Menu Fitness e Sport

LO SKELETON

A cura di Andrea Carlucci

Giù in picchiata lungo una pista artificiale con la faccia rasente il ghiaccio sparati ad una velocità che può arrivare fino a 140km/h. Questo è in sintesi lo Skeleton, uno sport invernale dal 2002 inserito stabilmente tra le discipline delle Olimpiadi Invernali; assomiglia allo slittino, dal quale si differenzia specialmente per la posizione che assume l’atleta che in questo caso si trova prono, a pancia in giù, durante tutta la discesa. Il termine skeleton deriva dall’inglese e sta ad indicare proprio il telaio che viene adoperato in questa disciplina, una “slitta” dotata di pattini speciali dalla forma arrotondata che presenta un’intelaiatura d’acciaio con una lieve imbottitura su cui l’atleta normalmente appoggia il capo. Può avere un peso che non può superare per gli uomini i 33 kg e per le donne i 29 kg. L’attrezzatura dell’atleta è tecnicamente avanzata: il casco integrale, la tuta, i guanti e le scarpe devono garantire la massima aereodinamicità. Le qualità che ogni atleta deve sviluppare non sono solo fisiche ma anche mentali ed emotive.

Origini
La nascita dello Skeleton si attesta con molta probabilità verso la fine del 1885, a St. Morits (Svizzera), dove fu costruita una pista naturale in ghiaccio della lunghezza di 1214 metri denominata “Cresta Run” ancora oggi riconosciuta tra le più importanti. Le prime gare si svolsero proprio in Svizzera, e venivano chiamate “Tobogganing Club”. Inizialmente, data l’esistenza di diverse scuole, vi erano tecniche di discesa differenti; fu solo nel 1887 che alcuni atleti utilizzarono la posizione prona che è anche quella che assume, oggi, l’atleta di skeleton. Tra questi va ricordato l’inglese Mc Cornack che attraverso questo nuovo assetto ottenne ottimi tempi. La posizioni con i piedi posteriori, infatti, permetteva, con minimi movimenti, di correggere meglio la traiettoria dello skeleton. Successivamente le modifiche tecniche interessarono anche lo slittino; si pensò di zavorrarlo nella parte anteriore dando origine nel 1892 ad un nuovo tipo di attrezzo. Lo skeleton venne incluso nei Giochi Olimpici Invernali nel 1928 a St. Moritz (Svizzera); vi parteciparono 15 atleti che rappresentavano 6 nazioni. Negli anni successivi e fino al 1970 la disciplina non visse anni felici; oltre a restare all’ombra del suo fratello maggiore, lo slittino, mancò dalle competizioni olimpiche per circa cinquanta anni a causa della sua pericolosità, dovuta anche all'inadeguatezza delle piste dell'epoca. Fu reintrodotto nei Giochi con le Olimpiadi di Salt Lake City (2002) che videro la vittoria degli atleti statunitensi. Oltre agli Stati Uniti, questo sport ha tra i suoi più importanti partecipanti, anche atleti di altre nazioni come il Regno Unito, il Canada, la Germania, la Svizzera e dell’Italia.
L'attività agonistica internazionale è organizzata dalla Federation Internationale de Bobsleigh et de Tobogganing (FIBT). In Italia lo skeleton rientra tra le discipline di competenza della Federazione Italiana Sport Invernali (FISI).

Aspetti regolamentari
Le gare di Skeleton sono a tempo e l’atleta deve percorrere la pista artificiale ghiacciata il più velocemente possibile. Il regolamento è stabilito dal Comitato Olimpico Internazionale (C.I.O.). Vi sono diverse manche con ordini di partenza diversi. Si scende percorrendo le stesse piste del Bob e dello Slittino; generalmente della lunghezza minima di 1200 metri con un dislivello del 12%.
- La partenza: in genere è simile a quella utilizzata per il Bob; l’atleta ha 30 secondi per poter partire e cominciare la rincorsa e la spinta.
- La guida: una volta lanciato l’atleta comincia la guida dello skeleton che è condizionata dall’alternanza di curve e di tratti rettilinei. Per regolamento il peso totale di atleta più slittino deve essere superiore ai 115 kg per gli uomini e 92 kg per le donne; qualora questa misura non fosse raggiunta si procederà all’aggiunta di zavorra.

Si ringrazia per la cortese collaborazione e per il materiale fotografico Omar Sacco, Direttore tecnico della Nazionale Italiana Skeleton e Dany Locati, Tecnico e Responsabile Squadra Italiana di Skeleton.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato