Menu Dietetica

LE PROPRIETÀ BENEFICHE DELLA CILIEGIA

Dal latino Cerasus, dal greco Kerasos. Ovvero, la ciliegia, il piccolo frutto (non supera i due centimetri di diametro) dal colore variabile, tra il giallo e il rosso scurissimo, quasi nero; dal sapore dolce con retrogusto acidulo; dalla consistenza tra il morbido e il croccante; dalla tipica forma sferica, con un solo nocciolo all’interno. L’albero di ciliegio è probabilmente originario dell’Asia; in Italia è arrivato presumibilmente dalla Grecia, tra il secondo e il terzo secolo avanti Cristo; ne danno testimonianza sia Varrone sia Plinio il Vecchio. In Estremo Oriente, soprattutto in Giappone, l’albero di ciliegio è diffusissimo e il periodo della fioritura della pianta, in giapponese Sakura (varietà Prunus Serrulata), è uno dei più affascinanti dell’anno, tanto da richiamare turisti che vengono da ogni parte del mondo appositamente per il cosiddetto hanami, il “guardare i fiori”.

La ciliegia che si trova abitualmente sulle tavole italiane (l’Italia è uno dei principali produttori europei di ciliegie), tra tarda primavera ed estate inoltrata, è il frutto del Prunus avium, il ciliegio dolce, che dà due varietà di prodotti, le duracine (dalla polpa più soda) e le tenerine (dalla polpa più morbida); dello stesso genere (Prunus) fa parte il Prunus Cerasus, amareno, amarasco o ciliegio visciolo, che invece dà come frutti amarene, marasche e visciole. Le cosiddette ciliegie acide sono comunque anch’esse molto usate in cucina (dalle marmellate ai canditi ai liquori), e sono ricche di vitamine (soprattutto la C).
Le ciliegie dolci maturano, e quindi sono distribuite ai consumatori, a seconda della varietà, tra maggio e luglio; e questo frutto di varietà ne ha tantissime, alcune molto singolari e pregiate, come la Moretta di Vignola, che purtroppo è a rischio scomparsa, o il Graffione bianco, dall’atipico colore chiarissimo; dalla ciliegia di Marostica, che è un prodotto IGP (a Indicazione Geografica Protetta), alla Del Monte, che proviene da ciliegi coltivati nell’area del Vesuvio ed è un Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Campania; le varietà più note e coltivate sono i Duroni (di Vignola), la ciliegia Ferrovia, di provenienza pugliese, e poi Anella, Marca, Nero e Bigarreau. In genere le prime ad essere raccolte sono le Bigarreau, a maggio, mentre le Marca arrivano fino a circa metà luglio.

La ciliegia in cucina
Al momento dell’acquisto occorre scegliere ciliegie già mature, quindi dal colore acceso e non troppo piccole; attenzione però alla polpa che deve essere soda e non già molle. Si conservano in frigorifero, almeno un paio di giorni, a seconda del grado di maturazione. Vengono consumate crude, come frutta da tavola, oppure lavorate in marmellate, canditi e sciroppi, e in questa forma possono anche essere aggiunte a dolci e crostate. Anche il frutto intero (attenzione al nocciolo) può essere utilizzato, cotto o crudo, come ingrediente di macedonie e dolci di vario tipo.
Uno dei dolci più noti a base di ciliegie è il francese clafoutis: si prepara aggiungendo a una base di ciliegie pulite e denocciolate, una pasta realizzata con uova, zucchero, farina, latte e brandy, e infornando il tutto; i duroni possono anche essere utilizzati come aggiunta a un classico plumcake, in una cheesecake, o nelle tantissime varianti di torte che vedono le ciliegie sia come farcitura, sia come guarnizione superficiale.
Ma la ciliegia non è necessariamente destinata a torte e gelati, anzi: in tante ricette finisce in forno, ma come accompagnamento alla carne, di qualsiasi tipo, che sia selvaggina, tacchino, maiale, anatra, coniglio, faraona o manzo; il frutto funge da complemento perfetto sia in salsa, sia come contorno. Ci sono anche ricette che ne prevedono l’uso in insalata, o addirittura nel risotto o con del carpaccio di pesce.
Le ciliegie sono anche ingredienti fondamentali per alcuni tipi di liquori, come Cherry, Cherry Brandy, Cherry Heering, Maraschino, Ratafià piemontese (quello abruzzese si realizza con le amarene).

Proprietà salutari
La ciliegia fornisce principalmente vitamina C, A e potassio, ma contiene in misura ridotta altre vitamine e altri minerali, oltre a polifenoli e fibre. Aiuta sia le funzioni intestinali sia la diuresi, e avrebbe effetti antiinfiammatori, antiossidanti e sedativi.
Innanzitutto è un frutto che è indicato per chi sta affrontando diete dimagranti, poiché presenta una quantità relativamente moderata di zuccheri e l’apporto calorico è basso. Poi, contiene flavonoidi, che hanno azione antiossidante e aiutano a contrastare i radicali liberi. Secondo alcuni studi le proprietà antiinfiammatorie si rivelerebbero utili anche per i problemi a carico delle articolazioni, ad esempio dovuti all’artrite, mentre l’effetto antidolorifico sarebbe dovuto agli antociani (o antocianine, un tipo di flavonoidi). Obbiettivamente le ciliegie sono particolarmente ricche di antociani, di cui sono dimostrate le capacità antiossidante e antiradicalica, e che si suppone abbiano effetto antiinfiammatorio e di protezione contro la fragilità capillare.
Una particolarità interessante della ciliegia è che è ricca di melatonina: principalmente conosciuta poiché regola il ciclo sonno-veglia, la melatonina è anche un potente antiossidante, che avrebbe effetti benefici sulla prevenzione e sulla lotta ai tumori, e che sarebbe molto utile in tutte le malattie cardiovascolari e degenerative. Il succo di ciliegia può essere consigliato a chi ha problemi d’insonnia, proprio per l’alto tasso di melatonina contenuto.
Anche i peduncoli delle ciliegie avrebbero specifici effetti benefici sulla salute, e sarebbero consigliati, trattati ad hoc e poi preparati in modi specifici come in tisana, per le proprietà diuretiche e antiuriche, dovute a polifenoli e sali di potassio, che li renderebbero consigliabili ad esempio per le affezioni come la gotta.

Valori nutrizionali

Una ciliegia è composta, generalmente, da acqua, in percentuale tra il 77 e l’87 per cento; da zuccheri, tra l’11 e il 22,5 per cento; contiene lo 0,1 per cento di grassi e tra lo 0,7 e l’1 per cento di proteine. Sono presenti nel frutto varie vitamine, soprattutto la C e a seguire la A.
Un etto di ciliegie corrisponde circa a 63 kcal. Dopo il potassio, che è il minerale più presente (222 mg per cento grammi di prodotto), ci sono fosforo (21 mg su 100 g), calcio (13 mg), magnesio (11 mg) e fluoro (2 mg).

Video consigli di dietetica

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni giovedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono il peso ideale, le diete, con i relativi vantaggi e i rischi associati, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Legumi: proprietà nutrizionali e consigli di digeribilità

Ceci, fave, fagioli, lenticchie, carrube, soia, lupini e anche le arachidi (spesso erroneamente accomunate alla frutta secca), sono legumi dalle eccezionali virtù nutrizionali, che non dovremmo farci mancare nella dieta quotidiana. Oltre ad avere un elevato contenuto proteico, tanto da...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Menopausa e dieta: consigli e miti da sfatare

I carboidrati a cena fanno solo ingrassare? La soia è indispensabile per i fitoestrogeni? Bisogna bere più latte e mangiare i formaggi? Qual è la verità sull’alimentazione in menopausa e quali miti sono, invece, da sfatare? Ci aiuta ad orientarci la Dott.ssa Sara...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

40 anni di febbre e di allegria

Scritto il 15 agosto 2017 da Alberto&Alberto

La consuetudine di celebrare le più importanti ricorrenze decennali è stata tradita, in questo 2017, dal poco spazio riservato al quarantennale dell’uscita nelle sale cinematografiche di un film epocale come “La Febbre del sabato sera” (1977). Eppure l’allegria che suscita la sua colonna sonora è più viva che mai.

Pillole di benessere

La dieta sotto l’ombrellone

Scritto il 18 agosto 2017 da Welly

I consigli di una nutrizionista su cosa è meglio mangiare in estate per non rischiare di tornare con qualche chilo in più al termine delle vacanze.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.