Menu Dietetica
Sei in:   benessere.com / Dietetica e nutrizione / Articoli vari / Obesità / Farmaci e obesità

FARMACI OMOTOSSICOLOGICI
E OBESITÁ

A cura del
Prof. Maurizio Fraticelli

Il termine di obesità è stato, secondo lo storico della medicina Pozzi, usato per la prima volta da Columella nel 50 D.C. per indicare un aumento di peso generalizzato. Una serie di ricerche, hanno evidenziato che, il sovrappeso e la obesità, erano fenomeni rari nei popoli primitivi, presso i quali venivano considerati come segni di distinzione: “Essere tanto nutriti da diventare grassi”.
Attualmente per obesità si intende “L’eccessivo aumento di peso di una persona dovuta al grasso diffuso in ogni parte del corpo”, per cui quando parliamo di obesità ci riferiamo all’aumento del grasso corporeo.
Nella diagnostica della obesità, si dovranno valutare le proporzioni della massa grassa e della massa magra, oltre alla eventuale ritenzione di liquidi.
In omotossicologia, più che valutare in senso assoluto la percentuale di grasso presente nell’organismo, si considera che, tanto il sovrappeso ed a maggior ragione la obesità, sono patologie di “deposito”. L’organismo, infatti, è saturo di “tossine” di vario tipo: alimentari, metaboliche e farmaci, che si depositano nel tessuto connettivo. Il tessuto adiposo rappresenta, secondo questa concezione, non solo il deposito dei grassi, ma anche il luogo ove si raccolgono le tossine liposolubili che l’organismo non sa dove riporre.
La riflessione che ne scaturisce è che la prima cosa da fare, per ridurre il peso, è la riduzione del carico tossinico e nello stesso momento “disintossicare” l’organismo, favorendo l’espulsione tossinica. Solo dopo questa azione si potrà avere il dimagrimento.
Il nostro organismo è un “sistema aperto”, cioè in continuo e diretto contatto con il mondo circostante, esso prende energia e materia dall’esterno e cede prodotti di rifiuto; se questo meccanismo si inceppa, i prodotti di scarto, ed in generale i tossici, si accumulano nell’organismo, negli organi “meno importanti”, cioè nel connettivo, salvaguardando così organi nobili come il tessuto nervoso e l’apparato cardiovascolare.

Pubblicità
La strategia terapeutica si dovrà articolare su alcuni punti fondamentali, quali una corretta alimentazione, mediante una eliminazione di alimenti a cui si è allergici o intolleranti, in quanto continuando a somministrare questi alimenti l’organismo si auto-intossica; essi, inoltre, non sono utili dal punto di vista nutrizionale.
Altrettanto importante è la correzione di altri stati di deposito, la incidenza della stitichezza è infatti alta nei soggetti in sovrappeso ed obesi.
Accanto alla descritta corretta alimentazione, i pazienti in trattamento dietoterapico potranno ricevere un notevole giovamento da una “personalizzata” terapia farmacologia omotossicologica.
Questo tipo di terapia favorisce la mobilizzazione tossinica, tecnicamente si parla di “drenaggio”, dal tessuto connettivo e nel contempo attiva gli organi, quali per esempio cute o reni od intestino, per la espulsione del carico tossico all’esterno dell’organismo.
Si tratta di mettere a punto un programma depurativo, particolarmente indicato non solo a chi ha qualche chilo di troppo ma anche a coloro che, nonostante diete e sacrifici alimentari, non sono mai riusciti a ottenere risultati soddisfacenti, concreti e duraturi.

Con l’omotossicologia si effettua una cura dolce con sostanze che derivano dal mondo animale, vegetale e minerale. I farmaci omotossicologici permettono di ristabilire l’equilibrio generale dell’organismo attraverso diverse azioni. I rimedi possono essere scelti considerando le ragioni che hanno fatto ingrassare e il tipo di sovrappeso.
I “rimedi antifame” si rivelano efficaci in caso di fame nervosa o quando, in ogni caso, il rapporto con il cibo non è sereno. L’azione del farmaco omotossicologico aiuta a moderare l’ appetito eccessivo in modo naturale e senza le conseguenze indesiderate dei farmaci anoressizzanti. Nello stesso senso può agire la floriterapia, in quanto alcuni fiori di Bach possono essere utili negli attacchi di fame. I principali farmaci antifame sono caratterizzati dal loro agire sui centri del cervello che regolano la fame e la sazietà, facendo diminuire di conseguenza l’appetito.

Esistono diversi tipi di questi farmaci, alcuni con caratteristiche specifiche tali da soddisfare svariate esigenze.
Antimonium crudum è il nome del farmaco che permette di controllare gli attacchi di fame, per quei soggetti che sono preda di appetito straordinario.
I soggetti obesi od in sovrappeso, che presentano notevole voracità e che poi, subito dopo, si pentono possono trovare un aiuto con la somministrazione quotidiana di Anacardium Compositum.
Per i pazienti che soffrono di fame nervosa e che quindi presentano quotidianamente questi disturbi alimentari, è indicata la prescrizione di Nux Vomica.
Sono tanti i pazienti che soffrono delle più diverse situazioni depressive e che trovano gratificazioni nel cibo, in questi soggetti, per aiutare il tono dell’umore e quindi frenare l’appetito, è indicato l’uso di Ignatia Homaccord.

Anti-Age Fam
Questo prodotto è composto da una serie di rimedi anti-fame con funzione sinergica:
- Hypothalamus suis serve a riequilibrare i centri ipotalamici di fame e sazietà;
- la Melatonina regola i ritmi circadiani;
- Aleurisma lugdunensis regola le distonie neurovegetative;
- Tilia e Ficus carica hanno azione sul tono dell'umore e sull'appetito;
- Nux vomica produce i suoi effetti a livello intestinale;
- Moschus modera l’iperfagia provocato da irritabilità nervosa e/o depressione;
- Triptophanum ha azione positiva sul tono dell'umore;
- la Dopamina consente una maggiore resistenza allo stress.

I “rimedi lipolitici”, sono efficaci nel ridurre l’adipe, permettono cioè lo smaltimento dei grassi e quindi il dimagrimento. Agiscono sul metabolismo accelerandolo, mediante azione diretta sulla tiroide, rendono più veloci i processi di assimilazione e trasformazione degli alimenti, favoriscono l’uso, da parte dell’organismo, di zuccheri e grassi.
Il Fucus Compositum è uno stimolante della tiroide e permette, nei pazienti in cui è indicato, di stimolare la tiroide per ottenere un efficace dimagrimento insieme ad una corretta dieta.
L’Adeps suillus, estratto di grasso di maiale diluito e dinamizzato secondo le regole dell’omotossicologia, è efficace per lo svuotamento dei cuscinetti adiposi a patto che si abolisca la carne di maiale durante il periodo in cui si utilizza questo farmaco.

I “rimedi drenanti”, sono in grado di ridurre, efficacemente, le tossine e i liquidi in eccesso, agendo sui gonfiori e favorendo il processo di lipolisi (il processo che brucia i grassi); complessivamente favoriscono la circolazione ematica e linfatica.
Hamamelis e Limphomyosot ad esempio sono in grado di sostenere e stimolare rispettivamente il circolo ematico e linfatico.

A questi principali rimedi, si possono aggiungere, come già accennato, altri rimedi, i fiori di Bach.
Si indicano con il nome di “Rimedi floreali di Bach” la serie di 38 infusioni naturali estratti dai fiori silvestri della regione del Galles, Inghilterra, le cui proprietà curative furono scoperte dal medico gallese Edward Bach tra gli anni 1926 e 1934.
I fiori di Bach agiscono sugli stati mentali negativi, provocati da squilibri emozionali responsabili di malattia.
In particolare nella alimentazione i fiori di Bach possono essere utili per una serie di problematiche.
Le crisi di fame, possono trovare giovamento, con Impatiens o Agrimony;
Un eccessivo desiderio di cibo, può essere placato con Cherry plum.
Se non si è capaci di seguire una dieta può essere utile Chicory.
Nella maggior parte dei casi per ottenere risultati apprezzabili è consigliabile assumere sia i rimedi antifame, che quelli lipolitici oltre ai farmaci di drenaggio; inoltre potrà essere utile assumere farmaci composti, contenenti combinazione di più principi attivi. Se la cura è associata ad una dieta equilibrata, i risultati possono essere notati già dopo una quindicina di giorni.
In ogni caso la terapia, in riferimento soprattutto al drenaggio, dovrà essere proseguita per diverse settimane, in maniera tale da assicurare una profonda pulizia del connettivo ed un miglioramento globale dello stato di salute oltre alla riduzione di peso desiderata.

Bibliografia

  • Compendium 6/2004, Ed. Guna.
  • Pieve, A., Appunti di Dietologia e medicina estetica, Ed. Guna.
  • Aggiornamenti di medicina integrata – anno x secondo semestre 2002, Ed. Omopiacenza.
  • Grande dizionario Enciclopedico di Omeopatia e Bioterapia, Ed. Nuova Ipsa
  • Pastorino, M. L., Introduzione ai rimedi floreali di Bach, Ed. Ipsa.
  • Ceccarelli, M., La visita in medicina estetica, Ed. Trimograf.

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Dieta senza glutine: non è adatta a chi non è celiaco

Solo qualche anno fa i soggetti celiaci avevano grosse difficoltà nel reperire alimenti specifici, la qualità della consistenza e il sapore erano spesso scadenti e mangiare in un ristorante complicato. Oggi i cibi "gluten free" sono sempre più diffusi e i ristoranti si sono...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Menopausa e dieta: consigli e miti da sfatare

I carboidrati a cena fanno solo ingrassare? La soia è indispensabile per i fitoestrogeni? Bisogna bere più latte e mangiare i formaggi? Qual è la verità sull’alimentazione in menopausa e quali miti sono, invece, da sfatare? Ci aiuta ad orientarci la Dott.ssa Sara...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato