Menu Psicologia
Sei in:   benessere.com / Psicologia / Articoli vari / I disturbi / Disturbo condotta

IL DISTURBO DELLA CONDOTTA

A cura di Barbara Celani,
Psicologia in Movimento

Caratteristica fondamentale del Disturbo della Condotta, secondo il DSM IV, è una modalità di comportamento ripetitiva e persistente in cui i diritti fondamentali degli altri oppure le norme o le regole della società appropriate per l'età adulta vengono violate (Criterio A).
Tali comportamenti si possono così raggruppare:
- condotta aggressiva che causa o minaccia danni fisici ad altre persone o ad animali (Criteri A1-A7);
- condotta non aggressiva che causa perdita o danneggiamento della proprietà (Criteri A8-A9), frode o furto (Criteri A10-A12), e gravi violazioni di regole (Criteri A13-A15).
Tre (o più) comportamenti caratteristici devono essere stati presenti durante i 12 mesi precedenti, con almeno 1 comportamento presente nei 6 mesi precedenti. L'anomalia del comportamento causa compromissione clinicamente significativa del funzionamento sociale, scolastico, o lavorativo (Criterio B).

Nel caso in cui non vengano soddisfatti i criteri per il Disturbo Antisociale di Personalità (Criterio C), il Disturbo della Condotta può essere diagnosticato in soggetti che hanno più di 18 anni. La modalità di comportamento è solitamente presente in diversi ambiti - casa, scuola, comunità - ma è spesso minimizzata dai soggetti stessi: alcuni comportamenti potrebbero anche non venire notati.

Pubblicità
I bambini o gli adolescenti con questo disturbo possono mostrare un comportamento prepotente, minaccioso, o intimidatorio (Criterio A1); dare inizio frequentemente a colluttazioni fisiche (Criterio A2); usare un'arma che può causare seri danni fisici (per es., un bastone, una barra, una bottiglia rotta, un coltello, o una pistola) (Criterio A3); essere fisicamente crudeli con le persone (Criterio A4) o con gli animali (Criterio A5); rubare affrontando la vittima (per es., aggressione a scopo di furto, scippo, estorsione, o rapina a mano armata) (Criterio A6); oppure forzare un'altra persona all'attività sessuale (Criterio A7). L'aggressione può assumere la forma di stupro, violenza, o, in rari casi, omicidio.
La distruzione deliberata dell'altrui proprietà è una tipica caratteristica di questo disturbo, e può includere l'incendio deliberato con intenzione di causare seri danni (Criterio A8) o distruzione deliberata della proprietà altrui in altri modi (per es., spaccare i vetri delle macchine, vandalismo a scuola) (Criterio A9).
La frode o il furto sono comuni e possono includere la penetrazione in proprietà altrui (Criterio A10); menzogne per ottenere vantaggi o evitare debiti od obblighi (per es., raggirare altre persone) (Criterio A11); o rubare articoli di valore senza affrontare la vittima (per es., furti nei negozi, falsificazioni) (Criterio A12).
Tipicamente, i soggetti affetti da questo disturbo commettono anche gravi violazioni di regole (per es., scolastiche, familiari). I ragazzi, un particolare, spesso hanno l'abitudine, che esordisce prima dei 13 anni, di stare fuori fino a tarda notte nonostante le proibizioni dei genitori o di non tornare affatto (Criteri A13 e A14). Per essere considerato un sintomo di Disturbo della Condotta, la fuga deve essersi verificata almeno 2 volte (o solo una volta se il soggetto non è tornato per un lungo periodo). Gli episodi di fuga che avvengono come diretta conseguenza di maltrattamento fisico o sessuale non soddisfano tipicamente questo criterio. I ragazzi con questo disturbo possono spesso ‘marinare’ la scuola, iniziando a farlo prima dei 13 anni di età (Criterio A15). Nei soggetti più grandi, questo comportamento si manifesta con frequenti assenze dal lavoro senza motivazioni valide.

Sottotipi
I soggetti con il Tipo ad Esordio nella Fanciullezza presentano i primi segni del disturbo prima dei 10 anni di età e sono di solito maschi, mostrano di frequente aggressioni fisiche contro altri, hanno relazioni disturbate con i coetanei, possono aver avuto un Disturbo Oppositivo Provocatorio nella prima fanciullezza. Questi soggetti hanno maggiori probabilità di avere un Disturbo della Condotta persistente e di sviluppare un Disturbo Antisociale di Personalità rispetto ai soggetti con Tipo ad Esordio nell'Adolescenza. Questi ultimi non presentano sintomi fino ai 10 anni di età e hanno probabilità inferiori di manifestare comportamenti aggressivi e tendono ad avere relazioni maggiormente adeguate con i compagni, sebbene essi mostrino spesso problemi di condotta in compagnia di altri.

Come si presenta
Persone con diagnosi di Disturbo della Condotta presentano spesso empatia e attenzione scarse per sentimenti, bisogni, diritti altrui e possono interpretare i comportamenti degli altri come minacciosi: ciò rende “giustificata”, ai loro occhi, un’aggressione. Generalmente non sperimentano sensi di colpa per le proprie azioni, oppure mostrano un falso rimorso per evitare punizioni. I soggetti con tale disturbo accusano facilmente gli altri e presentano bassa autostima, rabbia, scarsa tolleranza alle frustrazioni e spesso una intelligenza al di sotto della media. Può accadere che si presentino molto precocemente condotte sessuali, uso di alcool, droghe, fumo, spericolatezza, problemi di adattamento con conseguenti difficoltà nel mondo scolastico e lavorativo, una maggiore esposizione a incidenti, malattie sessuali, gravidanze indesiderate, risse.
Indubbiamente, per effettuare una diagnosi di Disturbo della Condotta, è necessario tener conto del contesto culturale, ambientale, sociale in cui il soggetto vive: alcuni dei comportamenti descritti per tale disturbo possono essere considerati normali o addirittura incoraggiati in contesti poveri o pericolosi o in certe culture.
Il Disturbo della Condotta, specie il Tipo ad Esordio nella Fanciullezza, è molto più comune nei maschi e generalmente si manifesta con aggressività fisica, furto, vandalismo e problemi di disciplina scolastica. Le femmine con una diagnosi di Disturbo della Condotta mostrano con maggiori probabilità menzogne, assenze da scuola, fughe, uso di sostanze, e prostituzione.
Il Disturbo della Condotta può anche essere associato con uno o più dei seguenti disturbi mentali: Disturbi dell'Apprendimento, Disturbi d'Ansia, Disturbi dell'Umore, e Disturbi Correlati a Sostanze.

Diagnosi differenziale
I soggetti con Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività presentano spesso comportamenti impulsivi e dirompenti, ma ciò non viola di per sé le norme societarie appropriate per l'età e quindi di solito non soddisfa i criteri per il Disturbo della Condotta. Se vengono soddisfatti i criteri per entrambi i disturbi, si dovrebbero fare entrambe le diagnosi.
Sebbene il Disturbo Oppositivo Provocatorio abbia caratteristiche comuni al Disturbo della Condotta, come ad esempio il mancato rispetto dell’autorità, esso non include la modalità persistente delle forme più gravi di comportamento, in cui vengono violati i diritti fondamentali altrui o le regole considerate appropriate per l'età. Quando la modalità di comportamento del soggetto soddisfa i criteri di entrambi i disturbi, la diagnosi di Disturbo della Condotta ha la precedenza e il Disturbo Oppositivo Provocatorio non viene diagnosticato.
In un Episodio Maniacale, si osservano irritabilità e problemi di condotta, ma hanno, appunto, carattere episodico e sono presenti altri sintomi peculiari. È possibile, comunque, effettuare la doppia diagnosi di Disturbo della Condotta e di Disturbo Bipolare.
In generale, il Disturbo della Condotta viene diagnosticato solo se i problemi di condotta rappresentano una modalità ripetitiva e persistente associata con compromissione del funzionamento sociale, scolastico, o lavorativo.
Per i soggetti con più di 18 anni di età, una diagnosi di Disturbo della Condotta può essere fatta solo se non vengono soddisfatti anche i criteri per il Disturbo Antisociale di Personalità, la quale infatti, non può essere fatta a soggetti minorenni.

Pubblicità
Cause e trattamento
Sebbene sembra sia stata accertata una base genetica come condizione di maggiore vulnerabilità, sono i fattori di rischio ambientali (genitori depressi, assenti o rifiutanti, comportamenti antisociali, attaccamento insicuro, uso di sostanze in famiglia, aggressività, educazione incoerente, problemi di coppia, modelli di comportamento patologico, eventi stressanti, basso livello socioeconomico, famiglia numerosa) ad avere un ruolo molto significativo.
In un’ottica cognitivo-comportamentale, tra i fattori favorenti il disturbo ci sarebbero delle distorsioni cognitive, cioè veri e propri errori di interpretazione della realtà. In particolare, i soggetti affetti dal disturbo, tenderebbero ad interpretare alcuni stimoli come minacciosi perché influenzati dalla propria aspettativa: ciò comporterà un’attivazione neurovegetativa intensa, la quale, a sua volta potrebbe portare a scegliere una reazione violenta. Le reazioni dell’ambiente a tali comportamenti potrebbero risultare a loro volta aggressive, innescando dei circoli viziosi che rinforzano il comportamento e le distorsioni cognitive sottostanti.
Oltre ai problemi comportamentali, questi soggetti presentano delle alterazioni nei livelli di autostima, nelle capacità di autocontrollo emotivo e anche nei processi di elaborazione delle informazioni sociali.
Anche le cognizioni dei genitori e degli insegnanti sono importanti, a volte più di quelle dei ragazzi, anche se può essere difficile per i genitori mettersi in discussione relativamente ai propri comportamenti potenzialmente co-responsabili dell’instaurarsi del disturbo o, al contrario, non sperimentare eccessivi sensi di colpa che favorirebbero pratiche educative disfunzionali.
In generale, è necessario ricorrere ad interventi clinici integrati e personalizzati, che coinvolgano congiuntamente il bambino, i genitori e gli insegnanti e che rinforzino le condotte adeguate, scoraggiando invece, quelle inadeguate.

Bibliografia
- American Psychiatric Association (2000). DSM-IV-TR Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fourth Edition, Text Revision.Edizione Italiana: Masson, Milano.

Video consigli di psicologia

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni lunedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono i rapporti di coppia, le ansie, i problemi di autostima, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Fake news: perché ci condizionano?

L'informazione online è ampia e variegata. Sempre più gli utenti che navigano alla ricerca di risposte, soprattutto in ambito medico, hanno a che fare con siti che raccolgono notizie e responsi di ogni genere. La difficoltà, in questo mare di informazioni, è selezionare...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Dislessia: dalle neuroscienze nuovi studi per la diagnosi e la riabilitazione

Oggi la dislessia è un disturbo sempre più indagato e seguito a livello pedagogico, tanto che la maggior sensibilità da parte degli insegnanti può portare ad un eccesso di diagnosi, che di conseguenza può portare a errori nella scelta delle terapie, identificando...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Al mercato, allegria e benessere

Scritto il 17 April 2018 da Alberto&Alberto

Una passeggiata in un qualsiasi mercato rionale è una sana iniezione di allegria. E ci racconta lo spirito di una città e di coloro che la abitano.

Pillole di benessere

Contro l’ictus, misuriamo la pressione

Scritto il 30 March 2018 da Welly

Aprile è il mese di prevenzione dall’ictus; un’occasione per ricordare come il controllo periodico della pressione sia fondamentale a causa del ruolo rappresentato dall’ipertensione come fattore di rischio. 

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato