Menu Fitness e Sport
In evidenza:
MODULI INTERATTIVI

Indice generale:
Argomenti

LO SPIROTIGER®

A cura di Andrea Carlucci

Lo Spirotiger® è uno strumento che consente di svolgere un allenamento specifico che interessa la muscolatura respiratoria (diaframma, muscoli intercostali e di supporto) e permette di migliorare la resistenza aerobica, la forza, la coordinazione, la velocità e la mobilità dei muscoli del tronco. Il tutto senza impegnare il sistema cardiovascolare e l’apparato locomotore. È uno strumento utile anche per prevenire atteggiamenti posturali scorretti, soprattutto nell’età dello sviluppo e consente di risolvere i dolori cervicali, il mal di schiena e i problemi legati all’asma, tanto da essere utilizzato anche in ambito medico.

Origini
Lo strumento Spirotiger nasce nei laboratori di fisiologia del Politecnico di Zurigo ad opera del fisiologo Urs Boutellier a seguito di studi per l’allenamento finalizzato e specifico dei muscoli respiratori in uno stato di iperpnea-isocapnica. Tali studi condussero a riconoscere che l’apparato respiratorio può limitare la condizione fisica. Boutellier ha dimostrato che una prestazione sportiva non dipende unicamente dal sistema cardiovascolare e dalla muscolatura scheletrica. Contrariamente a quanto ipotizzato fino ad allora la respirazione, o meglio i muscoli respiratori, possono limitare notevolmente il rendimento fisico durante l’attività sportiva. La muscolatura respiratoria ha le stesse caratteristiche fisiologiche di quella scheletrica e quindi può venire allenata in modo specifico e mirato.
Spirotiger permette un allenamento di resistenza (RMET) intenso e specifico della muscolatura respiratoria, senza sovraccaricare il sistema cardiovascolare e l’apparato locomotore, con la possibilità di realizzare l’iperpnea isocapnica.

Pubblicità
La “ginnastica respiratoria” dello Spirotiger® si effettua attraverso l’uso di un apparecchio composto da una manopola portatile munita di sacca per il riciclo di aria, da un tubo dentro cui insufflare e da una valvola che, gravitando in un campo magnetico e variando la sua posizione in relazione ai flussi di aria in entrata e in uscita (cioè in inspirazione e in espirazione), effettua un monitoraggio di questi ultimi. Questo sistema garantisce la realizzazione dell’isocapnia, quella particolare condizione che consente di non alterare il fisiologico rapporto ossigeno/anidride carbonica. In questo modo sarà possibile effettuare atti respiratori profondi e veloci senza andare in iperventilazione (condizione sfavorevole di disequilibrio).
In passato si riteneva che la resistenza e le prestazioni fisico-sportive fossero limitate in particolar modo dal cuore, dal sistema cardio-vascolare e in parte dal sistema muscolare. Si pensava, inoltre, che l’apparato respiratorio non alterasse le prestazioni, credendo avesse riserve sufficienti. L’allenamento di resistenza a carico dei muscoli respiratori, invece, aumenta sostanzialmente la resistenza fisica, con conseguente aumento della performance sia in gara che in allenamento. Ciò è valido per gli atleti professionisti così come per gli amatori.

È bene ricordare come al sistema respiratorio vengano richieste prestazioni in tutti i momenti della giornata, senza alcuna pausa; il riflesso neurochimico di protezione, per evitare danni all’organismo, impedisce ai muscoli respiratori di portarsi ai limiti di affaticamento: allorché il respiro diviene affannoso l’afflusso di sangue verso i muscoli periferici viene fortemente ridotto. Questa riduzione è responsabile della sensazione di affaticamento a carico delle braccia e delle gambe e una conseguente perdita di lucidità che induce a ridurre lo sforzo o addirittura ad interromperlo. Erroneamente si attribuisce tale malessere a una carenza di allenamento dei muscoli periferici. Nella maggior parte dei casi la causa, invece, è invece la mancanza di efficienza del sistema respiratorio. Ciò è particolarmente evidente con l’insorgere di sofferenze metaboliche (obesità, diabete, sofferenze cardiovascolari, pressione arteriosa elevata, sindrome metabolica).


Come funziona?
L’approccio allo Spirotiger® comincia soffiando dentro il “tubicino” dell’apparecchio per dare avvio allo spostamento della valvola che invia immediatamente i dati a un software il quale, anche in base a valori precedentemente impostati come il volume della sacca, controlla e comunica all’utilizzatore l’effettiva realizzazione dell’isocapnia, fornendo contemporaneamente indicazioni per il suo raggiungimento (respiro più o meno profondo, ritmo più o meno veloce) oppure interrompendo l’allenamento nel caso un numero di respirazioni superiore a quattro venga effettuato al di fuori dei giusti parametri.
Infine, una base elettronica registra ogni singolo allenamento. Attraverso Spirotiger® è dunque possibile allenare i muscoli respiratori ad intensità e per durate non raggiungibili con le metodologie classiche. Inizialmente si riuscirà ad usarlo solo per qualche minuto: la durata aumenterà da 3-4 a 10 minuti e, dopo un esercizio regolare, si raggiungeranno anche i 15 minuti continui di allenamento.

Pubblicità
L’apparecchio Spirotiger® consiste in una manopola e in una stazione base. Le impostazioni personali predefinite per l’allenamento vengono inserite nella stazione base (grandezza della sacca di respirazione, frequenza respiratoria) e servono per controllare l’allenamento. Il ritmo respiratorio viene rappresentato da un cursore luminoso e da brevi segnali acustici. Durante l’allenamento, se necessario, compaiono alcune indicazioni pratiche come ad esempio: “respirare più velocemente”.
La tecnologia valvolare usata nella manopola e la sacca di respirazione proteggono ampiamente, se usati correttamente e secondo le indicazioni mediche, dall’iper- e ipoventilazione e dalle sensazioni di vertigini  I dati rilevati durante lo svolgimento del training, vengono condotti mediante un cavo alla stazione base. I dati più importanti possono essere visualizzati a display e memorizzati in un “diario personale”.
TIPO DI ATTIVITA’ EFFETTI SULL’ORGANISMO EFFETTI SUL SISTEMA RESPIRATORIO
Sforzo intenso e duraturo (corsa, ciclismo, canottaggio etc…) Produce una maggiore freq. e profondita’ del respiro per apportare ossigeno all’organismo ( muscoli) Iperpnea
Aumento volontario freq. E profondita’ del respiro Nessuno sforzo muscolare Iperventilazione (alterazione equilibrio fisiologico ossigeno/anidride carbonica; provoca formicolii, vertigini e nausea)
Allenamento della muscolatura respiratoria con spirotiger Nessuno sforzo muscolare Isocapnia (equilibrio perfetto del fisiologico rapporto ossigeno/anidride carbonica)

Negli ultimi anni la ricerca si sta muovendo anche per far in modo che questa tecnica possa portare benefici in più ambiti: per i fumatori, nell’integrazione dell’allenamento respiratorio e per le scoliosi in età adolescenziale, la disabilità e l’allenamento respiratorio, negli attacchi di panico, nell’educazione respiratoria in soggetti diabetici o con sindrome metabolica.

Si ringrazia per la cortese collaborazione e per il materiale fotografico Stefano Morelli responsabile di MVM ITALIA srl, www.mvmitalia.it e www.spirotiger.it

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

A teatro con allegria

Scritto il 17 luglio 2018 da Alberto&Alberto

La commedia ha origini antiche e legate a riti ludici; pur trasformata attraverso i secoli, il suo intento resta quello di suscitare allegria e divertimento in un benefico contesto di condivisione.

Pillole di benessere

Malattie rare, assistenza in crescita

Scritto il 20 luglio 2018 da Welly

Il IV Rapporto sulla condizione delle persone con Malattia Rara in Italia, presentato alla Camera dei Deputati, fa il punto sull’epidemiologia, sull’accesso alla diagnosi, alle terapie, all’assistenza oltre che sull’organizzazione socio-sanitaria, giuridica ed economica. Con buone notizie.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato