Blog
07 giugno 2016

RCA, la fabbrica dell'allegria

A cura di Alberto&Alberto

RCA. Solo a vedere il marchio, è già allegria. Perché quel marchio si associa a tanta musica, leggera e non, che ha accompagnato la vita di tutti coloro che sono stati testimoni delle grandi stagioni della discografia. RCA vuol dire Gianni Morandi, Edoardo Vianello, Rita Pavone, Nico Fidenco, Patty Pravo. E poi Lucio Dalla, Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Francesco De Gregori, Antonello Venditti.

Ad elencarli tutti, gli artisti che hanno inciso e pubblicato i loro dischi sotto il marchio RCA, il nostro spazio si esaurirebbe. I nomi di moltissimi di loro si ritrovano però nelle pagine di un libro appena pubblicato che si intitola "Storia della RCA" ed è firmato da Ennio Melis che della casa discografica fu l'illuminato direttore.

thumb_458.jpg

Avevo già letto un altro libro sull'argomento, "C'era una volta l'RCA", ove Melis veniva ovviamente più volte citato ma questo nuovo volumetto aggiunge il fascino del racconto in prima persona (Melis è scomparso 10 anni fa, ma la  moglie ne ha custodito ricordi e appunti) di una delle avventure industriali ed artistiche più sorprendenti del Dopoguerra.

L'RCA è nata come filiale italiana della casa americana nel 1949 nell'ambito degli investimenti statunitensi collegati al piano Marshall, con una partecipazione societaria di minoranza da parte del Vaticano. Nelle intenzioni degli americani, l'azienda avrebbe dovuto distribuire solo la loro musica nel nostro paese; attività che si rivelò onerosa e poco redditizia tanto che nel 1954, a fronte di un bilancio in perdita, gli americani avanzarono la proposta di chiudere bottega. Sennonché galeotto fu proprio il Vaticano: Papa Pio XII mandò un suo segretario laico, Ennio Melis, a valutare gli stabilimenti e lui si convinse (e lo convinse) che la RCA italiana poteva essere rilanciata e con profitto.

Come sappiamo, aveva ragione. Egli puntò sulla musica italiana (nonostante le resistenze degli americani) e vinse. Da lì a qualche anno, infatti, l'RCA avrebbe dominato il mercato discografico con successi divenuti epocali e artisti che hanno fatto la storia della musica leggera italiana e non solo.

Gli anni '60 forse non sarebbero stati gli stessi senza canzoni come "Sapore di sale", "Il mondo", "Legata ad un granello di sabbia", "Il barattolo", "Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte". Canzoni dietro le quali non vi sono solo cantanti di grande popolarità e sicuro talento, ma il lavoro di decine di persone tra dirigenti, direttori artistici, musicisti, arrangiatori, public relation. A proposito di arrangiatori, va ricordato che molti successi dell'RCA negli anni del 'boom' furono orchestrati da musicisti del rango di Ennio Morricone e Luis Bacalov. I quali amavano sperimentare, cercare sonorità nuove e inedite, utilizzare al meglio le sale di registrazione.

È celebre, tra gli addetti ai lavori, un aneddoto legato al genio di Ennio Morricone. Il quale all'inizio della canzone "Il barattolo" di Gianni Meccia volle registrare il rumore di un vero barattolo, fatto rotolare su uno scivolo approntato per l'occasione, conferendo così all'incisione una patente di grande originalità.

Fu sempre l'RCA ad intuire, all'inizio degli anni '70, la potenzialità dei cosiddetti "cantautori", destinati a scalzare la generazione precedente di semplici "esecutori". Così che anche dopo gli allegri anni '60 scanditi da tanti successi, la casa seppe restare al passo dei tempi e raccogliere ancora consensi di pubblico almeno fino alla fine degli anni '70. Nei primi anni '80 fu poi acquistata da una multinazionale che chiuse tutte le attività giudicate troppo costose come gli studi di Via Tiburtina a Roma, la "fabbrica" (in tutti i sensi) della RCA italiana. La fabbrica dell'allegria.


  • Tema: Allegria e benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato