Menu Dietetica
12
Sei in:   benessere.com / Dietetica e nutrizione / Dieta e disturbi / Dieta e disordini

DIETA E DISORDINI
GASTRO-INTESTINALI

In collaborazione con Leandro Carollo


I disordini nel funzionamento dell'intestino possono portare a malattie, o comunque a una situazione di disagio persistente; non vanno sottovalutati in quanto sono possibili sintomi di due situazioni differenti: o sono la conseguenza di errori nell'igiene e nel comportamento alimentare, o denunciano l'insorgenza di patologie anche serie. Di seguito si vanno ad analizzare i disordini di vario tipo, gli effetti che ne derivano e le eventuali cure.

Meteorismo e Flatulenza
Per quanto riguarda questi disturbi, sono due le strade da percorrere: è necessario capire quali sono le cause che comportano un'ingestione d'aria superiore alla norma, e quali sono gli alimenti che comportano un'eccessiva produzione di gas. Azoto, ossigeno, idrogeno, monossido di carbonio e metano rappresentano il 99 per cento del totale dei gas presenti nell'intestino, e vengono in parte ingeriti, in parte prodotti nell'apparato gastro-intestinale. L'intestino normalmente ne riassorbe una parte, ma se per qualche motivo c'è un transito intestinale più veloce, questa azione si va a ripercuotere sulla possibilità di riassorbire i gas, poiché c'è meno tempo per farlo. Per quanto riguarda azoto e ossigeno, sono gas presenti nell'aria, e quindi raggiungono l'apparato gastro-intestinale se vengono deglutiti. In linea di massima restano nell'esofago e nello stomaco, e non è ancora stabilito se da qui passino poi nel duodeno, e in che modo, poiché per la maggior parte vengono rigurgitati. È possibile che ad esempio quando ci si trova stesi, e quindi non in posizione verticale, i gas gastrici non vengano eruttati e quindi transitino fino al piccolo intestino.
Per quanto riguarda gli altri tre gas, idrogeno, metano e anidride carbonica, non vengono ingeriti ma sono prodotti direttamente dall'apparato intestinale, e infatti sono preponderanti nel volume di gas emessi. Vengono tutti e tre prodotti nel colon, ma con dinamiche diverse. L'idrogeno è il risultato dell'attività dei batteri intestinali sui substrati fermentabili; stesso processo porta alla formazione di anidride carbonica, che può derivare anche dall'azione dei carbonati che neutralizzano l'acido cloridrico dello stomaco e gli acidi grassi conseguenti alla digestione dei lipidi. La produzione di metano non è influenzata dagli alimenti ingeriti; è probabile che ci sia una componente di familiarità nella predisposizione a produrlo.
Come detto, i gas in condizioni normali vengono riassorbiti dal colon, ma se la motilità di questa parte dell'intestino è alterata, anche l'assorbimento dei gas ne risente, fino a provocare dolore addominale.

I gas possono provocare tre tipi di disturbi:

  1. eccessiva eruttazione;
  2. dolore e distensione addominale;
  3. eccessiva flatulenza;

Eccessiva eruttazione
Per aerofagia si intende l'ingestione di aria; può avere diverse cause, e determina l'eruttazione di aria e gas dalla bocca. Chi soffre di questo disturbo in modo cronico in genere prima di ogni eruttazione ingerisce aria deglutendo o respirando in modo tale che parte dell'aria finisce nell'esofago. Chi avverte questo disturbo durante o subito dopo i pasti, evidentemente ha abitudini connesse all'alimentazione che fanno sì che ingerisca aria, tramite ad esempio ripetute deglutizioni. Le deglutizioni aumentano anche in caso di stress, quindi in questo disturbo ci può essere anche una componente psicologica connessa all'ansia. A ciò va aggiunto che determinati cibi naturalmente contengono aria, o vengono preparati in modi tali che comportano l'annessione di aria, che viene poi ingerita.

CIBI CHE POSSONO CONTRIBUIRE ALLA PRODUZIONE
DI GAS E ALLA FLATULENZA
Cibi che possono contribuire alla produzione di gas:
  • Fagioli secchi, piselli secchi, fagioli cotti, soia, lenticchie, cavoli, ravanelli, cipolle, broccoli, cavolfiori, cetrioli, crauti.
  • Prugne, mele, uva passa, banane.
  • Cereali integrali, eccessive quantità di prodotti a base di grano o frutta.
  • Cibi ad alto contenuto di lattosio: latte, gelai, frappè, creme.
  • Dolcificanti artificiali: sorbitolo e mannitolo che sono presenti in alcune caramelle “dietetiche” o chewing-gum senza zucchero.
  • Cibi ad alto contenuto di grassi come i fritti, carni grasse, salse ricche di panna, ecc.
Cause di ingestione di aria:
  • Deglutizioni ripetitive e frequenti che possono essere causate da dentature mal funzionanti, chewing-gum, tabacco, succhiare caramelle o sorseggiare le bevande.
  • Mangiare ed inghiottire rapidamente cibi e bevande.
  • Succhiare con la cannuccia, bere da bottiglie a collo stretto, fumare.
  • Cibi che contengono aria come le bibite con anidride carbonica e la panna montata.
Altri fattori che possono influenzare la produzione o la ritenzione di gas:
  • Coricarsi subito dopo i pasti.
  • Inattività fisica.
  • Stress.

Pubblicità

Dolore e distensione addominale
Si tratta di disturbi che vengono sovente descritti, associati a disordini gastrointestinali, come causati da una quantità di gas eccessiva, ma in realtà non è affatto detto che sia così: molti pazienti che se ne lamentano in questi termini in realtà non sembrano soffrire di iperproduzione di gas, ma piuttosto di una motilità intestinale alterata. Questa condizione fa sì che il passaggio dell'aria nell'intestino crei difficoltà, al punto che in questi soggetti un volume di gas che normalmente rientrerebbe nella norma e sarebbe perfettamente tollerato, crea invece disturbi e disagio. Quindi capita spesso che i sintomi vengano male interpretati: si scambia per un eccesso di gas quello che è un volume di gas normale, però in una situazione di motilità alterata, che crea una risposta dolorosa alla distensione addominale.

Eccessiva flatulenza
La flatulenza è l'emissione dei gas prodotti dal colon. Come visto, i gas più importanti presenti nell'apparato gastrointestinale sono cinque; di questi, due, azoto e ossigeno, vengono deglutiti, e non sono rilevanti nella formazione di gas nel colon. Inoltre, l'anidride carbonica che si forma nel duodeno viene assorbita prima di arrivare al colon. I gas che si formano nel colon possono risultare di volume eccessivo a causa di problemi nell'assorbimento, o di presenza di carboidrati non assorbibili. Chi soffre di malassorbimento ad esempio può avere problemi con il lattosio, che in soggetti sani viene assorbito nel piccolo intestino; se arriva al colon provoca, per l'azione della flora batterica, processi di fermentazione. Anche chi non ha disturbi legati al malassorbimento può produrre quantità di gas eccessivo in determinati casi, ad esempio se ingerisce carboidrati che non vengono completamente digeriti nel duodeno; nel colon tramite il processo di fermentazione innescato dalla flora batterica vengono prodotti anidride carbonica, metano e idrogeno. I carboidrati non assorbibili, cioè quelli che provocano questo tipo di reazioni, possono trovarsi in alcune varietà di legumi, cereali, verdura e frutta. Ad esempio alcuni hanno difficoltà a digerire il fruttosio, che si trova nella frutta naturalmente e che può essere usato come conservante per la frutta e dolcificante in alcune bevande. Il sorbitolo e il mannitolo, dolcificanti usati nei prodotti dietetici, non sono così responsabili della produzione di gas come comunemente si crede.

Ritardato svuotamento gastrico
Che si tratti di fenomeni cronici o transitori, i fattori che determinato il ritardato svuotamento gastrico rientrano comunque in due categorie: si tratta o di ostruzioni meccaniche, o di alterazioni della motilità. Per esempio ci sono ostruzioni anatomiche che determinano una difficoltà nello svuotamento gastrico; rientrano in questo caso stenosi piloriche, ulcera peptica, polipi gastrici, carcinoma gastrico.

Situazioni transitorie di ritardato svuotamento gastrico
  • Ileo postoperatorio
  • Gastroenteriti acute virali e altre infezioni
  • Iperglicemia
  • Chetoacidosi diabetica
  • Ipocaliemia e altri squilibri elettroliticiIpotiroidismo
Farmaci
  • Uso di antiacidi a base di idrossido di alluminio
  • Uso di anticolinergici
  • Uso di antidepressivi triciclici
  • Uso di levodopa
  • Uso di agonisti beta-adrenergici
  • Uso di alcool
  • Uso di nicotina
  • Uso di oppiacei
  • Uso di progestinici
Stasi gastrica cronica
  • Diabete mellito: neuropatia del S.N. autonomo
  • Malattie del collageno e vasculiti
  • Malattia acido-peptica
  • Acloridria e gastrite atrofica (con o senza anemia perniciosa)
  • Distrofia muscolare
  • Disordini neurologici centrali e periferici
  • Chirurgia gastrica (vagotomia, resezione)
  • Pseudo-ostruzione idiomatica
  • Carenza calorica (anoressia nervosa)


Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
Dieta e disordini gastro-intestinali, Meteorismo, Flatulenza, Eccessiva eruttazione La dieta per la diarrea

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Autunno: combattere spossatezza e malesseri a tavola

Il cambio di stagione incide non solo sull'ambiente, ma anche sul nostro organismo. Spesso comporta sbalzi di umore, spossatezza, primi malanni legati agli sbalzi di temperatura e al calo di difese immunitarie. L'alimentazione può aiutare a superare questo passaggio all'autunno. La natura,...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Il peso ideale

Intervista alla Dott.ssa Cinzia BenigniNell'intervista vengono esaminati vari aspetti sui diversi metodi di calcolo del peso desiderabile e sulla loro attendibilità come base per prescrivere una dieta.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Cinque, divertentissimi, matti…

Scritto il 28 ottobre 2014 da Alberto&Alberto

Nessuno li ricorda più, eppure hanno rallegrato una generazione: "Les Charlots" (meglio conosciuti in Italia come i "Cinque Matti"), sono scomparsi insieme ai cinema parrocchiali.

Pillole di benessere

Un budino incantato per Halloween

Scritto il 31 ottobre 2014 da Welly

Nel giorno di Halloween, vi proponiamo due ricette a base di zucca e in tema "fantastico", forniteci da Assolatte.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Estrattore di succo Hippocrates Hippo Plus Novit del mese

La centrifuga Hippocrates ha una resa maggiore rispetto alle altre centrifughe e produce un succo di frutta e verdure che non contiene alcuna traccia di polpa; è un robot da cucina perfetto per la cucina sana, in particolare per quella crudista. Comprare una centrifuga è un investimento che non si fa tutti i giorni e Hippo Plus di Hippocrates è la migliore centrifuga in cui investire i tuoi soldi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE