Menu Fitness e Sport

IL TREE CLIMBING

A cura di Andrea Carlucci

Arrampicarsi sugli alberi è sempre stata una delle più forti attrazioni per tanti bambini; oggi tale pratica ha assunto aspetti, significati e valori molteplici. Da attività lavorativa ad hobby ma anche sport educativo con numerose associazioni e scuole che insegnano a praticarlo nella maniera migliore ed in totale sicurezza per tutti.
Divertente ed emozionante, la scalata sugli alberi è un'opportunità per entrare in diretto contatto con la natura; un’attività affascinante che riesce a trasmettere la forza e la maestosità della natura consentendo a tutti gli appassionati di scalare e raggiungere vette di alberi monumentali. Questi ultimi costituiscono impareggiabili risorse naturali, storiche, culturali e paesaggistiche. Essi non sono solo simboli di eccellenza naturale, ma sono anche testimoni storici di un lungo rapporto tra l’uomo e l’ambiente. Una volta raggiunta la cima non c'è che da trattenere il respiro e da fotografare con gli occhi il mondo visto dall'alto.

Il Tree Climbing nasce negli Stati Uniti ed è diffuso ormai in tutto il mondo ma è emerso prima come una necessità per coloro che operano nel settore agricolo e più precisamente dell’arboricoltura. Prevede l’utilizzo, infatti, di diverse tecniche di arrampicata per mantenere le condizioni ambientali di alberi di alto fusto attraverso opere di potatura; viene utilizzato, quindi, in tutte quelle situazioni di irraggiungibilità su alberi di elevato valore storico e ornamentale in cui non sia possibile raggiungere da vicino i rami con scale o cestelli telescopici.

Molti “climbers”, come vengono chiamati, operano nella propria attività con grande rispetto e devozione. Interpretano la loro passione come una filosofia naturalistica che diventa un vero e proprio stile di vita da esprimersi nel massimo rispetto della natura e dell'albero stesso come essere vivente. “Gli alberi per essere capiti devono essere toccati” disse Alex Shigo, un ricercatore americano che ha contribuito a gettare le basi della moderna arboricoltura. Questo dovrebbe essere lo spirito di tutti coloro che propongono corsi e attività di Tree Climbing sempre ed in tutti gli ambiti di applicazione.
Gli alberi che sono presenti nelle città aiutano a vivere meglio: sono un filtro naturale dell’atmosfera, neutralizzano parte dei gas tossici presenti nell’aria e riducono i rumori. Grazie alle loro folte chiome creano ampi spazi d’ombra portando sollievo nelle giornate più calde e afose; rendono il paesaggio urbano più gradevole anche all’occhio interrompendo la monotonia e il grigiore delle edificazioni di cemento; evocano sensazioni benefiche il benessere psico-fisico di ciascuna persona.

Pubblicità

Il Tree Climbing sportivo-educativo
In ambito sportivo le cose non vanno sempre d’accordo con quanto affermato precedentemente. Le intenzioni e i motivi che ispirano alcuni istruttori, purtroppo non sempre e ben qualificati, si riducono all’aspetto lucrativo e/o prettamente prestativo.
Le realtà che invece si propongono, con coerenza, di tenere alti i valori educativi-naturalistici, imprescindibili per questa attività perseguono questi obiettivi: 
- Promuovere il Tree Climbing come attività sportiva-ludico-educativa orientata al benessere psico-fisico della persona ed alla tutela degli alberi; 
- Contribuire alla salvaguardia del patrimonio arboreo attraverso la diffusione della moderna arboricoltura e delle tecniche sportive di Tree Climbing; 
- Aiutare gli alberi tramite l’attività didattica e la formazione delle persone che li avvicinano.

I Parchi avventura
I percorsi avventura sono dei parchi integrati in aree boschive tramite l’installazione di cavi, piattaforme aree in legno, e cordame per permettere agli utenti di effettuare dei percorsi tra una piattaforma e l’altra tramite dei giochi avventurosi. La pratica viene effettuata mediante un equipaggiamento di sicurezza che consente lo svolgimento delle attività in assoluta tranquillità. Un parco avventura consente di essere fruito a vari livelli su vari percorsi con difficoltà differenziate, per fasce di età. Anche le altezze dei percorsi sono correlate alle difficoltà e possono variare dai tre ai dieci metri anche in funzione delle alberature presenti.

Obiettivi educativi
Infanzia: per i bambini queste attività servono per spostarsi ed esplorare. A 6 anni vanno a consolidarsi quelle competenze e abilità che permettono di salire e scendere in modo naturale e spontaneo; grazie all’assenza di paura i bambini attratti da questi movimenti, si divertono a “scalare” muretti, ad arrampicarsi sugli alberi, a camminare in equilibrio lungo strette superfici. In generale forza, coordinazione, controllo emotivo, concentrazione e tranquillità sono essenziali poiché è importante avere sempre sotto controllo ogni minimo particolare
Adolescenza: le valenze educative e formative di questo tipo di attività, si evidenziano soprattutto nell’età dell’adolescenza, momento difficile e delicato per lo sviluppo della personalità dell’individuo. Il Tree Climbing può aiutare i ragazzi a infondere il senso di autoaffermazione e di autostima grazie all’apprendimento della gestualità specifica e al superamento delle difficoltà, in un clima di collaborazione con i compagni. Nell’analisi dei valori formativi occupano una primaria importanza la componente emotiva ed il controllo psico-fisico che inducono al miglioramento con l’equilibrato e regolare esercizio di adattamento agli spazi, padroneggiando le sensazioni causate dal senso del vuoto e le paure da esso generate.

Il Tree Climbing non è certo un’attività priva di fatica! Si tratta di una pratica di arrampicata che richiede un alto impegno muscolare ma non solo. In particolare sono quattro le qualità che risultano essere determinanti: 
La forza
La potenza
La capacità di “endurance”
La flessibilità.

Pubblicità

La tecnica di arrampicata rappresenta un ulteriore aspetto della capacità prestazionale che deriva dalla corretta applicazione e dal giusto dosaggio delle qualità sopracitate nell’esecuzione del gesto atletico.

Il Tree Climbing non va considerato come uno sport estremo; la sicurezza è sempre garantita da un sistema articolato di protezioni di corde che aiuta ad evitare qualsiasi possibilità improvvisa di caduta. Per praticarlo sono necessarie oltre alle corde e alle imbracature, scarpe da trekking, guanti e un casco di protezione. Per coloro che vogliono iniziare, il consiglio è iscriversi e seguire i consigli e le precise indicazioni degli istruttori di scuole e associazioni specializzate. Durante il training di apprendimento di questa disciplina, oltre all’insegnamento delle tecniche di salita e di discesa, ci sono anche la conoscenza e il corretto utilizzo dei nodi, le nozioni principali di arboricoltura da legno, da frutto e ornamentale.

Si ringrazia per la cortese collaborazione e per il materiale fotograficoMarco Rinaldi, formatore, istruttor ed esperto di Tree Climbing (www.ilbaronerampante)

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato