Menu Estetica e trattamenti

IL SEIKI, RELAX NATURALE

A cura di Stefania Foti

Il Seiki , al pari di altre pratiche assimilabili alla cosiddetta "MEDICINA ALTERNATIVA ”, è una tecnica che non ha fondamenti scientifici e che non può essere utilizzata in sostituzione delle pratiche mediche ufficiali. Tuttavia la sua natura non “invasiva” la rende praticabile senza controindicazioni da chi crede che le terapie “alternative” possano agire positivamente sull’individuo dal punto di vista sia fisico che psichico

Arriva dal Giappone un nuovo metodo contro lo stress, l’ansia, l’insonnia e molti altri disturbi. Si ispira allo shiatsu ma a differenza di questo, utilizza esclusivamente pratiche manuali delicate per far si che il corpo si liberi da solo dalle tensioni della vita quotidiana. Si chiama Seiki ed è stato creato alla fine degli anni Settanta dal maestro di shiatsu Akinobu Kishi il quale, dopo averlo ampiamente sperimentata, ha iniziato a insegnare la tecnica dapprima in patria per poi esportarla anche in Canada e in Europa con crescente successo.

Il concetto che sta alla base del Seiki (da “sei” positività, e “ki” energia) risiede nell’azione non invasiva. E per questo viene definito, a volte per approssimazione, massaggio e “non terapia”. Si tratta, invece, di un mix di shiatsu e uso dell’energia vitale, appunto del “ki” giapponese  che è alla base anche del più popolare Reiki. Lo scopo è quello di risvegliare l’energia vitale interiore senza imporre un cambiamento o una manipolazione forte, ma piuttosto assecondando le richieste del corpo e aiutandolo ad attivarsi da solo verso la guarigione. È stato, dunque, pensato per superare gli stati di stress, i blocchi e le contrazioni. Permette di risolvere lombalgie e cervicalgie, stimola il sistema immunitario, contrasta mal di testa e insonnia.

Pubblicità
Riequilibrio dell’organismo
Nel Seiki non esistono routine o manovre codificate e ci si affida in gran parte all’esperienza del terapeuta, alla sua capacità di “connettersi” con il paziente. Secondo la teoria alla base di questa disciplina, il corpo tende spontaneamente all’auto-guarigione, verso la risoluzione dei propri squilibri, ma talvolta questo processo rallenta. Il compito del terapeuta seiki diventa allora quello di risvegliare e incentivare la tendenza del corpo a riequilibrarsi da sé. Attraverso l’osservazione, l’ascolto e il tocco, deve quindi stabilirsi innanzitutto una comunicazione stretta tra operatore e ricevente. Secondo il fondatore Kishi, si tratta soprattutto di osservare con un’attenzione partecipe, ma non invadente, lo scorrere dell’energia, vedere dove questa si muove e dove ristagna. Osservando e ascoltando il corpo della persona che si sottopone al trattamento, il terapeuta si avvicina alle aree in cui si sente che sia necessario soffermarsi, e qui esercita dei lievi tocchi tesi a sciogliere i blocchi energetici e ripristinare le normali risorse. O più semplicemente il terapeuta percepisce attraverso le mani lo scorrere dell’energia e sente dove sono presenti i blocchi da sciogliere.

Stimolare l’energia
Come le tante discipline orientali questa tecnica di primo acchito può sembrare nebulosa. I concetti chiave sono i medesimi delle altre discipline che vengono dall’estremo Oriente: si lavora sui meridiani (canali energetici, che secondo la medicina tradizionale cinese, attraversano il corpo), si stimola il Ki, l’energia interna, ci si affida all’intelligenza del corpo e alla sua capacità di ritrovare l’omeostasi, ovvero lo stato di equilibrio. A questo scopo l’operatore cerca le risonanze di energia laddove c’è uno squilibrio che chiede di essere corretto. Lo scopo della terapia non è indurre un cambiamento dall’esterno ma ripristinare la capacità intrinseca che ciascuno ha di ascoltare le esigenze dell’organismo, risvegliando l’energia sopita. Quasi come una mediazione del corpo. E quando la connessione energetica viene attivata, chi riceve il trattamento diventa più flessibile, sciolto e rilassato, in grado di espellere le tossine e ritrovare l’energia.
È importante che fra terapeuta e paziente ci sia un sentimento di fiducia reciproca; solo così il corpo si rilassa e diventa più malleabile. Il dolore e le sensazioni anormali possono essere chiaramente sentite e tutto il corpo diventa più consapevole. Nel Seiki, l’operatore confida nell'intelligenza della natura e del corpo che da sé già conosce la strada per il recupero della salute e dell’equilibrio. Il ruolo dell’operatore è così solo quello di sostenere questa intelligenza innata.

La seduta tipo
È importante segnalare che in Italia è difficile poter effettuare una seduta “pura” di Seiki poiché normalmente viene associata allo shiatsu, a cui effettivamente è strettamente collegato. La differenza con lo shiatsu sta nel rapporto, nell’empatia che si stabilisce fra operatore e persona ricevente.
Prima di iniziare la seduta si consiglia di indossare abiti comodi poiché rendono più semplici le manovre. La sessione, che dura circa 45 minuti, viene preceduta da un colloquio preliminare in cui l’operatore indaga su eventuali, particolari patologie, e al contempo presta attenzione alla postura, al modo di muoversi, al modo di respirare della persona, per vedere ad esempio se il respiro è alto (eseguito senza coinvolgere il diaframma, tipico delle persone stressate) o addominale, o se c’è un blocco al livello del diaframma.
Nella fase successiva la persona viene fatta sdraiare sul tipico materassino giapponese, il futon. Con le prime manovre viene toccata la zona dell’addome dove secondo il Seiki, passa gran parte dell’energia e per valutare quale è lo stato energetico della persona. Questa importante operazione verrà ripetuta anche più avanti, nel corso della seduta, perché spesso accade che già durante il trattamento, ci siano delle evoluzioni e un riequilibrio del flusso energetico complessivo. L’operatore a questo punto esegue una sequenza di kata (pressioni), in cui è previsto di volta in volta una cambiamento di posizione della persona che si sottopone al trattamento a seconda della forma scelta. La forma yang, più semplice, richiede ad esempio l’alternanza delle posizioni laterale, prona, supina e seduta mentre nella forma yin, più avanzata, la persona deve stare soltanto prona.

Manipolazioni specifiche
Si procede poi a trattamenti individuali, dunque in base alle esigenze del ricevente. L’operatore lavora su alcune zone particolari che necessitano di maggior attenzione per poi passare a quelle successive da cui viene richiamato. Durante il trattamento la persona può provare una sensazione di calore, o di leggerezza. La pressione esercitata non può essere definita fisica, ma è appunto una forte connessione energetica.
Essenziale è il trattamento sui punti dei meridiani, che vengono chiamati tsubo. Il più importante è il meridiano Kyo, l’unico che sarebbe in grado secondo la tradizione orientale, di unire il microcosmo del corpo con il microcosmo del ki, ovvero dell’energia assoluta. Il kyo è anche il meridiano relativo alla cura del corpo, all’espulsione delle tossine: per questa ragione, nelle manovre del Seiki, è quello che viene maggiormente stimolato.

Pubblicità
Fase finale
La seduta si conclude con dieci minuti di assoluto relax, possibilmente sorseggiando una tisana. La persona può scegliere se rimanere sdraiata oppure se stare seduta. È richiesta alla persona la massima cura nel sollevarsi dalla posizione di terra, da effettuarsi molto lentamente per dare all’organismo il tempo di riprendersi, di riattivarsi. In questa fase normalmente ci si sente più leggeri, ma può capitare di avvertire una sensazione temporanea di peggioramento – menken - che poi prelude al miglioramento successivo.
Anche se ci si sente subito meglio, comunque per ottenere benefici duraturi si consiglia si sottoporsi ad un ciclo di almeno 5 sedute.

Cosa si ottiene
Il risultato di un ciclo di trattamenti Seiki è uno stato di espansione: ovvero di maggior apertura all’ascolto di sé e di ciò che ci circonda, un senso di rilassamento, il risveglio della capacità di eliminare le tossine e l’incremento della capacità di corpo e mente di far fronte agli stress e agli squilibri energetici. Non esiste il rischio che si formi alcun tipo di dipendenza dal trattamento e dall’operatore, ma anzi chi vi si sottopone viene incoraggiato a trovare in se stesso le risorse per migliorare le proprie condizioni psico-fisiche. 

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Altrimenti ci divertiamo

Scritto il 16 January 2018 da Alberto&Alberto

I film interpretati da Bud Spencer e Terence Hill hanno rallegrato per decenni il pubblico di tutto il mondo. Un fenomeno nato in Italia e che sopravvive, con le riproposte televisive, ai mutamenti delle mode e dei gusti degli spettatori.

Pillole di benessere

I giorni dell’influenza

Scritto il 12 January 2018 da Welly

Ha già colpito 2 milioni di italiani ma il picco dell’influenza avverrà in questi giorni di metà gennaio. In presenza di febbre alta, gli esperti sconsigliano l’uso degli antibiotici e suggeriscono invece i vaccini e gli antipiretici. Da assumersi per via orale.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato