Menu Fitness e Sport
Sei in:   benessere.com / Fitness e Sport / Sport / Il tennis / Tennis tavolo

IL TENNIS TAVOLO

A cura di Andrea Carlucci

Tennis Tavolo o Ping Pong? Entrambi i termini stanno ad indicare lo stesso sport; il primo è il nome ufficiale della disciplina olimpica e il secondo è quello che lo ha reso noto in tutto il mondo. È uno dei pochi sport indicati per tutte le fasce di età: si tratta di un’attività fisica molto ludica ma che aiuta a migliorare la coordinazione motoria, richiede semplici attrezzature (una racchetta, una pallina, un tavolo apposito) ed è soprattutto scevra di pericoli.
Non sono molti gli sport che si rivolgono ad un target eterogeneo e che possono essere praticati in luoghi e contesti così diversi; il Tennis Tavolo è un’attività che può essere svolta al mare, in piscina, in palestra, nel tempo libero, da tutta la famiglia e da persone diversamente abili.
Chiunque si sia mai trovato con una racchetta da ping pong in mano ha potuto ben capire quanto sia determinante in questo sport avere buona coordinazione, rapidità di esecuzione dei movimenti, prontezza nei riflessi e una buona sensibilità nell’impatto con la pallina. In più, trattandosi di uno degli sport più veloci al mondo, è fondamentale riuscire ad esprimere nei brevi tempi di ciascuno scambio un elevato livello di reattività e tempismo nei movimenti, di concentrazione e di attenzione.
Il Tennis Tavolo è uno sport sia individuale e sia di squadra. Il giocatore può quindi raggiungere degli obiettivi personali e contemporaneamente confrontarsi e vivere delle esperienze di gruppo (come nel caso dei tornei di doppio).

Racchetta e impugnatura
La grandezza, la forma e il peso della racchetta non sono regolamentate. Però tutte le racchette in commercio sono simili. Per i principianti si raccomandano quelle costruite con un legno non troppo rigido che permette di controllare meglio la pallina durante il tiro.
I diversi modi di impugnare la racchetta (diritto concavo o anatomico) non influenzano il gioco. Una buona impugnatura permette di trasmettere in modo ottimale forza e precisione alla pallina. Ai principianti si sconsiglia di utilizzare racchette che presentano una superficie ricoperta di gomma nera alta circa 1,5 mm e che può essere utilizzata con successo invece da ottimi giocatori esperti, in grado di gestire l’elevato attrito. A chi si cimenta per le prime volte si raccomanda quindi una racchetta in cui sia applicata una gomma di colore rosso (con minor attrito) su entrambi i lati.

Un po’ di storia…
Storicamente, per quanto riguarda lo stile, sono andati affermandosi due filoni:
- la Scuola d’Oriente, sviluppatasi in Asia già dalla fine del XIX secolo, prima in Cina e successivamente in Giappone; la caratteristica principale che la contraddistingue riguarda il modo di impugnare la racchetta denominato a penna poiché ricorda il modo di afferrare la penna per scrivere. Infatti il manico della racchetta viene impugnato nell’incavo della mano tra pollice e indice.
- la Scuola d’Occidente ha origine in Europa; si caratterizza per una impugnatura con tre dita sul manico, l’indice sulla gomma di uno dei lati della racchetta, il pollice su quella dell’altro. Questa impugnatura consente di colpire la pallina sia col dritto che col rovescio. Nel 1926 è nata la prima federazione internazionale di Tennis Tavolo, la “I.T.T.F.”, per opera del tedesco George Lehmann. Nello stesso anno, a Londra, venne disputato il primo Campionato Mondiale. Le più importanti scuole europee si trovano attualmente in Germania, Svezia, Francia, seguite da Russia , Ungheria e Romania.
A parte rare eccezioni, i Campionati Mondiali di Tennis Tavolo sono stati vinti da atleti asiatici e la Cina è la nazione che a livello mondiale detiene il maggior numero di praticanti, seguita dal Giappone e dalla Corea.
In Italia questo sport è stato regolamentato nel 1960 in occasione dell’Assemblea Generale in cui è stato costituito un apparato organizzativo. Nel 1979 il C.O.N.I. ha riconosciuto formalmente la Federazione Italiana Tennis Tavolo (F.I.Te.T.) al pari di federazioni sportive popolari.

Principali regole di gioco
- Ogni scambio comincia con il servizio in cui la pallina deve rimbalzare nel campo di entrambi i giocatori
- In ogni scambio è necessario rinviare la pallina con la racchetta nel campo avversario
- Il gioco comincia quando la pallina si stacca dalla mano del giocatore che compie il servizio
- Un incontro si svolge in cinque partite; vince chi si aggiudica tre set su cinque.
- Ogni incontro si conclude quando si raggiungono gli 11 punti
- In caso di 10 pari è necessario vincere con due punti di scarto
- Si ottiene il punto quando l’avversario non effettua un servizio valido, quando manca o sbaglia un rinvio, quando la pallina viene colpita senza che essa abbia rimbalzato una volta nel proprio campo (colpo tirato al volo)
- È considerato fallo quando la pallina rimbalza due o più volte nel proprio campo, la pallina viene colpita con qualcosa che non sia la racchetta o dalla mano che la tiene.
- Si commette fallo anche quando il giocatore tocca la rete, tocca il tavolo con la mano libera oppure sposta il tavolo di gioco.

Il servizio
Colui che inizia il gioco e serve, deve fare rimbalzare la pallina in un determinato rettangolo del campo avversario dopo che la pallina ha superato la rete. Chi batte effettua due servizi di seguito e poi lo cede all’avversario e così fino a fine partita. Se la palla tocca la rete prima di rimbalzare nel campo avversario occorrerà ripetere il servizio.

Il “Let”
Da non confondere con il termine “Net”. Quando si effettua il servizio, è necessario far rimbalzare la pallina in un determinato rettangolo del tavolo di gioco avversario e per far questo, come già detto, ci sono due possibilità. Esiste un’eccezione quando la palla tocca il nastro bianco della rete, che determina la ripetizione del servizio senza togliere le due possibilità di cui si è detto prima. Il termine “Let” sembra essere quello più corretto, proveniente dall’espressione inglese “Let’s play again” cioè “rigiochiamola”.

Il doppio
Nel gioco del doppio più che gli aspetti tecnici del singolo giocatore sono indispensabili alcune qualità di squadra, quali il sincronismo dei movimenti della coppia finalizzato anche a non recare disturbo al compagno nell’alternanza dei colpi. La combinazione migliore di una coppia di tennistavolisti è data da un mancino e un destromane, poiché ciò consente un minore tempo per effettuare gli spostamenti al fine della migliore posizione di tiro ideale.

Le regole del doppio sono del tutto identiche al singolo:
• È obbligatorio battere il servizio dalla parte destra del proprio campo inviando la pallina nella parte destra del campo avversario.
• I giocatori di una coppia devono alternarsi in uno scambio ribattendo la pallina una volta per uno.
• Nel caso le coppie raggiungano entrambe i 10 punti il servizio è ridotto ad un servizio solo. Vince la coppia che raggiunge per prima un vantaggio di due punti sull'avversaria.

Il buon pongista
I giocatori che hanno raggiunto un buon livello tecnico riescono a colpire la pallina in modi diversi, variando all’ultimo istante l’angolo oppure la velocità con cui effettuano il tiro.

Colpi a rotazione
Nei tre disegni qui sotto si possono visualizzare diverse modalità di infondere alla pallina un determinato senso di rotazione a seconda del modo in cui viene colpita. Si distinguono tre tipi di rotazione.
1. Colpi (quasi) senza rotazione: in cui la pallina è colpita perpendicolarmente rispetto alla sua direzione di movimento (attacco, allround e difesa)
2. Colpi con rotazione in avanti: in cui la pallina è colpita nella sua metà superiore effettuando un movimento con la racchetta dal basso verso l’alto e in avanti (topspin)
3. Colpi con rotazione all’indietro: in cui la pallina è colpita nella sua metà inferiore effettuando un movimento con la racchetta verso il basso.

Posizione di base
Per essere in grado di rispondere in maniera ottimale al servizio occorre innanzitutto assumere la corretta posizione di base. Il pongista si deve posizionare a circa 50 cm dal bordo del tavolo, in appoggio sulla punta dei piedi e con le gambe divaricate (la distanza tra i piedi corrisponde alla larghezza delle spalle). Se il giocatore impugna la racchetta con la mano destra, posizionerà il piede destro leggermente all’indietro

Il gioco di gambe
Per eseguire un colpo ottimale il giocatore dovrebbe sempre guardare sia la pallina sia l’avversario; ciò gli permette di anticipare le intenzioni di quest’ultimo e di reagire rapidamente, ridefinendo continuamente la posizione in campo.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Simone Moro e Tamara Lunger: l'alpinismo come sfida estrema ai propri limiti

Missione: quasi impossibile. Eppure Simone Moro, che ha condotto spedizioni in zone impervie e remote della Terra e detiene il record di ascensioni nella stagione invernale su quattro delle vette oltre gli ottomila metri, è riuscito a stupire ancora con la sua ultima impresa in Siberia. A...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato