Menu Fitness e Sport

IL TCHOUKBALL

a cura di Andrea Carlucci

Il Tchoukball è uno sport di squadra inventato a cavallo tra gli anni '60 e '70 dal Dr. Hermann Brandt, un medico sportivo svizzero.
Il suo nome - che si legge “Ciùkboll” - deriva dal suono onomatopeico provocato dal rumore della palla (simile a quella usata nella pallamano) durante il rimbalzo sulla rete del pannello di gioco.
Nonostante riprenda alcuni aspetti tecnico-tattici di discipline come la pallavolo, la pallamano e la pelota basca, il Tchoukball stravolge in ogni sua regola gli schemi tradizionali dei giochi sportivi di squadra per divenire un gioco facile da praticare, veloce e con un alto valore educativo.

Dagli studi svolti dal Dott. Brandt risultava che la maggior parte degli infortuni sportivi era ed è, ancora oggi, causata dal contatto fisico e dal contrasto con gli avversari, a carico soprattutto delle articolazioni e delle strutture muscolo-tendinee annesse. Da qui scaturì l’intuizione di inventare un gioco dinamico e divertente, che potesse limitare al massimo ogni tipo di infortunio da contrasto.
Dalla pelota basca, il gioco riprese il rimbalzo mentre dalla pallavolo e dal tennis l’idea che un giocatore libero da pressioni esterne e da contrasti avversari possa giungere ad maggiore disponibilità motoria finalizzata alla esplicazione del proprio miglior gesto tecnico possibile.

Come si gioca
Per praticare il Tchoukball sono necessarie due squadre da 9 o 7 giocatori, un pallone da pallamano e due speciali pannelli collocati alle estremità del campo. Per quanto riguarda le superfici sulle quali giocare vi sono diverse possibilità: palestre, prati o spiagge si adattano benissimo a questo sport.
Le particolarità nel Tchoukball sono tante e lo rendono uno sport molto veloce, tecnico e divertente. Ogni squadra ha a disposizione tre passaggi per costruire un’azione prima di attaccare lanciando la palla contro il pannello elastico che, invece di trattenerla come tutte le normali porte, la respinge indietro velocissima. A quel punto, se la palla cade a terra la squadra in attacco ha segnato un punto, se invece viene presa al volo il gioco riprende immediatamente e la squadra che ha difeso (prendendo la palla) passa all’attacco.
Nel Tchoukball si può tirare indifferentemente su tutti e due i pannelli e per questa caratteristica (unica negli sport di squadra!) viene definito gioco “bipolare”. Ogni giocatore, inoltre, deve saper assumere, a seconda delle circostanze di gioco, sia il ruolo di difensore che quello di attaccante.
Il campo da gioco, se si gioca 9 contro 9, è quello da pallamano (40 x 20m); se si gioca 7 contro 7 si utilizzerà un campo di pallacanestro (28 x 15 m ).
Il campo deve avere 2 aree vietate semicircolari di raggio pari a 3 metri, nelle quali non è permesso entrare mentre si è in possesso della palla e durante ogni fase del gioco.

Il Tchoukball viene largamente apprezzato da coloro che hanno occasione di provarlo, in quanto è uno sport particolarmente dinamico, spettacolare, piacevole da vedere, adatto a tutti e soprattutto educativo. Grazie all’assenza di ostruzioni e quindi di aggressività e grazie a regole che obbligano a rispettare gli avversari, in quanto essi non possono essere ostacolati dal corpo a corpo o placcati, esso si distingue per gli alti valori etici e di fair-play. Proprio per queste caratteristiche, il Tchoukball ha trovato larga diffusione e grande successo come attività sportiva scolastica e, anche, come sport competitivo.
Per i principianti il Tchoukball è divertente sin dai primi minuti. i gesti di base sono semplici e naturali. Solo successivamente, aumentando il livello di gioco, i gesti tecnici richiesti diventano complessi e spettacolari.
Per praticare la disciplina, una condizione fisica media è sufficiente e le regole sono facili da comprendere. L’assenza di contatto permette inoltre di giocare in squadre miste.

Una interessante variante di questo sport è il Beach-Tchoukball, ovvero la possibilità di praticare questo sport in ambiente naturale, sulla spiaggia, correndo e rincorrendo a piedi nudi sulla sabbia. A questa disciplina sono legati diversi  tornei, il più conosciuto tra gli appassionati si svolge a maggio a Viserba di Rimini e si chiama “BeachTchoukball Festivals”.

Il pannello
Il cosiddetto “pannello” rappresenta uno degli elementi caratterizzanti, innovativi e di grande attrazione e spettacolarità nel Tchoukball. Esso è costituito da una cornice metallica (1 metro x 1 metro) e, internamente, da una fitta rete di cavi elastici; in virtù della sua inclinazione rispetto al suolo, fissata per regolamento a 55°, respinge la palla scagliata contro con angoli di uscita che seguono la fisica del rimbalzo e la “regola dello specchio”.
Ogni buon giocatore dopo un po’ di pratica deve conoscere i principi fondamentali del rimbalzo della palla sul pannello. La direzione del rimbalzo della palla è simmetrica alla direzione del tiro stesso (“regola dello specchio”). La simmetria è presente sia sul piano orizzontale che su quello verticale e quindi l’angolo di tiro coincide con quello di rimbalzo. Per cui un tiro effettuato da destra avrà un rimbalzo verso sinistra e un tiro realizzato dal basso avrà un effetto “pallonetto” (lob). Ad un determinato tipo di tiro corrisponde un preciso punto di caduta della palla sul terreno di gioco. Per un giocatore è fondamentale assimilare queste regole di rimbalzo per eseguire efficacemente sia azioni offensive che difensive.

Regole principali 

- Come fare un punto?
- Un giocatore segna un punto per la sua squadra se la palla, al suo ritorno dal pannello, cade al suolo prima che l’altra squadra la recuperi

Un giocatore regala un punto alla squadra avversaria…
- se ‘manca’ il pannello
- se fa rimbalzare la palla, dopo il tiro, al di fuori del campo
- se la palla cade dentro la “zona vietata” dopo il rimbalzo
- se la palla dopo il tiro rimbalza direttamente sul giocatore

Pubblicità
Un giocatore commette un fallo quando…
- si sposta palleggiando con la palla
- effettua più di tre contatti al suolo in possesso della palla
- effettua un quarto passaggio per la sua squadra (si conta un passaggio quando la palla è inviata o deviata da un giocatore verso uno dei suoi compagni)
- lascia cadere la palla durante un passaggio
- ostacola l’avversario durante l’azione di gioco
- entra in contatto con la zona vietata su passaggio o tiro prima che la palla abbia lasciato la sua mano
- quando una parte del corpo al di sotto del ginocchio entra in contatto con la palla
- Recupera la palla tirata al pannello da un suo compagno di squadra
- Commette “cattivo rimbalzo” cioè quando la palla tocca il bordo del pannello o non rispetta la regola dello specchio a causa di ganci o degli elastici

- Da sapere…
- il possesso di palla cambia dopo un fallo e viene battuto dove il fallo è stato commesso
- prima del tiro al pannello, dopo un fallo, deve essere effettuato almeno un passaggio
- I giocatori non hanno diritto di tirare tre volte consecutive sullo stesso pannello
- Ogni squadra può tirare indifferentemente su ciascuno dei due pannelli
- Una partita ufficiale si svolge su tre tempi da 15 minuti

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato