Blog
19 luglio 2013


Insalata mista con pesche e mozzarella fiordilatte

A cura di Giulia Scarpaleggia

Insalata di pesche e mozzarella

Fino a poco tempo fa pensavo che le insalate fossero noiose. Andiamo, spesso quelle che si trovano nei bar sotto gli uffici sono un po' tristi, con le foglie di lattuga non proprio freschissime, i bocconcini di mozzarella gommosi e l'uovo sodo che ha visto giorni migliori.

Poi il mio chef preferito, Jamie Oliver, in uno dei suoi primi libri mi ha aperto gli occhi: le insalate non sono noiose, sono divertenti, sono un banco di prova per l'immaginazione e un tripudio di colori, consistenze diverse e ingredienti di stagione.

È importante unire più ingredienti, giocare sui contrasti – il morbido di un formaggio e il croccante di crostincini di pane appena fatto o semi di girasole – e soprattutto è importante pensare bene il condimento.
Come italiani abbiamo il vantaggio di avere un meraviglioso olio extravergine di oliva che fa da padrone in tutti i condimenti, ma è giusto provare ogni tanto ad aggiungere qualche altro ingrediente che possa aggiungere sapore e carattere all'insalata. La senape è la mia preferita.

Insalata di pesche e mozzarella

Insalata mista con pesche e mozzarella fiordilatte
Ingredienti per 1 persona

  • Insalata mista di stagione
  • 1 pesca nettarina gialla
  • 1 mozzarella fiordilatte
  • 1 cucchiaino di senape in grani
  • 1 cucchiaino di senape forte
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Fior di sale

Togli la mozzarella dal frigo almeno mezzora prima di mangiare, in modo che sia a temperatura ambiente.
Lava la pesca, tagliala a spicchi piuttosto spessi e grigliala su una padella ben calda per pochissimi minuti, quel tanto che basta a caramellare un po' i bordi.

Prepara la vinagrette per condire l'insalata: mescola i due tipi di senape con l'aceto, l'olio e un pizzicotto di sale.
Sistema l'insalata lavata in una ciotola, aggiungi la mozzarella spezzettata con le mani in bocconcini, le pesche e condisci il tutto poco prima di mangiare.

Accompagna l'insalata con un po' di pane integrale fresco per un pranzo leggero e pieno di sapore.


12 luglio 2013


Zucchine rotonde ripiene di quinoa al pesto

A cura di Giulia Scarpaleggia

zucchine ripiene

Le zucchine rotonde ripiene sono uno dei piatti più versatili dell'estate, possono essere arricchite da riso, tonno, patate, pasta o carne, costituiscono uno scrigno già pronto per i vostri ripieni preferiti. Nelle sere calde, quando le cicale ancora non hanno smesso di cantare, è facile infornare le zucchine, dimenticarle per una mezzoretta mentre apparecchi in giardino e sistemi le candele sulla tavola, per poi portarle fuori e godertele con tranquillità con i tuoi amici o la tua famiglia. 
Questa volta ho scelto un ripieno insolito ma estremamente sano e nutriente.
La quinoa non è un cereale, appartiene infatti alla stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola. È ricca in proteine e contiene tutti i 9 aminoacidi essenziali necessari al funzionamento del nostro organismo. Se a ciò si aggiunge che è naturalmente priva di glutine, appare evidente come la quinoa sia un ottimo sostituto ai cereali, gustoso e rapido nella preparazione.
Se scegliete un pesto senza formaggio questo piatto vegetariano e gluten free può trasformarsi facilmente in un piatto unico vegano che soddisferà tutti i palati, anche i più tradizionali.

zucchine ripiene

Zucchine rotonde ripiene di quinoa al pesto
per 4 persone

Ingredienti
300 ml di acqua
120 g di quinoa
4 zucchine rotonde
3 cucchiai di pesto
2 cucchiai di olive taggiasche
Olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
Sale

In un pentolino versa acqua e quinoa e mettilo sul fuoco al minimo, finché la quinoa non avrà assorbito quasi tutta l'acqua. Lasciala gonfiare cinque minuti.
Lava le zucchine rotonde, scavale e fai il ripieno a pezzettini, poi cuocilo in padella con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, sale e due cucchiai di olive taggiasche.
In una ciotola mischia la quinoa, il ripieno cotto in padella e il pesto. Regola di sale.
Riempi le zucchine e sistemale in una teglietta unta con un filo d'olio. Versa un dito d'acqua e cuoci le zucchine in forno caldo a 180°C per 45 minuti.
Servi immediatamente bagnando le zucchine con il fondo di cottura.


05 luglio 2013


Hummus di barbabietola

A cura di Giulia Scarpaleggia

hummus di barbabietole

Qualche giorno fa sono andata al mercato dei produttori e ho visto le prime barbabietole della stagione. Non ho resistito e le ho comprate subito. Solitamente son perfette semplicemente lessate e condite con un filo d'olio e aceto e un pizzico di sale, ma vista la mia predilezione per le salsine in cui intingere pane, grissini, verdure o semplicemente le dita, ne ho fatto una specie di hummus freschissimo per la presenza del limone e delle erbe aromatiche come basilico e menta.

In questo caso ho omesso i ceci, ma se volete potete aggiungerne in pari peso alle barbabietole e avrete un pasto quasi completo!

hummus di barbabietola

Hummus di barbabietola

Ingredienti

  • 3 barbabietole
  • ½ spicchio di aglio fresco
  • 2 cucchiai di tahine
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • Succo di ½ limone
  • Olio extravergine di oliva
  • Pepe nero appena macinato
  • Basilico e menta fresca
  • 100 g di yogurt bianco intero

Lava le barbabietole e cuocile in acqua bollente fino a che non sono morbide e si riescono a bucare bene con un coltello.
Scolale e lasciale raffreddare, poi sbucciale, falle a cubetti e aggiungile nel bicchiere di un frullatore con l'aglio, la tahine, il cumino, il sale, il succo di limone e un po' di olio extravergine di oliva. Frulla fino a che non è omogeneo, ma non del tutto liscio, è bene che abbia un po' di consistenza.
Servilo con qualche cucchiaio di yogurt bianco intero, menta e basilico fresco e un po' di pepe nero macinato sul momento.


28 giugno 2013


Tartellette di verdura

A cura di Giulia Scarpaleggia

Tartellette di verdura

Far mangiare le verdure ai bambini è forse l'incubo del 90% delle mamme. Spesso è importante coinvolgere i bambini nella preparazione di una ricetta per avvicinarli gradualmente alle verdure, farli sporcare, giocare con i colori e le consistenze, renderli partecipi della realizzazione in modo che si sentano poi parte del prodotto finale.
Una volta ad un corso di cucina dieci bambini hanno preparato un intero vassoio di crostoni con fave e pecorino, pestando a turno le fave nel mortaio con olio e pecorino. Temevo che il sapore delle fave fosse troppo forte per loro, ma alla fine hanno vuotato il vassoio senza lasciare nemmeno una briciola. La magia della cucina!

Anche in questo caso i bambini possono giocare con le tagliatelle di verdura, decorare le tartellette e sentirle più loro. Anche lo stesso risultato finale, colorato e divertente, li potrà aiutare ad apprezzare le verdure.
E ovviamente, sono deliziose anche per i grandi: in questo caso aggiungete un cucchiaio di senape forte al latte e all'uovo per renderle ancora più graffianti.

Tartellette di verdura

Tartellette di verdura
Per 4 tartellette

Ricetta tratta dal numero 202 di Saveurs.

Per la pasta

  • 150 g di farina 00
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 3 cucchiai di acqua
  • 1 pizzico di sale

Per il riempimento

  • 2 carote
  • 2 zucchine
  • 1 uovo
  • 100 ml di latte intero
  • 2 rametti di timo limone
  • Sale e pepe

Comincia dal preparare la pasta. In una ciotola mescola la farina con il sale, poi aggiungi l'olio d'oliva e l'acqua. Lavora la pasta con le mani fino a che non è omogenea, impastala qualche minuto e aggiungi altra acqua se necessario. Dovrà risultare elastica, liscia e per niente appiccicosa. Mettila da parte.
Imburra 4 stampi da tartellette di 10 cm di diametro. Stendi la pasta con un mattarello, ricava dei tondi con un coppa pasta e fodera con questi gli stampi delle tartellette. Scalda il forno a 180°C.
Mescola in una ciotola l'uovo con il latte, timo, il sale e il pepe.
Lava e asciuga le verdure e con l'aiuto di un pelapatate affettale in tagliatelle sottili. Sistema le tagliatelle di verdura sul fondo dei gusci di pasta, poi riempili con l'uovo e il latte sbattuti insieme.
Inforna per circa 35 minuti fino a che la pasta non comincia a diventare dorata.

Tartellette di verdura


21 giugno 2013


Insalata fresca con melone bianco e feta

A cura di Giulia Scarpaleggia

insalata di melone e feta

È arrivato. Lo abbiamo atteso per mesi, desiderato, corteggiato. Lo attendeva il grano per diventare dorato e la nostra pelle per scoprirsi e diventare del colore delle estati al mare. Abbiamo atteso il caldo estivo e lui è arrivato pochi giorni prima del solstizio.

È arrivato e noi, ingrati e dalla memoria corta, già rimpiangiamo le giornate più fresche delle scorse settimane, rincorriamo l'ombra e il refrigerio di una bibita fresca. I fornelli non sono più un rifugio in cui creare e sperimentare, ma una tortura che cerchiamo di evitare con qualsiasi scusa.

Ecco quindi arrivato il momento delle insalate, fresche e dissetanti. Se la caprese è già stato il vostro pranzo e la vostra cena negli ultimi tre giorni, ecco una valida alternativa che unisce il melone bianco, più delicato di quello giallo e con un leggero retrogusto di cetriolo, alla feta, formaggio greco intenso ma cremoso, che darà la giusta sapidità alla vostra insalata.

A finire pepe nero macinato sul momento, qualche foglia di cedrina per dare un piacevole profumo di limone alla vostra insalata e un ottimo olio extravergine di oliva, meglio se dal gusto fruttato leggero come un buon olio DOP Ligure.

melone e feta

Insalata fresca con melone bianco e feta

Ingredienti
per 2 persone come piatto unico, 4 come antipasto

  • 300 g di melone bianco al netto degli scarti
  • 100 g di feta greca
  • Qualche foglia di cedrina
  • Olio extravergine di oliva, possibilmente leggero
  • Sale
  • Pepe nero appena macinato

Sbuccia il melone, taglialo a cubetti e raccoglilo in una ciotola.
Aggiungi la feta sbriciolata con le mani in maniera irregolare, le foglie di cedrina affettate sottilmente, sale, pepe nero appena macinato e concludi con un filo d'olio. Mescola, lascia riposare 10 minuti per far amalgamare i sapori e poi servi come antipasto o come pranzo fresco e leggero.


Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato