Menu Estetica e trattamenti

LA BIORIVITALIZZAZIONE

A cura del Prof. Maurizio Fraticelli

Aumenta sempre più l’esigenza di mantenere una buona forma fisica e al pari è importante la considerazione dei canoni estetici, i quali possono essere soddisfatti usando strumenti appropriati, di cui ben si conoscono gli effetti benefici e collaterali. L’incremento delle conoscenze in campo biologico che si è verificato negli ultimi decenni, ha determinato un notevole allungamento della vita media dell'individuo e, parallelamente, un consistente miglioramento della sua qualità. Il risultato è che aumenta il numero di individui che invecchiano meglio, le cui condizioni fisiche risultano essere sempre più performanti grazie ad un'alimentazione più varia e calibrata, ad una maggiore e personalizzata attività fisica, nonché ad una sempre maggiore conoscenza della biologia dell'invecchiamento. Tutto questo, ed in particolare le moderne acquisizioni sulla senescenza, ha permesso lo sviluppo di una serie di strumenti medici per contrastare o comunque rallentare le varie manifestazioni ed aspetti legati alla vecchiaia. Non solo la terza età, ma anche persone ben più giovani si rivolgono alla medicina ed alla chirurgia estetica affinché forma fisica ed aspetto possano camminare a braccetto senza che l’una segni il passo rispetto all’altra. Per cui il ricorso alle tecniche estetiche diventa un mezzo importante per aggiungere un aspetto adeguato ad una buona forma psico-fisica e soddisfare l’armonia globale dell’individuo.

Al fine di ottenere il massimo del risultato, una volta inquadrato il paziente, si dovranno personalizzare le terapie che, nella maggior parte dei casi, saranno accompagnate, per esempio, da integrazioni orali con diverse sostanze scelte in base alle problematiche del paziente. Spesso si dovranno, se il paziente è in età avanzata, supplementare le vitamine, con prescrizione per via orale soprattutto di vitamina E e C; risultano anche molto utili gli antiossidanti e tra questi uno dei più usati è il coenzima Q10. Altre sostanze che permettono protezione cellulare e quindi un fisiologico funzionamento cutaneo sono: i flavonoidi, il selenio/zinco e l’acido lipoico che prevengono e combattono i radicali liberi. L’assunzione controllate di queste sostanze, per giusti periodi, migliora le funzionalità cellulari in toto, aumentando le capacità difensive dei tessuti, tra cui l’effetto barriera, opponendosi così al danno foto indotto. La “lotta” all’invecchiamento viene poi condotta attraverso terapie ambulatoriali (locali) e topiche (domiciliari). Le terapie domiciliari prevedono la prescrizione personalizzata di farmaci topici, creme sia protettive che per esempio riducenti le macchie, maschere e massaggi drenanti. Le principali terapie ambulatoriali, sicuramente più invasive, sono di diverso tipo come: peeling, filler, crioterapia, luce laser, tossina botulinica, fili chirurgici, lifting ecc. Nell’arsenale terapeutico a disposizione del medico si trova anche la biorivitalizzazione, recente tecnica molto apprezzata sia per i suoi effetti che per la poca invasività.

Pubblicità

La biorivitalizzazione è una metodica innovativa, che si prefigge di prevenire e combattere i segni dell'invecchiamento dell’organo cute, agisce sui punti deboli della pelle favorendo il benessere e l’equilibrio della stessa. La metodica consiste nell'iniettare, mediante aghi sottilissimi e quindi con la sola percezione di un lieve di fastidio, a livello del derma superficiale, sostanze perfettamente biocompatibili e totalmente riassorbibili, le quali stimolano le varie funzioni della pelle favorendo, oltre che un riequilibrio della normale fisiologia, anche uno stimolo ed una riattivazione del derma, ovvero la parte più vitale della cute.

I vari prodotti che vengono iniettati nella cute, possono essere infiltrati sostanzialmente con due tecniche, la cosidetta tecnica "cross-linked" e la tecnica "picotage".
La tecnica cross-linked permette di combattere efficacemente l’invecchiamento sia come prevenzione che come terapia. Si eseguono, una volta valutata la geometria del viso ed il grado di invecchiamento, precise infiltrazioni intradermiche, lineari, in senso verticale e orizzontale, che si intersecano tra loro in modo da formare una sorta di reticolo col materiale iniettato. Questa tecnica è particolarmente vantaggiosa in alcune zone a “rischio” come le guance, le regioni perioculari ed il collo, che risultano essere le zone più interessate al cedimento strutturale legato alla senescenza. Per ciò che concerne il numero delle sedute, se ci si trova di fronte ad una pelle non eccessivamente danneggiata è possibile che bastino tre o quattro sedute, soprattutto se questa tecnica è integrata da altre metodiche medico estetiche e non. Una volta terminata la serie terapeutica si procede alla valutazione del mantenimento, generalmente può anche essere sufficiente un richiamo ogni tre quattro mesi. È indispensabile, per mantenere sempre ad un livello ottimale il grado di idratazione, compattezza ed elasticità cutanea, affidarsi a mane esperte per sedute settimanale di stimolazioni e linfodrenaggi. Molto importante è anche il trattamento con massaggi, ed in tal caso risulta essere fondamentale, al fine di un corretto trattamento estetico, l’uso di creme certificate e con validi principi attivi in grado di continuare quella stimolazione metabolica iniziata tramite la rivitalizzazione.
La tecnica del picotage, invece, si è rivelata più utile in persone giovani che vogliono prevenire e contrastare l'invecchiamento cutaneo dovuto all'esposizione solare o a lampade abbronzanti. Si procede alla somministrazione del prodotto per microiniezioni, molto superficiali, praticamente indolori, distanziate di un centimetro l'una dall'altra, su tutto il viso, collo e decolleté; inoltre, nei casi che lo richiedono, può essere anche praticata sulle mani. La sostanza così iniettata, si distribuisce uniformemente nel derma legando acqua ed il miglioramento è praticamente immediato; migliora il grado di idratazione e soprattutto il turgore della cute trattata. Prima dell’esposizione solare è consigliabile effettuare una infiltrazione in modo da sfruttare l’azione protettiva delle sostanze iniettate che sarà rafforzata da un massaggio per esempio condotto con creme contenenti sostanze anti-radicali liberi.
I rischi? Pochi e trascurabili: in genere non rimangono segni evidenti e la paziente può riprendere immediatamente la sua vita sociale; sono tuttavia possibili dei piccoli inconvenienti, in genere di lieve entità e di durata assai fugace, quali arrossamenti dovuti alle microiniezioni, eventuali formazioni di piccole ecchimosi riconducibili a traumi dell'ago che si risolvono spontaneamente nell'arco di qualche giorno.

I prodotti in commercio usati come biorivitalizzanti attualmente, sono in numero sempre crescente. È tuttavia sempre attuale l'acido ialuronico, usato come biorivitalizzzante e non come riempitivo. Numerosi studi, infatti, hanno messo in evidenza che il contenuto cellulare di questa sostanza, si riduce gradualmente con l'età; grazie ai trattamenti di biorivitalizzazione cutanea combinati con prescrizione di creme specifiche e con trattamenti mirati in cabina, utilizzando preparazioni di acido ialuronico naturale, esso sarà in grado di legare quantità d'acqua da 40 a 70 volte superiori rispetto al suo peso, si riesce così a ridare alla cute quel senso di freschezza e turgore cutaneo che viene richiesto.
Altri prodotti usati come rivitalizzanti sono le miscele di aminoacidi da soli od in combinazione con acido ialuronico. Si combinano quindi due azioni, quella idratante dell’acido ialuronico, alla quale si aggiunge il potere stimolante degli aminoacidi, che portano ai fibroblasti il substrato nutritivo per formare le nuove molecole di collagene e acido ialuronico.
L'introduzione di complessi polivitaminici ed estratti placentari sono risultati efficaci nel migliorare complessivamente il tono cutaneo.

Pubblicità

Prodotti ancora più interessanti, si sono dimostrati i farmaci omotossicologici, sostanze biorivitalizzanti a tutti gli effetti. La loro azione di stimolo sul derma papillare è risultata simile a quella dell'acido ialuronico, inoltre, è stato evidenziato un effetto ritardante sulla degradazione del collagene e dell'acido ialuronico stesso mediante la inoculazione della Jaluronidasi.
Secondo la visione omotossicologica, le rughe sono principalmente una "alterazione metabolica" risultata dalla sofferenza delle cellule invecchiate; la terapia dunque deve avvalersi di trattamenti integrati che mirano alla ripresa del fibroblasta in primis, e questo è possibile somministrando il Cenzyme Compositum in grado di stimolare i metabolismi cellulari con maggior produzione di aciudo ialuronico, collagene, elastina e gag. Altro passo importante è la detossificazione e drenaggio del derma, che si ottiene con il Galium Heel in modo da mantenerne integra la struttura. Il Made è un prodotto complesso che permette di compattare al meglio la cute del viso e collo, inoltre, contenendo il musculus suis favorisce la stimolazione dei metabolismi muscolari con maggior tono degli stessi. Con l’omotossicologia, infine, possiamo stimolare ai vari livelli la circolazione miscelando nel cocktail: il Lymphomiosot che stimola la circolazione linfatica, l’Hamamelis homaccord e l’Aesculus Compositum, responsabili di un impulso positivo sul resto della circolazione.
Dopo il trattamento omotossicologico è possibile osservare un ringiovanimento globale con apprezzabile rassodamento dei tessuti ed evidente distensione delle rughe. La vera novità del trattamento omeopatico sta nella durata degli effetti che sembrerebbe essere più lunga rispetto all'uso degli altri prodotti.

Per concludere,. la biorivitalizzazione è una metodica innovativa destinata a prevenire e combattere i segni dell'invecchiamento cutaneo del viso, del collo e di alcune zone del corpo (braccia, interno cosce, pancia ecc.). Essa si avvale dell'impiego di diverse sostanze che vengono usate seguendo precisi protocolli. L'effetto che si ottiene alla fine dei trattamenti è di stimolazione della funzionalità cellulare, in modo da riprodurre le condizioni della "pelle giovane". L’assenza di effetti collaterali la pone sicuramente, come terapia anti-invecchiamento di primo piano.

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Ridateci Tiramolla

Scritto il 14 ottobre 2014 da Alberto&Alberto

Esercitare la memoria è un buon modo per mantenerla e persino aumentarne la capacità. Per farlo, non è necessario ricorrere alla matematica. Può bastare anche Tiramolla.

Pillole di benessere

Diciamocelo con un fiore

Scritto il 17 ottobre 2014 da Welly

Presentata ieri a Roma l'iniziativa "Amici in fiore" rivolta ai bambini delle scuole primarie italiane, ai loro genitori e ai loro insegnanti.

Offerta del mese
Oscar Neo Estrattore di succo vivente Offerta del mese
L' Estrattore di Succo Vivente più resistente al mondo! Oscar Neo appartiene alla generazione degli ultimi e più moderni estrattori di succo a freddo.Vedi prodotto

Novità
Estrattore di succo Hippocrates Hippo Plus Novit del mese

La centrifuga Hippocrates ha una resa maggiore rispetto alle altre centrifughe e produce un succo di frutta e verdure che non contiene alcuna traccia di polpa; è un robot da cucina perfetto per la cucina sana, in particolare per quella crudista. Comprare una centrifuga è un investimento che non si fa tutti i giorni e Hippo Plus di Hippocrates è la migliore centrifuga in cui investire i tuoi soldi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

Nazione
Regione
Struttura
Data di arrivo
Data di partenza
Camere
Adulti
Bambini



copyright © 1999-2014 A.E.C. Advertising and Electronic Commerce srl - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE