Blog
18 novembre 2013

Fenomeno Flash mob, allegria ma non solo

A cura di Alberto&Alberto

Ricordo molto bene quando sentii parlare del primo Flash mob italiano e lo trovai davvero divertente. Per i neofiti: il "Flash mob" ('flash' sta lampo e 'mob' per folla) è un evento organizzato da una o più persone tramite i 'social' di Internet o con SMS, per cui un gruppo di persone, molte delle quali non si conoscono neppure, si radunano in un luogo e in un orario prestabilito (spesso comunicato poche ore prima dell'incontro) per compiere un atto collettivo rapido e spesso bizzarro.

Quello del luglio 2003 vide ben circa 300 persone entrare contemporaneamente in un negozio di libri e dischi del centro di Roma (che purtroppo oggi non esiste più) per recarsi, uno alla volta, al reparto dei libri e chiedere agli addetti una serie di titoli inesistenti, mettendo in difficoltà tutto il personale. Conclusa l'operazione, i 300 partecipanti applaudirono all'unisono per poi dileguarsi rapidamente, ciascuno da dove era arrivato e come se nulla fosse accaduto.

Qualche anno dopo (2007) vidi per la prima volta un Flash mob, non dal vero ma al cinema: si trattava del film "Notte prima degli esami - Oggi" e una scena - organizzata per l'occasione - vedeva circa 250 persone correre attraverso il ponte di Castel Sant'Angelo, sempre a Roma, dopo essersi tolti i vestiti e restando completamente nudi. Lo stesso Castel Sant'Angelo ha visto, nel 2011 e stavolta "dal vero", sfilare alcune centinaia di persone tutte vestite di bianco, impersonando gli angeli, nel giorno che alcuni interpreti della Bibbia individuano come quello del Giudizio Universale, intonando alcune celebri canzoni, cui si unirono anche i divertiti passanti (soprattutto turisti, immagino).

L'evento era finalizzato alla promozione della 'Settimana delle Buone Azioni'. E i Flash mob, almeno fino ad oggi e per quello che ho potuto riscontrare con una ricerca sul web, pur assimilabili ad atti di goliardia, hanno mantenuto caratteristiche assolutamente pacifiche.

Sempre in Italia e sempre a Roma, fece molto parlare (e ancora di più fotografare o filmare) il Flash mob che si svolse giusto un anno fa, nel novembre del 2012: ben 30.000 ragazzi auto-convocati a Piazza del Popolo per ballare il popolare rap coreano "Gangnam Style".
E, ancora a Napoli, nel 2009, centinaia di giovani resero omaggio a Michael Jackson ballando e cantando "Beat It" in diversi punti della città, mentre altri giovani e non, ignari del tam tam social che aveva scatenato l'evento, si univano via via al gruppo, rendendolo sempre più numeroso.

È certo che il più grande Flash mob della sua storia ora ultradecennale (pare che il primo si sia tenuto a New York nel 2002) sia quello organizzato in occasione dell'Eurovision Song Contest da parte di un gruppo hip hop norvegese, che riuscì a far radunare oltre a 18.000 persone alla Telenor Arena di Oslo, anche altre migliaia di persone in varie città d'Europa, naturalmente nello stesso momento.

Diversi Flash mob sono stati convocati per cause civili (sempre a Napoli nel 2009, in Piazza del Gesù, circa 300 persone si sono lasciare cadere a terra contemporaneamente, per protesta contro la camorra), anche da parte di associazioni ed enti che operano in campo sociale. Tra questi è rimasto famoso quello promosso da Unicef Italia per lanciare la sua iniziativa "Younicef", perché il primo a livello nazionale (30 piazze d'Italia con giovani radunati nello stesso momento).

Ultimo in ordine di tempo di cui mi giunge notizia è il Flash mob dal titolo "Move to Cure" che si è svolto sabato 9 scorso a Milano, alle 16.30 in punto, quando nella Galleria Vittorio Emanuele II oltre cento tra appartenenti ad associazioni di pazienti di diabete cui ,come spesso accade, si sono uniti passanti e turisti, hanno ballato sulle note della canzone “That Power” di Will.I.Am ft. Justin Bieber.

12_1384722244.jpg

Più performance che Flash mob, ad essere del tutti onesti, da come potete riscontrare direttamente dal filmato che ho postato sotto. Ma lo scopo dell'iniziativa, promossa in occasione della Giornata Mondiale del Diabete, era assolutamente lodevole, ovvero quello di sensibilizzare l'opinione pubblica su un problema sanitario preoccupante come quello del diabete (3 milioni di persone colpite solo in Italia), che può essere prevenuto e curato attraverso una corretta informazione.




  • Tema: Allegria e benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato