Blog
21 ottobre 2014

Let's get physical!

A cura di Alberto&Alberto

Mi era sfuggita una notizia, che leggo solo ora: Jane Fonda da qualche tempo è tornata a realizzare le sue "mitiche" lezioni di aerobica che tanto successo riscossero agli inizi degli anni '80, favorendo anche la diffusione dei videoregistratori casalinghi. Naturalmente le lezioni sono al passo con i tempi, nel senso del suo: rivolte alle coetanee (la Fonda ha passato da un pezzo la settantina) e quindi decisamente orientate nel senso del "low impact".

Conservo ancora - più per mania collezionistica che per effettiva utilità - una delle videocassette di ginnastica aerobica di Jane Fonda. Dopo tutto questo tempo è anche possibile che il VHS si sia smagnetizzato ma la copertina da sola mi riporta ad un'epoca lontana nella quale tutto ciò che oggi è dato per scontato - l'importanza dell'attività fisica, la cura di se stessi - allora non lo era affatto.

thumb_283.jpg

Con i VHS di Jane Fonda si diffuse non solo l'allenamento aerobico, che era nato negli Usa almeno dieci anni prima ma che era rimasto a lungo un'attività elitaria, ma anche la pratica di gruppo, generando una tale richiesta da favorire l'apertura di migliaia di palestre in tutto il mondo occidentale.

Perché è pur vero che le videocassette di Jane Fonda erano destinate per loro natura ad un pubblico casalingo, ma è altrettanto vero che la pratica dell'aerobica si dimostrava più coinvolgente e divertente se effettuata insieme agli altri, con la competitività a consentire di raggiungere risultati migliori.

È ampiamente riconosciuto come quella di Jane Fonda e dell'aerobica abbia rappresentato una grande rivoluzione nell'ambito del fitness. Prima del suo exploit, le donne americane (e non solo loro) facevano una vita sedentaria, o meglio l'impegno fisico era relegato alle faccende domestiche e nient'altro. Nel 1982, quindi, l'immagine familiare dell'attrice già due volte premio Oscar, fece la sua comparsa nelle case e nulla fu più lo stesso: il desiderio di volersi sane e magre si diffuse tra le donne come un virus, mentre le vendite di scaldamuscoli e di body dai colori sgargianti cresceva a livello esponenziale (e anche quello, come detto, dei videoregistratori casalinghi). Il boom fu talmente dirompente, che nel giro di breve tempo investì anche il pubblico maschile, soprattutto coloro che erano in condizioni di sovrappeso e cui veniva offerta l'opportunità di dimagrire senza sottoporsi a frustranti rinunce alimentari e anzi divertendosi e ricavando benefici sul piano fisico.

Le lezioni di aerobica come venivano promulgate da Jane Fonda in quei primi anni '80 erano diverse da quelle che ancora oggi si effettuano nelle palestre; potevano durare fino a 2-3 ore e se certamente consentivano di far perdere peso e di modellare il corpo, nello stesso tempo però sollecitavano in modo massiccio l'apparato scheletrico e circolatorio.

Così l'aerobica "classica" ha iniziato ad un certo punto una fase di declino per essere sostituita da altre discipline più leggere come il Pilates o comunque attività di bilanciamento tra high e low impact.

Il contributo di Jane Fonda al benessere fisico resta comunque fondamentale, dal momento che il fitness anche grazie a lei si è imposto nella vita di tutti i giorni, evolvendo da fenomeno di moda a pratica cosciente e per molti irrinunciabile.

Sull'epoca del boom dell'aerobica, resta da dire che furono davvero tanti a cavalcare il successo di Jane Fonda che generò un florido mercato editoriale e audiovisivo. Ma ad onor del vero, l'attrice si era inserita in un fenomeno, quello del fitness, che datava già qualche anno, e che lei seppe imporre anche in versione casalinga.

Pochi mesi prima della pubblicazione del primo VHS di Jane Fonda, "Jane Fonda's Workout", la moda del fitness fu oggetto di una parodia di successo con il videoclip "Physical" della cantante e attrice Olivia Newton-John che vendette la bella cifra di 2 milioni di dischi solo sul mercato statunitense. L'ascolto casuale della canzone alla radio ha ispirato oggi il mio post e mi ha portato a rivedere il video che, pur datato, risulta ancora divertente.




  • Tema: Allegria e benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato