Menu Dietetica

LA NEC (NUTRIZIONE ENTERALE CHETOGENA)

A cura di Francesca Soccorsi


La Nutrizione Enterale Chetogena (NEC) è conosciuta con diversi nomi: Nutrizione Enterale Proteica (NEP), Nutrizione Enterale Domiciliare (NED), Nutrizione Artificiale Chetogena (NAC), Dieta del sondino. Viene utilizzata per il trattamento delle gravi forme di obesità ma, in casi selezionati, anche per risolvere problemi di peso non particolarmente importanti. 

 
In cosa consiste 
La terapia si effettua mediante infusione di soluzioni proteiche 24 ore su 24 per un periodo di 10 giorni (eventualmente ripetibile dopo un lasso di tempo stabilito dal medico). Allo scopo si impiega un sondino che, introdotto nel naso, viene condotto fino all'intestino: il fastidio provocato dalla sua introduzione è minimo e solo iniziale. Il sondino è collegato a una piccola sacca che contiene la soluzione proteica ed è dotata di una pompa per attivare il trasporto del liquido. Nel suo complesso il dispositivo è poco vistoso e non impedisce lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Il protocollo prevede che con la soluzione proteica siano introdotti anche alcuni farmaci (inibitori di pompa e lassativi), oltre a integratori, vitamine e sali minerali. La cura, del tutto indolore, produce in media una riduzione del peso corporeo compresa fra il 7 e il 10%. In corso di terapia al paziente non è permesso di consumare alcun alimento.  
 
Pubblicità
Il meccanismo d'azione 
Durante il “digiuno proteico” previsto dalla NEC si attiva una progressiva combustione del grasso corporeo: a essere interessate dal processo metabolico sono soprattutto le cellule adipose che alterano il profilo a livello dell’addome, dei fianchi e delle cosce; così queste si riducono, a differenza della massa magra (i muscoli), che rimane inalterata. Il dimagrimento è assicurato anche dalla massiccia produzione di "corpi chetonici" conseguente alla combustione del grasso: si tratta di sostanze che si formano quando vengono drasticamente ridotte le riserve di zuccheri (accade anche nei bambini, in presenza del cosiddetto "acetone" dovuto a ripetuti episodi di vomito) e si aumentano le entrate proteiche. Essi agiscono sul centro della sazietà, situato a livello ipotalamico: il paziente sente ridursi lo stimolo della fame ed è indotto, così, a mangiare di meno. 
Al ciclo con il sondino seguono dai 10 ai 20 giorni di mantenimento che prevedono una dieta alimentare controllata prescritta dal medico e personalizzabile in funzione delle esigenze e dei gusti individuali. Ripetendo nel tempo le diverse fasi della terapia si possono ottenere cali di peso significativi, ma i risultati sono influenzati anche da fattori quali il metabolismo, l'età, il sesso e l'attività motoria svolta. 
 
Pro 
Oltre alla perdita di peso, che avviene in modo piuttosto rapido e senza particolare fatica perché il paziente non avverte lo stimolo della fame, la Nutrizione Enterale Chetogena offre alcuni vantaggi:  
* È adatta anche per persone incostanti che, quando decidono di seguire un regime alimentare ipocalorico, si stancano dopo pochi giorni a causa della ripetitività e della monotonia dei pasti, oltre che della necessità continua di pesare i cibi e contare le calorie. 
* Non è necessario acquistare in farmacia prodotti di supporto, previste da diete spesso molto reclamizzate: tutto il materiale (sacca, sondino monouso e soluzione proteica) viene in genere fornito dal medico, ad eccezione della pompa computerizzata, che può essere noleggiata dietro rilascio di una cauzione. 
* Non sussistono problemi per chi ha eventuali intolleranze alimentari o allergie. La soluzione è tollerata da chiunque. 
 
Contro 
L'aumento consistente di corpi chetonici può provocare mal di testa transitorio e alitosi dovuta all'eliminazione dell’acetone. In più la Nutrizione Enterale Chetogena è controindicata nelle persone affette da grave insufficienza renale (lo stato di chetosi affatica ulteriormente i reni), diabete mellito, donne in gravidanza o allattamento e persone molto giovani, a causa delle notevoli implicazioni metaboliche che il trattamento comporta. 
 
Pubblicità
Il parere dei nutrizionisti 
Nonostante la NEC sia ormai entrata a far parte dei protocollo di cura di alcuni centri medici ospedalieri, la gran parte dei nutrizionisti è concorde nell'evidenziarne i possibili rischi. Sebbene per un periodo di tempo molto limitato, infatti, questa terapia priva l'organismo di molti nutrienti essenziali e lo sovraccarica esclusivamente di proteine che, invece, non dovrebbero rappresentare più del 10/15% dell'apporto totale giornaliero. La sovrabbondanza proteica si traduce in eccesso di azoto che minaccia cuore, fegato e reni. In più questa dieta non offre garanzie sul lungo periodo: molti pazienti riacquistano il peso perso in un lasso di tempo variabile ma comunque piuttosto breve.  La Fesin, Federazione delle Società Italiane di Nutrizione, ha elaborato un position statement che, in mancanza di evidenze scientifiche, descrive la criticità e i possibili rischi di tale metodica: innanzitutto la NEC non viene ritenuta una cura antiobesità, perché la correzione del peso richiede un intervento multidisciplinare che modifichi gli eventuali errori nello stile di vita e preveda indicazioni in merito ad alimentazione, fumo e attività sportiva. Inoltre gli esperti invitano a non confondere questa terapia con le diete a basso contenuto di carboidrati o a elevato apporto di proteine, come la Scarsdale, la Dukan o la Zona, né con quelle cosiddette chetogeniche (a ridotto contenuto di carboidrati). Essa, infatti, non può in alcun modo essere considerata un regime alimentare ipocalorico ma un «digiuno con poche proteine». Mancano, poi, sempre secondo la Fesin, prove di efficacia, protocolli che dovrebbero regolare la selezione dei pazienti e analisi puntuali delle conseguenze sul lungo periodo. 
 
Bibliografia 
- Arienti G., Le basi molecolari della nutrizione, Piccin Nuova Libraria 
- Gasparotti M., Diet tube. Come dimagrire con il sondino. Sovrappeso obesità cellulite, Edizioni Anordest 
- Negri G., Zannini P., Le vie di somministrazione in nutrizione enterale, Minerva Medica

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Dieta e metabolismo: mangiare fuori orario influisce sull’aumento di peso

Il nostro organismo è soggetto ad equilibri molto delicati ed in particolare l’assimilazione e il consumo di energia sono regolati da ormoni che vengono prodotti in momenti ben precisi della giornata. Mangiare in modo sregolato, con snack calorici e zuccheri complessi soprattutto la...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Menopausa e dieta: consigli e miti da sfatare

I carboidrati a cena fanno solo ingrassare? La soia è indispensabile per i fitoestrogeni? Bisogna bere più latte e mangiare i formaggi? Qual è la verità sull’alimentazione in menopausa e quali miti sono, invece, da sfatare? Ci aiuta ad orientarci la Dott.ssa Sara...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Sulla bilancia con le castagne

Scritto il 21 novembre 2017 da Alberto&Alberto

Per rendere una dieta più allegra e salutare, una buona soluzione è quella di sostituire il pane durante i pasti con un po’ di castagne. A certe condizioni, però…

Pillole di benessere

Sulla “pipì a letto”, c’è da sapere che…

Scritto il 17 novembre 2017 da Welly

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, con una conferenza stampa al Senato, ha voluto attirare l’attenzione su un disturbo che viene generalmente sottovalutato ma che può avere pesanti ricadute, soprattutto sul profilo psicologico. Cosa c’è da sapere sulla “enuresi”.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.