Blog
05 dicembre 2017

L'allegria nei videogiochi (d'epoca)

A cura di Alberto&Alberto

Il progresso della tecnologia ha portato con sé, oltre che sicuri e notevoli vantaggi nella vita di tutti i giorni, anche alcuni aspetti deleteri quali generare dipendenze dai dispositivi mobili, complici le opportunità che essi offrono, come quello di poter giocare a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Eppure il "gioco elettronico" in sé non ha nulla di negativo. Alla sua apparizione massiva alla fine degli anni '70, fu subito evidenziato come i videogiochi aiutassero a mantenere la prontezza di riflessi, la capacità di reazione e la concentrazione. Concetti ribaditi negli anni successivi e dimostrati anche a seguito di vari studi scientifici; mi permetto di aggiungere che giocare è divertente e che l'allegria porta benessere. Purtroppo altri argomenti hanno sopraffatto le qualità del videogioco in ambito psicologico.

thumb_485.jpg

Personalmente ho avuto la fortuna di avere, da adolescente, un ottimo rapporto con i videogiochi. Giocavo qualche minuto al giorno per rilassarmi un po' dallo studio e ne traevo solo benefici. Per giocare, all'epoca, bisognava uscire di casa e recarsi in un esercizio pubblico; praticare il videogioco in casa era una condizione assai rara all'epoca e comunque quelli disponibili nei bar o nelle sale giochi erano di qualità decisamente superiori.

Ripenso a quei giochi con una certa nostalgia e non devo essere il solo, visto il grande successo che un paio di anni fa ha riscosso il film "Pixel", i cui protagonisti erano ex campioni di videogiochi agli inizi degli anni '80 che si trovavano ora a contrastare un tentativo di invasione aliena sotto forma, appunto, dei vecchi videogames 'pixellati', quelli della tecnologia a 8bit.

Il mio tuffo nel passato è stato ancora più vertiginoso quando, casualmente, ho scoperto che qui a Roma esiste un Museo dei Videogiochi e vi ho effettuato una visita. L'iniziativa è di un gruppo di appassionati e studiosi del fenomeno che non solo hanno messo in mostra le prime consolle casalinghe e i relativi accessori ma hanno recuperato alcuni videogiochi d'antan perfettamente funzionanti mettendoli a disposizione dei visitatori. Il Museo si chiama Vigamus (Videogame Museum), è parte di un network che comprendere le maggiori realtà affini in tutto il mondo e, oltre a guardare al passato dei videogames, guarda anche al futuro con l'allestimento e la fruzione degli apparecchi più all'avanguardia, oggi legati alla realtà virtuale.

Sui miei giochi preferiti: PacMan era divertente a vedersi ma per me difficile da giocare, almeno a livello di riflessi. Gli preferivo i cosiddetti "marzianetti" - come li chiamavo - ovvero il gioco Space Invaders, nel quale riuscivo ad avanzare di vari livelli. Avevo acquisito, al tempo, anche una certa dimestichezza con i primi videogiochi con personaggi a tema, come Braccio di Ferro o Donkey Kong. Roba oggi da museo, appunto, ma che ha conosciuto in temi recenti un significativo revival grazie ai cosiddetti 'emulatori', dei software che hanno consentito di poter trasferire sui computer di ultima generazione la grafica e la dinamica dei videogiochi dei primi anni '80. Per non parlare di quei piccoli congegni dotati di joystick cui è possibile applicare lo smartphone per emulare, anche in questo caso, le modalità di gioco delle consolle d'epoca. Ho potuto così cimentarmi di nuovo con un altro videogioco storico e amatissimo come "Pong", quel gioco che consisteva nel rilanciare una pallina (su fa per dire) da una parte all'altra dello schermo, come nel ping pong. Quel gioco, uno dei primi commercializzati della storia, data addirittura 1966 nella sua prima versione, giusto mezzo secolo fa. Ma confrontato con i videogiochi di oggi sembrano passati due secoli



  • Tema: Allegria e benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.