Menu Fitness e Sport

LA CAVIGLIA 

L'articolazione tibio-tarsica è un’ articolazione assai esposta al rischio di lesioni acute al complesso legamentoso sia interno (mediale) che esterno (laterale).


Articolazione tibio-tarsica

L’articolazione è composta dal complesso tibio-peroneale entro cui bascula, nei movimenti di flesso estensione e rotazione del piede, l’astragalo.

(Clicca sui disegni per visualizzare i movimenti)

Movimenti articolari dell'articolazione tibio-tarsica

La stabilità e la congruità articolare di queste ossa durante l’esecuzione del movimento è assicurata dall’integrità di questi complessi legamentosi.

Distorsione

La distorsione di caviglia produce un danno legamentoso, più o meno complesso a seconda del numero di legamenti coinvolti, la cui estensione e gravità viene quantificata in tre gradi.

Legamenti dell'articolazione tibio-tarsica superiore

In seguito al trauma comparirà una marcata tumefazione della regione malleolare colpita, accompagnata da vivo dolore che spesso impedisce l’appoggio del piede a terra.

Pubblicità
Nelle distorsioni di I grado spesso basta il riposo articolare , integrato da terapia anti infiammatoria, seguito da cicli di terapia fisica (ionoforesi, laser) e fisiocinesiterapia; la ripresa dell’attività sportiva sarà consentita a quadro clinico risolto. Nelle lesioni di II grado in cui la compromissione dell’integrità legamentosa è più grave rispetto al precedente è opportuno procedere ad immobilizzazione per 4 settimane, a cui seguirà un intenso programma riabilitativo. Le lesioni di III grado, ovvero la rottura completa del legamento, prevedono la terapia chirurgica seguita da periodo di immobilizzazione.

Tendinopatie

Come per  le articolazioni della spalla e del gomito, anche i singoli tendini possono sviluppare processi patologici degenerativi legati al sovraccarico funzionale.

Tendine d'Achille

E’ il robusto tendine che si inserisce sul calcagno originando dai muscoli della loggia posteriore della gamba; esso ha il compito di trasmettere la forza originata da tali muscoli allo scheletro ed è implicato costantemente durante la deambulazione, la corsa ed il salto. Esistono, come nel caso della cuffia dei rotatori, delle strutture che si interpongono tra osso e tendine per diminuire l’attrito durante il movimento chiamate borse; esse possono andare incontro a fenomeni irritativi satelliti dell’infiammazione tendinea.

Il sintomo principale è il dolore lungo il decorso del tendine, talora avvertito nella regione calcaneare, inizialmente legato allo sforzo atletico ed in seguito presente anche a riposo.

Spesso si accompagna edema dei tessuti peritendinei ed irritazione delle borse lungo il tendine con deformazione del normale profilo anatomico ed apparente scomparsa dei margini del tendine stesso. 

Un ruolo importante nella tendinite del tendine d'achille giocano le calzature, il fondo su cui si pratica l’attività sportiva, la conformazione anatomica del piede e la coordinazione del movimento.

Diagnosi La diagnosi, oltre che sull’esame clinico, si basa su indagini radiografiche, per escludere alterazioni ossee che sostengano la patologia, e su indagini ecografiche che documentino il grado di lesione del tendine.

Terapia La terapia, oltre al riposo articolare, consta di somministrazione di antinfiammatori, terapia fisica (ultrasuoni), fisiokinesiterapia, talora la prescrizione di particolari ortesi atte a tutelare da sollecitazioni il tendine. La terapia chirurgica viene riservata ai casi di cronicizzazione della patologia in cui vi sia necessità di asportare il tessuto degenerato.

Tendinite dei peronieri e del tibiale posteriore

Interessa robusti tendini che dalla loggia posteriore della gamba si inseriscono sul piede rispettivamente al lato esterno ed al lato interno della caviglia, passando sotto i rispettivi malleoli. La loro funzione è di stabilizzazione e flessione plantare del piede durante il cammino, la corsa ed il salto; le cause d’irritazione sono per la gran parte simili a quelle che colpiscono il tendine d’Achille. Il segno clinico è il dolore durante l’attività sportiva accompagnato a volte da tumefazione delle regioni sottomalleolari.

Diagnosi

La diagnosi si basa sulla visita clinica integrata da esame radiografico ed ecografico.

Terapia

La terapia consiste in riposo funzionale, antinfiammatori, fisiokinesiterapia ed eventuali ortesi.

Fascite plantare

Il termine indica l’irritazione di una spessa tela fibrosa che decorre lungo la pianta del piede e si chiama aponeurosi plantare. 


Aponeurosi plantare

Pubblicità

Colpisce prevalentemente atleti amatoriali oltre i quarantenni d’età che pratichino corsa e tennis. Riconosce un sovraccarico funzionale associato soventemente ad alterazioni degenerative ossee (artrosi).

Il dolore, avvertito in sede plantare soprattutto alla flessione delle dita, in fase iniziale regredisce con il semplice riposo. Quando cronicizza esso diviene persistente rendendo difficoltosa la deambulazione; in questa fase diviene necessario l’uso di terapia farmacologia, fisica (ultrasuoni) ed eventuale ortesi.

L’intervento chirurgico sull’aponeurosi viene riservato ai casi ribelli alla terapia.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Siete sportivi? Attenzione a infortuni e dolori cronici: ecco disciplina per disciplina i più diffusi

Non solo chi pratica sport a livello agonistico è soggetto a infortuni e usura della struttura muscolo-scheletrica, anche chi è appassionato di sport e si dedica ad allenamenti intensi e ripetuti, può incorrere nel pericolo di traumi o di dolori che con il tempo diventano...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Contro la dipendenza da Internet, fatti una risata

Scritto il 24 May 2016 da Alberto&Alberto

Un incontro a Roma ha segnato il momento conclusivo di un percorso educativo dedicato al Benessere Digitale, nel quale sono stati coinvolti anche alcuni artisti del Web per raccontare, in modo ironico e divertente, la "dipendenza da Internet".

Pillole di benessere

L'Europa riconosca l'obesità!

Scritto il 20 May 2016 da Welly

Tra i Paesi europei, il solo Portogallo ha riconosciuto all'obesità il carattere di malattia cronica. Alla vigilia della Giornata Europea dell'Obesità, un appello per il riconoscimento da parte dell'Europa intera, premessa per un maggiore impegno sul fronte della prevenzione, cura e assistenza.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente
Offerta del mese

Oscar Neo da 1000. L'Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo!
L'estrattore di succo vivente Oscar Neo è l'ultimo e più moderno estrattore di succo a freddo. Oscar Neo DA 1000 mantiene le caratteristiche dei modelli precedenti, quali un singolo rotatore-tritatore, un sistema di estrazione a tre fasi, e una spremitura a freddo che mantiene vive le sostanze nutrienti fino a 48 ore dopo la spremitura. Inoltre con questo estrattore è possibile anche macinare, fare gelati, pasta, spaghetti e molto altro ancora.Da oggi Nuovi Colori DISPONIBILI!! Rosso-Nero-Cromo


Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Color ecrù
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole

Altezza:63 cm
Larghezza:45 cm
Profondità:50 cm



Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2016 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.