Menu Fitness e Sport

IL TORBALL

A cura di Andrea Carlucci


Fonte: CIP'
Non sempre una disabilità rappresenta un handicap. È con questo spirito che si è andato affermando il Torball uno dei giochi più praticati e più famosi per non vedenti in Italia che, considerata la crescente importanza, è entrato a pieno titolo a far parte degli sport paralimpici regolamentati nel dipartimento del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) anche se non è ancora entrato nel Programma dei “Giochi Paralimpici”.
Il Torball o Palla Rotante è stato ideato da alcuni esperti di rieducazione motoria tedeschi al fine di facilitare il recupero di persone divenute cieche con l’età, a causa di traumi o di incidenti; esso nasce negli anni ’60 e si sviluppa sulla scia del cugino “Goalball”, che si gioca con un pallone più pesante e con azioni più vigorose e potenti.

Durante il gioco del Torball si fronteggiano due squadre ciascuna composta di tre giocatori e tre riserve che possono essere non vedenti assoluti o ipovedenti. Chi scende in campo deve essere dotato, per regolamento, di una benda oculare che impedisce completamente la vista. Si utilizza un pallone sonoro al cui interno sono inseriti dei campanelli o sonagli che consentono ai giocatori di percepirne il suono ad ogni spostamento. Il campo da gioco è un rettangolo della grandezza di 16 m x 7 m; è diviso in due metà come avviene per i campi da tennis o di pallavolo ma qui la palla deve passare sotto e non sopra una serie di tre funicelle dotate di campanelli poste all’altezza di 40 cm dal suolo.
La porta ha le stesse dimensioni della larghezza del campo (7 m) e un altezza di 1,30 m. Lo scopo è lanciare con le mani il pallone e indirizzarlo verso la porta avversaria facendola passare sotto apposite cordicelle dotate di campanelli che dividono in campo in diversi settori e segnare un “goal”. Ogni qualvolta che il pallone tocca le corde “sonore”, e quindi viene superato il limite di altezza di gioco, viene fischiato un fallo che determina l’uscita momentanea di chi ha effettuato il tiro. Ogni tre falli viene assegnato un rigore all’altra squadra.
Una partita dura 10 minuti per tempo per un totale di due tempi.

Pubblicità
Assistere ad una partita di Torball è sempre emozionante e sorprendente. Chi vi assiste per la prima volta resta immancabilmente meravigliato nel vedere gli atleti muoversi e coordinarsi con tanta naturalezza e disinvoltura. Tali abilità sono frutto di allenamento costante e di una spiccata sensibilità sul piano tattile, uditivo, dell’orientamento spaziale, propiocettivo e olfattivo.
Grazie al contatto con i punti di riferimento essenziali nel campo (tappetini, angoli della porta, linee di fondocampo), all’orientamento (il senso della posizione propria e dei compagni, il passaggio della corrente d’aria come punto di riferimento, gli spiragli di luce che riscaldano le bende) si riesce ad avere un altissimo senso del gioco, della posizione della propria porta e di quella avversaria. Ma è anche attraverso un finissimo potenziamento dell’udito che si riesce ad inseguire la traiettoria della palla (sonora), che lascia una scia, una traccia sonora mentre attraversa tutto il campo.

Alcuni aspetti regolamentari:
- palla ferma: se la palla si ferma nella metà campo della squadra in difesa, essa dovrà essere consegnata alla squadra di difesa.
- palla persa: se la palla rimbalza sulla porta (palo o traversa) o su un giocatore e oltrepassa la linea di centrocampo, si considera palla persa e la squadra di attacco ottiene di nuovo la palla. Questa regola non vale per le situazioni di punizione o di rigore.
- palla fuori: se la palla esce dal campo dopo un’azione difensiva, rimbalzando sulla porta (palo o traversa) o su un giocatore, viene considerata fuori e spetta alla squadra in difesa.
- passaggio della palla: è permesso il passaggio della palla all’interno dell’area di squadra se viene effettuato nel rispetto della regola degli 8 secondi.
- palla ferma: se si verifica una situazione di palla ferma durante un passaggio, cioè se la palla si ferma all’interno dell’area di squadra, varrà la regola degli otto secondi. Se la palla attraversa la linea laterale o la prima corda durante il passaggio, avrà luogo la perdita della palla. Se la palla attraversa la linea di porta durante il passaggio, ciò verrà considerato un goal (autogoal).
- consegna della palla: non è permesso consegnare la palla direttamente nelle mani di un altro giocatore. Nel caso di violazione di tale norma, verrà penalizzato il giocatore che ha consegnato la palla.
- comunicazione tra i giocatori: i giocatori di una stessa squadra possono comunicare in campo in modo appropriato (cioè, a bassa voce, battendo le mani, bussando a terra ecc.), così da non arrecare fastidio all’altra squadra.
- regola degli otto secondi: se un giocatore ha sotto controllo la palla, o l’ha afferrata bene, essa deve essere lanciata fuori dall’area della sua squadra entro otto secondi. altrimenti ciò viene considerato infrazione e il giocatore che ha toccato per ultimo la palla viene punito.
- regola (norma) del vantaggio: se la squadra di attacco realizza una rete, nonostante la squadra di difesa abbia cercato di evitarlo mediante un comportamento scorretto, la rete ottenuta è valida e l’infrazione della squadra in difesa non sarà ulteriormente punita.

Pubblicità
Di questo sport si svolgono periodicamente i Campionati Mondiali, Continentali e Nazionali, diversi tornei internazionali. In Italia il Campionato di Torball si articola nella serie A, B, C. In Inghilterra e negli Stati Uniti, invece, si è andata diffondendo una versione del Torball più vigorosa e più lenta chiamata “Goalball”
In Italia tutte le attività agonistiche praticate da portatori di handicap visivo sono organizzate e dirette dalla Federazione Italiana Ciechi Sportivi (FICS) che ha sede a Modena. La FICS a sua volta fa parte della più grande FISD (Federazione Italiana Sport Disabili) la quale rappresenta tutti i suoi atleti all’interno del CONI .
Bisogna ricordare che il Torball a livello educativo e scolastico è una delle discipline proposte ai ragazzi delle scuole in occasione della annuale Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico, il massimo evento promozionale del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) che si svolge in contemporanea in più città italiane.
La Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico è una manifestazione sportiva organizzata dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e da Enel Cuore Onlus, durante la quale i campioni paralimpici invitano gli studenti delle scuole a conoscere e a praticare insieme le discipline paralimpiche in un momento di integrazione senza competizione. Le discipline che vengono praticate durante la manifestazione sono tantissime: atletica leggera, basket e minibasket in carrozzina, pallacanestro per disabili mentali, tennis e tennis-tavolo, adaptive rowing, hockey, scherma, tiro con l’arco, torball, bocce, show down ed molte altre attività sportive che rendono la manifestazione una vera kermesse dello sport integrato.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato