Menu Fitness e Sport
Sei in:   benessere.com / Fitness e Sport / Articoli vari / Vari / Macchine o pesi?

MACCHINE O PESI LIBERI?

A cura di Rocco Di Simone

Vi è una eterna diatriba tra i frequentatori delle palestre, relativa all’utilizzo delle macchine piuttosto che i pesi liberi. È sempre più frequente imbattersi in persone che si avvicinano al bodybuilding e non sanno quali esercizi prediligere, se quelli con le macchine a traiettoria guidata o con manubri e bilanciere. Come tutti gli anni, quindi, a settembre le palestre annoverano schiere di frequentatori che al rientro delle ferie non avranno ancora deciso quale metodo di allenamento prediligere. La differenza sostanziale tra le due metodiche di allenamento sta negli effetti che producono in base alla loro azione biomeccanica. Ci sono atleti che preferiscono l’allenamento con le macchine isocinetiche mentre altri, appartenenti soprattutto alla “vecchia scuola”, non scambierebbero dischi e manubri con niente al mondo. Gli esercizi di bodybuilding sono essenzialmente semplici: si tratta di movimenti naturali che non richiedono una grossa coordinazione motoria; proprio per questo motivo, tanti movimenti che prima potevano essere eseguiti esclusivamente con i pesi ed i cavi oggi possono essere realizzati con l’ausilio di macchine a cammes (o macchine isocinetiche). Questo è stato possibile soprattutto grazie agli innumerevoli studi compiuti sull’azione biomeccanica dei diversi esercizi. Quando si esegue un curl con bilanciere oppure si allenano i polpacci non si fa altro che sfruttare i vari tipi di leve esistenti in natura. Le ossa, insieme alle articolazioni che le tengono unite e i muscoli che ne garantiscono il movimento rappresentano nient’altro che un sistema di leve.

La leva è una macchina semplice costituita da un asta rigida che ruota intorno ad un punto fisso detto “fulcro (F) ”; ad una estremità dell’asta si applica la forza che deve essere vinta “resistenza (R)  e all’altra estremità la forza vincitrice “potenza (P) ”.

Nel corpo, il fulcro è rappresentato dalle articolazioni, la potenza dal muscolo e la resistenza dalla gravità; ne consegue che la leva non è altro che un segmento scheletrico.

Un breve accenno di meccanica… Braccio della Potenza (bp) : distanza dal fulcro alla resistenza Braccio della Resistenza (br) : distanza dal fulcro alla potenza

In base alle diverse correlazioni tra bp e br verranno definite le tre tipologie di leve:

  • Leva di 2° Genere bp
Sempre Vantaggiosa

  • Leva di 3° Genere bp
Sempre Svantaggiosa

  • Leva 1° Genere
Vantaggiosa solo se bp>br In Parità se bp=br

  Nel corpo umano sono presenti tutti e tre i tipi di leve anche se la più diffusa è sicuramente quella di terzo genere.

Esempio di leva di 2° genere -Standind Calf-

 È una leva che dà sempre luogo ad un vantaggio statico ma si riscontra molto raramente nel corpo umano. La flessione plantare del piede quando il corpo è in posizione eretta ne è un esempio. Il fulcro è dato dai metatarsi, la resistenza è data dall'articolazione della caviglia (o in aggiunta da un bilanciere posto sulla schiena) e la potenza è data dal muscolo tricipite surale sul calcagno. Questo tipo di leva è anche detto Interresistente .

Esempio di leva di 3°genere -Curl con bilanciere-

È una leva che dà sempre luogo ad uno svantaggio statico ed è molto frequente nel corpo umano. La flessione dell'avambraccio sul braccio ad opera del brachiale rappresenta un valido esempio. Il fulcro è dato dal gomito, la potenza è data dall'inserzione del muscolo brachiale sull'ulna, la resistenza è data dal peso dell'avambraccio o da un sovraccarico aggiuntivo. Questo tipo di leva è anche detto Interpotente .

Esempio di leva di 1° genere -Estensione del capo-

 L'articolazione del cranio con la colonna vertebrale rappresenta una leva di primo tipo: la potenza è il muscolo estensore del capo, la resistenza è il peso della testa ed il fulcro è l'articolazione tra la prima vertebra cervicale (atlante) e l'osso occipitale alla base del cranio; una resistenza aggiuntiva può essere posta incrociando le mani dietro al capo. Questo tipo di leva è anche detto Interfulcrata .

Studiando l’azione dei muscoli è stato possibile realizzare macchine in grado di riprodurre in maniera fedele il movimento di distensione su panca piuttosto che quello di distensione sopra la testa. Le macchine isocinetiche, differenti per forma, traiettoria e movimento, sono essenzialmente tutte basate su cammes; cioè nient’altro che eccentrici sagomati applicati ad una asse rotante in grado di trasformare il moto rotatorio in alternativo.

Pubblicità
Il maggior vantaggio di questi sistemi è di riuscire a riprodurre dei movimenti isotonici (a tensione costante) durante quasi tutto l’arco dell’esercizio. In effetti, la differenza sostanziale tra macchine isotoniche e pesi liberi sta proprio nel fatto che le prime consentono ai muscoli di sviluppare una tensione costante (con conseguente velocità esecutiva costante) per tutta l’escursione articolare, mentre i pesi consentono di lavorare con una percentuale di carico piena solo nel tratto di movimento ove il segmento corporeo realizza il massimo braccio di leva. Nelle posizioni iniziali e finali la percentuale di carico si riduce in maniera sostanziale. Per questi motivi, la velocità di esecuzione degli esercizi alle macchine deve essere lenta; ne consegue che esse non sono adatte per lo sviluppo della forza veloce dove la fase positiva del movimento e spesso più rapida di quella negativa. Sono invece di grande aiuto nella preparazione atletica di discipline come il nuoto dove è richiesto lo sviluppo della forza resistente. L’uso delle macchine assicura un isolamento muscolare maggiore, una maggiore sicurezza nell’esecuzione del movimento, permette di realizzare traiettorie impossibili con i pesi liberi e genera un sovraccarico articolare ridotto. Inoltre, grazie alla tensione muscolare costante, permette, in linea generale, di eseguire un numero di ripetizioni minori rispetto ai pesi liberi. L’uso delle macchine a cammes, ad esempio è particolarmente indicato laddove sia necessaria una terapia riabilitativa oppure per avviare giovani atleti alla pratica del bodybuilding. Di contro, le macchine non si adattano perfettamente a tutti gli individui (soggetti alti più di 180 cm trovano difficilmente la posizione corretta), realizzano comunque traiettorie poco naturali, non riescono a stimolare i muscoli stabilizzatori che vengono invece chiamati in gioco quando si impiegano i pesi liberi. Manubri e Bilanciere, hanno inoltre il vantaggio di realizzare un maggior controllo propriocettivo (facilitazione e controllo neuromuscolare), una maggiore influenza sulle catene cinetiche e dei movimenti con traiettorie più naturali. Gli svantaggi invece sono: maggiore pericolosità (a causa della traiettoria libera), maggiore sovraccarico articolare e minor controllo dell’esercizio. In sintesi, non è possibile dire se è meglio l’allenamento con i pesi oppure quello alle macchine; la scelta deve essere fatta in base agli obiettivi (riabilitazione, sviluppo della forza veloce, sviluppo della forza resistente o della forza assoluta), ai prerequisiti dell’atleta (es. particolari patologie muscolo-scheletriche), a predilezioni particolari del soggetto allenante.

Se la palestra che si frequenta dispone sia di pesi liberi che di macchine, vengono qui suggerite alcune combinazioni interessanti da inserire nelle routine di allenamento:

Allenamento delle spalle

1° Esercizio Distensioni sopra la testa con Manubri

Viene allenato il capo anteriore e mediale del deltoide con un grosso coinvolgimento dei muscoli stabilizzatori. La serie terminerà per l’esaurimento dei muscoli stabilizzatori, i muscoli delle spalle avranno probabilmente energie residue. Al termine della serie attendere 30-60” e passare all’esercizio successivo

2° Esercizio Distensione sopra la testa con Bilanciere

Viene allenato il capo anteriore e mediale del deltoide con un buon coinvolgimento dei muscoli stabilizzatori. La serie terminerà per l’esaurimento dei muscoli stabilizzatori, i muscoli delle spalle avranno probabilmente energie residue. Al termine della serie attendere 30-60” e passare all’esercizio successivo

3° Esercizio Distensione sopra la testa alla Military Press o Shoulders Machine

Viene allenato il capo anteriore e mediale del deltoide con un coinvolgimento scarso o nullo dei muscoli stabilizzatori. La serie terminerà quando tutte le energie dei muscoli deltoidi saranno state esaurite. Al termine della serie tripla, prendersi un lungo recupero 2-3 min. e ripetere per 2-3 volte Per il numero di Ripetizioni si può scegliere un range tra 6 e 8 anche per non alzare eccessivamente il Volume complessivo dell’allenamento.

Volume = Serie x Ripetizioni x Kg

Il metodo presentato allena in modo e rapido le spalle, con estremi vantaggi in termini di tempo ed intensità. È consigliato a tutti di provarlo, in particolare a quegli atleti che vogliono sentire la sensazione di indolenzimento muscolare anche a distanza di giorni. Si raccomanda però di applicarlo ad un solo gruppo muscolare per allenamento, ruotando eventualmente di routine in routine e prediligendo i grossi gruppi muscolari.

Esempio di ciclizzazione

Considerando una split routine su 3 giorni di allenamento settimanale

CT: Circuit Training 2,3,... indica il numero di esercizi consigliati mentre due,tre,.. il numero di serie consigliate, esempio CT 2 tre è un CT per un dato gruppo utilizzando 2 esercizi per un numero di serie pari a 3

Routine A (Gambe, Spalle, Addominali) Gambe Spalle Addominali Lunedì 01 CT 3 tre   Lunedì 08  CT 3 due 

Routine B (Petto, Bicipiti, Polpacci) Petto Bicipiti Polpacci Mercoledì 03  CT 2 due  Mercoledì 10 CT 3 tre  

Routine C (Dorsali, Tricipiti, Addominali) Dorsali Tricipiti Addominali Venerdì 05 CT 3 tre   Venerdì 12  CT 2 due 

Altri esempi di allenamento a circuito con l’utilizzo di pesi e macchine possono essere:

Allenamento per il Petto

Panca piana con Manubri Panca piana con Bilanciere Panca piana alla Military Press

Allenamento per le Gambe

Squat con Bilanciere Squat alla Military Press Leg press

Allenamento per i Dorsali

Trazioni alla Sbarra Trazioni alla Lat Machine Rematore al Vertical Rown

Allenamento per i Bicipiti

Curl con Manubri posizione a martello Curl con Bilanciere

Allenamento per i Tricipiti

Distensioni alle parallele Push Down

Riferimenti Bibliografici:

Stuart McRobert, Tecniche di allenamento con i pesi (2° edizione), Ciccarelli Charles Staley, Physically Incorrect, Olympian’s News

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Viva il primo caffè (e anche il secondo)

Scritto il 19 giugno 2018 da Alberto&Alberto

Se faccia bene o male è annosa questione, anche se la maggior parte degli studi propende per una valutazione positiva. Comunque sia, quello del primo caffè è per molti di noi un momento irrinunciabile e indispensabile viatico per affrontare gli impegni della giornata.

Pillole di benessere

Un decalogo per gli ipertesi in montagna

Scritto il 15 giugno 2018 da Welly

L’Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle Malattie Cardiovascolari sfata il falso mito che la montagna non possa essere causa di problemi agli ipertesi e offre dieci suggerimenti per trascorrere vacanze sane e serene ad alta quota.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato