Menu Fitness e Sport
Sei in:   benessere.com / Fitness e Sport / Traumi_da_sport / Mal di gambe

MAL DI GAMBE

Chiunque ha provato l'esperienza del mal di gambe che tipicamente si accusa nei giorni successivi ad un forte impegno muscolare, come nel caso di una lunga gita in montagna. Il male si protrae per qualche giorno e può essere così forte da ostacolare gravemente il movimento e portare a situazioni ove il controllo motorio dell'arto inferiore è così incerto da rappresentare causa di distorsioni.

Il male va ricondotto non all'impegno muscolare durante la salita, ma alle specifiche condizioni di lavoro dei muscoli durante la discesa. Infatti, durante la discesa i muscoli delle gambe sono impegnati in una modalità di contrazione definita come "contrazione-allungamento". E' facile verificare questa condizione ponendo una mano sul quadricipite della gamba che si appoggia su un gradino quando si scendono le scale: il muscolo si contrae e contemporaneamente, tenuto conto che il ginocchio si flette, si allunga. La modalità di "contrazione-allungamento" comporta lo sviluppo di forze molto elevate nel ventre muscolare che sono causa di lesioni e microtraumi.

L'entità delle lesioni è variabile: da una frammentazione e disorganizzazione della trama macromolecolare, sino alla vera e propria rottura (strappo) delle cellule muscolari le quali vanno incontro ad un processo di necrosi, esse cioè muoiono. Al loro posto si forma un tessuto di riparazione, detto tessuto cicatriziale, e pertanto si verifica una perdita netta di componente muscolare. Il mal di gambe quindi, non ha nulla a che vedere con l'accumulo di acido lattico, un metabolita che può accumularsi rapidamente nei muscoli (e nel sangue), ma che altrettanto rapidamente viene rimosso. 

Microlesioni e recupero

Un recente studio ha caratterizzato l'entità delle microlesioni muscolari mettendole in relazione alle capacità prestative dei muscoli stessi nei maschi e nelle femmine. 

Lo studio prevedeva un protocollo di sovraccarico finalizzato ad indurre microlesioni. Al soggetto veniva successivamente chiesto di quantizzare il dolore: è interessante e relativamente semplice la tecnica usata la stima del dolore che, trattandosi di una sensazione soggettiva, non è facilmente traducibile in numeri. Il metodo si basa sul mostrare al soggetto un segmento graduato da 0 a 10: al soggetto viene chiesto di segnare un punto sul segmento corrispondente all'intensità del dolore (0 nessun dolore, 10 massimo dolore). Così si realizza, su una scala graduata, una trasformazione di un segnale da analogico a digitale. Veniva inoltre misurata la capacità dei muscoli di sviluppare forza prima e successivamente alle microlesioni. 

Pubblicità
Nei maschi, le microlesioni causano una riduzione del 14% della forza massima la quale ritorna al valore normale dopo circa 4-5 giorni. Presumibilmente questa riduzione include una componente inibitoria legata al dolore che impedisce al soggetto di sviluppare la massima forza, infatti l'entità delle microlesioni è troppo limitata per giustificare la riduzione di forza. Simile era la riduzione della massima velocità con cui i muscoli sviluppano forza, anche se questa aumentava rispetto al normale dopo soli 4 giorni dalle microlesioni . Si interpreta questo dato come un preciso effetto allenante riconducibile ad una facilitazione dell'attivazione neuro-muscolare. 

Nelle donne, in seguito a microlesioni, la forza massima si riduce in modo paragonabile ai maschi. Non si verifica invece alcuna variazione della velocità di generazione della forza e pertanto nessun effetto allenante in termini di attivazione neuro-muscolare. (Si noti che nelle donne, la forza massima è mediamente inferiore del 42% rispetto ai maschi, e la massima velocità di sviluppo di forza di ben il 55%)

In conclusione, il "mal di gambe" malgrado possa essere fastidioso alquanto, non sembra essere un grave problema, non solo, ma dopo pochi giorni, in particolare nei maschi, i muscoli sembrano essere più efficaci nel processo di sviluppo della forza.  

...niente paura quindi per le gite di quest'estate.

Referenza:
Borsa P.A. e E.L. Sauers. "The importance of gender on myokinetic deficits before and after microinjury"Med. Sci. in Sports and Exercise.32 (5); 891-896, 2000.

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Siete sportivi? Attenzione a infortuni e dolori cronici: ecco disciplina per disciplina i più diffusi

Non solo chi pratica sport a livello agonistico è soggetto a infortuni e usura della struttura muscolo-scheletrica, anche chi è appassionato di sport e si dedica ad allenamenti intensi e ripetuti, può incorrere nel pericolo di traumi o di dolori che con il tempo diventano...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Contro la dipendenza da Internet, fatti una risata

Scritto il 24 maggio 2016 da Alberto&Alberto

Un incontro a Roma ha segnato il momento conclusivo di un percorso educativo dedicato al Benessere Digitale, nel quale sono stati coinvolti anche alcuni artisti del Web per raccontare, in modo ironico e divertente, la "dipendenza da Internet".

Pillole di benessere

Stress e psoriasi, una relazione pericolosa

Scritto il 27 maggio 2016 da Welly

In un Congresso di dermatologia in corso a Genova, si parla del ruolo svolto dallo stress nell'insorgenza della psoriasi: una malattia ancora sottovalutata ma di cui soffrono ben 2,5 milioni di persone in Italia.

Offerta del mese
Original Mysa - Tappetino chiodato Svedese
Offerta del mese

L'autentico tappetino chiodato svedese Mysa. Ci si stende su di esso possibilmente sulla schiena nuda, a casa propria, dai 20 ai 50 minuti, in base al trattamento da eseguire. I benefici sono quelli della agopressione cutanea non invasiva: ovvero stimola il rilascio di endorfine, con naturale effetto analgesico, ed esercita una profonda e piacevolissima azione miorilassante e de-contratturante delle tensioni muscolari. Stimola inoltre la circolazione sanguigna. Per ottenere cio', su di esso sono distribuiti, secondo precisi studi sulle aree sensibili del nostro corpo 210 elementi plastici circolari creati con uno speciale design, contenenti ciascuno 33 punte piramidali bilanciate che esercitano una pressione.




Vedi prodotto

Novità
Sedia ergonomica naturale - Color ecrù
Novit del mese

La sedia ergonomica professionale ideale chi svolge un lavoro sedentario: comoda e discreta, aiuta a mantenere la posizione corretta della spina dorsale, l'inclinazione è regolabile. La seduta è di alta qualità con imbottitura INDEFORMABILE e tessuto di ricopertura molto resistente. Le imbottiture sono sagomate per offrire un supporto confortevole

Altezza:63 cm
Larghezza:45 cm
Profondità:50 cm



Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2016 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato

Società con unico socio, soggetta all’attività di direzione e coordinamento di GUADAFIN s.r.l.