Menu Estetica e trattamenti
Sei in:   benessere.com / Estetica, massaggi e trattamenti / Chirest / Eliminare cicatrici

ELIMINARE LE CICATRICI DOPO LA CHIRURGIA

Testo a a cura di Monica Alberti
Con la collaborazione del dott.
Carlo Alberto Pallaoro

Dopo un intervento di chirurgia estetica di rimodellamento, viso e corpo recuperano più plasticità, ma in qualche caso le cicatrici lasciate rimangono visibili e tradiscono agli sguardi più attenti la loro reale natura. Ora questi segni non devono però più essere fonte di preoccupazione poiché possono essere eliminati, a soli due mesi dalla loro comparsa, con una nuova tecnica: il mosaic aesthetic surgery, realizzata in anestesia locale con un innovativo drill: il trilix.

Più belle e senza segni sulla pelle

Questo quanto promette la mosaic aesthetic surgery, la nuova tecnica di micro-chirurgia "a mosaico" messa a punto per l'eliminazione degli esiti cicatriziali post-chirurgia estetica. Il problema delle cicatrici é sempre stato considerato un piccolo limite che la moderna chirurgia ha cercato di ridimensionare al minimo migliorando la qualità delle tecniche e delle procedure di sutura al punto da rendere i segni delle incisioni di entità quasi trascurabile. Le cicatrici però rimangono e, seppur minuscole, risultano visibili facendo facilmente intuire il motivo della loro presenza: il tentativo cioé di aver voluto rimodellare una qualsiasi parte di viso e corpo. E sull'interrogativo circa la possibilità di eliminare le cicatrici post-chirurgia senza lasciare tracce esteticamente rilevanti sulla pelle che si é orientata in questi ultimi anni la ricerca scientifica, approdando recentemente ad una tecnica "scar free" che analizzeremo in questo articolo.

Un salto di qualità per la chirurgia estetica

L'obiettivo della chirurgia estetica é quello di correggere un qualsiasi inestetismo del corpo attraverso incisioni (che hanno lo scopo di ridurre la pelle in eccesso), lo spostamento dei lembi o l'introduzione di protesi. La diretta conseguenza di un intervento chirurgico, in fase di guarigione, é il fisiologico processo cicatriziale attivato al fine di sigillare i lembi di cute "aperti" durante la procedura chirurgica. Per comprendere come la mosaic aesthetic surgery riesca a "cancellare" una cicatrice forse é utile usare l'analogia del mosaico, al quale questa nuova tecnica chirurgica si ispira. Come tutti sanno, il mosaico é costituito da un'infinità di tesserine di vario materiale (vetro, pietre dure, ciottoli, etc.), che con il tempo possono perdersi o deteriorarsi. Per riportare l'opera d'arte allo splendore originale, l'artista esegue una certosina opera di prelievo/sostituzione delle tesserine: in pratica toglie quelle rovinate e ne incastra altre, in buono stato, di uguali caratteristiche. Se pensiamo al corpo umano come ad un enorme e meraviglioso mosaico costituito da tasselli di cute allora ci é facile capire come funziona la mosaic surgery. "L'asportazione di micro-porzioni di tessuto cicatriziale - specifica l'ideatore di questa nuova terapia delle cicatrici, il dottor Carlo Alberto Pallaoro, specialista in chirurgia plastica a Padova - viene effettuata con un preciso drill ad alta velocità, il trilix. Il tessuto cicatriziale viene quindi sostituito con derma in perfette condizioni, dalle caratteristiche compatibili alla zona interessata e prelevato in punti nascosti del corpo."  

La tecnica di mosaic surgery ha successo perché - a differenza della chirurgia tradizionale - riesce ad eliminare le cicatrici senza innescare un importante processo di cicatrizzazione. Il risultato é che i segni vecchi se ne vanno e quelli nuovi sono talmente piccoli da essere esteticamente trascurabili.

Pubblicità

Quando sottoporsi alla mosaic surgery?

Dopo almeno due mesi dall'intervento chirurgico per rimuovere i segni ancora in fase di cicatrizzazione. La procedura può essere comunque applicata in senso generale a tutte le cicatrici, anche di vecchia data. Naturalmente sarà il chirurgo a confermare se il paziente é idoneo alla terapia, dopo aver esaminato alcune caratteristiche quali lo spessore, il colore, la durezza, l'elasticità del tessuto cicatriziale. L'accessibilità alla mosaic surgery é inoltre determinata dal tipo di pelle: se si riscontra una tendenza ad una cicatrizzazione cheloidea, la micro-chirurgia é categoricamente da evitare.

Se la cicatrice non è buona

In alcuni casi, durante il processo di cicatrizzazione si verifica un'ipertrofia ovvero un eccesso di tessuto fibroso. Anche questa evenienza può essere trattata con la mosaic surgery, eseguita dopo aver asportato con la metodica tradizionale l'ipertrofia. "In un primo tempo - spiega il dottor Pallaoro - si interviene con il bisturi per poi provvedere all'eliminazione del residuo cicatriziale con il drill di micro-chirurgia".

Bastano due sedute

Quanto impiega la chirurgia a mosaico ad eliminare completamente una cicatrice? Dipende dal tipo e dall'ampiezza della cicatrice, ma in genere il lavoro chirurgico può essere completato in 2-4 sedute di 30 minuti ciascuna." Ogni seduta avviene in anestesia locale e non richiede ovviamente ricovero; la procedura é talmente delicata che la pelle, al termine del trattamento, guarirà spontaneamente senza neppure un punto di sutura e soprattutto senza che si vedano tracce dell'operato. Tra un seduta di mosaic surgery e la successiva devono trascorrere 15/20 giorni in modo da consentire una buona guarigione dei tessuti.

Una tecnica particolarmente consigliata...

Quando l'intervento di chirurgia estetica ha comportato incisioni piuttosto estese, come nel caso di un rassodamento chirurgico. In questo caso, la mosaic surgery provvede a rimuovere i visibili esiti cicatriziali consentendo di ottenere un rimodellamento privo di cicatrici esteticamente rilevanti. Ecco gli interventi a cui viene particolarmente affiancata la tecnica "scar free":

Pubblicità

• dopo il rassodamento del seno.
L'intervento di mastopexia lascia tre cicatrici: una attorno all'areola, una che dall'areola arriva alla piega sottomammaria, una infine lungo la piega sottomammaria. Per eliminare questi esiti cicatriziali sono sufficienti 3/4 sedute di mosaic surgery: con il trilix, il tessuto cicatriziale viene progressivamente sostituito con adeguati tasselli di derma ed il seno acquisterà un aspetto esteticamente apprezzabile (oltre che naturale);
• dopo il lifting del viso.
L'inconveniente della cicatrice post-lifting sembra non sussistere in quanto questa viene astutamente nascosta dai capelli. Può capitare però che la nuca per qualche motivo rimanga scoperta (per un uomo, magari perché é alle prese con la calvizie, per una donna, a causa di un'acconciatura a coda di cavallo). Con la chirurgia a mosaico questa eventualità può essere eliminata in sole due sedute.
• dopo il lifting del corpo.
Sono brutte a vedersi, perché lunghe e visibilissime, le cicatrici lasciate da un lifting delle cosce, delle braccia o dell'addome. Il supporto della mosaic surgery innalza qualitativamente il risultato estetico del body lifting, riducendo notevolmente in tre sedute gli esiti cicatriziali post-chirurgici.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Un clown italiano tra i bambini di Gaza

Scritto il 16 settembre 2014 da Alberto&Alberto

Il clown italiano Marco Rodari, conosciuto come Il Pimpa, si è recato a Gaza City per un progetto di volontariato legato ai bambini. Per poi decidere di restarvi ben oltre il previsto

Pillole di benessere

La SLA tra ricerca e carenze

Scritto il 19 settembre 2014 da Welly

Domenica 21 è la Giornata Nazionale della Sclerosi Laterale Amiotrofica. L'Italia è uno dei paesi che contribuisce maggiormente alla ricerca di nuove terapie ma resta il problema dell'assistenza domiciliare ai pazienti.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Estrattore di succo Hippocrates Hippo Plus Novit del mese

La centrifuga Hippocrates ha una resa maggiore rispetto alle altre centrifughe e produce un succo di frutta e verdure che non contiene alcuna traccia di polpa; è un robot da cucina perfetto per la cucina sana, in particolare per quella crudista. Comprare una centrifuga è un investimento che non si fa tutti i giorni e Hippo Plus di Hippocrates è la migliore centrifuga in cui investire i tuoi soldi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE