Blog
05 aprile 2013


La cena da divano: hummus e verdure fresche

A cura di Giulia Scarpaleggia

hummus

Oggi parliamo di cene da divano. Sì, soprattutto di quelle che caratterizzano il venerdì sera, quando sei arrivato in fondo alla settimana, sei stanco ma già pregusti la libertà del weekend.
Perché è di libertà che di solito si parla quando pensi ad una cena da divano: la libertà di mangiare qualcosa che non rientra nei soliti standard di quella che può essere definita cena e che tua mamma per anni ti ha presentato come la regola.
La libertà di mangiare accoccolati ad un cuscino con i piedi sul tavolino, tanto non ti vede nessuno. Le briciole sono ammesse, e pure una macchia sulla tuta che indossi – se non sei già passato al pigiama.
La libertà di guardarti un film staccando telefono e connessione. E sai che bello se riesci a sentirti un po' in quel film anche tu, con una cena veloce e piena di soddisfazione. Dimenticati hamburger, cinese take-away, cibi precotti da scongelare al microonde. Sembrerà strano ma in pochi minuti puoi prepararti una cena da divano sana, gustosa e incredibilmente salutare, per di più di ispirazione medio orientale. Sto parlando dello hummus, e una volta provato sarà difficile pensare ad una vita senza.

Con hummus si intende comunemente una salsa – un dip per dirlo all'inglese, dove questa parola già contiene il suo fine, quello di essere usato come salsa per immergervi qualcosa, verdure o pane – di ceci cotti, tahine (una pasta di semi di sesamo che può essere acquistata nei supermercati più forniti, nei negozi alimentari etnici o nei negozi bio), aglio, succo di limone e olio di oliva. Già dagli ingredienti vi potete rendere conto di quanto sia sano e di come possa facilmente costituire un pasto completo con un piatto di verdure fresche pulite e tagliate per il pinzimonio.
Cremoso senza inganni, diventerà in poco tempo la vostra nuova fissa alimentare, e potrete godervelo senza sensi di colpa.

Per avere il miglior hummus la cosa migliore è mettere in ammollo i ceci secchi il giorno prima, cuocerli con calma a fuoco basso per il tempo necessario per averli morbidi, passarli sotto l'acqua fredda per staccare tutte le pellicine dei ceci e poi frullarli. Niente vieta, però, se siete di fretta ed avete una voglia irrefrenabile di hummus, di aprire una confezione di buoni ceci precotti e usare quelli.

ingredienti hummus

Hummus
300 g di ceci già cotti (circa 125 g se secchi prima di essere ammollati)
1 cucchiaio abbondanti di tahine
½ spicchio di aglio
½ tazza di acqua di cottura dei ceci
Succo di ½ limone
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
½ cucchiaino di sale
*Zaatar e pinoli per servire

Frulla i ceci con l'acqua di cottura, il succo di limone, l'olio extravergine di oliva, la tahine, l'aglio e il sale.
Servi l'hummus con un po' di olio extravergine di oliva, lo zaatar e qualche pinolo tostato.
Prepara un piatto di verdure fresche già pronte da accompagnare all'hummus: carote, sedano, finocchi, ravanelli e pomodori quando di stagione andranno benissimo.

*Zaatar: è un mix di spezie di origine medio orientale. Può essere sostituito con timo essiccato e semi di sesamo.

hummus


29 marzo 2013


Cuscus di mais e riso con carote

A cura di Giulia Scarpaleggia

 

cuscus di carote

Il cuscus, piatto di origine nordafricana, ha una storia e tradizioni ricche e variegate alle sue spalle. Tradizionalmente fatto con semola di grano duro, si presenta in tantissime varianti, con carne, verdure o pesce. La cottura tradizionale richiede tempo e una pentola particolare, chiamata couscoussiera: è una pentola nella quale si può cuocere nella parte bassa il condimento e nella parte alta il cuscus, che viene quindi cotto con i vapori del cibo sottostante.

Oggi nei supermercati e specialmente in alcuni negozi di prodotti biologici è possibile trovare un cuscus precotto – passato al vapore e poi essiccato – che deve soltanto essere reidratato.
Oltre al classico cuscus di semola di grano duro è possibile anche trovare il cuscus di farro, di mais o, il mio preferito, di mais e riso insieme. Ha già di per se tanto sapore, basta quindi un condimento a base di verdure stufate per renderlo un piatto unico interessante e insolito.

È ottimo anche consumato freddo, magari come pasto da ufficio o come ricetta divertente per un picnic.

cuscus di carote

Cuscus di mais e riso con carote
per 4 persone

Ingredienti per le carote speziate stufate

  • 1 scalogno
  • 300 g di carote
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di sumac* in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 300 ml di acqua bollente
  • Pinoli
  • coriandolo fresco per decorare

Per il cuscus

  • 250 g di cuscus di mais e riso
  • 300 ml di acqua bollente salata
  • Olio extravergine di oliva

Affetta lo scalogno sottile e stufalo a fuoco minimo con due cucchiai di olio extravergine di oliva per qualche minuto, finché non si ammorbidisce.
Aggiungi la carote pulite e tagliate a rondelle di circa 5 mm di spessore.
Aggiungi il sale e le spezie e mescola per ricoprire uniformemente le carote con le spezie.
Lascia insaporire per 5 minuti, mescolando spesso, poi aggiungi l'acqua calda e cuoci per circa 45 minuti, finché le carote non saranno morbide e il liquido quasi del tutto ritirato.
A questo punto prepara il cuscus.
Versa un cucchiaino di olio sul fondo di una ciotola e aggiungi il cuscus. Versa l'acqua bollente salata e copri la ciotola, facendo risposare il cuscus per tre minuti, senza mescolare.
Passato questo tempo sgrana il cuscus con una forchetta e ricuocilo in un pentolino a fuoco minimo con un cucchiaino di olio per un minuto.
Per servire versa il cuscus in un piatto da portata e scavalo al centro. Lì versa le carote ancora calde e decora con pinoli e coriandolo fresco.

cuscus di verdure

* Sumac. Il sumac è una spezia della cucina medio-orientale dal sapore aspro e aromatico. Si usa solitamente per insaporire pesci grigliati, spezzatini e salse di yogurt.

 


22 marzo 2013


Panini con triglia e pesto di pisellini

A cura di Giulia Scarpaleggia

Panini con triglie e pisellini

Oggi sdoganiamo l'idea che i panini facciano male. Certo, rappresentano nell'immaginario collettivo uno stile di alimentazione da fast food, poco sano e poco attento alla stagionalità, alla salubrità e spesso anche al gusto.

Cambia tutto se i panini vengono invece fatti con gli stessi principi di equilibrio e rispetto che dovrebbero guidare tutta la nostra alimentazione. Ancor più diverso è il caso in cui siamo noi stessi a prepararci i panini, dando libero sfogo alla nostra creatività e giocando con gli ingredienti che più ci piacciono.

Con l'arrivo di Pasqua, pasquetta e la primavera aumenteranno le occasioni di picnic e gite fuori porta, è quindi divertente provare a trasformare un pranzo tradizionale in un panino prêt-à-porter, o meglio, 'a manger'.
In questo caso filetti di triglia.

Panino con triglia e pisellini


Panini con filetti di triglia e pesto di pisellini

Ingredienti

  • 200 g di piselli freschi sgusciati
  • 2 cucchiaini di senape dolce
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe nero macinato
  • Scorza grattata di un limone non trattato
  • 180 g di filetti di triglia
  • Timo fresco
  • 2 panini integrali

Sbollenta i piselli per 5 minuti in acqua bollente salata, poi scolali e passali sotto l'acqua fredda.

Frulla i piselli con l'olio extravergine di oliva, la senape dolce, il sale e il pepe e infine la scorza grattata di un limone non trattato. Usa un frullatore ad immersione oppure schiaccia tutti gli ingredienti in un mortaio, come per il pesto tradizionale.

Riscalda una padella antiaderente e cuoci i filetti di triglia per due minuti per lato, fino a che non sono dorati. Girali delicatamente con una spatola per non rompere i filetti. Condiscili con un filo d'olio extravergine di oliva, sale e pepe nero macinato sul momento.

Taglia i panini integrali a metà, spalmali su entrambi i lati con il pesto di piselli e cospargili con un po' di timo fresco. Suddividi i filetti di triglia nei due panini e richiudili. Fermali con un tovagliolino, ed eccoli pronti per il tuo picnic.

Panini con triglia e pisellini


15 marzo 2013


Sarde al forno con capperi e pinoli

A cura di Giulia Scarpaleggia

Sarde al fornoAbbiamo già parlato di come le sardine – pesce azzurro povero del nostro mare – siano un acquisto sostenibile, oltre che economico e buono per la nostra salute. Oltre che come condimento per un primo piatto che si trasforma facilmente in un piatto unico, le sardine costituiscono la base per un secondo piatto gustoso e leggero.

Noi a casa le facciamo spesso così, specialmente per cena, quando abbiamo poco tempo per cucinare. Basta comprare un po' di pesce fresco, pulirlo, impanarlo bene con del pangrattato – meglio se fatto in casa con gli avanzi di pane secco, per non buttare via nulla – e infilarlo in forno caldo una volta condito con olio, sale e per finire capperi, pinoli e olive per insaporire.

Nel tempo che apparecchiate la tavola e pulite un po' di insalata mista il pesce sarà pronto.

Sarde al forno

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 g di sarde pulite
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 1 cucchiaio di capperi sottaceto
  • 1 cucchiaio di olive nere sotto sale
  • olio extravergine di oliva

Scalda il forno a 180°C.
Pulisci le sarde togliendo la lisca centrale, la testa e la coda. Aprile a libro.
Cospargi del pangrattato su un foglio di carta da cucina e impana ogni filetto di sarda.
Ungi con un filo d'olio una pirofila e sistema i filetti di pesce in modo che non si sovrappongano.
Condiscili con un filo d'olio extravergine di oliva e sale.
Cospargi la superficie con capperi sottaceto, olive nere sotto sale e pinoli e inforna le sarde.
Cuoci in forno caldo per circa 25 minuti, finché non sono dorate in superficie.
Servile calde con un contorno di insalata mista.


08 marzo 2013


Insalata di finocchi e arancio

A cura di Giulia Scarpaleggia

Finocchi

Marzo è un mese che sta in bilico tra l'inverno e la primavera... ci sorprende con giornate di sole tiepide e il profumo di nuovo nell'aria, per poi farci svegliare il giorno successivo con una mattinata grigio novembre, o meglio, bianca Natale.

Anche nel nostro modo di mangiare si alternano voglie primaverili a necessità di comfort food come zuppe fumanti o dolci al cioccolato, in un altalenare che ci porterà pian piano verso aprile, quando la primavera sarà definitivamente presente nei nostri piatti.

Quella di oggi è un'insalata che cerca di mediare tra gli ultimi prodotti dell'inverno ancora buoni e disponibili e la voglia di freschezza della primavera. È un contorno insolito che alleggerisce piatti di carne più importanti, ma anche un antipasto divertente che può aprire un pranzo di fine inverno con i toni agrumati dell'arancio.

Finocchi

Il protagonista è il finocchio, un ortaggio pieno di acqua, diuretico, depurativo e digestivo, povero di grassi ma ricco in fibre e sali minerali. Non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole quando di stagione, perché è un ottimo alleato per un regime di vita sano.

I racconti delle nonne lo indicano anche come ortaggio da consumare in fase di allattamento perché pare che addolcisca il latte della mamma, rendendolo più gradevole al bambino.

Insalata di finocchi

Insalata di finocchi e arance
per 2 persone

Ingredienti

  • 2 finocchi freschi di medie dimensioni
  • 2 arance
  • 2 cucchiai di olive nere sotto sale
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe Nero macinato sul momento
  • Timo fresco

Lava i finocchi e togli la parte esterna più dura. Affettali sottilmente con il coltello o con la mandolina e raccoglili in una ciotola.
Sbuccia le arance a vivo e ricavane gli spicchi senza pelle, poi aggiungili ai finocchi già affettati.
Aggiungi anche le olive e un po' di timo fresco.
Condisci l'insalata con sale, pepe nero macinato sul momento e un filo d'olio extravergine d'oliva.


Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato