soluzioni necessarie in caso di danni profondi o particolarmente resistenti alle terapie fin qui elencate.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Estetica fai da te: creare un sapone alla calendula a casa

Ingredienti semplici, una mezz'ora di tempo per 1 kg di sapone, fantasia e risultati garantiti! Ecco la ricetta per creare a casa una saponetta all'olio extra vergine di oliva e calendula, adatta anche alle pelli più delicate.La tecnica a freddo consente di realizzare un sapone che mantenga...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato