Menu Psicologia
Sei in:   benessere.com / Psicologia / Articoli vari / Psicologia e Arte / Psic. e umorismo 02

PSICOLOGIA E UMORISMO 2/2

A cura di Barbara Celani,
Psicologia in Movimento

Altri studi
Ne “L’umorismo” (1927), Freud scrive: “L’umorismo ha non solo un che di liberatorio, come il motto di spirito e la comicità, ma anche un che di grandioso e nobilitante… La grandiosità risiede evidentemente nel trionfo del narcisismo, nell’affermazione vittoriosa dell’invulnerabilità dell’Io. L’Io rifiuta di lasciarsi affliggere dalle ragioni della realtà, di lasciarsi costringere alla sofferenza, insiste nel pretendere che i traumi del mondo esterno non possano intaccarlo, dimostra anzi che questi traumi non sono altro per lui che occasioni per ottenere piacere. Quest’ultimo elemento è assolutamente essenziale per l’umorismo…. L’umorismo non è rassegnato, anzi esprime un sentimento di sfida e costituisce non solo il trionfo dell’Io, ma anche quello del principio del piacere, che riesce in questo caso ad affermarsi a dispetto delle reali avversità.
Freud considera quindi l’umorismo come uno dei più importanti fra i meccanismi di difesa maturi, funzione di un Io stabile, che permette la gestione delle comuni richieste pulsionali, favorisce l’adattamento alla realtà e protegge dalla patologia.
Anche ricerche e teorie più recenti si sono dedicate al collegamento tra benessere psicologico e umorismo. È stato evidenziato come quest’ultimo favorisca la creatività, la capacità di costruire l’interpretazione della realtà interna ed esterna con maggiore flessibilità e possa aiutare a ridurre stress e tensioni. Inoltre è stata sottolineata l’importanza dell’autoironia e del ridere nella consapevolezza rispettosa di sé e il loro ruolo nell’accettazione di aspetti scomodi di sé e della realtà. Attraverso l’umorismo si può prendere le distanze da questi aspetti e vengono favorite le strategie di adattamento creativo e di risoluzione dei problemi. Questi ultimi spesso vengono ridimensionati o comunque visti come maggiormente risolvibili quando è possibile utilizzare una sana ironia al posto della drammaticità e dell’ansia. Non a caso qui l’aggettivo “sana” precede la parola ironia: è fondamentale non confondere tale preziosa risorsa con la ridicolizzazione, la presa in giro, il sarcasmo, che non sono funzionali al benessere psicologico. Tutto questo è in effetti confermato dallo studio di Beerman e Ruch “Can people really laugh at themselves?" del 2011, due ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Zurigo, i quali hanno concluso che il senso dell’umorismo e la propensione al buonumore, favoriscono la consapevolezza di sé, dei propri difetti, delle difficoltà e conseguentemente aumentano le capacità di farvi fronte.
Ne Il settimo senso: L’umorismo, (1994), Forabosco descrive l’umorismo come palestra mentale e strumento per sdrammatizzare e alleggerire tensioni e conflitti o intessere relazioni sociali, elencando anche i benefici che la risata avrebbe sull’attività cardiaca e immunitaria. Su quest’ultimo aspetto si può citare anche la scoperta scientifica dello studioso Rod A. Martin, della Università del Western Ontario, specializzato in psicologia clinica, secondo il quale il senso dell'umorismo limiterebbe il calo delle difese del sistema immunitario nelle situazioni stressanti.
Il riso determina molti altri effetti fisiologici, quali produzione di endorfine, contrazione e distensione della muscolatura volontaria e involontaria, aumento e rallentamento rapido del battito cardiaco, ossigenazione del sangue e una particolare attività elettrica cerebrale, analoga a quella che si realizza quando si risolvono le incongruità presenti negli stimoli e si prova un vissuto di padronanza sulla realtà, aspetto collegato alla sensazione di autoefficacia e all’abbassamento dello stress. Tale meccanismo, insieme alla vasocostrizione periferica, che diminuisce la sensibilità dei recettori cutanei e quindi, la sensibilità al dolore, sarebbe alla base della capacità della risata di innalzare la soglia di percezione del dolore.
La consapevolezza di tali effetti ha permesso di far entrare l’umorismo all’interno di approcci terapeutici, facendo nascere vere e proprie tecniche come la comicoterapia e inserendo la comicità anche all’interno delle psicoterapie stesse. L’Association for Applied and Therapeutic Humor AATH che si occupa di ricerca e metodi applicativi dell’umorismo, definisce l’utilizzo consapevole dell’umorismo come “qualsiasi intervento che promuove la salute e il benessere attraverso lo stimolo di una scoperta divertente, l’espressione o l’apprezzamento di assurdità o incongruenze nelle situazioni di vita. Questo intervento può migliorare la salute o essere utilizzato in modo complementare per facilitare la guarigione o il coping fisico, emozionale, cognitivo, sociale o spirituale”.

Nella comicoterapia o risoterapia si utilizza in vari modi la comicità, soprattutto all’interno degli ospedali e soprattutto nei reparti infantili. I degenti, piccoli e grandi, assistono a spettacoli di clown, usufruiscono di materiale umoristico e possono interpretare loro stessi ruoli comici. Ancora una volta si sottolinea dunque l’interdipendenza tra salute e umorismo, che rappresenterebbe un fattore di protezione contro gli effetti di depressione, stress e ansia. L’umorismo infatti è anche utilizzato nelle psicoterapie e la sua efficacia è stata rilevata recentemente soprattutto in caso di disturbo ossessivo-compulsivo, ansia, fobie e depressione. (De Vito)

L’umorismo rappresenta dunque una importante risorsa nei percorsi psicologici, soprattutto se lo psicologo è in grado di utilizzarlo spontaneamente e in modo empatico e non “a caso”, per una propria gratificazione narcisistica o per spostare l’attenzione su argomenti più facili da gestire. Il cliente non deve mai sentirsi preso in giro o svalutato, ma accolto e messo a proprio agio soprattutto nei primi incontri, quando l’alleanza terapeutica ancora non è presente e ha bisogno di essere correttamente costruita affinché gli obiettivi terapeutici possano essere raggiunti.
Chi scrive, come psicologa, utilizza molto l’umorismo sia nei percorsi psicologici individuali che in quelli di gruppo. Uno dei motivi per cui lo trova utile è la maggiore facilità a comunicare determinati concetti che vengono più agevolmente colti e compresi, favorendo la riflessione e, dunque, il cambiamento. Anche in ambito formativo ha trovato funzionale l’utilizzo della comicità sia per evitare la stanchezza e i cali di attenzione, sia per coinvolgere i partecipanti, sia, ancora una volta, per rendere maggiormente fruibili e comprensibili i contenuti didattici. Chi non ricorda con piacere un insegnante o un istruttore che sapevano rendere divertenti lezioni potenzialmente complesse e noiose? L’importante è non cercare di dissimulare un senso dell’umorismo in realtà carente, ma utilizzare solo le caratteristiche realmente presenti nella propria personalità e di cui si è davvero consapevoli, affinché possano diventare anche strumenti di lavoro. Per farlo è necessario che ogni psicologo sia consapevole della propria personalità e questo si realizza soprattutto attraverso il proprio percorso terapeutico oltre che formativo nel senso didattico del termine. Ciò permette di utilizzare con efficacia aspetti di sé come appunto l’umorismo il quale potrebbe risultare anche controproducente, senza tali premesse.

Bibliografia e Sitografia

• Bergson H., (1900) Il riso. Saggio sul significato del comico
• De Vito D., Umorismo in psicoterapia, www.psises.it
• Fata A., (2002) Ridere a ... Psico-Pratika: Numero 2 Anno 2002
• Forabosco G., (1994) Il settimo senso, l’umorismo. Ed. Muzzio
• Francescato D., Ridere è una cosa seria, Mondadori, Milano, 2002
• Freud S., (1905) Il motto di spirito
• Freud S., (1927) L’umorismo
• Rod A. Martin, (2006) The Psychology of Humor: An Integrative Approach
• Rubano C., Umorismo e benessere psicologico, www.crescita-personale.it
ViviamoInPositivo, Comicoterapia, Clownterapia, www.clownterapia.it
• Wikipedia

Pagina precedente Sei qui
Inizio articolo Pagina 2/2
Psicologia e umorismo Psicologia e umorismo: altri studi

Video consigli di psicologia

I nostri esperti rispondono, in una rubrica settimanale, pubblicata ogni lunedi', alle domande poste dai nostri utenti. Gli argomenti trattati sono i rapporti di coppia, le ansie, i problemi di autostima, ed altri da voi proposti.
Scriveteci!
Ultimo video consiglio pubblicato

Meteoropatia: cos'è e come affrontarla

Cambio di stagione, passaggio dall’ora solare a quella legale, sbalzi termici e climatici: sono condizioni che in alcuni soggetti possono creare un vero e proprio disagio. La meteoropatia, infatti, è un complesso di disturbi sia a livello psicologico che fisico, associato ai...

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Dislessia: dalle neuroscienze nuovi studi per la diagnosi e la riabilitazione

Oggi la dislessia è un disturbo sempre più indagato e seguito a livello pedagogico, tanto che la maggior sensibilità da parte degli insegnanti può portare ad un eccesso di diagnosi, che di conseguenza può portare a errori nella scelta delle terapie, identificando...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2021 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato