Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Fiori di Bach / Fiori di Bach: prep.

COME PREPARARE I RIMEDI DEL DOTT. BACH

A cura di Francesca Casarotto

Il primo passo da compiere per la realizzazione dei rimedi è raccogliere il prodotto base: i fiori. Lo stesso Dott. Bach nei suoi scritti definiva la modalità di raccolta del prodotto: “…I fiori vengono raccolti nelle prime ore del mattino, di una giornata di tempo sereno, con il cielo privo di nuvole, avendo la cura di scegliere solo le corolle che hanno raggiunto la piena fioritura; i fiori devono essere raccolti da piante diverse e in luoghi dove crescono in quantità. L’ acqua da usare per la preparazione delle essenze deve essere pura acqua di fonte esente da qualsiasi traccia di inquinamento, meglio se si tratta di acqua di una sorgente della zona dove crescono i fiori…..” (da Guarisci te stesso). Una volta raccolti i fiori il secondo passo consiste nella creazione della tintura madre dalla quale si ricaverà la prima bottiglia stock e i flaconcini di trattamento. Per ottenere la tintura madre si procede con due metodi diversi:

  • Il metodo della solarizzazione.
  • Il metodo della bollitura.

Metodo della solarizzazione.

  • Una ciotola da 300 ml di vetro fine trasparente
  • Una piccola caraffa graduata di vetro o porcellana
  • Un flacone di vetro scuro (blu o marrone) con tappo contagocce
  • Un paio di forbici piccole
  • Filtri di carta
  • Acqua pura proveniente dalla sorgente più vicina oppure acqua minerale di buona qualità
  • Un buon brandy alla frutta (max gradazione 40°)
  • Tutti questi strumenti, prima di essere usati, devono essere sterilizzati.

Per quanto riguarda le piante, bisognerebbe attendete la completa fioritura e in una mattina limpida e serena, prima delle nove andate a raccogliere i fiori. Riempire di acqua una ciotola trasparente. Con una forbice tagliare solo i fiori più belli e farli cadere nella ciotola senza toccarli con le mani. Continuare ad inserire i fiori nella ciotola finché questa non sarà piena badando però che tutti i fiori tocchino la superficie dell’acqua. Una volta riempita la ciotola, lasciarla al sole per 3 o 4 ore stando attenti che questo non entrino in zone d'ombra. Quando i fiori saranno afflosciati e scoloriti, la tintura madre sarà pronta. Con un ramoscello della stessa pianta togliete i fiori stando attenti di non toccarli con le dita. Versare il tutto in una caraffa graduata alla quale si è applicato un filtro di carta e aggiungere un uguale quantità di brandy, che ha azione di conservante.

Metodo della Bollitura

Per mettere in atto questo metodo, oltre agli strumenti utilizzati per il metodo della solarizzazione serve:

  • Una casseruola smaltata perfettamente pulita
  • Una fonte di calore (ideale è un fornetto da campeggio)

Le condizioni atmosferiche per lo svolgimento del metodo devono essere come le precedenti. In questo caso oltre ai fiori più belli e al massimo della fioritura deve essere preso anche un ramoscello della pianta della lunghezza di 15 cm (nel caso che la pianta lo possegga). Riempire la casseruola di ceramica per i suoi ¾ con i fiori e il rametto e ricoprire tutto con l’ acqua. Portare tutto ad ebollizione per circa 30 minuti. Di seguito togliere la casseruola dalla fonte di calore e coprire con il coperchio. Una volta che il tutto si sarà raffreddato togliere con un rametto stando attenti a non toccare il tutto con le dita. Filtrare e inserire nella bottiglia.

Ottenuta la tintura madre, da questa si possono ottenere la bottiglia di stock (come quelle in vendita) e il flaconcino di trattamento con i dosaggi indicati:

  • TINTURA MADRE 50% di essenza madre + 50% di brandy
  • BOTTIGLIA DI STOCK 100% di brandy + 2 gocce per 30 ml
  • FLACONCINO DA TRATTAMENTO ¼ di brandy + ¾ di acqua + 2-4 gocce per 30 ml

Come utilizzare i rimedi di Bach

Sono di seguito presentate alcune informazioni fondamentali che potrebbero sciogliere anche dei dubbi sull’ utilizzo dei rimedi del Dott. Bach.

Controindicazioni si o no?
La floriterapia non presenta rischi o controindicazioni nel caso in cui venga scelto il rimedio errato rispetto al sintomo. Si consiglia comunque di consultare un terapeuta che vi sappia consigliare le migliore essenze per il vostro problema.
Un rimedio solo o più rimedi insieme?
I fiori possono essere tranquillamente miscelati tra di loro, ma questo potrebbe limitare il beneficio di uno dei fiori. Una singola essenza sviluppa le sue potenzialità e qualità in maniera minore rispetto al miscelare con le altre poiché si viene a creare un particolare rapporto tra l’organismo e l’essenza. Fermo restando quanto detto, si consiglia di non miscelare più di 3 essenze alla volta.
E se si decide di mescolare le essenze, come fare?
Nel caso in cui si decidesse di mescolare più essenze si consiglia di non mescolare essenze legate al trattamento di disturbi troppo diversi tra loro: i problemi vanno affrontati uno alla volta. Nessun problema nel caso di essenze che curino problemi simili.
Alcune attenzioni sul come prendere i rimedi
I metodi di somministrazione, come vedremo in seguito, sono vari. Si consigliano alcune attenzioni in caso di somministrazione via bocca. Questa deve essere pulita: si consiglia di astenersi dal fumo, bere liquori, caffè, the, aromi forti o far uso di dentifrici 15 minuti prima e dopo la somministrazione del rimedio. Nel caso in cui sia stata effettuata una delle “azioni proibite” non accade nulla, ma si consiglia almeno di sciacquare la bocca con un bicchiere di acqua.
Pubblicità

Quanto può durare un trattamento?

Non esistono regole precise sulla durata del trattamento con le essenze floreali, tutto dipende dall’entità e dalla gravità dei disturbi. Se gli squilibri sono legati al momento la cura può durare anche solo pochi giorni, ma se il problema è più prolungato nel tempo la cura può durare anche mesi.

Metodi di assunzione

I metodi di assunzione si possono suddividere in tre categorie:

  • metodi di assunzione via bocca
  • metodo del bagno e del pediluvio
  • applicazioni esterne o dirette

1) Metodi di assunzione via bocca

I Metodi di assunzione via bocca sono diversi:

  • Metodo del bicchiere: in un bicchiere normale da cucina versare 3 o 4 dita di acqua minerale non gasata di buona qualità e aggiungere 4 gocce di rimedio dalla bottiglia stock. Agitare la miscela con un movimento circolare (attenzione, non con un cucchiaio di metallo ma di legno o plastica). Bere la soluzione ottenuta nell’ arco di una o due ore.
  • Metodo del cucchiaio: (non deve essere di metallo ma di vetro o di plastica) riempire un cucchiaino di acqua e versare 2 gocce del rimedio. Lasciare un po’ in bocca in modo che l’essenza venga a contatto con più parti della mucosa della bocca e di seguito deglutire.
  • Metodo del flaconcino: il flaconcino deve essere di 30 ml e permette di miscelare assieme diversi fiori ed è molto più comodo da portare con sé. Il flaconcino deve essere di vetro scuro (blu o marrone) e avere un tappo a chiusura ermetica con il contagocce. Questo va riempito con ¼ di Brandy o Cognac e i restanti ¾ di acqua minerale non gasata. Aggiungere 2 gocce di ogni fiore prelevate dalla bottiglia stock originale. Brandy o Cognac hanno solo azione conservante e possono essere sostituite con aceto di mele. Nel caso non si voglia usare nessuno dei tre si consiglia di buttare il rimedio dopo due o tre giorni dalla creazione anche se questo non è terminato. Una volta pronta la miscela agitare il barattolo e premere la pompetta con il contagocce. Non importa quante gocce siano salite, importante è che siano più di 4. Porre le gocce sotto la lingue prestando attenzione che il contagocce non entri in contatto con le mucose della bocca. Tenere un po’ le gocce in bocca in modo che queste entrino in contatto con le varie parti della stessa dopo di che degulutire. Ripetere l’ operazione 3 o 4 volte al giorno. Si consiglia di assumere una quantità di essenza la mattina appena svegli, uno a metà mattina lontana dai pranzi, una il pomeriggio e la sera prima di coricarsi.
  • Metodo della bottiglia: la sua azione è propriamente fisica ed è adatta a squilibri molto vecchi e radicati nella persona. Un vantaggio della bottiglia è quello di essere molto comoda da portare con sé. Si consiglia di prendere le bottiglie di acqua minerale naturale da mezzo litro, un litro o anche due litri aggiungendo le gocce dei rimedi (nel caso della bottiglia da mezzo litro aggiungere dalle 6 alle 8 gocce, nel caso della bottiglia da un litro inserire dalle 8 alle 12 gocce e nella bottiglia da 2 litri dalle 20 alle 24 gocce) prescelti. Se si utilizza la bottiglia da mezzo litro si consiglia di consumarla in giornata. Assumere l’acqua a piccoli sorsi durante l’arco di tutta la giornata. Il vantaggio del metodo della bottiglia sta nell’avere sempre con sé il rimedio già pronto ovunque nell’arco della giornata. L’unica accortezza è quella di mantenere la bottiglia lontana dai campi elettromagnetici.

2) Metodo del bagno e del pediluvio

  • Metodo del bagno: con questo metodo il prodotto non viene assunto ma viene a contatto con tutto il corpo. Versare nella vasca da bagno 1 o 2 centimetri di acqua tiepida, lasciare cadere 20 gocce dei rimedi presi dalla bottiglia stock in punti diversi della vasca. Con un movimento rotatorio della mano mescolare l’ acqua all’interno della vasca aggiungendo di seguito altra acqua per riempire la vasca. Entrare ora nella vasca e regalarsi 10 minuti di rilassante bagno. L’acqua deve essere calda, elemento base nella creazione dei fiori.
  • Metodo del pediluvio: sappiamo bene dalla medicina cinese che nei piedi si trovano le zone riflesse degli organi. Se prepariamo un pediluvio con la tecnica descritta per il bagno potremo avere dei benefici nella cura. Nel pediluvio basterà aggiungere da 8 a 12 gocce in acqua calda e regalarsi 10 minuti di riposo.

3) Metodo delle applicazioni esterne o dirette

Le essenze floreali possono anche essere utilizzate localmente nel corpo con vari metodi:

  • Metodo dell’impacco: all’interno di una piccola ciotola di vetro versare dalle 4 alle 6 gocce del fiore appropriato con un po’ di acqua tiepida. Prendere una garza sterile, o un fazzoletto di cotone o un batuffolo di ovatta e, una volta bagnato, applicarlo alla zona interessata. Mantenere l’impacco nella posizione per 10 o 15 minuti e rilassarsi. Si consiglia di ripetere l’applicazione due o tre volte in modo da trattare la parte per una mezz’ora continuata. Per intiepidire l’acqua si raccomanda di non usare assolutamente il forno a microonde che altera le molecole dell’acqua e delle stesse essenza.
  • La pomata: Il punto di partenza deve essere una buona crema di base neutra, non troppo grassa, possibilmente acquistata in farmacia. Se la crema è in tubo si consiglia di travasarla all’interno di un barattolo di vetro scuro, se invece è all’ interno di un barattolo di plastica la si può lasciare lì. Trasferire la crema in un piatto e aggiungere 4 gocce di rimedio per ogni 10 ml di crema (si calcoli che per 50 ml di pomata sono necessari almeno 20 gocce di essenza floreale). Nel momento in cui gocce e crema si sono amalgamate perfettamente trasferire il composto nel barattolo prescelto. Spalmare poi la crema nella zona interessata anche due o tre volte al giorno con movimenti rotatori.
  • Oli da massaggio: interessante e molto efficace è anche un massaggio con oli sulla zona del corpo. Gli oli per i massaggi devono essere oli vettori no essenziali poiché questi ultimi possiedono già delle essenze che potrebbero non adattarsi con i fiori. Gli oli vettori da poter utilizzare sono l’olio di semi di sesamo, oli di vinaccioli, olio di mandorle dolci adatti in linea di massima in tutti i casi, l‘olio di iperico nel caso di dolori e scottature, l’olio di ricino contro la pelle grassa e l’olio di germe di grano nel caso di pelle secca delicata o screpolata. Si consiglia di acquistare questi oli in erboristeria. Aggiungete poi 4 gocce ogni 10 ml di olio. Ricordarsi di agitare bene il tutto prima di ogni utilizzo visto che olio e miscela non si miscelano perfettamente.
  • Colliri: alla base della preparazione dei colliri ci sono 10 ml di soluzione fisiologica ( si può acquistare in farmacia) o acqua sterile alle quali vengono aggiunte 2 gocce del fiore scelto. A differenza degli altri rimedi la conservazione del collirio dura una sola settimana all’interno di flaconcini di vetro scuro non potendo inserire il brandy nella soluzione. Un fiore che può essere utilizzato per chi ha la pressione alta nell’occhio o il glaucoma è il Vervain mentre per le congiuntiviti o le infezioni batteriche utilissimo è il Crab Apple.
Pagina precedente Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/3 Pagina 3/3
Fiori di Bach, Floriterapia Fiori di Bach: La preparazione Fiori di Bach: Le classificazioni

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Le malattie oculari nell'anziano: riconoscere e curare glaucoma, retinopatia, degenerazione maculare

La cataratta è la malattia oculare più conosciuta nell'anziano, ma ci sono altre patologie che, se non riconosciute e curate in tempo, possono portare alla cecità. Glaucoma e retinopatia diabetica, per esempio, possono essere trattate a seguito di una tempestiva diagnosi fatta...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato