Menu Psicologia
Sei in:   benessere.com / Psicologia / Articoli vari / Gioco e musica

MUSICOTERAPIA E GIOCO D'AZZARDO

a cura di Maria Teresa Nardi

Improvvisazioni al pianoforte, dialoghi sonori e ascolto di musica rilassante sono i contenuti principali delle sedute di musicoterapia, a cui possono partecipare i giocatori d'azzardo patologici che decidono di intraprendere un programma terapeutico per guarire. Il gioco d'azzardo, infatti, nel 1980 è stato riconosciuto come una malattia mentale dall'Associazione degli Psichiatri Americani ed è classificato tra i Disturbi del Controllo degli impulsi nel Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders. Per guarire, dunque, è consigliato un percorso psicoterapico che può comprendere anche una serie di terapie complementari, quali la musicoterapia.

Il gioco d'azzardo

Il gioco d'azzardo affonda le sue radici nella storia e nella cultura di ogni popolo: troviamo notizie relative al gioco a partire dal 4000 a.C. nell'antico Egitto, in India, Cina e Giappone. La storia ci regala non solo testimonianze scritte riguardanti scommesse al gioco dei dadi, ma anche esempi di giocatori compulsivi famosi, come gli imperatori romani Caligola e Nerone e, in epoche più recenti, George Washington e Fjodor Dostoevskij, autore de Il giocatore scritto proprio per far fronte ai debiti di gioco. Oggi circa l'80% della popolazione adulta gioca: lotteria, lotto, totocalcio, scommesse sportive, bingo … giochi che per la maggior parte delle persone rappresentano un passatempo innocuo che non mette a repentaglio la vita familiare, lavorativa e sociale. Tuttavia, una minoranza di persone, circa il 4%, fa del gioco d'azzardo l'attività principale della vita: questi sono giocatori compulsivi o patologici.

Caravaggio, particolare tratto da I Bari, 1594.

Il giocatore d'azzardo patologico

Secondo lo psicologo Marvin Zuckerman dell'Università del Delaware, il giocatore patologico fa del gioco il centro della propria vita ; egli dipende dal gioco, in quanto è la sua unica fonte di ricreazione ed eccitamento . Il giocatore viene definito come un vero e proprio cercatore di emozioni in quanto alla base della patologia vi è la ricerca continua di novità, di stimoli eccitanti ed inusuali e la propensione a correre forti rischi per trovarli. Nel momento in cui si provano le emozioni e le sensazioni ricercate si altera lo stato di coscienza e si cade quasi in trance. Lo scopo del giocatore patologico, infatti, non è la vincita di denaro, bensì il raggiungimento di una esperienza emotiva eccitante. Oltre a ciò, nel Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders si trovano elencati altri sintomi che permettono di diagnosticare questa patologia: si annoverano ad esempio il coinvolgimento sempre crescente nel gioco d'azzardo, il bisogno di giocare somme di denaro sempre maggiori, il compiere azioni illegali per finanziare il gioco, l'affrontare inutili sforzi per tenere sotto controllo l'attività di gioco.

Pubblicità
La terapia

Il programma terapeutico a cui si possono sottoporre i giocatori d'azzardo patologici prevede un intervento multidisciplinare sul paziente, con lo scopo di sanare tutti gli aspetti della vita del soggetto, coinvolti negativamente dal gioco. Il Dott. Guerreschi, psicologo e psicoterapeuta, consiglia di avviare la terapia con una serie di colloqui che hanno lo scopo di costruire una motivazione al cambiamento, di gestire la resistenza e di rafforzarne l'impegno. Segue poi la fase psicoterapeutica che prevede terapie individuali, di coppia, di famiglia e di gruppo.

La musicoterapica

Nel trattamento psicoterapico per giocatori d'azzardo patologici rientra come terapia complementare anche la musicoterapia. L'inserimento del suono e della musica in questo percorso di guarigione permette ai giocatori di socializzare in modo sano, di elevare il tono dell'umore, di spostare l'attenzione su altro e soprattutto di distogliersi dalla fissazione del gioco. L'obiettivo dell'intervento musicoterapico, infatti, è proprio quello di togliere i pazienti dalla trance, di aiutarli a gestire la fissazione e il forte impulso che li induce a giocare e di controllare l'irrequietezza e l'irritabilità che si manifestano nel momento in cui smettono di giocare. Il percorso completo con la musicoterapia consta di dodici sedute articolate in tre diverse sezioni: un primo lavoro individuale con il giocatore, quindi una serie di sedute di gruppo, alternate ancora ad incontri individuali, ed una fase conclusiva, probabilmente la più difficile, che prevede il coinvolgimento dei familiari nel gruppo di malati.

Le sedute

Roberto Ghiozzi , musicoterapeuta - accreditato presso il dipartimento di Scienze dell'educazione dell'Università di Verona ove svolge attività di docenza ed è membro del Gruppo di Studi e Ricerca del Prof. Franco La Rocca della stessa Università - ha studiato ed organizzato i contenuti delle sedute, durante le quali si alternano momenti di rilassamento tramite l'ascolto di musica registrata, anche se nella maggior parte dei casi è preferibile quella prodotta dal musicoterapeuta stesso, il dialogo sonoro e l'improvvisazione al pianoforte a coda.
L'ascolto musicale per indurre il rilassamento ha lo scopo di migliorare il benessere psicofisico generale del giocatore; alcuni studi, infatti, hanno rilevato che un giocatore patologico è colpito da una serie di disturbi legati allo stress, come l'insonnia, l'ansia, la depressione, l'emicrania, l'ipertensione, problemi allo stomaco e alla pelle per citarne solo alcuni, poiché a questi vanno solitamente associati anche disturbi mentali. Il dialogo sonoro, invece, è una precisa tecnica musicoterapica, elaborata dal Dott. Mauro Scardovelli , attraverso la quale le persone interagiscono tra di loro mediante l'utilizzo del suono, della voce e del corpo; il dialogo sonoro è molto utile ai giocatori per individuare il problema originario che li ha condotti alla patologia, e offre loro l'occasione di esprimere le emozioni attraverso il suono, per giungere in modo creativo ad una soluzione positiva.
L'improvvisazione al pianoforte a coda permette di far distendere il giocatore sopra la grande cassa armonica dello strumento, ricchissima sorgente sonora, mentre il musicoterapeuta improvvisa, ricorrendo alla tecnica dell'improvvisazione clinica, tenendo conto cioè dello stato emotivo del paziente che diventa lo spartito da leggere. Al termine di ogni incontro i momenti più importanti vengono elaborati e verbalizzati assieme allo psicologo.

Nelle sedute di gruppo la terapia musicale continua con la respirazione ed il movimento corporeo per poi procedere ancora con il dialogo sonoro fra i partecipanti ed il musicoterapeuta. In queste sedute i giocatori improvvisano con la voce, con il corpo e con semplici strumenti musicali; è sicuramente un'attività di grande coinvolgimento emotivo che permette loro di dar voce, attraverso la propria tecnica e la competenza espressiva, a ciò che stanno vivendo in quel preciso istante; inoltre, li aiuta a mantenere il contatto con la proprie emozioni e a tradurle direttamente in musica senza mediazioni o diaframmi di tempo, spazio o scrittura. Nell'ultima fase, infine, ai giocatori si uniscono anche i loro familiari: è forse la parte più delicata, più attesa e nello stesso tempo più temuta dai giocatori compulsivi in via di guarigione, perchè hanno paura di non essere riaccettati e di non riacquisire la fiducia perduta da parte dei loro parenti. Queste sedute aiutano i pazienti e i loro familiari ad organizzare pensieri e sentimenti, a relazionarsi di nuovo e spesso in tempi sorprendentemente brevi grazie alla musica: l'ascolto di brani prodotti dal musicoterapeuta, le improvvisazioni, i momenti ludici che si creano durante i dialoghi sonori entrano in profondità, fanno da ponte nella relazione e aiutano a ricucire i rapporti significativi lesi dalla dipendenza dal gioco.

Video consigli di psicologia

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni lunedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono i rapporti di coppia, le ansie, i problemi di autostima, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

I sogni: cosa ci raccontano? Perché sogniamo?

Dalle società più antiche fino alla scienza moderna, l'uomo ha sempre voluto comprendere le immagini che di notte popolano il sonno. Freud ha posto le basi della psicanalisi proprio sullo studio dei sogni e dei significati che hanno per il soggetto, cercando di dare un senso alle...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Un bebè nel branco: nuovi equilibri familiari con un animale domestico

Un nucleo familiare composto da una coppia e un animale domestico è un piccolo "branco", con i suoi ritmi e equilibri. All'arrivo di un figlio, questa armonia può destabilizzarsi e il cane (ma anche il gatto), abituato ad avere attenzioni, coccole ed accesso libero agli spazi della...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

L’allegria di un compleanno “social”

Scritto il 23 January 2018 da Alberto&Alberto

L’avvento di Facebook ha cambiato il modo di rapportarsi tra le persone. La maggior parte degli auguri – siano essi legati ad un compleanno, un anniversario o una festività – giungono ora ‘via social’, senza contatti diretti. Ma prendiamola per il verso giusto

Pillole di benessere

Dieta mediterranea e longevità

Scritto il 19 January 2018 da Welly

Gli italiani sono tra le popolazioni più longeve del mondo e ciò è probabilmente dovuto ad una alimentazione che comprende quella stessa quantità di macronutrienti che due recenti studi associano ad una minore mortalità.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato