Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Farmaci / Automedicazione

L'AUTOMEDICAZIONE AL FEMMINILE

A cura di Maura Peripoli

Circa il 10% delle donne è costretto a perdere ogni mese almeno un giorno di studio o di lavoro a causa dei forti dolori mestruali, il 59% della popolazione femminile soffre di mal di testa e su 10 persone colpite da insonnia 6 sono donne.
Sono questi i disturbi che colpiscono in maniera prevalente le appartenenti al “gentil sesso”, disturbi che spesso arrivano a compromettere anche lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Ma non c’è da preoccuparsi perché, nella maggior parte di casi, il disturbo può essere risolto ricorrendo ai farmaci di automedicazione, il cui uso può essere gestito autonomamente, vista la mancanza di effetti collaterali.

I farmaci di automedicazione sono quei medicinali che sono facilmente riconoscibili perché presentano sulla confezione un bollino rosso con l’indicazione “farmaco senza obbligo di ricetta”. Le patologie più lievi possono essere facilmente riconosciute e quindi trattate personalmente mediante l’assunzione di farmaci che non richiedono la prescrizione medica. Ciò è valido soprattutto per i fastidiosi dolori mestruali di cui sono vittime l’80% delle donne che facilmente potranno “combattere” il loro fastidio con semplici antinfiammatori non steroidei quali l'acido acetilsalicilico, l'ibuprofene, il naprossene sodico, il ketoprofene, prodotti utili anche per il mal di testa.
Come dovrebbe essere composto il Kit perfetto di farmaci di automedicazione? Innanzitutto dovrebbe contenere tonici a base di aminoacidi, come la glutammina, sostanze capaci di stimolare la produzione di globuli rossi, come l'ematoporfirina o stimolatori, come la carnitina e la cobamamide, per combattere l'affaticamento fisico e intellettuale, ma anche valeriana, melatonina, antistaminici come la prometazina e la difenidramina per la cura dei disturbi del sonno. Il rimedio per le donne che sono costrette invece a rimanere per molte ore in piedi o sedute davanti al computer sono i prodotti a base di flavonoidi, come l'oxerutina o i composti triterpenici come l'escina e la centella . Tali prodotti, abbinati a semplici regole comportamentali, sono in grado di alleviare il gonfiore alle gambe, disturbo frequente specialmente per le persone che svolgono attività lavorative “a “rischio”. Un altro semplice rimedio per coloro che soffrono di patologie vascolari sono gli estratti di vite rossa. Ecco dunque la novità: tutti questi farmaci non richiedono la ricetta del medico e possono essere facilmente acquistati in farmacia. Inoltre l’automedicazione rappresenta un efficace modo per prendersi cura di sé tenendo anche presente che, se i disturbi dovessero ricomparire entro breve tempo (24/48) ore, sarà opportuno rivolgersi al proprio medico di famiglia. È importante che i disturbi femminili non vadano ad incidere sulla qualità della vita e con un po’ di accortezza nella maggior parte dei casi possono essere facilmente riconosciuti e quindi affrontati da soli.
Vediamo ora nel dettaglio come far fronte alle singole patologie e quali farmaci utilizzare.

Pubblicità
Dolori mestruali
I dolori mestruali rappresentano forse il disturbo più comune e fastidioso per le donne e anche il più invalidante: spesso infatti chi ne è vittima è costretta addirittura a rimanere a letto a causa della forte dismenorrea che è caratterizzata da crampi al basso ventre e forti contrazioni. In questo caso qual è il farmaco più adatto? Il consiglio è quello di tenere a portata di mano i farmaci antinfiammatori, quali l’acido acetilsalicilico, l’ibuprofene, il naprossene sodico, il ketoprofene. Ma può andare bene anche il paracetamolo, che pur essendo un farmaco principalmente antipiretico, può risultare invece utile nei casi il soggetto sia intollerante alle molecole dei farmaci sopracitati. L’atteggiamento corretto da adottare per alleviare i dolori consiste nel concedersi una giornata di riposo e di collocare una borsa d’acqua calda sulla pancia. Ma per molte donne vale anche il contrario: muoversi e praticare attività fisica può contrastare il disturbo: lo sport infatti libera la produzione endorfine che hanno un’azione analgesica pari a quella della morfina.

Cefalee
“Mal di testa” è un’espressione piuttosto generica per definire patologie molto diverse tra loro, che vengono più propriamente classificate sotto il nome di cefalee. Il dolore in questo caso è localizzato maggiormente nella regione del cranio e le cause variano a seconda dell’origine e del livello di intensità. Tuttavia l’emicrania è la più diffusa tra le donne in una percentuale di una ogni cinque uomini. Perché questa differenza? Le cause di questa “supremazia” femminile vanno ricercate nelle variazioni di tipo ormonale quali il ciclo mestruale, la menopausa e l’uso di contraccettivi orali. Anche questo disturbo risulta particolarmente invalidante specialmente per coloro le quali soffrono della famosa “cefalea a grappolo”, quella che le costringe a rimanere a letto e soprattutto al buio per trovare un po’ di sollievo. Per il mal di testa esistono farmaci di automedicazione specifici in grado di agire in modo efficace e tempestivo: sono ancora una volta gli antinfiammatori i cosiddetti “Fans” di cui si è detto sopra. Attenzione a non utilizzare farmaci diversi di cui non si conosce bene l’indicazione ed evitare i suggerimenti di parenti e amici, senza ricorrere al consiglio dei medici. È evidente che esistono soggetti maggiormente a rischio di cefalee ma in questo caso la prima cosa da fare è cercare di eliminare le cause scatenanti che generalmente consistono in: sforzi intensi dovuti ad una prolungata attività sportiva, stress, esposizioni al sole, fumo, insonnia e alcol.

Insonnia e disturbi del sonno
L’insonnia e i disturbi del sonno (girarsi e rigirarsi nel letto senza riuscire ad addormentarsi, svegliarsi più volte durante la notte ecc….) sono alla base di questa patologia e spesso provocano tensioni e forti stress nella donna che non riesce a riposare bene e non è quindi in grado, il giorno dopo, di svolgere le sue normali attività. L’aiuto arriva dai farmaci di automedicazione con un blando potere sedativo quali medicinali a base di valeriana, la melatoina, ma anche la prometazina e la difenidramina. Naturalmente questi farmaci, in commercio sotto forma di compresse, sciroppi o tisane, per raggiungere il risultato ottimale, devono essere assunti prima di andare a letto. In ogni caso vanno utilizzati solo i prodotti acquistabili senza ricetta e quindi leggeri perché i “veri farmaci ipnotici” sono utilizzabili solo previa ricetta del medico. Quale l’atteggiamento giusto per riequilibrare il ritmo sonno veglia? Innanzitutto evitare di dormire di giorno e aspettare la notte per il riposo; inoltre consumare cibi leggeri la sera ed evitare di assumere sostanze eccitanti (tè, caffè, alcol).

Gonfiore alle gambe
Molte donne svolgono lavori che le costringono a rimanere molte ore in piedi o sedute alla scrivania: questa è la causa principale del senso di affaticamento alle gambe, la cui conseguenza è il gonfiore. È un disturbo tipico del “gentil sesso”, causato da un accumulo di liquidi negli arti inferiori legato ad una “cattiva” circolazione del sangue venoso. I farmaci di automedicazione più indicati per rimediare al disturbo sono rappresentati da prodotti a base di flavonoidi, come l’oxerutina o icomposti triterpenici come l’escina e la dentella ed è possibile trovarli sotto forma di creme per l’applicazione locale, compresse o polvere per l’utilizzo in via generale. Il senso di pesantezza va combattuto rimanendo sdraiati con le gambe sollevate (un’ottima cosa sarebbe quella di riuscire a dormire con un cuscino sotto le gambe) per favorire il drenaggio linfatico. Anche l’attività fisica può tornare molto utile: l’importante è che non sia troppo intensa e prolungata.

Ansia e stress
Anche la stanchezza e l’affaticamento mentale incidono sulla qualità della vita e la conseguenza è che non si riesce ad essere concentrati sul lavoro o non si hanno le energie sufficienti per compiere anche le azioni più semplici. In questi casi si parla di fenomeni depressivi che vengono attribuiti ad uno stato di ansia generalizzato. Ma nella maggioranza dei casi si tratta di disturbi che non rappresentano una vera e propria patologia piuttosto sono dovuti ad uno stato di agitazione momentaneo. Tuttavia l’ansia può provocare sintomi momentanei quali dispepsie, colon irritabile, pseudoartrosi cervicali, cefalea e soprattutto nelle donne, mal di schiena. Dunque una volta stabilito che si tratta di un sintomo passeggero, in caso di irrequietezza associata a difficoltà ad addormentarsi, il farmaco di automedicazione da portare sempre con sé è un sedativo leggero a base di valeriana, passiflora, estratti di fiori di biancospino o di camomilla ed altre erbe. Invece per l’affaticamento psicofisico tornano utili farmaci tonici a base di aminoacidi, come la glutamina, l’arginina, l’aspargina, l’ematoporfirina, la carnitina e la cobamamide associati talvolta a vitamine oppure preparati polivitaminici sotto forma di compresse. Se esiste anche un problema legato alla scarsa memoria, sono consigliabili farmaci psicostimolanti a base di fosfolipidi e acidoaspartico o gingseng. In questa “particolare” patologia è importante capire quali potrebbero essere le cause scatenanti e provare ad eliminarle dal proprio quotidiano (ad es. sforzi intellettivi eccessivi, posture non corrette, alimentazione poco equilibrata ecc…).

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Curarsi con le erbe: un aiuto per il colon irritabile

Il colon irritabile è un disturbo che colpisce il 7% della popolazione, con un’incidenza tre volte superiore nelle donne, spesso viene individuato tardivamente, dopo anni di dolori e terapie errate che non curano l’origine del problema. Dalle erbe arriva un valido supporto per...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Altrimenti ci divertiamo

Scritto il 16 gennaio 2018 da Alberto&Alberto

I film interpretati da Bud Spencer e Terence Hill hanno rallegrato per decenni il pubblico di tutto il mondo. Un fenomeno nato in Italia e che sopravvive, con le riproposte televisive, ai mutamenti delle mode e dei gusti degli spettatori.

Pillole di benessere

I giorni dell’influenza

Scritto il 12 gennaio 2018 da Welly

Ha già colpito 2 milioni di italiani ma il picco dell’influenza avverrà in questi giorni di metà gennaio. In presenza di febbre alta, gli esperti sconsigliano l’uso degli antibiotici e suggeriscono invece i vaccini e gli antipiretici. Da assumersi per via orale.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato