Menu Fitness e Sport

IL RAFTING

A cura di Andrea Carlucci

Nell’immaginario comune, il rafting viene facilmente classificato tra gli sport estremi in virtù di elementi intrinseci legati all’imprevedibilità, ad un presunto grado di difficoltà e all’alta dose di adrenalina che offre al praticante. Ma il suo crescente successo è dovuto al fatto che è invece alla portata di tutti: basta saper nuotare e affidarsi all'esperienza delle guide che conoscono i segreti delle correnti. Negli anni la discesa fluviale, che si svolge a mezzo di un gommone pneumatico, è divenuta una pratica adattabile a diversi livelli di impegno e capacità a patto che si riesca a resistere all’impatto emotivo con le rapide. È soprattutto l’elemento naturale a rendere questa attività spettacolare, imprevedibile, sempre mutevole e carica di sensazioni. Tutte le Scuole federali sono dunque inserite in contesti naturalistici incontaminati, immersi in una vegetazione rigogliosa e selvaggia: il paesaggio montano con il fiume, le sue cascate, l’acqua che si infrange sulle rocce rappresentano gli scenari imprescindibili di questa disciplina.

Pubblicità
La storia del rafting
Le prime imbarcazioni usate per la discesa dei fiumi risalgono all’epoca dei Babilonesi ed erano costituite da otri di pelle gonfiate d’aria. Sono stati però gli indiani d’America e successivamente gli esploratori a dare un impulso decisivo a questa attività; i primi utilizzavano veloci canoe di legno rivestite in pelle per scendere o addirittura per risalire i fiumi. 
La concezione odierna del rafting è databile negli anni immediatamente seguenti alla Seconda Guerra Mondiale quando negli Stati Uniti si iniziò ad utilizzare a scopo sportivo i canotti pneumatici residuati bellici, fino ad affrontare fiumi e discese molto imponenti quali quelli del Colorado. Negli anni Ottanta, il rafting è  approdato in Europa, prima in Francia, poi in Italia, dove era già conosciuto dagli appassionati che avevano compiuto alcune discese negli Usa. Nel dicembre 1987 è dunque nata l’Associazione Italiana Rafting (Airaf), fondata a Milano da un gruppo di appassionati e nel 1988 è stato disputato il primo Campionato Italiano su più prove, al quale hanno partecipato una quindicina di imbarcazioni, poi costantemente aumentato nelle edizioni successive, mentre veniva elaborato e perfezionato il regolamento tecnico e di gara che oggi rappresenta un punto di riferimento anche per molte associazioni straniere.
Nel 2006 è stata costituita la FIRaft (Federazione Italiana Rafting) associata alla F.I.C.K. (Federazione Italiana Canoa Kayak), che fa parte della Lega Sport d’Acquaviva UISP/CONI ed è tra le organizzazioni che hanno dato vita all'International Rafting Federation e all'European Rafting Association.

Come iniziare
Oggi le scuole di Rafting sono diffuse in tutta Italia anche grazie al coordinamento della FIRaft. Nelle basi del centro federale, gli aspiranti praticanti assisteranno innanzitutto al briefing durante il quale vengono spiegate e illustrate “a secco” le norme di sicurezza, gli accorgimenti e le manovre per le operazioni fondamentali. Dopo aver predisposto i partecipanti alla giusta concentrazione necessaria per affrontare la disciplina e aver illustrato i comportamenti da adottare sull’imbarcazione. a ciascun partecipante viene fornita l’attrezzatura idonea che comprende la muta in neoprene, la giacca d’acqua, il casco, un salvagente di sicurezza e una pagaia. Per ogni discesa c’è sempre una guida riconosciuta dalla federazione che accompagna l’equipaggio; una buona guida deve sempre badare alla sicurezza del gruppo e del mezzo, fornire al momento opportuno le giuste indicazioni per effettuare le manovre necessarie, ma anche mostrare i tratti del fiume e i luoghi più belli e suggestivi. L’equipaggio, per le escursioni non competitive, è generalmente composto da un minimo di 4 ad un massimo di 8 persone; esso può variare a seconda delle condizioni del fiume e del percorso da affrontare e in base alle variabili saranno utilizzati gommoni grandi o più piccoli.

Il Rafting competitivo
La Federazione Italiana Rafting organizza annualmente il Campionato Italiano Rafting sulla base delle norme previste dalla Federazione Internazionale. Il campionato normalmente si sviluppa per tutte le categorie su 6 o 7 gare che vengono disputate sui diversi fiumi italiani da nord a sud. Ogni anno, intorno a marzo, le gare si alternano in diverse località: sul Vara in Liguria, poi in Calabria sul Lao, poi in Trentino sull’Avisio e sull’Isarco, in Lombardia sull’Adda, in Valle d’Aosta sulla Dora Baltea e a Roma (in centro) sul Tevere.
Oltre al Campionato Italiano esistono i Campionati Italiani Assoluti sia “R4” (gommone con 4 atleti) che “R6” (gommone con 6 atleti), normalmente abbinate a quelle già in programma.

Le categorie previste per il campionato italiano sono:
categoria maschile femminile equipaggio
Senior M F R4-R6
Junior M F R4-R6
Master (over 40) M F R4-R6
Amatori M F Libero

Pubblicità
Specialità:
Sprint: gara a tempo da effettuarsi normalmente su due manches, il risultato finale scaturisce dalla sommatoria dei due parziali.
Testa a Testa (normalmente abbreviato in H2H, head to head): è tra le competizioni più spettacolari e gradite al pubblico. Due equipaggi partono assieme e uno deve prevalere. A gironi eliminatori, include anche una fase semifinale.
Slalom: a tempo e penalità. Si effettua su un percorso con paline rosse e verdi (le prime da prendere in risalita, le seconde in discesa). Toccare una porta comporta una penalità lieve, saltarla una penalità più grave. La sommatoria di tempo e penalità danno il risultato finale. Si svolge nell’arco di due manches.
Discesa Classica: si tratta di una discesa di 6/8 km da effettuarsi a tempo in gara unica.

Per quanto riguarda i materiali, le misure dei gommoni per le categorie Senior e Master sono imposte: le imbarcazioni non devono essere più lunghe di 380 cm mentre per gli Amatori le misure sono libere.
Esistono 3 squadre Nazionali: Maschile, Femminile e Maschile Juniores, selezionate da un coordinatore che cura anche l’aspetto tecnico assieme ai suoi collaboratori.
La Federazione, riconosciuta dal CONI, sta spingendo molto sull’aspetto agonistico del rafting, soprattutto a livello giovanile e quindi delle categorie juniores; a questo scopo, promuove stage e incontri per avvicinare sempre più ragazzi a questo sport. Essa, inoltre, durante le prove del campionato italiano mette a disposizione un gommone, l’attrezzatura e una guida professionale per chi volesse provare a cimentarsi per la prima volta con la disciplina.

Si ringrazia per la cortese disponibilità e per il materiale fotografico Roberto Chilosi, responsabile dell’Ufficio Stampa della Federazione Italiana Rafting (www.federrafting.it).

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

DG skating: esercizio muscolare, equilibrio e divertimento a ritmo di musica

DG Skating è un programma di allenamento che utilizza un innovativo skateboard, mirato al raggiungimento di due obiettivi fondamentali: dimagrire e tonificare, attraverso esercizi che coinvolgono tutta la muscolatura. Ogni allenamento viene modulato a seconda del grado di preparazione fisica...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

L’allegria di un compleanno “social”

Scritto il 23 January 2018 da Alberto&Alberto

L’avvento di Facebook ha cambiato il modo di rapportarsi tra le persone. La maggior parte degli auguri – siano essi legati ad un compleanno, un anniversario o una festività – giungono ora ‘via social’, senza contatti diretti. Ma prendiamola per il verso giusto

Pillole di benessere

Dieta mediterranea e longevità

Scritto il 19 January 2018 da Welly

Gli italiani sono tra le popolazioni più longeve del mondo e ciò è probabilmente dovuto ad una alimentazione che comprende quella stessa quantità di macronutrienti che due recenti studi associano ad una minore mortalità.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato