Blog
07 febbraio 2014

Abbiamo dato una mano a quest'uomo

Ieri giornali e siti hanno dato ampio risalto alla notizia della "mano bionica" e del successo dei test sul suo funzionamento. La protesi che permette di restituire la tattilità a chi è privo di un arto, è stata in realtà impiantata al 36enne danese Dennis Aabo Sorensen (la sua vera mano gli era stata amputata 10 anni fa, in seguito ai danni dell'esplosione di un petardo la notte di Capodanno), nel gennaio del 2013 qui in Italia. Anche se il progetto cosiddetto LifeHand 2 è un progetto internazionale coordinato dal Politecnico di Losanna e finanziato dall'Unione Europea, l'Italia ha giocato un ruolo di primissimo piano. Vi hanno infatti partecipato la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, l'Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma, l'Università Campus Bio-Medico di Roma e l'IRCSS San Raffaele di Roma e l'operazione decisiva è stata effettuata al Policlinico Gemelli. L'operazione consisteva sostanzialmente nell'impianto di 4 elettrodi, delle dimensioni appena superiori a quelle di quattro capelli, nei nervi del braccio di Sorensen. Tali elettrodi rappresentano l'"interfaccia" tra il cervello e la mano bionica, dove ovviamente sono presenti dei sensori. Il danese ha potuto ritrovare il senso del tatto per poco più di una settimana, durante la quale è stato sottoposto ad una serie di test dall'esito più che positivo: l'uomo ha infatti riconosciuto la durezza o meno di alcuni oggetti nel 78% dei casi (ovviamente non poteva vederli) e nell'88% dei casi ne ha descritto anche forme e dimensioni in modo esatto. Un anno dopo, e cioè in questi giorni, i risultati della ricerca sono stati descritti dalla rivista Science Translational Medicine e dunque resi pubblici. È evidente che il successo degli esperimenti accende la speranza in chi ha perso una o entrambe le mani e un giorno non troppo lontano potrebbe riacquisirne quantomeno le funzioni. In quanto al danese Sorensen, noi italiani possiamo ben dire di avergli dato una mano.

thumb_209.jpg


  • Tema: Pillole di benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato