Blog
17 febbraio 2014

Che bello, due amici, una chitarra (e basta)

A cura di Alberto&Alberto

Chiunque, a qualsiasi età, può imparare a suonare uno strumento musicale, anche se approssimativamente. Più che una buona conoscenza musicale, dovranno servirgli un po' d'orecchio, tanta passione e costanza. Le soddisfazioni sono assicurate, a meno che gli obiettivi che si prefigge non siano troppo alti rispetto alle proprie effettive possibilità.

thumb_212.jpg

Sarò melenso ma penso veramente che uno strumento sia per la vita. Può consolarci nei momenti tristi, può rallegrare tante situazioni, è un eccezionale collante per stare insieme agli altri e, in molti casi, un mezzo per esprimersi e liberare la propria creatività. Suonare uno strumento, inoltre, aiuta a crescere e ad acquisire una maggiore consapevolezza di sè.

Qui mi interessa, però, mettere in luce soprattutto l'aspetto della musica "suonata" rispetto all'allegria cui si può accompagnare in alcune circostanze. Non avete idea di quante serate sono stato testimone nelle quali le conversazioni languivano, noia e disagio emergevano finché qualcuno non ha tirato fuori una chitarra (e talvolta anche un paio di bonghetti, perché no?) e l'atmosfera improvvisamente si trasformava, virando decisamente sull'allegria e sul gusto e il piacere di stare insieme.

Riuscire ad essere artefici di situazioni come quella su descritta può essere davvero fonte di grande soddisfazione, purché si sia in grado di coinvolgere gli altri (intonando canzoni che tutti o quasi conoscono, per esempio, e invitandoli ad unirsi al canto) e di resistere alle smanie da protagonisti o lanciarsi in virtuosismi fuori luogo.

Chi ha imparato a suonare presto uno strumento, difficilmente soffrirà di solitudine o sarà oggetto di emarginazione. Al contrario sarà rispettato, ammirato e cercato. Ma quando e come iniziare?

I pareri qui sono molto discordanti, anche tra i più esperti in materia, e naturalmente variano da strumento a strumento. È opinione abbastanza comune che se si inizia da bambini (a partire dai 5 anni), la musica debba essere approcciata come un gioco, un divertimento, senza forzature e soprattutto trascurando, o limitando al massimo, la parte teorica.

Secondo la mia esperienza (da ex studente di musica ma fondamentalmente autodidatta e poi testimone di alcune "iniziazioni"), è molto importante consentire a chi si avvicina ad uno strumento di imparare il più presto possibile qualcosa di semplice ma efficace da ripetere. In fondo, con qualsiasi strumento, bastano due o tre note per replicare una melodia conosciuta, tanto più se si tratta di accordi. Con la chitarra, ad esempio, il classico, semplice giro di Do (quattro accordi, semplici da eseguire) consente di intonare una quantità notevole di motivi celebri, a partire da "La gatta" di Gino Paoli. Per "La canzone del sole" di Lucio Battisti di accordi ne bastano tre, anche questi semplici da impostare sulla chitarra.

Sempre a mio modesto parere, quando si tratta di musicisti o strimpellatori "in erba", può essere deleterio - parlo da genitore - acquistare loro strumenti costosi e raffinati e accessori vari: qualità di strumenti e quantità di strumentazioni dovrebbero essere direttamente proporzionati ai progressi compiuti nell'apprendimento e nell'esecuzione.

Ultimo consiglio personale: insegnare il rispetto e la cura nei confronti dello strumento, che va mantenuto integro, pulito se necessario, riposto nella sua custodia ogni qual volta si è terminato di suonarlo, sopratutto se ci si trova in situazioni caotiche o in spazi aperti.

Postilla: se qualche giovanissimo fosse incappato in queste mie note, si fermi qui nella lettura e non veda - per non scoraggiarsi anzitempo - il filmato che posto qui sotto, protagonista una ragazzina francese - Tina S. - di 14 anni che si produce in una esecuzione mozzafiato di arie di Vivaldi alla chitarra elettrica. I suoi video spopolano sul web (un altro, in appena 8 mesi, ha totalizzato oltre 8 milioni di visualizzazioni), come peraltro accaduto in passato con altri giovanissimi musicisti prodigio che grazie alla Rete hanno avuto la possibilità di rallegrarci e stupisci con il loro sorprendente virtuosismo, senza transitare nei prolissi e spesso noiosi talent show.




  • Tema: Allegria e benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato