Blog
13 marzo 2013

Il benessere dell’acqua geotermale.

A cura di Dott.ssa Francesca Di Pietro

Quando parliamo di vacanza benessere credo che la prima associazione sia una spa, asciugamani caldi e massaggi. Per essere spa basta fornire dei servizi di body care, altra cosa è essere un centro geotermale.

Molte zone del globo, per fortuna alcune anche abbastanza vicino casa, sono ricche di calore geotermico, quello che rende uniche però sono le sostanze che incontrano nel loro cammino verso la superfice.

A differenza delle spa, i centri geotermali sono naturali e il potere benefico dell’acqua è amplificato dalla cornice naturalistica nella quale sono inserite.13_1363107497.jpg

Come si sceglie un centro termale?

  • Ogni acqua è diversa dall’altra.

Anche se ad uno sguardo superficiale risultano tutte piacevolmente calde, quello che le rende uniche e soprattutto benefiche, sono i sali minerali dissolti in esse. A seconda del territorio dove sgorgano, si arricchiscono di sostanze che hanno un effetto diverso sul nostro corpo.

Ad esempio, le acque geotermali dell’Islanda sono ricche di silice, calcare e micro organismi delle alghe oceaniche e sono particolarmente indicate per chi ha problemi di pelle come la psoriasi o lacne, ma state attenti ai vostri capelli, tenderà a seccare molto anche essi e se non li proteggete come indicato dallo staff il risultato non sarà molto piacevole.

Se invece vogliamo soffermarci su una destinazione più vicino casa, come le terme di Ischia vediamo che sulla stessa isola ci sono ben 29 gruppi di sorgenti di acque diverse, bene o male tutte appartenenti alla famiglia delle acqua salino-alcaline. A cosa servono? Per combattere i catarri vescicali, gastrointestinali, vaginali ed in più sono anche diuretiche. In questa zona un’altra terapia molto diffusa è l’applicazione del fango vulcanico, che viene applicato ad una temperatura dai 40-45° (solo questo è di per se rilassante) e molto indicato per la cura di reumatismi ed artriti.13_1363107487.jpg

  • La location più adatta a noi.

Come dicevo all’inizio a differenza delle più comuni spa, i centri geotermali sono naturali, questo significa che molti di loro esistono da migliaia di anni, che hanno una tradizione decisamente antecedente al concetto di beauty farm e che alcuni di essi sono rimasti nella posizione naturale.

Ognuno di noi è diverso dall’altro e come tale viene stimolato ed ammaliato da cose diverse. Ogni struttura termale naturale è racchiusa in un’immagine e questa può essere la più adatta per noi in un determinato periodo della nostra vita e come esso cambiare. Riprendendo gli esempi di prima:

-  in Islanda i centri geotermali, come il più famoso Blue Lagoon sono piscine naturali di lava con un’acqua azzurra lattiginosa, l’acqua è di 38° e considerando il costante contrasto con la temperatura esterna si forma sempre una misteriosa nebbiolina che conferisce un aurea di mistero e ovatta ogni contorno. Un contesto simile favorisce l’estraniazione da tutto, soprattutto dal mondo urbanizzato, mentre si galleggia in quelle acque calde le impervie condizioni climatiche dell’isola sembrano non tangerci minimamente; perché anche se fuori nevica sott’acqua si  sta sempre al calduccio. Proprio per questo il centro termale accentra ogni sua attività nella grande piscina naturale, anche i massaggi vengono fatti su un materassino galleggiante senza mai cambiare location.

-   Ad Ischia hai sempre la sensazione di trovarti su un vulcano, l’energia della terra è contagiosa, l’acqua è rumorosa, la maggior parte delle terme sono vista mare, ed alcune addirittura dentro il mare, come Sorceto; questo ti consente di spogliarti della stanchezza con la quale sei arrivato sull’isola, ma al tempo stesso di ricaricarti nello stesso momento.

-  I Ryokan giapponesi; in Giappone c’è il culto delle terme, se ne trovano davvero ovunque dalle città ai paesini sulle Alpi Giapponesi, vivere un’esperienza di questo tipo ti aiuterà da andare profondamente in contatto con la cultura nipponica. Oltre che a rilassarti durante le ore spese in un ryokan si osserva, si impara e a volte si fa anche amicizia.

13_1363619591.jpg

Terme d’alta montagna austriache, giusto per citarne una potremmo pensare a Bag Gastein, un centro termale d’alta quota nel bel mezzo delle piste da sci. La sensazione principale legata al benessere di un centro termale immerso nella neve è l’incredulità che il nostro corpo si senta così caldo, accolto e rilassato quando intorno a noi lo scenario è esattamente l’opposto, ossia freddo ed inospitale. In molti punti del centro termale si vedono addirittura le piste, mentre noi siamo coccolati dalle acque con in indosso solo un costumino leggero. In questo paesaggio gli elementi esterni contribuiscono al benessere, si possono godere i magnifici panorami ad orizzonte pieno di alta montagna, i boschi in lontananza e per far scendere la propria temperatura corporea ci possiamo buttare direttamente nella neve fresca - senza ammalarci-.

Le terme di Budapest: per una città tanto fredda come Budapest le terme sono un momento conviviale, per questo sono al centro della città. Per molti di noi non risultano totalmente rilassanti, considerando che sono molto affollate, ma per la cultura ungherese sono un momento in cui le persone possono condividere il loro tempo libero con la famiglia e i propri amici in un luogo all’aperto anche in inverno. Infatti, sono frequentate dai locali durante tutto l’anno, specialmente all’imbrunire, molte persone scelgono di regalarsi questo momento dopo una giornata di lavoro, in Ungheria le terme non sono vissute come un lusso, come invece succede da noi. Anche in questo caso frequentare le terme di Budapest è un modo per entrare maggiormente in contatto con la cultura ungherese e osservarne le loro abitudini antichissime.

In fin dei conti il benessere come la felicità: è un concetto relativo e soprattutto molto soggettivo. Seguite quello più indicato per voi ascoltando solo il vostro corpo.


  • Tema: Viaggi di benessere
  • 0 Commenti

Lascia un commento

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato