Menu Dietetica
12
Sei in:   benessere.com / Dietetica e nutrizione / Articoli vari / Donne / Dieta e gravidanza

DIETA IN GRAVIDANZA 1/2

Con la consulenza della
Dott.ssa Paola Genovese

La gravidanza è un periodo durante il quale lo stato di salute di un individuo risulta strettamente legato e dipendente da quello di un altro: un evento biologico unico, in cui la corretta nutrizione assume un carattere di importanza fondamentale. Lo stato di salute della madre da un punto di vista nutrizionale, anche prima dell'inizio della gestazione, e una corretta alimentazione durante tutta la gravidanza, influenzano il corso e l'esito della gravidanza stessa, e sono essenziali per prevenire molte patologie neonatali.

Un apporto nutrizionale adeguato, durante la gravidanza, è necessario per salvaguardare la salute della madre, ma anche quella del nascituro. La dieta da adottare deve essere equilibrata, senza eccessi nell'una e nell'altra direzione. Un apporto nutrizionale insufficiente, da parte della madre, andrà a ricadere sul feto, comportando un basso peso alla nascita: fattore importante poiché determina una più alta morbosità e mortalità perinatale, e una più elevata incidenza di malformazioni congenite. Va evitata anche una dieta squilibrata in senso opposto, basata sul vecchio detto del "mangiare per due". Un motto errato, perché semmai la donna in gravidanza deve mangiare due volte meglio.
Le categorie a rischio nutrizionale in gravidanza sono le seguenti:

  • Donne con una dieta carente già prima della gravidanza.
  • Casi di gravidanza multipla (cioè più di un feto).
  • Fumatrici; donne che fanno uso di alcool e droghe.
  • Intolleranti al lattosio.
  • Donne in una condizione di sottopeso o sovrappeso già al momento del concepimento; oppure donne che durante la gravidanza acquistano un peso insufficiente o eccessivo.
  • Adolescenti;
  • Donne che non sono in grado di alimentarsi correttamente, o a causa di insufficienti conoscenze sull'argomento nutrizione, o a causa di risorse finanziarie scarse, che non permettono loro un'alimentazione adeguata.


Gustave Klimt, particolare


tratto da "La Speranza I", 1903.
Per quanto riguarda le gestanti che fanno parte di una di queste categorie, è necessario valutare e seguire in modo più approfondito il loro stato nutrizionale.

Durante la gravidanza le donne vanno incontro a vari cambiamenti fisiologici. Il primo è l'incremento ponderale, vale a dire l'aumento di peso; il secondo è l'incremento del dispendio energetico, che dipende dallo sviluppo di feto, placenta e di alcuni organi della madre.

Pubblicità
Peso

L'indice di massa corporea (BMI, Body Mass Index) è uno dei parametri che rivela meglio quale sia lo stato nutrizionale di una persona.
Durante la gravidanza è fondamentale controllare il peso, al fine di valutare una nutrizione corretta per madre e feto. In Europa e negli Stati Uniti l'aumento ponderale consigliato in gestazione è compreso fra 10 e 15 chili, ma non esiste un valore assoluto di aumento di peso che possa essere considerato valido a priori per tutte le gestanti: si tratta di valori che vanno calcolati tenendo conto anche di quello che era lo stato nutrizionale della donna, prima dell'inizio della gravidanza.

Calcolo dell'aumento di peso (in kg) desiderabile durante la gravidanza
(Sulla base del BMI)

Peso (prima della gravidanza) kg
Altezza cm

L'aumento ponderale cambia a seconda della fase della gravidanza: se fino alla decima settimana o al completamento del primo trimestre è in genere irrilevante, dal secondo trimestre invece assume un incremento costante, pari all'incirca a 350-400 grammi a settimana.
Una donna che risulti sottopeso all'inizio della gravidanza, necessiterà di un apporto energetico maggiore rispetto a madri normopeso o sovrappeso. In generale, essere in condizioni di peso nella normalità è importante poiché in questa categoria si verifica una minore incidenza di patologie ostetriche e c’è una casistica migliore per quanto riguarda l'esito della gravidanza. Le donne sottopeso sono quelle in cui si riscontra più facilmente un ritardo dell'accrescimento intrauterino, mentre quelle sovrappeso sono più a rischio di ipertensione e diabete.

Pubblicità

Come detto, quindi, non si può ragionare in termini assoluti di valori di incremento ponderale validi per tutte le donne: è necessario valutare lo stato prima della gravidanza.
Per quanto riguarda le gravidanze gemellari, invece, i valori sono differenti: l'aumento di peso consigliato si stima tra i 16 e i 20,5 kg, mentre l'incremento settimanale a partire dal secondo trimestre dovrebbe essere pari a 750 grammi.

Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/2
Dieta donne gravidanza - dieta gestanti Dieta e gravidanza: nutrizione e consigli

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Allergia al nichel: quali cibi da evitare. I consigli del nutrizionista

Sempre più persone non tollerano gli alimenti contenenti nichel, con conseguenze sull'apparato gastrointestinale e sulla pelle, attraverso reazioni più o meno significative che vanno dai disturbi della digestione alle reazioni cutanee. In misura variabile tutti i prodotti che...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Menopausa e dieta: consigli e miti da sfatare

I carboidrati a cena fanno solo ingrassare? La soia è indispensabile per i fitoestrogeni? Bisogna bere più latte e mangiare i formaggi? Qual è la verità sull’alimentazione in menopausa e quali miti sono, invece, da sfatare? Ci aiuta ad orientarci la Dott.ssa Sara...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Gino Bramieri, dimagrire dal ridere

Scritto il 06 dicembre 2016 da Alberto&Alberto

Sembra che dopo il dimagrimento Gino Bramieri abbia dovuto lottare tutta la vita con la bilancia, poiché amava molto la buona tavola. E tuttavia quei 50 chili non li prese più e si fece paladino del benessere, già in tempi in cui il tema non era centrale come lo è oggi.

Pillole di benessere

Cammina cammina e il medico si allontana

Scritto il 09 dicembre 2016 da Welly

L'Organizzazione Mondiale della Salute promuove l'attività fisica come primario mezzo di prevenzione per numerose malattie. Segnalando come in Europa, ogni anno, un milione di decessi sono legati all'inattività.

Offerta del mese
Bio-mex 850g incluse 2 spugne speciali
Offerta del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici. Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica... Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!

Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Color ecrù
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole Altezza:63 cm Larghezza:45 cm Profondità:50 cm.
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2016 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.