Menu Psicologia
Sei in:   benessere.com / Psicologia / Ansia / Attivazione

ATTIVAZIONE e RILASSAMENTO

Introduzione

Lo sforzo ed il recupero hanno una funzione determinante nella vita di ognuno. Infatti l'esperienza quotidiana sembra confermare che la vita si svolge tra i poli del sonno e della veglia, dell'attività e della passività, della tensione e del rilassamento. Le diverse dimensioni dello stato psicofisico dell'individuo come eccitazione-inibizione, piacere-avversione, tensione-acquietamento, possono essere ricondotte a due fondamentali condizioni: attivazione e rilassamento. L'attivazione ed il rilassamento, da un punto di vista fenomenologico, sono considerati distinti oggetti di ricerca, nonostante siano valutati come i poli opposti di uno stesso continuum.

ATTIVAZIONE

Lo sviluppo metodologico e teorico della psicofisiologia risulta strettamente commesso allo studio dell'attivazione: lo scopo centrale di tale disciplina risulta infatti essere lo studio delle relazioni tra gli stati psicologici ed i processi fisiologici in condizioni di eccitazione. Il costrutto teorico di attivazione si è sviluppato attraverso i concetti di stress, di arousal e dell'emozione.


In modo molto riduttivo, una eccessiva attivazione viene considerata come la principale causa delle malattie psicosomatiche legate allo stress. L'organismo infatti, è dotato di complessi sistemi funzionali che si adattano alle variazioni delle condizioni esterne ed interne, al fine di mantenere uno stabile equilibrio (omeostasi). Lo stato di attivazione si origina ogniqualvolta l'organismo si trova minacciato da un evento considerato pericoloso. In quest'ottica l'attivazione risulta essere la reazione generalizzata di un sistema che deve fronteggiare una variazione delle condizioni preesistenti. Lo stress coinciderebbe ad uno stato di iper-attivazione non adattivo ; infatti la connotazione negativa del termine stress, deriva dal fatto che uno stato attivato prolungato o/e eccessivo porta come naturale conseguenza ad una fase di esaurimento o scompenso, spesso associato ad una condizione patologica dell'organismo o delle psiche.

Sono due i livelli di analisi della psicofisiologia dell'attivazione:

  • fisiologico
  • comportamentale-psicologico

Diversi processi di attivazione possono essere descritti:

  • il processo che regola il ciclo sonno-veglia
  • quello che regola l'attivazione generale (tonica)
  • quello che controlla l'attivazione localizzata (fasica)
  • infine, quello che seleziona l'informazione rilevante da quella irrilevante-distraente (attenzione selettiva)

Neurofisiologia dell'attivazione e dello stress

La risposta di attivazione psicofisica viene definita come l'insieme delle trasformazioni (fisiologiche e comportamentali) che avvengono in una determinata condizione di stimolazione. Gli stimoli, che determinano uno stato di stress (stressori), vengono codificati dai vari organi sensoriali che fungono da trasformatori di eventi fisici in segnali elettrici. Le informazioni così codificate raggiungono e attivano la formazione reticolare del tronco dell'encefalo.

Pubblicità
Questa struttura neuronale attribuisce la componente quantitativa dell'attivazione determinata dallo stressore. L'azione eccitatoria diffusa di tale struttura raggiunge anche il cosiddetto sistema limbico la cui funzione è invece, quella di attribuire la componente qualitativa-emozionale dello stimolo. Mediante questo complesso sistema l'informazione dello stressore, caratterizzata da una specifica intensità e qualità, viene trasmessa all'ipotalamo ed alla corteccia associativa prefrontale.
L'ipotalamo viene definito il centro della regolazione neuro-vegetativa (che modula per esempio il muscolo cardiaco, i vasi sanguigni, il tratto gastrointestinale, le ghiandole esocrine, ecc.), e neuro-endocrina (che controlla le funzioni ormonali). La corteccia prefrontale invece, controlla le risposte motorie-somatiche, ad esempio la reazione di fuga o di attacco.

La reazione di attivazione si manifesta fisiologicamente come:

  1. aumento della frequenza respiratoria
  2. aumento del consumo di ossigeno
  3. aumento della frequenza cardiaca
  4. diminuzione della resistenza cutanea (determinata da un aumento della sudorazione)
  5. aumento del tono della muscolatura scheletrica
  6. vasocostrizione periferica
  7. aumento della desincronizzazione dell'elettroencefalogramma (EEG) cioè, aumento delle frequenze e diminuzione delle ampiezze delle onde

RILASSAMENTO

Il rilassamento, psicofisiologicamente può essere definito come:

  • l'opposto o l'assenza di attivazione
  • lo stato psicofisisiologico posizionato sul valore di base convenzionale nel continuum di attivazione-disattivazione.

Il rilassamento quindi non può essere considerato ciò che nelle ricerche sull'attivazione si definisce fase di riposo.

Il rilassamento può essere definito come l'insieme di caratteristiche reazioni registrabili a livello fisiologico come:

  1. rallentamento della frequenza respiratoria e regolarizzazione dei cicli respiratori
  2. riduzione del consumo di ossigeno
  3. rallentamento della frequenza cardiaca
  4. aumento della resistenza cutanea
  5. diminuzione del tono della muscolatura scheletrica
  6. vasodilatazione periferica
  7. aumento della sincronizzazione dell'EEG cioè, aumento della percentuale di onde alfa

La caratteristica fisiologica della reazione di rilassamento consiste fondamentalmente in un abbassamento generale dell'intensità di eccitazione della componente simpatica del sistema nervoso autonomo ed in un aumento dell'attività della componente parasimpatica che si manifesta attraverso:

  • variazione delle funzioni autonome (diminuzione pressione arteriosa e della frequenza cardiaca, riduzione del diametro pupillare, diminuzione della sudorazione e aumento dell'attività motoria e secretoria del sistema gastrointestinale).
  • variazioni nervose centrali (aumentate sincronizzazioni dell'EEG e ipotonia della muscolatura scheletrica).
  • variazione del comportamento, del vissuto e della coscienza (inattività, obnubilamento e stato ipnagogico).

Le complesse reazioni fisiologiche che si manifestano durante il rilassamento non devono essere confuse con quelle caratteristiche del sonno. L'insieme delle risposte che costituiscono lo stato rilassamento sono opposte rispetto alle reazioni di emergenza tipiche dei riflessi di lotta e di fuga. Il rilassamento si identifica quindi attraverso una riduzione della prontezza di eccitazione del tono simpatico.

A livello psicologico il rilassamento si manifesta mediante:

  1. sensazione soggettiva di tranquillità e distensione
  2. diminuzione della vigilanza
  3. marcata indifferenza di fronte a stimoli interni ed esterni

Neurofisiologia del rilassamento

Durante lo stato di rilassamento si può quindi registrare una riduzione dell'attività della formazione reticolare e un equilibrio tra il sistema reticolare (intensità) e quello limbico (qualitativo-emozionale).

Infine lo stato di rilassamento non consiste nel ridurre al massimo le funzioni fisiologiche, bensì nel mantenere una condizione di equilibrio della loro interazione.

Video consigli di psicologia

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni lunedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono i rapporti di coppia, le ansie, i problemi di autostima, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Fake news: perché ci condizionano?

L'informazione online è ampia e variegata. Sempre più gli utenti che navigano alla ricerca di risposte, soprattutto in ambito medico, hanno a che fare con siti che raccolgono notizie e responsi di ogni genere. La difficoltà, in questo mare di informazioni, è selezionare...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Dislessia: dalle neuroscienze nuovi studi per la diagnosi e la riabilitazione

Oggi la dislessia è un disturbo sempre più indagato e seguito a livello pedagogico, tanto che la maggior sensibilità da parte degli insegnanti può portare ad un eccesso di diagnosi, che di conseguenza può portare a errori nella scelta delle terapie, identificando...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Al mercato, allegria e benessere

Scritto il 17 April 2018 da Alberto&Alberto

Una passeggiata in un qualsiasi mercato rionale è una sana iniezione di allegria. E ci racconta lo spirito di una città e di coloro che la abitano.

Pillole di benessere

Contro l’ictus, misuriamo la pressione

Scritto il 30 March 2018 da Welly

Aprile è il mese di prevenzione dall’ictus; un’occasione per ricordare come il controllo periodico della pressione sia fondamentale a causa del ruolo rappresentato dall’ipertensione come fattore di rischio. 

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato