Menu Estetica e trattamenti
Sei in:   benessere.com / Estetica, massaggi e trattamenti / Arg00 / Tecnica Alexander

LA TECNICA ALEXANDER

A cura di Andrea Carlucci

La Tecnica Alexander è un processo di rieducazione che aiuta a diventare più consapevoli dell’equilibrio, della postura e del movimento nelle attività quotidiane. Aiuta a rilasciare le tensioni muscolari superflue che, inconsciamente, sono divenute parte del modo abituale di muoversi. Rende più sensibili ed accurate le proprie percezioni e consente di coordinare e distribuire meglio le tensioni muscolari necessarie.

La Tecnica Alexander agisce, quindi, a livello psico-fisico; attraverso una serie programmata di esercizi e indicazioni si creano le migliori condizioni per lo svolgimento di qualsiasi azione motoria nella maniera più coordinata possibile con il minimo sforzo, la massima facilità e in modo consapevole mantenendo sempre uno stretto controllo per il corretto equilibrio posturale. Essa consiste in vere e proprie sedute in cui si insegna al paziente a muovere la schiena (considerata l’elemento fondamentale del corpo) nella modalità corretta, secondo il principio per cui “l’uso influisce sulla funzionalità”. Ci sono, dunque, modalità di usare il proprio corpo che si rivelano migliori di certe altre. Tanto più ci si allontana dalla maniera ottimale tanto più le varie funzioni cominciano a soffrirne. Spesso si è talmente abituati ad usare male il proprio corpo che tutto ciò risulta normale e “naturale”; non ci si rende conto che quotidianamente si tende a peggiorare il proprio quadro posturale e la funzionalità delle parti messe maggiormente sotto stress da un cattivo uso. Col tempo, secondo la Tecnica Alexander, le pressioni fisiche ed emotive che si accumulano si trasformano in tensioni croniche e “deformano” la struttura corporea e mentale. Ecco che la Tecnica Alexander riesce a fornire tutte quelle conoscenze necessarie per cambiare le proprie abitudini e organizzare in modo utile e vantaggioso la propria consapevolezza corporea.

Pubblicità
Come si applica?
In una seduta della Tecnica Alexander vengono combinate delle indicazioni verbali con delle sofisticate indicazioni propriocettive (derivanti dalle sensazioni tendinee, muscolari, posturali) trasmesse da leggerissime pressioni o “direzioni” impartite dalle mani dell’insegnante. Una lezione può essere svolta col soggetto in varie posizioni: mentre sta seduto oppure sdraiato, oppure mentre svolge uno sport o suona uno strumento musicale.
Le lezioni di Tecnica Alexander sono individuali e durano dai 30 ai 45 minuti. È consigliabile iniziare con una o più lezioni alla settimana, per poi diluire la frequenza nel tempo. Sebbene le persone possano riscontrare notevoli benefici con poche lezioni, si ritiene che ne occorrano almeno 20 o 30 per integrare le nuove informazioni nel comportamento abituale e avere dei cambiamenti duraturi.

“Primary Control”
Alla base della Tecnica Alexander vi è la capacità di inibire consapevolmente quegli atteggiamenti e vizi posturali che interferiscono con un rapporto ottimale tra la testa, il collo e il tronco, allineamento definito “Primary Control”.
Quando il collo é libero la testa guida verso l'alto l'allungamento della colonna vertebrale e la pone in rapporto corretto con il resto del corpo. Quando la relazione testa-collo-schiena (allineamento corretto fig 1b) è disturbata, il corpo non può rispondere in maniera adeguata alla forza di gravità e perde la capacità di sostenersi senza fatica. La Tecnica Alexander insegna a fermarsi e a riconsiderare le proprie intenzioni di movimento. Con un’attenzione più diretta si possono rilasciare le tensioni muscolari che provocano compressione e accorciamento muscolare, incoraggiando al tempo stesso l'allungamento elastico dei tessuti attraverso il tronco e gli arti. Si può così ritrovare quel grado di rilassamento in attività che stimola il funzionamento naturale dei riflessi posturali e rende i movimenti più fluidi, coordinati e precisi.

Le tensioni muscolari e i carichi sulle articolazioni si distribuiscono in modo più equilibrato, riducendo la possibilità di traumatismi ripetitivi e di fenomeni sia infiammatori che degenerativi. Un sostegno più efficace della colonna vertebrale lascia le coste più libere di muoversi durante la respirazione ed offre migliori condizioni di funzionamento all'apparato vocale. Le pressioni interne al tronco si armonizzano, favorendo la circolazione, la digestione, la decongestione nell'area addomino-pelvica e le relative funzioni fisiologiche connesse.

Origine della Tecnica Alexander
La Tecnica Alexander nacque alla fine dell’Ottocento in Australia, per opera di Frederick Matthias Alexander (1869-1955), un giovane attore di successo. In occasione di una serie di problemi alla voce intuì che essi non dipendevano direttamente dagli organi vocali (funzionalità) ma da ciò che interferiva con il loro funzionamento naturale (uso). Studiando il suo comportamento con un sistema di specchi divenne consapevole degli schemi posturali dannosi che aveva sviluppato. Col tempo e con l’abitudine si erano cristallizzate forme espressive scorrette e poco consapevoli; ciò lo portò a riorganizzare i suoi movimenti partendo dall’intenzione. Le ritrovate qualità vocali si accompagnarono a miglioramenti nella postura e nella coordinazione, nella respirazione e nella salute in generale. Le osservazioni e le capacità manuali che aveva sviluppato vennero racchiuse in un sistema rieducativo che prese il suo nome.
Dal 1904 Alexander visse soprattutto a Londra. Tra i suoi allievi più assidui spiccavano lo scrittore Aldous Uxley, il drammaturgo George Bernard Shaw e il pedagogista americano John Dewey. Nel 1931 istituì il primo corso di formazione per insegnanti di Tecnica Alexander. I suoi insegnamenti sono racchiusi nei quattro libri che ha scritto e in numerose testimonianze. Nel 1958 si è costituita in Inghilterra la Società degli Insegnanti di Tecnica Alexander (STAT), corpo rappresentativo della categoria, a cui si sono successivamente affiliate altre associazioni di insegnanti in vari paesi del mondo. Nel tempo la Tecnica Alexander si è affermata in ambito educativo, sanitario, artistico e sportivo. In Gran Bretagna, ad esempio, viene utilizzata in varie cliniche ed è incorporata in molti corsi di preparazione al parto, numerosi medici la prescrivono ai loro pazienti ed è riconosciuta da diverse assicurazioni sanitarie. Alcune imprese offrono lezioni agevolate ai propri dipendenti con finalità preventive. Sono stati inoltre realizzati progetti sperimentali per introdurre i principi del metodo nella scuola primaria. La Tecnica Alexander fa parte del programma di formazione dei più importanti conservatori di musica e scuole d’arte drammatica. Viene applicata nella preparazione atletica, nell’insegnamento della danza, del nuoto, del golf, dell’equitazione e di altre discipline.

Pubblicità
A chi è indicata?
Rappresenta un valido aiuto per le persone che soffrono di disturbi derivanti dall'uso scorretto del loro corpo, come spesso avviene per il mal di schiena, i dolori cervicali, vari disturbi articolari, muscolari o neurologici, le difficoltà respiratorie e vocali, i disturbi da stress. Può far parte del programma riabilitativo post-traumatico o post-chirurgico, nei casi di scoliosi e di varie malattie ortopediche, reumatiche o neurologiche. Fisioterapisti ed operatori del corpo la possono utilizzare per conoscere meglio se stessi, le difficoltà del cambiamento, ed essere di maggiore aiuto ai loro pazienti. La Tecnica Alexander si rivela utile per far fronte alle necessità professionali di un'attività sedentaria, di posture prolungate o di movimenti ripetitivi potenzialmente dannosi per il fisico. Le persone impegnate in attività sportive, nella danza, nel teatro, nella musica o nel canto, possono trovare nella Tecnica Alexander un valido strumento per migliorare le proprie prestazioni, ridurre l'ansia e prevenire le difficoltà e gli incidenti che possono insorgere nella loro attività.

Bibliografia:
- Barlow W., Il Principio di Alexander,  Celuc Libri, 1981, Milano
- Gray J., Guida alla Tecnica Alexander, Ed.Mediterranee, 1994

Si ringrazia della gentile collaborazione il Prof. Daniele Bottaro della Scuola Tecnica Alexander di Milano.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato