Menu Dietetica
Sei in:   benessere.com / Dietetica e nutrizione / Nuove diete / Dieta metabolica

LA DIETA METABOLICA

La dieta metabolica è un metodo per perdere peso alternativo alle diete tradizionali che si basano, perlopiù, sulla riduzione della quantità di cibo da assumere quotidianamente. Messa a punto da un medico che vive e lavora in Canada, Mauro Di Pasquale, già ideatore della dieta anabolica, essa è stata presentata per la prima volta nel 1995 come una alternativa agli steroidi anabolizzanti per gli atleti trovando poi diffusione ed applicazione anche tra i non atleti.
La dieta metabolica si basa sul principio che la maggiore assunzione di alcuni alimenti rispetto ad altri siano in grado di dare un assetto al metabolismo dell’essere umano, facendo sì che gli alimenti vengano bruciati dall’organismo e non si trasformino in depositi di grasso. Il cibo che viene ingerito, infatti, contiene sostanze nutritive che vengono scisse e bruciate per mezzo di reazioni chimiche che nell’insieme determinano il “metabolismo” di un individuo; in seguito a tali processi, viene prodotta l’energia che serve alle cellule per vivere e mantenersi sane. Se però l’organismo – per motivi diversi – non riesce a bruciare le sostanze nutritive, queste ultime restano inutilizzate diventando riserve adipose, e provocando così il sovrappeso. Per dare un assetto al proprio metabolismo, secondo la dieta metabolica, non si dovrà quindi ridurre la quantità di cibo ma far sì che l’organismo sia in grado di bruciare correttamente le sostante nutritive contenute nel cibo stesso.

Prima di affrontare la dieta metabolica, è necessario consultare un medico ed affrontare una serie di analisi. Sono opportune soprattutto quelle del sangue, che comprendono il conteggio delle cellule ematiche, i livelli di colesterolo, un test per la funzione tiroidea (il TSH), la glicemia a digiuno, i livelli dell’acido urico sierico e del potassio sierico; insomma tutti quei valori che sono direttamente correlati alle abitudini alimentari e che quindi sono maggiormente a rischio di variare conseguentemente all’alimentazione.

Una dieta povera di carboidrati

Pubblicità
Molti dietologi sono estremamente polemici nei confronti delle diete, come quella metabolica, che riducono i carboidrati alimentari sotto la soglia del 55-70% delle calorie. I fautori della dieta metabolica, invece, sostengono che un alto tenore di carboidrati favorisca l’incremento, ad esempio, dei rischi cardiaci. Vi è da dire, innanzitutto, che la dieta metabolica prevede una riduzione dei carboidrati nella alimentazione quotidiana entro livelli che debbono comunque essere accettati dall’organismo e non la loro drastica eliminazione, come avviene nelle diete chetogeniche.
La natura individuale del metodo messo a punto dal Dott. Di Pasquale fa sì che l’assunzione dei carboidrati sia calibrata sulla reazione del corpo in seguito ad una fase di assestamento o di valutazione che verifichi l’effettiva predisposizione dell’organismo alle quantità proposte dalla dieta (che potranno aumentare in casi di manifesta debolezza).
Nella fase rigida di assestamento l’individuo dovrà sottoporsi ad una dieta che sia ricca di grassi (50-60%) e di proteine (30-40%) con non più di 30 grammi di carboidrati al giorno (corrispondenti a 5-10%), per un periodo di 12 giorni, da un lunedì al venerdì della settimana successiva, dopodiché si potranno assumere carboidrati a volontà per i due giorni del fine settimana (riducendo l’assunzione dei grassi e delle proteine) per poi riprendere la dieta nei cinque giorni infrasettimanali. L’assunzione massiccia, seppure in un periodo limitato, di carboidrati (fase detta “di ricarica”) farà sì che, secondo i dettami della dieta metabolica, i muscoli si riempiano di glicogeno e comincino a tonificarsi. Nei primi giorni di ritorno alla dieta povera di carboidrati, quindi, l’organismo brucerà il glicogeno in eccesso, insieme agli acidi grassi.
Una fase moderata di assestamento eleva a 20-25% la quantità di carboidrati alimentari che potranno poi diminuire in base alla reazione dell’organismo fino a permettere di individuare il fabbisogno ottimale.
Pubblicità
In ogni caso, dopo una decina di giorni circa, il corpo avrà imparato a non produrre più energia grazie ai carboidrati ma a ricavarla dai grassi; il corpo – secondo la terminologia del Dott. Di Pasquale – diventerà una “macchina brucia grassi”.

Alla fase di assestamento, la dieta metabolica fa seguire una fase di aggiustamento meno rigida della prima, nella quale cioè la quantità di carboidrati potrà essere aumentata in base al proprio fabbisogno. La filosofia di base del metodo, infatti, è quella di regolarizzare il proprio metabolismo e poi comportarsi di conseguenza, imparando ad ascoltare e ad assecondare le necessità dell’organismo.

Dove agisce la dieta metabolica
Povera di carboidrati e ricca di grassi, la dieta metabolica consente di perdere peso nell’addome prima di ogni altro punto del corpo, sia nelle donne che negli uomini. Nelle donne, in particolare, essa agisce inoltre sulla cellulite delle cosce e del fondoschiena, sciogliendola in tempi piuttosto rapidi, favorendo dimagrimento e rassodamento oltre che tonicità muscolare.

Cosa mangiare

Nella fase rigida di assestamento, la presenza dei carboidrati nella dieta non dovrà superare i 30gr. Una quantità più moderata, più precisamente di 23gr. è quanto contengono i seguenti alimenti:
1 fetta di pane tostato (13 gr.) – nella colazione
30 gr di pistacchi (7 gr.) – nello spuntino mattutino
80 gr. di fagiolini verdi conditi (3 gr.) – a cena

Nella fase moderata di assestamento, la presenza dei carboidrati nella dieta è consentita nella misura fino a 50gr., che corrispondono più o meno al contenuto di:
1 muffin (30 gr) – nella colazione
insalata condita (2 gr.) – a pranzo
85 grammi di zucca (4 gr.) – a cena
1 fetta di torta (15 gr.) – come spuntino dopo cena

Ecco invece una lista degli alimenti che possono essere assunti a piacimento nel corso della dieta metabolica, anche combinati tra loro:
· lievito in polvere
· brodo di carne
· cavolo
· sedano
· peperoncino in polvere
· cannella
· caffè
· cocomero
· curry in polvere
· bevande dietetiche
· indivia
· aglio in polvere
· crauti
· succo di limone
· lattuga
· cipolla
· origano
· paprika
· prezzemolo
· pepe nero
· sottaceti
· ravanelli
· sale
· thè
· aceto

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Dieta e metabolismo: mangiare fuori orario influisce sull’aumento di peso

Il nostro organismo è soggetto ad equilibri molto delicati ed in particolare l’assimilazione e il consumo di energia sono regolati da ormoni che vengono prodotti in momenti ben precisi della giornata. Mangiare in modo sregolato, con snack calorici e zuccheri complessi soprattutto la...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Menopausa e dieta: consigli e miti da sfatare

I carboidrati a cena fanno solo ingrassare? La soia è indispensabile per i fitoestrogeni? Bisogna bere più latte e mangiare i formaggi? Qual è la verità sull’alimentazione in menopausa e quali miti sono, invece, da sfatare? Ci aiuta ad orientarci la Dott.ssa Sara...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Scende la pioggia ma che fa…

Scritto il 14 November 2017 da Alberto&Alberto

Proviamo a trasformare le avversità in opportunità di buonumore. Ad esempio: se usciamo di casa e piove, pensiamo ad una canzone allegra sul tema. Perché "le gocce cadono/ma che fa/se ci bagniamo un po'!"

Pillole di benessere

Sulla “pipì a letto”, c’è da sapere che…

Scritto il 17 November 2017 da Welly

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, con una conferenza stampa al Senato, ha voluto attirare l’attenzione su un disturbo che viene generalmente sottovalutato ma che può avere pesanti ricadute, soprattutto sul profilo psicologico. Cosa c’è da sapere sulla “enuresi”.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.