Menu Fitness e Sport

IL BROOMBALL

A cura di Andrea Carlucci

Broomball potrebbe essere tradotto in italiano come “Palla-scopa”: si tratta di un gioco di squadra per diversi aspetti assimilabile all'hockey sul ghiaccio, semplice nel regolamento ma complesso per gli aspetti strategici e per quelli legati alla preparazione atletica. Ogni giocatore di ciascuna squadra si affronta correndo e muovendosi su una superficie ghiacciata con in mano una stecca o “scopa” e ai piedi delle calzature speciali al posto dei pattini impiegati per l'hockey. Le giocate sono molto rapide, il ritmo di gara è sempre molto elevato e non mancano gli scontri fisici tra i giocatori. Una partita è costituita da due tempi di 20 minuti ciascuno e lo scopo è segnare un punto colpendo una palla di gomma dura nella porta avversaria.
Una squadra è formata da 6 giocatori: 5 di movimento più 1 portiere. Altrettanti giocatori siedono in panchina e considerata l’enorme fatica che si fa correndo sul ghiaccio sono previsti cambi volanti per consentire momenti di riposo.

Origini
Il Broomball nasce in Canada nel 1909 e si diffonde presto, in particolare nelle province di Newfoundland e del Quebec. Si ritiene che l’ispirazione sia venuta ad un gruppo di persone che si accingevano a preparare dei campi di ghiaccio con delle scope e che casualmente colpirono una palla. Un'altra teoria sulle sue origini le riconduce all'iniziativa di un gruppo di ferrovieri di Montréal, che con una palla di 7 pollici ed una scopa di saggina cominciarono a praticare il gioco durante le pause pranzo. Altri ancora ritengono che il Broomball si rifaccia ad antichi giochi indiani come il Lacrosse per poi subire una sua precisa evoluzione.

Pubblicità
In Italia il Broomball cominciò ad essere praticato intorno agli anni ’50, per iniziativa di un hockeista italo-canadese Carmine Tucci ma per alcuni anni il gioco era molto spartano, senza le odierne attrezzature e praticato in campi di fortuna. Nel 1979, con la costituzione del Comitato Trentino Alto Adige, venne organizzato il primo torneo regionale Trentino Alto Adige. Nel 1983 nacque il Comitato Italiano Broomball che lo fece crescere e raggiungere importanti traguardi come la partecipazione nel 1991 ai Mondiali di Victoria (Canada). A livello internazionale oltre al Canada, considerata la patria di questo sport, il Broomball si è diffuso negli Stati Uniti, in Australia, in Giappone e sul territorio europeo soprattutto in Svizzera, in Scandinavia e in Italia tra le regioni con il clima adatto: Trentino Alto Adige, Veneto e Piemonte.

Le regole richiamano in larga misura il gioco dell’hockey ma con alcune differenze che ne esaltano l'originalità. Ad esempio, la continua ricerca dell’equilibrio migliore possibile e quindi dell’assetto più efficace del corpo è senz’altro una delle abilità più sollecitate in questo sport; la superficie ghiacciata tende a richiedere una costante riorganizzazione del proprio corpo e del movimento attraverso un preciso controllo posturale. Questo implica uno sforzo e una sollecitazione continua specialmente di alcuni distretti muscolari: la muscolatura adduttoria delle cosce e la muscolatura addominale e lombare. Oltre a questo nell’allenamento devono essere curati tutti gli aspetti coordinativi e andranno allenate tutte le capacità condizionali legate alla forza, alla velocità, alla reattività e alla resistenza.

Le dimensioni regolamentari del campo di gioco, detta pista ghiacciata, devono essere comprese tra 56m e 61m di lunghezza e tra 26m e 30m di larghezza. L’altezza interna della porta deve essere di 1,50m misurata dalla superficie del ghiaccio alla parte inferiore della traversa. La distanza interna tra i 2 pali deve essere di 2,10m.


Attrezzatura
Le scarpe da indossare per praticare il Broomball sono antiscivolo con una suola in gomma morbida con un buon “grip”, per consentire a ciascun giocatore una facilità di frenata e una reattività elevata durante le accelerazioni e i cambi di velocità. Ogni atleta per regolamento è tenuto ad indossare dei parastinchi e altre protezioni che garantiscono l’incolumità durante le cadute sul ghiaccio e la sicurezza durante il gioco. La “stecca” che originariamente era costituita da un manico di legno o alluminio con all’estremità una paletta rivestita in gomma, oggi sul mercato si può trovare in versioni molto più leggere e maneggevoli in fibra di carbonio e titanio. Se nell’hockey sul ghiaccio si utilizza un disco, qui si usa una palla di gomma (o di materiale simile) di colore arancione e uniforme, di composizione rigida con una circonferenza compresa tra i 44 ed i 48 cm. Il peso deve essere tra i 225 ed i 275 grammi.

Pubblicità
Alcuni aspetti regolamentari e di gioco
•  All’inizio di ogni partita, di ogni tempo, dopo ogni segnatura e in qualsiasi arresto di gioco per fuori-gioco si effettua l’ingaggio che viene “preparato” quando l’arbitro designa il luogo dove si effettuerà. Dopo il fischio farà cadere la palla sul terreno di gioco e i giocatori correranno a contendersela.
•  Fuori-gioco: è l’azione di un giocatore che precede la palla, passando dal proprio territorio nel territorio avversario. La posizione delle scarpe determina se un giocatore precede la palla nel territorio d’attacco. Un giocatore non è in fuori-gioco per tutto il tempo nel quale l’una o l’altra scarpa tocchi il bordo esterno della linea rossa centrale; tuttavia il fuori-gioco non si verifica fino al momento in cui la palla ha completamente superato il bordo esterno della linea rossa centrale. A seguito di un fuori-gioco, il gioco riprenderà con un ingaggio nel punto d’ingaggio della zona neutra nel territorio del giocatore colpevole. Il fuori-gioco viene fischiato immediatamente: quando un compagno di un giocatore che è già in territorio d’attacco, entra a sua volta nel territorio d’attacco con la palla a contatto della scopa. Oppure, quando un giocatore che è già in territorio d’attacco, prenda possesso della palla giuntagli in qualsiasi modo dal proprio territorio di difesa.
•  “Liberazione vietata” è l’azione di inviare la palla dal proprio territorio, cioè prima della linea rossa di centrocampo, oltre la linea di porta avversaria, senza nessuna interferenza degli avversari. L’arbitro quindi fermerà il gioco e si riprenderà con un ingaggio nella zona di difesa del giocatore che ha commesso la “liberazione vietata”.
•  “Palla nascosta” si ha nel caso di mischia o di un giocatore che cada accidentalmente sulla palla facendo sì che la palla stessa sia nascosta agli occhi dell’arbitro più vicino; in questo caso il gioco sarà immediatamente fermato.

Si ringrazia per la cortese collaborazione e per il materiale fotografico il Comitato Italiano Broomball (www.broomball.it)

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato