Menu Estetica e trattamenti

LA MINDFULNESS PER BAMBINI

A cura di Andrea Carlucci

La Mindfulness è una metodologia di origine americana che unisce teorie zen, buddismo e meditazione alle più occidentali teorie freudiane e di psicoterapia. Attraverso l’apprendimento di alcune tecniche, si diventa capaci di prestare attenzione al presente in modo consapevole senza farsi travolgere dal flusso dei pensieri e provare a vivere e a guardare il mondo con entusiasmo e soddisfazione.

I presupposti su cui si fonda la Mindfulness sono cinque:
Non reattività: percepire sentimenti ed emozioni senza reagire forzatamente;
Auto-osservazione: restare in contatto con le proprie sensazioni e sentimenti anche quando sono spiacevoli;
Concentrazione: prestare attenzione a ciò che si fa, momento per momento;
Descrizione: essere capaci di esprimere a parole le proprie convinzioni, opinioni e desideri;
Non giudicare: non criticarsi perché si provano emozioni irrazionali o inappropriate.

Le situazioni che si possono superare attraverso la pratica della Mindfulness interessano stati di stress, attacchi di panico, disturbi dell’attenzione, difficoltà di relazione, malessere psicosomatico; sono, queste, tutte sindromi che possono colpire i bambini o i giovanissimi, in particolare coloro che, nonostante e forse proprio a causa della loro abilità nell’uso degli apparati tecnologici, risultano essere sempre meno in contatto con sé stessi e con l’ambiente circostante.

Pubblicità
Le esperienze di Mindfulness, come vengono chiamati gli interventi e le tecniche utilizzate, possono accompagnare la crescita dei bambini e dei ragazzi per educarli ad una maggiore e migliore consapevolezza di sé. Durante un corso di Mindfulness si intrecciano insegnamenti di pratica di meditazione, di consapevolezza, momenti di condivisione e aspetti psicoeducazionali. Ci sono attività che sviluppano la coscienza nella respirazione, altre che accrescono la consapevolezza dei sensi, dei pensieri e delle emozioni; altre che promuovono la gentilezza nei confronti di se stessi e verso gli altri, come la pazienza, la generosità, la gratitudine e giochi che danno la possibilità di entrare in relazione con i pensieri, le emozioni e con il punto di vista dell’altro.

Benefici della Mindfulness:
- Rilassamento fisico;
- Maggiore concentrazione;
- Maggiore tranquillità e capacità di affrontare positivamente lo stress;
- Migliore resistenza alle malattie attraverso il potenziamento del sistema immunitario;
- Maggiore presenza mentale;
- Aumento della comprensione di sé, con un atteggiamento positivo;
- Sviluppo del pensiero creativo;
- Potenziamento della memoria;
- Sviluppo dell’evoluzione spirituale e del senso etico.

L’intervento sul bambino non potrà mai avere successo se non coinvolge anche i genitori; da Milano è partito il primo progetto italiano di corsi per genitori e figli dai 4 agli 11 anni che insegnano a “giocare” attraverso diverse tecniche elaborate dal Prof. John Kabat-Zinn, fondatore della clinica per la riduzione dello stress dell’Università del Massachussetts. Il programma di Susan Keiser Greenland, guru americana della Mindfulness nelle scuole, è stato rivisto e riorganizzato per donare ai bambini, insieme ai genitori, uno strumento efficace per una serena relazione. Durante gli incontri di Mindfulness, genitori e figli vengono divisi in due gruppi separati cui vengono proposti gli stessi giochi e le stesse attività. Alcune esperienze da condividere vengono poi assegnate come “compiti a casa” da svolgere insieme, con i genitori che dovranno lavorare nell’ambito familiare per consolidare le esperienze apprese. Un corso è generalmente costituito da 8 incontri per i bambini abbinati ad 8 incontri per i genitori della durata di due ore circa e alla fine un incontro al quale parteciperanno entrambi. Il 1° incontro è dedicato allo sviluppo della presenza mentale, il 2° alla concentrazione, il 3° e il 4° alla consapevolezza corporea, il 5° alla creatività, il 6° e il 7° alla consapevolezza emotiva, l’8° alla gentilezza amorevole verso sé e gli altri.

Anche l’ambito scolastico può essere una sede utile ove introdurre e praticare Mindfulness; un lavoro in team tra insegnanti, psicopedagogisti ed operatori Mindfulness può diventare una sinergia importante per il buon funzionamento della classe, per la qualità delle relazioni in un gruppo e per un più efficace lavoro didattico. Possono essere diversi i momenti della giornata in cui utilizzare la Mindfulness: al mattino, ad esempio, attraverso una meditazione “visiva” è possibile focalizzare l’attenzione sul corso della giornata, sulle attività previste e predisporsi favorevolmente all’apprendimento. Prima di ogni evento importante, come può essere un esame, una prova, un test o una competizione sportiva è necessario imparare in modo consapevole a gestire lo stress, la propria ansia, riorientare le proprie energie e la propria attenzione. Così facendo è possibile migliorare la concentrazione, liberare la mente da pensieri che interferiscono e avere un approccio più rilassato rispetto alla performance.

Alcuni esercizi:
Per la consapevolezza dell’ambiente: un modo per introdurre il concetto di consapevolezza ai bambini è attraverso il richiamo a prestare attenzione a ciò che li circonda. Si può chiedere al bambino di immaginare un oggetto da disegnare: un telefono, una scarpa, delle forbici o un orologio. Va precisato che l’attività non si basa sulla loro capacità di disegnare ma sul loro sforzo nel realizzare il miglior lavoro possibile, sempre e solo in base alle loro possibilità. In un secondo momento gli si chiederà di guardare l’oggetto reale focalizzandosi sui più piccoli dettagli e di ripetere il disegno una seconda volta. Confrontando i disegni si chiederà al bambino di indicare le caratteristiche mancanti nel primo che invece ha inserito nel secondo. Fare riflettere su come e cosa ha portato a rendere il secondo disegno completo e più realistico.

Pubblicità
Per la consapevolezza del movimento: in questo esercizio l’attenzione è rivolta al corpo e alla modalità di interazione con l’ambiente. Si può proporre ad un gruppo numeroso di bambini a condizione di disporre di uno spazio grande. Utilizzando un sottofondo musicale si chiede ai bimbi di muoversi liberamente nello spazio e di sentirsi leggeri, come se si camminasse su gusci di uovo o su un pavimento di vetro molto fragile. Far prendere coscienza di tutti i movimenti che si stanno compiendo, mentre si solleva una gamba, si appoggia un piede in successione o l’oscillazione delle braccia; oppure concentrarsi sulla parte destra o sinistra del corpo, sulla velocità o sulla lentezza del movimento. Così facendo si allontana ogni pensiero di disturbo e ci si immerge in una vera e propria “meditazione in movimento.

Consapevolezza del respiro: sarà necessario aiutare soprattutto i più piccoli, che non hanno mai prestato attenzione a questa funzione naturale, ad affrontare un itinerario semplice: si può iniziare chiedendo di sentire l’aria fredda che entra dal naso e poi quella calda che viene espirata, il tutto con una frequenza naturale. Un altro modo può essere contare pochi secondi per l’inspirazione e poi ancora in fase espiratoria, anche qui senza mai forzare il meccanismo. Il cuore della pratica consiste nel notare le divagazioni della mente, di accorgersi quando i pensieri catturano l'attenzione, e nel riportare l'attenzione sul respiro. Sarà importante introdurre il concetto di calma e di serenità e percepire lo stato di benessere così raggiunto per poi trasferirlo nella propria quotidianità e nelle varie attività.

Si ringrazia per la cortese collaborazione la Dott.ssa Rossana Candia, Psicologa, Psicoterapeuta e responsabile della Associazione “Bau…sette” di Milano www.bausette.it 

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Ridateci Tiramolla

Scritto il 14 ottobre 2014 da Alberto&Alberto

Esercitare la memoria è un buon modo per mantenerla e persino aumentarne la capacità. Per farlo, non è necessario ricorrere alla matematica. Può bastare anche Tiramolla.

Pillole di benessere

Diciamocelo con un fiore

Scritto il 17 ottobre 2014 da Welly

Presentata ieri a Roma l'iniziativa "Amici in fiore" rivolta ai bambini delle scuole primarie italiane, ai loro genitori e ai loro insegnanti.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Estrattore di succo Hippocrates Hippo Plus Novit del mese

La centrifuga Hippocrates ha una resa maggiore rispetto alle altre centrifughe e produce un succo di frutta e verdure che non contiene alcuna traccia di polpa; è un robot da cucina perfetto per la cucina sana, in particolare per quella crudista. Comprare una centrifuga è un investimento che non si fa tutti i giorni e Hippo Plus di Hippocrates è la migliore centrifuga in cui investire i tuoi soldi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE