Menu Fitness e Sport
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti

IL RETRORUNNING

A cura di Andrea Carlucci

È una vera e propria “corsa all’indietro”, considerata una delle discipline fitness in ascesa grazie alla pluralità di benefici che apporta. Ma il Retrorunning non è così semplice come potrebbe sembrare: la postura, gli appoggi, la visione, l’equilibrio sono messi a dura prova. Chi si cimenta in questa disciplina lungo percorsi cittadini, inoltre, deve spesso resistere e sopportare le ilarità di chi ti incontra ma più spesso ti incrocia.

Per coloro che non hanno mai provato è senz’altro difficile immaginare di correre per qualche chilometro alla maniera dei “gamberi”. Si è talmente abituati ed istintivamente portati ad orientare il proprio movimento in direzione degli occhi, che questa nuova attitudine è destinata a provocare una rivoluzione dei propri schemi motori, con una sorta di riprogrammazione dell’intera biomeccanica di corsa che dovrà tenere conto anche delle nuove sollecitazioni a livello articolare e muscolo-tendineo.

Anche per questi fattori il Retrorunning ha una grossa efficacia in campo riabilitativo e rieducativo; la corsa all’indietro si dimostra particolarmente efficace per il recupero fisico dopo traumi tendinei ed articolari. Prova ne sia che da diverso tempo l’ortopedia classica, ad esempio, usa la camminata all'indietro su scale per riabilitare una serie di strutture locomotorie ed intervenire su diverse problematiche:

Pubblicità
- mantenere gli effetti dell’allenamento senza sovraccaricare strutture critiche. Per esempio: correre sulle punte rende molto più elastico l'impatto con il terreno agendo in maniera meno traumatica sulle articolazioni (caviglia, ginocchio, anche);
- migliorare l'equilibrio muscolare, stimolando maggiormente i muscoli poco utilizzati;
- migliorare la posizione del tronco (postura eretta e corretta);
- innalzare il centro di gravità;
- favorire la mobilità delle spalle e delle anche;
- correggere alcuni problemi di pronazione a carico del piede.

Il Retrorunning, però, si sta affermando e diffondendo anche nei suoi aspetti agonistici. Sempre di più, Italia come all’estero, cresce il numero dei partecipanti e delle gare a qualsiasi livello inserite nel “Retro Challenge” un circuito articolato in circa venti gare organizzate in diverse località del centro-nord Italia ed organizzato dall'AIRR (Associazione Italiana RetroRunning).
L’Italia, va ricordato, è il paese al mondo che si è impegnata di più nella promozione dell’attività agonistica di questa disciplina e resta il punto di riferimento europeo e internazionale della na specialità.

Storia
Il Retrorunning, nasce in America negli anni ‘80 e arriva in Italia nel 1992 con la prima edizione del “Gambero d'Oro di Poviglio” sulla scia della gara americana che si svolgeva in Central Park a New York denominata “Backwards Mile”.
Alcuni tra i più importanti retrorunners mondiali sono italiani, tra loro da il reggiano Stefano Morselli che ha stabilito nel 1995 la miglior prestazione mondiale sugli 800 con 2'59"36, nel 1996 quella sui 3000 con 12'48" a Poviglio (RE) e quello sui 400 con 1'16"72 ottenuto ad Utrecht in Olanda nel 2003 durante i campionati universitari olandesi. Morselli ha vinto anche la Backwards Mile di New York nel 1999 quando ha coperto un miglio in 6'40". Altri importanti atleti italiani sono Gianmatteo Reverberi, Paolo Tartari, Fabrizio Franceschi, Nicola Fabbiani e Luca Ginanni. In campo femminile l’italiana Stefania Zambello non teme rivali a livello mondiale ed è imbattuta dal 2000.
A livello internazionale va ricordato il “2° World Championship of Retrorunning” il 20 e 21 settembre 2008 a Camaiore ovvero il campionato mondiale di specialità e la rassegna mondiale più importante della storia della disciplina
 

Pubblicità
Aspetti tecnici
La tecnica del Retrorunning è molto semplice: si corre tenendo i piedi e le gambe parallele al senso di marcia, si ruotano le spalle e la testa per controllare il percorso ma i migliori retrorunners non girano quasi mai la testa per non perdere velocità e mantenere il giusto equilibrio. Correre all'indietro può provocare brutte cadute, quindi è molto importante tenere una postura molto eretta e scegliere un luogo sicuro dove praticare l'attività fisica. Chi volesse cominciare a praticare questa disciplina deve rispettare alcuni “step” fondamentali: si può iniziare alternando brevi tratti di corsa all'indietro e corsa in avanti. Lo stesso esercizio può essere eseguito in una seconda fase su distanze crescenti e così via, fino alla completa padronanza dei movimenti e della visuale di campo.
Una volta stabilizzata la corsa bisogna tenere ben presente alcuni accorgimenti, come quello di mantenere ben eretta la schiena, di piegare poco le gambe, di appoggiare la punta dei piedi e aiutarsi con il movimento delle braccia. I gesti del Retrorunning non sono molto diversi da quelli della corsa in avanti. I passi, o meglio, i balzi, devono essere rasenti al terreno. Il movimento delle braccia è importante perché, oltre a migliorare l'equilibrio, funziona da propulsore. Per verificare la direzione è consigliabile girarsi un poco di lato e sbirciare con la coda dell'occhio. Questo però rallenta il movimento e non può essere effettuato sistematicamente. È importante crearsi anche altri punti di riferimento e memorizzare prima il percorso. Durante i primi allenamenti è normale sentire le gambe pesanti e stancarsi facilmente. Per questo bisogna seguire un programma graduale. Bisogna dare all'organismo il tempo di adattarsi al nuovo tipo di movimento. All'inizio si viene assaliti da tante sensazioni: il bisogno di controllare la direzione, di capire come muovere le gambe, quale posizione far assumere alle braccia, al bacino, la schiena. Senza forzare, gradualmente, il corpo si adatterà ai nuovi movimenti, raggiungendo equilibrio e consapevolezza.
L’unico accessorio veramente importante nel retrorunning sono le scarpe, che sono le stesse della corsa tradizionale, da running stabili, in grado di sostenere adeguatamente il piede e la caviglia.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

A teatro con allegria

Scritto il 17 luglio 2018 da Alberto&Alberto

La commedia ha origini antiche e legate a riti ludici; pur trasformata attraverso i secoli, il suo intento resta quello di suscitare allegria e divertimento in un benefico contesto di condivisione.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 13 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato