Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Fiori di Bach / Fiori per disperazione

I FIORI DI BACH PER LO SCORAGGIAMENTO E LA DISPERAZIONE 1/3

A cura di Marta Chiappetta

La categoria di Fiori di Bach relativa allo scoraggiamento e la disperazione è molto vasta e racchiude essenze apparentemente dissimili tra loro pur riferendosi allo stesso stato emozionale. Ciò avviene perché ogni rimedio, attraverso le sue caratteristiche specifiche, dimostra che ci sono differenti modi di scoraggiarsi e disperarsi, altrettanti per manifestarlo.

LARCH
(Nome botanico Larix Decidua - Nome italiano Larice)
Sintomi chiave: Senso d’inferiorità, mancanza di fiducia in se stessi.
Il larice è un albero che cresce velocemente e con vigore fino a raggiungere i 35 metri d’altezza. La sua chioma non riesce a mantenersi eretta poiché i rami si incurvano verso il basso, come se non avessero abbastanza forza per crescere in maniera robusta. Le foglie sono sottili e la pianta ha un aspetto sfumato e incerto. In realtà, come avviene nei soggetti che necessitano di questo fiore, la debolezza del larice è solo apparente poiché è in grado di resistere alle condizioni estreme dell’ambiente in cui vive. Il legno è solido, pregiato e i suoi fiori sono forti e delicati allo stesso tempo. Nel comportamento dell’albero si può già ritrovare la caratteristica chiave del rimedio; i soggetti Larch non hanno fiducia in loro stessi e per questo si scoraggiano; in realtà possiedono una grande forza nascosta e sono molto più capaci di quanto non sembri in apparenza.
Le personalità Larch, a livello irrazionale, sono perfettamente convinte di essere incapaci e inferiori agli altri; questa convinzione genera la sensazione di non riuscire in determinate cose, quindi non tentano nemmeno. L’errore che sta alla base di questa dinamica risiede nel considerare i fallimenti e gli insuccessi solo come esperienze negative e non come mezzi per l’apprendimento. Le ferite del passato riemergono ogni volta che si avverte l’impulso di cimentarsi in qualcosa di nuovo. La paura dell’insuccesso terrorizza e blocca il soggetto Larch e lo costringe a rinunciare alle sfide e a tutte le attività nelle quali non si sente sicuro o che tendono ad un’evoluzione.

Pubblicità
Lo stato negativo di questo fiore deriva da un vero e proprio complesso d’inferiorità che nasce nell’infanzia; atteggiamenti negativi delle figure genitoriali, come i continui rimproveri o confronti con altri bambini più disinvolti in qualche campo, provocano effetti deleteri sulle personalità più sensibili andando ad intaccare l’autostima e la sicurezza di sé. Ma al di là di questa condizione, aspetto che in molti soggetti è la causa primaria, nelle personalità Larch si evidenzia una forte tendenza al giudizio e alla predominanza del piano mentale che caratterizzano il perenne stato d’insicurezza. Tutte le esperienze vengono ampiamente analizzate e valutate prima di abbandonarsi ad esse; questa autolimitazione da un lato protegge dall’insuccesso ma dall’altro rafforza la paura perché non si sperimentano le proprie capacità e si ripropone sempre il noto, cioè tutto ciò che ha comportato un successo.
Liberarsi del programma inconscio è molto difficile per queste persone; la rinuncia continua e lo scoraggiamento attirano l’insuccesso che inevitabilmente autoalimenta il meccanismo e conferma le insicurezze. Nello stato fortemente disarmonico Larch tende a tenere tutto sotto controllo, non vuole cambiare le proprie abitudini né lo stile di vita, si rinchiude in idee fisse autolimitanti. Questi soggetti ammirano sinceramente gli altri e le loro qualità e capacità ma non provano né invidia né gelosia. Larch vive nella paura di fare brutte figure e di essere ridicolo, per questo si sente molto ferito dalle critiche. Nelle relazioni con gli altri è timido e teme i conflitti, ma non per il bisogno di pace e armonia come per il soggetto Agrimony, ma perché non si sente all’altezza di gestirli; sta nell’ombra, cede il passo agli altri e ne teme il giudizio.
I rapporti con l’altro sesso sono particolarmente critici; negli uomini la difficoltà tipica è quella di avvicinare una donna e l’ansia del fallimento si traduce nel sintomo dell’impotenza sessuale di cui spesso soffrono questi soggetti. La paura di non essere all’altezza si manifesta nelle donne, invece, con l’adottare atteggiamenti di rifiuto che non incoraggiano l’iniziativa maschile allo scopo di scongiurare la delusione del fallimento. La paura di non farcela e l’insicurezza emergono soprattutto in vista di prove ed esami. Le personalità Larch vivono di costruzioni irreali sulle loro capacità; essi infatti non solo non sono inferiori agli altri, ma spesso hanno potenzialità superiori che non vengono riconosciute e restano, quindi, inutilizzate.
Il fiore ha un’azione mirata su tutti quei disturbi tipici del rimedio. L’organo maggiormente colpito è la pelle con manifestazioni quali acne, eczemi, bruciature solari. I sintomi maggiormente riscontrati sono nevralgie, emicranie, colon irritabile, ipotensione, disturbi vescicali, dolori articolari e reumatici, crampi muscolari alle gambe (spesso notturni), ipotensione, aritmie, tachicardia, ansia da prestazione, paura prima di prove ed esami, impotenza sessuale, eiaculazione precoce. A livello psichico lo stato negativo di Larch si manifesta con tristezza, senso di inadeguatezza, forti insicurezze. Il soggetto è permaloso, orgoglioso e perfezionista e reagisce con rabbia quando qualcuno tenta di aiutarlo perché non vuole essere “scoperto” nelle sue fragilità. Spesso si rifugia nella malattia per non affrontare gli eventi che teme fortemente. Il fiore è molto utile nell’alcolismo e in tutte quelle situazioni nelle quali si teme il fallimento, infatti viene spesso prescritto agli studenti prima degli esami per rafforzare l’autostima. Si prescrive anche nelle fasi di riabilitazione dopo un periodo di inabilità di movimento degli arti.
Il bambino Larch è suscettibile, insicuro, sensibile ai rimproveri, teme di mettersi alla prova e tende a delegare agli altri per la paura di prendere l’iniziativa e di commettere errori. Spesso soffre di balbuzie e ha difficoltà nell’apprendimento.
L’azione del fiore è molto profonda, l’autostima si alimenta di forza e sicurezza ed è pronta per affrontare al meglio i compiti della vita. Si riconosce il proprio valore e il continuo confronto con gli altri si allenta diventando un modo per migliorarsi. L’energia del fiore favorisce l’autorealizzazione, stimola il coraggio e libera il soggetto dalla paura del fallimento.

PINE
(Nome botanico Pinus sylvestris - Nome italiano Pino silvestre)
Sintomi chiave: Senso di colpa, autopunizione.
Il pino silvestre è un albero slanciato che cresce nei boschi e nei terreni sabbiosi delle brughiere e può raggiungere i 30 metri d’altezza. La caratteristica di questo albero è quella di essere soggetto alle influenze esterne come il vento, i fulmini e la pioggia che ne modificano la forma rendendola curva e confusa. Questi elementi rappresentano le circostanze e il modello dell’autorimprovero che generano nei soggetti Pine la disarmonia. Inoltre queste personalità sono poco flessibili, proprio come la pianta che se viene tagliata non si autorigenera, non cresce più e muore. Allo stesso modo Pine pensa di dover adempiere al suo compito il prima possibile sentendo di non avere tempo per perdonarsi e per sciogliere i sensi di colpa di cui soffre.
Lo stato disarmonico del fiore rappresenta uno dei sentimenti fondamentali dell’umanità che spesso è rafforzato dall’educazione, dalla religione e da una rigida morale. Queste personalità non sono mai soddisfatte di loro stesse: se sbagliano non riescono a perdonarsi e se riescono bene non si prendono mai i meriti ma, anzi, hanno la sensazione di non aver fatto abbastanza. Pine non scusa mai se stesso ma giustifica sempre gli altri e spesso si prende la responsabilità delle colpe altrui. Questi soggetti sono molto rigidi moralmente, vivono male tutti gli insuccessi, si scusano continuamente, tutta la sensazione vitale è immersa nella colpa, per questo il fisico è esaurito.
Nello stato fortemente negativo la personalità Pine utilizza delle frasi come “non mi perdonerò mai per…” oppure “si lo so, è colpa mia se…” che tradiscono un senso di colpa inconscio e remoto, come se nel suo io più profondo non sentisse di meritare di vivere. Il malessere di cui soffre il soggetto è molto forte, a tal punto da non riuscire più a godere di nulla; non sa ricevere, si sente responsabile di ogni cosa e ha sempre bisogno di dare e di sacrificarsi per sanare un debito che non si estingue mai. La loro è una prigione eterna. Queste personalità sono pignole e perfezioniste, lavorano tantissimo e sotto stress, se non riescono in ciò che si sono prefissate si disperano; vivono in una realtà personale dove non c’è autostima. Nello stato fortemente negativo c’è una sorta di autopunizione continua che genera tristezza, sofferenza, tendenze autodistruttive, disturbi ossessivi e autolesionismo. Si rimproverano anche per cose insignificanti ed esprimere i bisogni genera in loro forti sensi di colpa. I caratteri Pine non si amano, in loro c’è una forte scissione tra essenza e personalità; quest’ultima schiaccia e giudica l’altra.
Lo squilibrio del fiore risiede nell’infanzia, quando il bambino Pine si carica di una responsabilità che non gli appartiene per il grande amore che prova verso i suoi genitori. Spesso nella dinamica familiare, i successi non vengono riconosciuti o sminuiti e i comportamenti giudicati o messi a confronto con quelli degli altri. A questo fiore sono associati tutti i sintomi psichici che hanno a che fare con l’autopunizione: masochismo, autolesionismo, tossicodipendenze, anoressia e bulimia, senso di inferiorità e di vergogna, malinconia, crisi d’ansia. La sessualità di Pine è vissuta con sensi di colpa, spesso si attribuisce le "défaillance” dell’altro; è masochista e sottomesso.
Il rimedio si prescrive in tutti i dolori articolari, specie quelli con lateralità destra, per i disturbi urogenitali, della sessualità e della digestione. Altri sintomi tipici sono pollachiuria, disuria, problemi respiratori cronici, aritmie, tachicardia, dolori allo stomaco, colon irritabile, dermopatie, inestetismi cutanei, mal di schiena, dolori articolari e reumatici, rigidità, cefalea legata alla malinconia, obesità, malattie autoimmuni, degenerative e congenite. Pine è utile per ridurre il senso di affaticamento e di astenia, per rafforzare il sistema immunitario e per ridurre gli attacchi di fame durante le diete.  Spesso viene associato alle cure per l’asma.
Il bambino Pine si autoaccusa e si scusa più del necessario, ha sempre paura di essere rimproverato dai genitori e dai maestri, chiede spesso alla mamma se è arrabbiata con lui. È utile agli adolescenti che si vergognano del proprio aspetto o di se stessi, specie se abbinato a Crab apple (fiore della purificazione).
L’azione del rimedio scioglie i sensi di colpa, d’inferiorità e di vergogna, dona vitalità e alimenta l’autostima. Il soggetto che assume Pine comprende e accetta i propri limiti e quelli degli altri, ha un nuovo equilibrio interiore e si convince di aver fatto tutto quello che poteva fare. Gli errori diventano esperienze dalle quali imparare e c’è armonia tra dare e ricevere. L’unico vero debito che sente di soddisfare è quello verso la sua essenza alla quale dona nutrimento, amore e attenzione.

ELM
(Nome botanico Ulmus procera - Nome italiano Olmo inglese)
Sintomi chiave: Sensazione di non essere all’altezza dei propri compiti e responsabilità, Sovraffaticamento.
L’olmo inglese, simbolo delle campagne d’Inghilterra, non è così diffuso in Italia, ma viene spesso coltivato nei giardini a scopo ornamentale. L’albero ha il tronco affusolato e i suoi fiori, numerosi e disposti a grappoli, si aprono prima che spunti il fogliame. L’olmo è molto delicato, ha una sagoma sottile dei rami e risente dell’inquinamento e delle piogge acide; tuttavia mostra una grande capacità di ripresa anche dopo un’importante potatura. Queste caratteristiche simboleggiano la personalità di chi ha bisogno di questo fiore, dotata di grande forza ma contemporaneamente di una spiccata sensibilità. Le persone in stato Elm sono capaci di resistere a lungo fin quando, per un piccolo surplus di lavoro, hanno un crollo improvviso che li getta nello scoraggiamento e nella paura di non avere più energie a disposizione. Un episodio avvenuto nel 1930, proprio quando Bach scoprì il rimedio, rappresenta molto bene questo aspetto: gli alberi, seppur molto resistenti, vennero decimati da una malattia causata da un fungo dell’olmo olandese.
Al contrario degli altri fiori, Elm si svela di più nello stato positivo che in quello negativo. Queste personalità, dotate di notevoli capacità e qualità, sono affidabili, serie e preparate. Hanno un senso del dovere e del sacrificio molto forti, le responsabilità che si assumono sono importanti e delicate ma le accettano portandole avanti al meglio, spesso rendendosi insostituibili. Tutte queste capacità sono accompagnate da un grande altruismo che comporta una continua delega, da parte degli altri, di molti compiti, spesso anche piuttosto complessi e gravosi. L’errore del soggetto Elm è quello di basare la propria autostima più sul fare che sull’essere e di sentire fortemente l’aspettativa dell’altro su di sé. Questa identificazione con l’adempimento dei propri compiti li porta ai limiti della resistenza fisica fino a dimenticare i loro bisogni personali.
Pubblicità
Lo stato negativo di Elm si riferisce ad una fase temporanea caratterizzata da un forte esaurimento e sfinimento che si presenta quando, ad eventi di forte impegno professionale, si associa una qualsiasi fase fisica costituzionale (ad esempio la menopausa o una malattia). In realtà il corpo sta semplicemente esigendo i suoi diritti e manifestando i suoi bisogni. Questo forte sfinimento genera in Elm scoraggiamento perché pensa di non essere più all’altezza dei propri compiti, si sente oppresso, gli sfugge il controllo dell’ambiente esterno e perde la fiducia in se stesso. Il fiore è considerato il rimedio degli eccessi, quando per seguire passioni, vocazioni, altruismo e responsabilità ci si coinvolge fino allo stremo delle forze. Il collasso di Elm è fisico, mentale ed emozionale. I segnali più importanti dello stato negativo del fiore sono la stanchezza e le amnesie. Il senso di sfinimento coinvolge anche la psiche, ci si sente demotivati, depressi e spenti. Il rimedio agisce su tutti quei disturbi che il corpo utilizza per esprimere la sensazione di “traboccamento” da sovraccarico energetico: dolori molti intensi (emicrania, mal di denti, coliche, dolori mestruali), ipertrofia e iperplasia degli organi, crisi acute di stanchezza e collassi, disturbi circolatori.
Molte personalità Elm soffrono di psicosi e schizofrenia, caratterizzati proprio da uno straripamento dei contenuti mentali. Questo fiore è molto indicato per tutti i dolori articolari e muscolari legati agli sforzi: disturbi della mobilità, artrosi, dolori alle ginocchia, alle gambe, alle spalle e alla nuca (per il senso di responsabilità), gomito del tennista, schiacciamenti vertebrali. Altri sintomi tipici del rimedio sono l’insonnia da eccessiva stanchezza, debolezza delle gambe, ipotensione, svenimenti, astenia, palpitazioni, colon irritabile, dispepsia, vertigini. A livello sessuale Elm sente di dover raggiungere determinati standard, per questo motivo la sessualità è vissuta come un impegno. Il fiore si prescrive spesso in particolari periodi, quando si devono affrontare prove o esami e prima del parto per la paura di non riuscire a sostenere lo sforzo.
I bambini Elm sono buoni, altruisti, operosi e impegnati continuamente in molte attività. Si scoraggiano facilmente quando hanno problemi scolastici, tanto da voler abbandonare gli studi come spesso accade negli adolescenti.
L’azione del rimedio aiuta a ristabilire l’equilibrio energetico: la sicurezza, la tenacia e la grande affidabilità restano i punti di forza di questi soggetti ma l’energia positiva del fiore trasmette la capacità di ascoltare i propri bisogni e i messaggi del corpo. Dona l’energia necessaria, sia psichica che fisica, per affrontare gli impegni restituendo serenità, fiducia e sicurezza di sé.

Sei qui Pagina successiva Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/3 Pagina 3/3
I Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione: Larch, Pine, Elm I Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione: Sweet Chestnut, Crab Apple, Willow I Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione: Star of Bethlehem, Oak

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Tumori del cavo orale in aumento: attenzione a igiene dentale e prevenzione

La salute del cavo orale è sempre più al centro dell’attenzione per numerose patologie. I numeri relativi al cancro oro-faringeo sono in aumento: quasi 6000 casi all’anno in Italia. Esiste un rapporto effettivo tra le infezioni orali più frequenti, in particolare...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Al mercato, allegria e benessere

Scritto il 17 April 2018 da Alberto&Alberto

Una passeggiata in un qualsiasi mercato rionale è una sana iniezione di allegria. E ci racconta lo spirito di una città e di coloro che la abitano.

Pillole di benessere

Contro l’ictus, misuriamo la pressione

Scritto il 30 March 2018 da Welly

Aprile è il mese di prevenzione dall’ictus; un’occasione per ricordare come il controllo periodico della pressione sia fondamentale a causa del ruolo rappresentato dall’ipertensione come fattore di rischio. 

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2018 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato