Menu Fitness e Sport

IL SANDBOARDING

A cura di Andrea Carlucci

Il Sandboarding è un’attività sportiva del tutto simile allo snowboard con la differenza che si pratica sulle dune di sabbia. Generalmente i contesti ideali dove praticare il sandboarding sono le zone desertiche o comunque tutti i luoghi in cui esistano dune di sabbia abbastanza alte da cui lanciarsi; recentemente anche le zone costiere dotate di spiagge sabbiose molto ampie vengono utilizzate per il Sandboarding sfruttando il “traino” di mezzi fuoristrada o semplicemente il vento con speciali vele.

Storia
Tra gli archivi di Dune Riders International (l’organismo regolatore della disciplina) sono presenti informazioni sugli antichi Egizi ed altre culture che scivolavano su dune di sabbia su attrezzi di ceramica e madera; così anche la presenza di foto in bianco e nero risalenti alla seconda guerra mondiale testimoniano la presenza di questa attività da lungo tempo. Negli anni ’60 il sandboarding cominciò a guadagnare popolarità fra i surfers e skateboarders; allo scopo, vennero fabbricate tavole usando legno di forma caratteristica per riuscirle a manovrare come un “surfboard” o uno skateboard. Nella metà degli anni ‘70 il sandboarding fu presentato in occasione di diversi eventi pubblici, commerciali e programmi sportivi in televisione grazie a Jack Smith e Gary Fluitt, possessori di uno stile e abilità di altissima levatura. Nonostante ciò il sandboarding ancora non riuscì ad avere grande successo; i centri sciistici operavano già con impianti ed installazioni complete e all’avanguardia adatte per ricevere moltissime persone e la neve, così come le onde per il surfing, erano molto più accessibili al grande pubblico. A vincere la corsa al successo fu lo snowboarding anche se la passione per le dune continuò nel corso degli anni a contagiare diversi adepti. Tra i pesonaggi di spicco va ricordato anche Lon Beale, editore di Sandboard Magazine. Durante la primavera del 1973 un amico di Beale, trasferitosi nel Deserto di Mojave gli mostrò per la prima volta questa disciplina e ne rimase affascinato; volle conoscere ogni aspetto di questo sport e dare impulso ad una evoluzione tecnica in chiave moderna di tutta l’attrezzatura.

Pubblicità
Inizialmente le tavole erano lente ed inconsistenti secondo i diversi tipi di sabbia e terreno, man mano furono messi a punto miglioramenti nel design e nella scelta dei materiali specialmente in funzione di un sempre maggiore aumento in termini di velocità. Parallelamente vennero inventate sofisticate cere di formulazione speciale che incrementarono anch’esse fortemente la velocità della tavola. Ma fu con l’avvento di Internet che questa attività riuscì ad avere visibilità e notorietà con la possibilità di reperire facilmente tutti i materiali utili alla pratica, accessori compresi.

Pratica
Il Sandboarding si pratica inserendo i piedi in appositi supporti per poi “surfare” rimanendo in piedi sulla tavola e scivolare sulla sabbia lanciandosi dalle dune fino a raggiungere velocità molto elevate. Per i neofiti viene consigliato di posizionarsi in posizione prona tenendosi con le braccia ai supporti dove in genere si infilano i piedi. Successivamente ci si posiziona in piedi e si acquisisce il controllo dell’equilibrio attraverso esercizi di controllo anche a livello posturale. In seguito, con l’aiuto di un istruttore, si applicano tutte le tecniche di base per i primi spostamenti che consistono nell’azione di “sbilanciamento” del corpo per effettuare semplici virate e “trick” fino al raggiungimento della massima autonomia e padronanza del movimento con e sulla tavola.
La tavola da sandboarding è fatta di materiale molto più resistente rispetto a quella da snowboarding; di solito in laminato di plastica oppure in legno o metallo. La tipologia del materiale viene scelto sulla base del tipo di discesa da affrontare, del tipo di sabbia e della conformazione delle dune. Per cercare di annullare l’attrito della sabbia sulla tavola e rendere la discesa sempre più veloce si applica nella sua parte sottostante (cioè quella che guarda la sabbia) della cera di paraffina che va strofinata con cura attraverso dei cubetti appositi prima di ogni partenza.

Pubblicità
Campionati e competizioni
• Il Campionato Mondiale di Sandboard si tiene ogni anno sul Monte Kaolino in Germania a Hirschau che è la località in cui è presente la più lunga collina di sabbia d’Europa. Qui i sandboarders possono surfare onde di sabbia alte fino a 100 metri avvalendosi di un impianto dotato di ascensore sulla sabbia unico al mondo. Sono previste specialità di slalom, il freestyle e il sandboard cross.
• “Sand Master Jam” è un evento annuale che si svolge dal 1996 al San Master Park di Florence (Oregon) solitamente negli ultimi giorni di primavera.
• “Pan-America Sandboarding Challenge” che si svolge in luglio ad Aquiraz in Brasile a Prainha’s Beach. Qui sono ospitati dilettanti e professionisti che desiderano competere in gare di freestyle e di salti.
• “Sand Sport Super Show”, evento annuale per tutti gli sport su sabbia, compreso il sanboarding. Dura tre giorni e si svolge a settembre a Costa Mesa in California

Le località migliori per praticare il Sandboarding sono i deserti sabbiosi come quello di Atacama in Sudamerica, il deserto del Negev in Israele, a Kangaroo Island nel sud dell’Australia, sulle dune di Stockton nei pressi di Sydney, in Namibia nel deserto Namib, a Dubai, ma anche in Perù e in Cile; in Italia viene praticato in alcune zone della Sardegna.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato