Menu Fitness e Sport
Sei in:   benessere.com / Fitness e Sport / Corsa / Skyrunning

SKYRUNNING, OVVERO LA CORSA IN ALTA QUOTA

A cura di  Renzo Zonca

La corsa in alta quota, o skyrunning, è sicuramente uno degli sport più affascinanti e duri: la naturale fatica della corsa di lunga durata, a livello anche di maratona, si somma con la quota, con i forti dislivelli, con le avverse condizioni climatiche, con i pericoli tipici della montagna, in un "mix" che mette a dura prova il fisico e la psiche degli atleti, anche i più preparati.

Un po' di storia

L'origine dello skyrunning può dirsi antichissima: lo stesso "uomo di Similaun", ritrovato su un ghiacciaio dopo 5.000 anni, con il suo mantello in paglia e pelle di capra e le sue scarpe imbottite di fieno, può essere considerato uno dei primi skyrunners del mondo. Molto tempo dopo risulta documentata, nel 1519, l'impresa di un soldato spagnolo, che salì la vetta più alta mai raggiunta in quei tempi: la punta del vulcano Popocateptl, in Messico, a 5.441 metri di quota.  In tempi più recenti, nel 1864, Federick Morshead stabilì un record per l'epoca clamoroso: 16 ore e mezza per percorrere il tragitto da Chamonix al Monte Bianco e ritorno.

La prima gara ufficiale ad alta quota, sul filo dei 4.000 metri, si svolse nel 1933, ma non a piedi, bensì con gli sci: il famoso Trofeo Mezzalama di scialpinismo. Dal 1992 ad oggi si stima che più di 10.000 atleti abbiano corso una gara oltre i 4.000 metri di altitudine, mentre il calendario della federazione italiana conta attualmente più di 50 gare e 22 record mondiali oltre i 4.000 metri.  Da segnalare che gli italiani sono tra i più bravi e numerosi skyrunners del mondo: i record sul Cervino, sul Monte Kenya, sull'Aconcagua in Argentina e Shisha Pangma in Tibet parlano italiano.

Uno sguardo alle gare

Le gare di skyrunning sono divise in varie discipline:

  • la SkyMarathon, che sulla distanza della maratona classica raggiunge i 4.000 metri di quota;
  • la SkyRace, che può essere più lunga o più corta di una maratona classica, ma che raggiunge i 3.000 metri;
  • il Vertical Kilometer che, come dice il nome stesso, ha un dislivello di 1.000 metri a un'altitudine che varia di gara in gara; la distanza, diversa a seconda del tipo di terreno, varia in genere dai 3 ai 5 chilometri. Questa è forse la disciplina più semplice e abbordabile, che permette a molti di farsi una prima idea su cosa sia lo skyrunning.

Pubblicità
Il primo Campionato mondiale di skyrunning si è tenuto nel 1998 a Cervinia, con la partecipazione di atleti di 16 nazioni. Ancora ai piedi del Cervino si sono svolte, nel 2000, le prime "Olimpiadi d'alta quota", gli SkyGames®, in cui atleti di 18 nazioni si sono confrontati in cinque diverse discipline: lo SkyBike, il Vertical Kilometer, lo SkySki, la SkyRace (da Zermatt in Svizzera a Cervinia) e la SkyMarathon.

In corsa sugli sci

Ma in montagna non si corre solo a piedi, ma anche con gli sci, ovviamente in salita, in una sorta di esaltazione dello scialpinismo. La manifestazione più famosa è probabilmente il già citato Trofeo Mezzalama, che si snoda lungo i grandiosi ghiacciai del Monte Rosa: un percorso scialpinistico lungo 57 chilometri, spesso oltre i 4.000 metri di quota. Da sottolineare che l'edizione 2001 ha visto la partecipazione di oltre 500 atleti.

Cenni di fisiologia

Si può affermare che gli skyrunners sono gli atleti più studiati del mondo. Tra i principali risultati di queste ricerche, esposti in un convegno svoltosi nel febbraio 2000 in Valle d'Aosta, possiamo citare:

  • la velocità media rispetto al livello del mare si riduce al 72 per cento a 4.200 metri e al 62 per cento a 5.200 metri;
  • il record di velocità in salita nel Vertical Kilometer è di 1.657 m/h;
  • il record di velocità in discesa nella SkyMarathon è di 3.410 m/h;
  • il record di velocità in salita nella SkyMarathon è di 1.248 m/h;
  • sugli atleti esaminati non sono stati registrati casi acuti di mal di montagna;
  • prima dell'avvento dello skyrunning si credeva che l'allenamento a tali altitudini fosse impossibile;
  • 30.000 metri al mese di dislivello in salita costituiscono l'allenamento dei migliori skyrunners;
  • teoricamente è possibile correre fino a 7.000 metri di quota.

Equipaggiamento

Lo skyrunning, per sua natura, richiede un equipaggiamento specifico: in particolare, sono necessari prodotti tecnici, leggeri, termici, traspiranti ed elastici per proteggere e non rallentare la corsa.  A questo riguardo, la tabella seguente riporta un "equipaggiamento tipo" con i relativi materiali.

Articolo Materiale
Fascia frontale o cappello Fascia in Coolmax e Windstopper
Canotta ciclista o top manica lunga Bielastico con Lycra, Polartec
Giacca o gilet Microfibra, Windstopper, Polartec
Fuseaux o pantalone Fuseaux Lycra, microfibra
Calzini  Coolmax/cotone senza cuciture
Scarpe Anti-scivolo in mescola tipo Vibram

Accessori
Guanti antivento, occhiali tipo bici, bastoncini da sci in fibra di carbonio, camel bag o borraccia

Conclusioni

In conclusione: lo skyrunning deve essere considerato uno sport per pochi eletti, o potrebbe avere una larga diffusione?  ... e quali potrebbero essere le sue prospettive di sviluppo?  

Con la collaborazione della: FSA Italia (Federazione Sport Alta Quota Italiana)

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Acquamove: idromassaggio e pedalata che sciolgono la cellulite

Pedalare al ritmo di musica, immerse nell'acqua, con il massaggio di getti mirati sulle zone critiche, l'azione dell'ozono e il relax della cromoterapia. E' AcquaMove, l'allenamento personalizzabile che unisce l'esercizio cardio-muscolare della bicicletta, all'efficacia dell'idromassaggio con...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Metti la musica in cassetta

Scritto il 21 marzo 2017 da Alberto&Alberto

Dopo il ritorno in auge del vinile, non senza comprensibili motivazioni, si assiste ora al revival delle musicassette, dopo quasi trent’anni di oblio. In questo caso, però, è solo la nostalgia a trainare il fenomeno…

Pillole di benessere

Pausa pranzo, attenti al sale

Scritto il 24 marzo 2017 da Welly

In occasione della Settimana Mondiale per la Riduzione del Consumo di Sale, in svolgimento fino a domenica 26 marzo, gli esperti dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica mettono in guardia dall’eccesso di sodio che si può annidare in quei piatti che generalmente vengono consumati nei pasti fuori casa.

Offerta del mese
Bio-mex

FORMATO MAXI!!

850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Offerta del mese

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici. Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica... Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!

Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Nera
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole Altezza:63 cm Larghezza:45 cm Profondità:50 cm.
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2017 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.