Blog
30 gennaio 2013

La vacanza ideale padre figlio, come stringere questo legame in viaggio.

A cura di Dott.ssa Francesca Di Pietro

PadreFiglio.jpg

Vacanze padre figlio, molto spesso solo l’idea spaventa una buona parte dei padri single. “Riuscirò a preparargli i suoi piatti preferiti, ad aiutarlo a vestire, e se si ammala che faccio?” questi sono solo alcuni dei pensieri di un padre.

Ma siamo sicuri che i bambini cercano le stesse cose da papà e mamma in vacanza?

Il crescere delle Small Families ha portato anche al crescere delle Small Families Holidays, e allora che fare?

Un tempo la donna aveva il compito di mettere “al” mondo il figlio e il padre quello di metterlo “nel” mondo, di insegnargli a vivere nella società; egli era colui che trasmetteva le regole sociali, era il primo esempio di autorità, il detentore di valori.

Gli sviluppi antropologici degli ultimi ’50 hanno portato molta confusione nei ruoli genitoriali. Entrambi si sono dovuti interfacciare con compiti e ruoli nuovi, dimenticandosi a volte le loro figure archetipiche.

La madre è colei la quale si “preoccupa” del bambino, ossia si occupa di lui prima che possa nascere un reale bisogno, è preparata a soddisfare tutti i bisogni primari del figlio e riempirlo d’affetto incondizionato. Il padre si “occupa” del figlio, lo abilita, lo guida, lo aiuta ad essere adatto alla società. Il compito primario di un padre è di insegnare ad un figlio, insegnare quello che lui sa fare meglio o magari solo come comportarsi, ma l’importante è essere sempre percepito come guida.

Un viaggio padre figlio è un momento in cui un padre può dedicare un tempo specifico a suo figlio, senza impedimenti quotidiani o distrazioni lavorative. La maniera migliore per rafforzare un legame padre figlio in viaggio è organizzare la vacanza sulla base della condivisione di un’esperienza.

Gli elementi importanti della vacanza padre figlio:

  • Scegliere l’alloggio più adatto: molto spesso i padri sono stressati dai problemi pratici quotidiani: cucinare, lavare il bambino, vestirlo in modo appropriato etc.. Per evitare questo disagio è importante scegliere una struttura d’alloggio adeguata, meglio una guest house con colazione, un ambiente raccolto ed intimo che dia la possibilità di cucinare un piatto semplice o che preveda un servizio di ristorazione all’interno.

  • Dedicare tempo al rapporto: l’importante in una vacanza è non riproporre gli stessi schemi di quando si è a casa, ossia: la giornata ricca di impegni da entrambi i lati e la condivisione esclusivamente nei momenti conviviali e poco più. Un figlio di genitori separati ha bisogno, più di altri, di sentire che un padre dedica a lui il suo tempo, che valorizza questo momento, facendo quello che hanno sempre fatto tutti padri della storia: insegnando loro qualcosa.
  • Il padre come guida/mentore: prevedere un’attività comune è molto importante, sia essa sportiva come: andare in bicicletta, a pesca, a sciare, o semplicemente ricreativa come: la fotografia, il modellismo, il collezionismo, imparare a guidare, etc. Ad esempio organizzare una vacanza dove entrambi sperimentano una nuova avventura, un nuovo sport, è un bellissimo punto di incontro.
  • Condivisione del passato: condividere con il proprio figlio esperienze personali della propria infanzia rafforza il  legame rendendolo profondo ed unico. Riproporre quello che faceva il nonno o raccontare le storie allo stesso modo, trasmette al bambino il valore della tradizione e lo lega ancora di più al senso di famiglia.

La nostra società punta sempre a vette troppo alte, ma le vette si raggiungono solo se si hanno già conquistato le basi, preparare un bambino ad affrontare questo nuovo millennio è una delle grandi sfide delle famiglie d’oggi.  Bisogna partire dalle piccole cose, dai legami, dal trasmettere il senso del limite e la visione su come affrontare la vita, solo in questo modo costruiremo i cittadini di domani.

 


  • Tema: Viaggi di benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2020 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato