Blog
12 luglio 2016

Jango Edwards, l’allegria clownerie per tutti

A cura di Alberto&Alberto

Quando ero piccolo e i miei genitori o zii mi portavano al circo, i clown (o pagliacci, secondo una definizione diventata ingiustamente dispregiativa nell’uso comune) erano la mia attrazione preferita. Amavo ogni loro apparizione, attendendola tra l’esibizione di un domatore e quello di un equilibrista, e ridevo a crepapelle ai loro scherzi e alle loro capriole. Più tardi, da adulto, quando scoprii il cinema di Fellini, incappai anche nel lato tragico e più inquietante dei clowns e da allora non mi sono piaciuti più.

Beh, non proprio più. Ero già negli anni della maturità quando fui folgorato da Jango Edwards e da allora (e sono più di trent'anni) non ho mai perso un suo spettacolo. Perché lui è un clown che mi mette allegria e sappiamo bene tutti di quanto di allegria non ce ne sia mai abbastanza.

thumb_468.jpg

Nato degli Stati Uniti nel 1950, Jango Edwards (vero nome Stanley Ted Edwards) ha trascorso buona parte della sua vita e della sua carriera in Europa, in particolare in Francia, Spagna, Paesi Bassi e Inghilterra ma anche in Italia, dove ha eseguito diverse tournée e tenuto corsi e seminari di "clownerie". Alla quale ha deciso giovanissimo di dedicarsi completamente, nonostante una florida attività di famiglia che cedette al fratello prima di trasferirsi a Londra e iniziare a esibirsi per strada sostenendosi grazie alla generosità dei passanti.

Una scelta radicale che si spiega solo con l'insopprimibile esigenza di regalare allegria e divertimento, una sorta di missione che non lo hai mai reso veramente ricco ma che con i suoi successi gli ha consentito di portare avanti progetti personali come il Festival Internazionale dei Buffoni che ha organizzato ad Amsterdam dal 1975 al 1984 per incoraggiare nuove forme di divertimento in rottura (polemica?) con la tradizione classica della clownerie.

Leggo in un sito che tra i suoi estimatori passati e presenti si annoverano la regina d’Olanda, Salvador Dali, Catherine Deneuve, Federico Fellini (ancora lui!), Francis Ford Coppola e i Rolling Stones.

Ciononostante e nonostante i più numerosi fans che egli conta in tutta Europa, Jango Edwards non è mai diventato una vera 'star'. Il suo palco d'elezione è rimasta sempre la strada, o meglio le piazze dove regolarmente conduce i suoi allievi per metterli a rapporto con il pubblico più autentico in quanto inconsapevole. Molti anni fa ne fui casuale testimone a Roma, nella sempre affollata Piazza di Spagna, per un evento estemporaneo che si svolse tra sorpresa e allegria generale.

Ma più che mai irresistibili sono gli spettacoli che da molti anni mette in scena nei teatri, dunque in ambiti più tradizionali, con i suoi 'one man show' cui ho assistito più volte. C'è un "numero", in particolare, che è tra i miei preferiti e che per molti anni è stato uno dei suoi 'cavalli di battaglia'. Si intitolava "The Beer Hunter".

Per chi non ha colto il gioco di parole, segnalo che "The Deer Hunter" è il titolo originale del classico film di Michael Cimino che in Italia è stato intitolato "Il Cacciatore", vincitore nel 1978 di 8 premi Oscar. Nel film è presente la celebre scena della "roulette russa" nella quale Robert De Niro e Christopher Walken si sfidano a spararsi alla testa con una pistola caricata con un solo proiettile. Nei suoi spettacoli Jango Edwards usava allineare su un tavolo una batteria di lattine di birra agitandone solo una, poi mescolandole e poi ancora puntarne e aprirne una a caso contro i malcapitati della prima fila. L'esito era quasi sempre scontato (innaffiamento!), ecco perché ho scritto malcapitati ed ecco perché - allertato preventivamente da un amico che aveva già assistito alle performance di Edwards - mi sono sempre opportunamente seduto a distanza di sicurezza.

L'interazione con il pubblico (spesso vittima innocente ma sempre ben disposta in quanto consapevole) è una delle cifre più originali di Jango Edwards ed è ciò che lo ha reso un innovatore rispetto alla clownerie tradizionale, senza dubbio una delle caratteristiche peculiari dell'artista. Così come quella di rivolgersi al pubblico mescolando lingue diverse e farsi sempre capire.

Recentemente Jango Edwards è tornato, dopo alcuni anni, a esibirsi in Italia: dovesse capitare nelle vostra città non perdetevi una serata di autentica, innocente e sana allegria. (p.s.: rivedendo questo sketch che posto qui sotto e che ben conosco, per poco non cado dalla sedia – anche lui però! - dal divertimento!).


  • Tema: Allegria e benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato