Blog
13 luglio 2018


I bambini italiani tra i più obesi

A cura di Welly

In evidenza oggi, nelle sezioni dedicate alla salute dei principali quotidiani on line, la notizia sulla più recente mappatura dell’obesità infantile in Europa. Realizzata dal Joint Research Centre della Commissione Europea, la ricerca mette in luce come in Europa i bambini siano a forte rischio di obesità con tutte le conseguenze connesse, come il rischio di ammalarsi di diabete, di cancro o di malattie cardiache. Maglia nera, nel Vecchio Continente, per l’Italia; non è l’unica ma secondo un altro recente studio del WHO Childhood Obesity Surveillance Initiative (COSI), il nostro paese è quello in cui vi sono percentualmente più bambini obesi o sovrappeso, uno su cinque. Alla base di tale crescita, il cambiamento di alimentazione subentrata alla dieta mediterranea a partire dagli anni ’80 quando alcune trasformazioni dello stile di vita, già in atto nella società, hanno visto una significativa accelerazione. Cibi già pronti, fast food, bevande gassate sono solo alcune delle cause che hanno portato i bambini italiani ad ingrassare di più e questo anche per la mancanza di una corretta educazione alimentare, sia in famiglia che a scuola. Sempre secondo la ricerca della Commissione Europea, i paesi europei più virtuosi rispetto all’alimentazione sono Irlanda, Danimarca e Paesi Bassi. Bene anche la Germania. E positivo resta il giudizio dei nutrizionisti rispetto alla dieta mediterranea che si conferma il regime alimentare più salutare per la minore quantità di grassi saturi rispetto ad altri, basato com’è sul consumo di pasta, cereali, vegetali, olio d’oliva e pesce.

thumb_611.jpg


06 luglio 2018


Come regolarsi tra caldo e inquinamento

A cura di Welly

Il Centro Nazionale Studi di Farmacoeconomia e Farmacoepidemiologia Respiratoria di Verona mette in guardia sulla sinergia che si stabilisce, in questi giorni, tra il caldo e l’inquinamento. Ozono e caldo, in sostanza, possono essere un’accoppiata molto pericolosa. E se le temperature alte abbattono le performance di un individuo per una media del 20%, questa percentuale può aumentare anche fino a tre volte per i soggetti a rischio: sono gli asmatici, i broncopneumopatici cronici, i pazienti cardiaci, i diabetici, gli insufficienti renali e i neoplastici “perché già fortemente limitati dalle loro patologie di base” spiega lo pneumologo e responsabile CESFAR Prof. Roberto Dal Negro. Con i fattori inquinanti, la loro situazione può peggiorare ulteriormente: infiammazione e ostruzione delle vie aree si verificano già nelle persone normali a seguito della combinazione tra biossidi di azoto, figuriamoci nelle persone che hanno patologie croniche delle vie aeree. Come combattere il caldo senza compromettere la salute è riassunto in cinque consigli offerti dallo stesso Prof. Dal Negro: 1) Evitare le attività ad elevato dispendio energetico nelle ore più calde della giornata, in particolare tra le 12 e le 15. 2) Bere almeno un paio di litri al giorno, anche di più se i livelli di sudorazione e lo sforzo quotidiano sono particolarmente alti 3) Mangiare leggero a pranzo e a cena, evitando le bevande ricche di zuccheri ed evitando gli alcolici. 4) I soggetti a rischio devono riservare la massima attenzione nell’aderenza alla terapia di base. 5) Sapere che le località marine più rinomate sono anche quelle più inquinate dal traffico delle automobili e dagli inquinanti ambientali.

thumb_610.jpg


22 giugno 2018


Sport e gravidanza: consigli dagli esperti

A cura di Welly

Dalla sede italiana di IVI, l’istituzione medica spagnola specializzata nella riproduzione assistita, ci giunge un comunicato in cui si afferma la raccomandazione, per le donne in gravidanza, di praticare un’adeguata attività fisica. Salvo i casi, naturalmente, i cui il medico consigli riposo in presenza di rischi per la madre o per il bambino, l’attività fisica in gravidanza è non solo permessa ma anche molto utile sia per stare bene fisicamente ché per sopportare i diversi fastidi che sopraggiungono durante la gestazione. Un po’ di sport, inoltre, aiuta a conciliare il sonno, a mantenere il peso sotto controllo e a conservare il tono muscolare del corpo. In quanto allo sport più adatto per le donne in gravidanza, gli esperti sostengono che, nei limiti delle sue possibilità, la donna prosegua a praticare l’attività preferita, dal momento che il suo corpo vi è abituato. Dovrà comunque ridurre gli sforzi e sottoporsi regolarmente a controlli medici, oltre ad osservare piccole regole come evitare di fare sport nelle ore più calde della giornata, fare attenzione all’idratazione e mangiare in maniera corretta prima e dopo l’attività sportiva. I consigli di IVI sono in linea con quelli già descritti su una pagina dedicata al tema di benessere.com: yoga e pilates sono particolarmente indicati per prevenire il mal di schiena, favorire il rilassamento e mantenere una postura idonea. Indicati anche gli esercizi in acqua perché meno faticosi e più sicuri rispetto al rischio di infortuni, oltre a rilassare e mantenere il tono muscolare della schiena. Ma più di qualsiasi altra attività, alle future mamme si consiglia di camminare per tutto il periodo della gestazione, attività particolarmente utile a prevenire problemi di circolazione, gonfiore nelle gambe e nei piedi e stitichezza.

thumb_609.jpg


15 giugno 2018


Un decalogo per gli ipertesi in montagna

A cura di Welly

È già tempo di vacanze per alcuni e tra loro ci saranno anche persone con problemi di ipertensione. A loro ha pensato l’ALT, l’Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle Malattie Cardiovascolari - Onlus o meglio ha pensato a chi ha scelto di trascorrere le vacanze ad alta quota, anche per sfatare il falso mito che la montagna non possa essere causa di problemi agli ipertesi. Ha dunque stilato un decalogo di accorgimenti e precauzioni: “Buonsenso ad Alta Quota”. Il primo consiglio è quello di evitare di andare oltre i 2500-3000 metri poiché a quell’altezza l’aria è più rarefatta e ciò rappresenta un rischio per gli ipertesi. Secondo: dal momento che l’abbassamento della temperatura ha come conseguenza l’innalzamento della pressione sanguigna è bene premunirsi. Anche le attività intense fanno aumentare la pressione e quindi le escursioni vanno affrontare con moderazione (terzo). Attenzione (quarto) alla classica cucina di montagna che fa largo uso di burro, formaggi, cibi salati così come è opportuno evitare superalcolici e fumo. Al quinto posto del decalogo vi è il consiglio di fare più spuntini al giorno, leggeri e in piccole quantità per scongiurare quel fenomeno chiamato “anoressia da alta quota”. È importante, durante le gite, avere sempre con almeno mezzo litro di acqua (6°) e portare con sè i propri farmaci (7°) e, in caso di viaggi all’estero, assumerli senza considerare il fuso orario. Si consiglia, poi, di monitorare i propri dati sanguigni (8°) ed avere con sé un foglio che riporti generalità, eventuali allergie, malattie e medicine assunte (9°). E infine: agli ipertesi, l’ALT consiglia di portarsi in viaggio un piccolo “kit di sopravvivenza” che contenga repellenti per insetti, bende elastiche, lassativi, antiinfiammatori, antibiotici, antidiarroici, antidolorifici, cerotti, sonniferi, l’apparecchio per misurare la pressione e bombolette di ossigeno. Con tanti auguri di buone vacanze.

thumb_608.jpg


08 giugno 2018


Un gene di 70 metri a Milano per Huntington Onlus

A cura di Welly

Della Malattia di Huntington si parla poco ma un’organizzazione sta cercando di mantenere accesa la luce su una patologia genetica per la quale non è stata ancora scoperta una cura. Huntington Onlus è nata nel gennaio di quest’anno dalla fusione tra l’associazione di volontariato AICH Milano Onlus e l’organizzazione non lucrativa di utilità sociale Huntington e sta creando una rete di conoscenze, esperienze e competenze perché le famiglie coinvolte nella malattia non si sentano più sole ma abbiano la necessaria assistenza, pratica e psicologica, quando la malattia diventa progressivamente sempre più invalidante. “Mai più nascosta!” ha sentenziato Papa Francesco nel maggio del 2017 quando ha incontrato i membri della comunità della malattia di Huntington. Ed è quello che la Onlus sta facendo: tra le varie iniziative intraprese vi è quella di portare avanti gli Huntington’s Days che vengono promossi già dal 2015. Si tratta di una serie di iniziative di informazione e di sensibilizzazione sulla malattia di Huntington che si svolgono nell’arco di alcune giornate e in diverse città italiane. L’edizione del 2018 si è conclusa mercoledì 6 scorso con una originale iniziativa di flash mob: le famiglie e i volontari di Huntington Onlus hanno srotolato sul sagrato del Duomo di Milano una riproduzione del gene lunga 70 metri, la più lunga mai realizzata. Da Piazza Duomo il singolare corteo si è poi spostato verso Palazzo Marino e Piazza della Scala mentre lo raggiungeva l'Assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità della Regione Lombardia Stefano Bolognini che ha promesso attenzione alle istanze dei familiari dei malati di Huntington.

thumb_607.jpg


Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato