Menu Salute
Sei in:   benessere.com / Salute / Argomenti vari / Fiori di Bach / Fiori per disperazione 02

I FIORI DI BACH PER LO SCORAGGIAMENTO E LA DISPERAZIONE 2/3

SWEET CHESTNUT
(Nome botanico Castanea sativa - Nome italiano Castagno dolce)
Sintomi chiave: Angoscia, Disperazione estrema.
Il Castagno è un albero molto forte, imponente, può vivere anche mille anni e cresce fino a diventare gigantesco. Il suo tronco si erge dritto e sicuro e, anche quando è molto vecchio, nascono nuovi getti. I fiori sembrano piume dorate che, se guardati nel loro insieme, emanano luce e calore. Tutte le caratteristiche di questo albero mediterraneo svelano l’azione positiva del rimedio: l’energia rassicurante racchiusa nella pianta dona la forza per superare le difficoltà, i getti che continuano a spuntare dal tronco simboleggiano l’idea di nuove possibilità e soluzioni mentre il sole che il castagno ama e assorbe riscalda il cuore con la sua energia nei momenti di angoscia profonda.
Sweet chestnut non corrisponde ad una personalità ma ad uno stato d’animo transitorio che rappresenta l’estremo limite della sofferenza psichica; è la condizione interiore più dolorosa tra tutte le essenze floreali. Il soggetto in preda a questo stato acuto prova una fortissima angoscia, una sofferenza che avverte ma non riesce né a razionalizzare né ad esprimere all’esterno. Questo stato è vissuto nel profondo dell’animo e deriva da un problema inconscio e spesso è la conseguenza di eventi traumatici come la morte di una persona cara, una disgrazia familiare, un abbandono, la fine di una relazione, un tracollo economico, una situazione emotivamente lacerante. Il soggetto Sweet chestnut disarmonico, insieme all’angoscia, avverte una profonda sensazione di abbandono e di solitudine, come se si sentisse rifiutato, privo di aiuto e sostegno. Spesso egli stesso genera questa solitudine mettendo una distanza dagli altri e nascondendo il suo stato dietro una maschera di difesa (a differenza di Gorse che la esterna). È il fiore delle depressioni acute e improvvise, della sofferenza che raggiunge il limite umano; chi ne ha bisogno è in preda alla disperazione, prova un terribile senso di vuoto ma nonostante ciò non cerca il suicidio (come Wilde rose) e continua a lottare. La caratteristica chiave di questo fiore svela la funzione della terribile angoscia: lo stato in cui si trova il soggetto precede e accompagna dei momenti chiave della vita, dei mutamenti radicali, un distacco dalle vecchie strutture che lasciano spazio ad un nuovo livello di coscienza. Lo stato negativo di Sweet chestnut rappresenta, quindi, l’ultima resistenza passiva legata alla paura del cambiamento. Questa oscurità esistenziale è stata descritta, attraverso un’immagine forte e significativa, come “la cupa notte dell’animo”.
A livello somatico l’angoscia corrisponde ad un collasso psico-fisico e ad un conseguente esaurimento nervoso. La depressione di Sweet chestnut è associata a disturbi del sonno con incubi notturni, dell’appetito, della libido, difficoltà ad alzarsi dal letto. La salute del soggetto è molto delicata; patologie tipiche nello stato disarmonico sono alopecia, canizie precoce, discromie cutanee, dolori alla testa e alla nuca, insufficienza epatica, paralisi, artrite reumatoide, sterilità psicogena, amenorrea, obesità, disturbi alimentari (anoressia e bulimia), anemia, ulcera gastroduodenale e gastralgia, malattie degenerative e neoplasiche, problemi alle gambe e alla circolazione, dipendenze. I sentimenti più frequenti sono quelli di colpa e di autosvalutazione, disagi affettivi, attacchi di panico, ansia, profondo dolore emotivo. La sessualità è vissuta come una valvola di sfogo, soprattutto nei momenti di crisi; è frequente l’anorgasmia.
Il fiore si prescrive ai bambini (ma anche agli adolescenti) timidi, apprensivi, che urlano nel buio e si disperano quando si sentono abbandonati, che hanno subito gravi traumi come abbandoni, lutti, malattie, malformazioni o altri eventi traumatici (ad esempio una bocciatura). È indicato anche per tutti quei bambini che sono scampati a guerre e catastrofi, per aiutarli a superare il dolore e le atrocità che hanno vissuto.
L’azione del fiore corrisponde ad una rinascita: la luce interiore si accende e permette di uscire dal tunnel buio dell’angoscia. La frattura si ricompone, il soggetto si ritrova con il suo Sé e si sente guidato dalla fiducia durante il processo di trasformazione. Il rimedio spazza via l’angoscia e la disperazione, ripristina energia e forza, aiuta a vedere le soluzioni.

CRAB APPLE

(Nome botanico Malus sylvestris - Nome italiano Melo selvatico)
Sintomi chiave: Vergogna, Sensazione di impurità fisica e psichica.
Il melo selvatico cresce nelle fratte, nelle macchie e nelle radure. La pianta ha una fisionomia disordinata ed intricata; cresce in varie direzioni e i getti spuntano ovunque senza un ordine preciso. Tuttavia in primavera i rami si ricoprono di una grande quantità di fiori bianco-rosa che esaltano la bellezza semplice del melo; inoltre le loro corolle emanano un aroma fresco che richiama la sensazione di pulizia. Queste due caratteristiche opposte ci danno già una traccia dell’azione energetica del fiore.
Il soggetto Crab apple che si trova in uno stato disarmonico desidera che tutto sia pulito, puro. La perfezione e l’ordine che egli ricerca si estendono a tutti gli ambiti della sua vita: gli ambienti che frequenta, il proprio corpo, l’aspetto, i modi degli altri e la propria interiorità devono essere puliti e impeccabili.
L’ideale di purezza che hanno queste personalità comporta una varietà di disturbi. Tutte le energie sono impiegate per combattere lo sporco, dentro e fuori di sè e ciò si traduce a livello psichico in comportamenti ossessivi e rituali di pulizia (lavarsi le mani, farsi la doccia, pulire gli oggetti ecc.). C’è un grande timore per le infezioni e i contagi e ciò comporta l’attenzione maniacale nei confronti dell’igiene. La sensazione che Crab apple prova maggiormente è la ripugnanza; le sostanze di scarto lo disturbano così come gli animali che la nostra società associa a categorie di sporcizia: scarafaggi, serpenti e ragni. Il senso di impurità che il soggetto prova è vissuto a livello psichico e proiettato all’esterno attraverso la ricerca di ordine e pulizia. Per la purezza che egli ricerca vive come una minaccia tutti i comportamenti e stati d’animo che reputa sporchi, pulsioni sessuali, frasi sconvenienti che non avrebbe voluto pronunciare in un momento d’impulsività o pensieri negativi che si presentano nella mente. La parte scura di sé e l’errore vengono vissuti come una macchia. Queste personalità sono meticolose, ordinate all’eccesso, perfezioniste, si sentono sempre inadeguate, non si piacciono. Hanno un cattivo rapporto con il loro corpo, con le imperfezioni fisiche (soprattutto quelle della pelle) e con tutte le funzioni inferiori, sia quelle legate al cibo e all’escrezione, sia quelle legate alla sessualità e al piacere fisico.
C’è una grande vergogna di sé, dei propri pensieri e desideri, delle forme del proprio corpo, del peso, della sessualità vissuta come sporca. Una loro caratteristica peculiare è l’attenzione al dettaglio che deriva da una visione erronea del rapporto tra pulito-sporco; restano colpiti dalle piccolezze, come se avessero una grande lente d’ingrandimento sulle imperfezioni, perdendo lo sguardo d’insieme. Tutto questo genera comportamenti esasperati e forte scoraggiamento che caratterizzano lo stato disarmonico. Questi soggetti sono dotati di una sensibilità oltre la media e assorbono molto le energie negative esterne, per questo il corpo diventa una valvola di sfogo.
Crab apple è il fiore più fisico tra tutte le essenze; è definito come “l’antibiotico dei fiori di Bach”, purifica e libera da quel veleno dal quale il paziente ha la sensazione di essere intossicato poiché trattiene le tossine fisiche, emotive e mentali. I disturbi più frequenti sono quelli dermatologici come verruche, eczemi, acne, psoriasi, macchie, brufoli, discromie, allergie cutanee.
Un sintomo molto frequente è la nausea legata al disgusto. Altri disturbi tipici sono quelli alimentari, articolari e reumatici, le intossicazioni da abuso di alcol, sostanze stupefacenti e psicofarmaci, ritenzione idrica, intolleranze alimentari, infezioni di varie origini, aborti ripetuti. È il fiore d’elezione per l’anoressia che ha come origine il rifiuto del proprio corpo. Il rimedio può essere utilizzato puro sulle ferite infette, sulle afte del cavo orale e per le ulcerazioni della faringe. A livello sessuale c’è molta conflittualità, da un lato l’atto viene vissuto come impuro e dall’altro c’è grande attrazione per la pornografia. Negli uomini sono frequenti le polluzioni notturne e gli episodi di eiaculazione precoce. Nello stato disarmonico il soggetto è scoraggiato, triste, soffre di sensi di colpa, è ossessivo, perfezionista, manca di amor proprio.
Il rimedio è molto indicato per i bambini timidi, insicuri che hanno paura di provare nuovi cibi, di mostrarsi svestiti e che non vogliono sporcarsi; per gli adolescenti che non accettano il loro corpo e combattono con problemi di pelle e peso.
L’azione positiva del fiore aiuta a vivere serenamente nel corpo restando in contatto con esso, con la materia, con la sessualità e i bisogni. Purifica il fisico e la mente, aiuta ad accettare il lato ombra che tanto spaventa, allontana la paura della contaminazione. Spirito e materia si riuniscono in un connubio armonioso restituendo il senso di pulizia e l’ordine interiore.

WILLOW
(Nome botanico Salix vitellina - Nome italiano Salice giallo)
Sintomi chiave: Risentimento, Vittimismo.
Il Salice giallo, pianta dal tronco sinuoso e la corteccia dorata, cresce soprattutto lungo i corsi d’acqua e nelle vallate. I rami sono incurvati verso il basso come se piangesse languidamente e donano all’albero quell’immagine caratteristica che lo rende noto nel linguaggio popolare come salice piangente. Le foglie sono lunghe e strette, di color verde scuro.  Come il soggetto che ha bisogno di questo rimedio, Willow piange e si lamenta proiettando sugli altri i propri problemi.
Il Salice è stato maltrattato in passato da grosse potature alle quali, però, ha sempre reagito con vitalità e tenacia, crescendo più forte di prima e conservando i suoi colori solari e le foglie verdi anche in pieno inverno. Le caratteristiche della pianta simboleggiano quelle del rimedio che, pur covando amarezza e risentimento, riesce a trasformare queste emozioni negative in voglia di vivere e capacità di reazione. Colui che ha bisogno di Willow non accetta ciò che gli è capitato nel passato, attribuendo a quell’ingiustizia e, più in generale, al mondo esterno, la responsabilità delle proprie frustrazioni. Per Willow il tempo si è fermato al torto subito sul quale egli rimugina piangendosi addosso o, al contrario, reagendo con rabbia e rancore. L’errore di queste personalità è quello di non essere disposte ad accettare la loro responsabilità in ciò che vivono e che le insoddisfazioni e le difficoltà hanno origine dentro di loro. La causa della sofferenza viene sempre ricercata all’esterno e risiede negli altri; porta sempre avanti una specie di guerra continua contro tutto e tutti sentendo di aver diritto ad un risarcimento per i torti subiti. Questi soggetti sono molto egoisti, permalosi, chiedono senza dare mai e invidiano i successi e la felicità degli altri perché credono che spettino a loro. Il rancore, però, non viene espresso apertamente ma attraverso un silenzio rabbioso o l’uso di commenti e modalità acide e distruttive.
L’atteggiamento di Willow è fortemente ostile e tende a contagiare anche gli altri con la sua negatività. Lui stesso con il passare del tempo perde interesse anche per quelle cose che prima lo gratificavano confermando il vittimismo e ripiegamento nella solitudine, nell’odio e nel risentimento. Queste personalità non si rendono conto che la chiave della loro felicità sta nell’accettare le proprie responsabilità, evoluzione che consentirebbe loro di prendere in mano le redini del destino e di elaborare le esperienze passate. Esempi tipici di soggetti Willow sono lo studente che smette di studiare dopo una bocciatura recriminando il torto subito, la suocera che non perdona la nuora per averle rubato affettivamente il figlio, l’impiegata che si lamenta continuamente del capo che ha concesso l’aumento ad una collega anziché a lei.
Il soggetto Willow disarmonico è molto difficile da trattare perché non riconosce in lui la responsabilità del suo malessere e, anche quando si sente meglio, fa fatica ad ammetterlo al terapeuta e continua a concentrarsi sugli aspetti negativi. Il fiore non vive pensieri di collera, odio e gelosia come Holly, ma strumentalizza il suo passato per giustificare il fallimento. Lo stato d’animo negativo oscilla tra la depressione e la rabbia, si sente triste e svalutato per colpa degli altri, è diffidente, frustrato, polemico, incapace di controllare il proprio destino. Alcuni soggetti possono arrivare anche a fenomeni di autoaggressione e pensieri di suicidio. La disarmonia si riflette a livello fisico con reumatismi e dolori alla schiena, disturbi dell’apparato respiratorio (in particolare asma), dell’appetito, della libido e del sonno. L’amarezza psicologica genera problemi affettivi, alterazioni del tono dell’umore, depressione, ipocondria, manie di persecuzione, cefalea da risentimento. Altri disturbi frequenti sono le nevralgie, l’ulcera gastroduodenale, aritmie, tachicardia, sindrome premestruale, colite, alopecia, infiammazioni del cavo orale, sinusiti, dermatiti croniche. A livello sessuale si presentano disturbi come impotenza, eiaculazione precoce; quando il sesso non è felice, il soggetto non riflette sulle proprie responsabilità ma le “sposta” sul partner che viene accusato di essere incapace, poco romantico o disattento.
I bambini Willow piagnucolano quando tornano da scuola e si lamentano per le ingiustizie subite. È il fiore adatto al secondo e all’ultimo figlio. Gli adolescenti sono maleducati e ribelli e si sentono vittime dell’ambiente esterno.
L’azione positiva del rimedio scioglie le resistenze che impediscono il processo evolutivo, responsabilizza la persona e favorisce l’azione. Il potenziale armonico stimola la creatività, il buon umore e i desideri, insegna ad abbandonare le lamentele per gioire di ciò che si costruisce nel proprio percorso di vita e si impara a godere del benessere degli altri.

Pagina precedente Sei qui Pagina successiva
Inizio articolo Pagina 2/3 Pagina 3/3
I Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione: Larch, Pine, Elm I Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione: Sweet Chestnut, Crab Apple, Willow I Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione: Star of Bethlehem, Oak

Benessere TV

Benessere Tv ti porta nel mondo della salute, della dietetica, dell'alimentazione sana, della bellezza, della psicologia e del fitness. Grazie alle rubriche con gli esperti del settore e alle video interviste con professionisti di alto livello, sarete sempre informati sulle novità di benessere a 360°.
Ultimo video pubblicato

Le malattie oculari nell'anziano: riconoscere e curare glaucoma, retinopatia, degenerazione maculare

La cataratta è la malattia oculare più conosciuta nell'anziano, ma ci sono altre patologie che, se non riconosciute e curate in tempo, possono portare alla cecità. Glaucoma e retinopatia diabetica, per esempio, possono essere trattate a seguito di una tempestiva diagnosi fatta...

Ultimi post dal blog

Allegria e benessere

Chiedi cos'era il flipper

Scritto il 31 luglio 2018 da Alberto&Alberto

Slot machine e videogiochi hanno soppiantato nei locali pubblici i meno redditizi ma decisamente più divertenti (seppur più rumorosi) flipper. Che celebriamo qui.

Pillole di benessere

I bambini italiani tra i più obesi

Scritto il 28 luglio 2018 da Welly

Uno studio della Commissione Europea fa il punto sull’obesità infantile nel Vecchio Continente. E rivela come l’Italia sia tra i Paesi con la maggiore presenza, in percentuale, di bambini obesi o in sovrappeso.

Offerta del mese
Biochef Axis Cold!Il Meglio a Poco Prezzo!
Offerta del mese

 

BioChef Axis è il primo estrattore di succo orizzontale della marca australiana BioChef. La filosofia di questa casa produttrice consiste nell'offrire la più alta qualità al miglior prezzo.Robot da cucina: fa pasta (spaghetti e noodles), baguette, sorbetti, gelati, omogeneizzati, salse, latte vegetale, burro di frutta secca e molto altro!BioChef Axis Cold Press Juicer è un eccellente estrattore lento, masticatore orizzontale e robot da cucina.Tutte le parti mobili sono fatte in Tritan!

 

Vedi prodotto

Novità
Bio-mex Formato Maxii!!850g incluse 2 spugne speciali rettangolari
Novit del mese

 

Bio-mex .. Grazie ai suoi componenti naturali, biologici e degradabili e’ un aiuto indispensabile per la pulizia della casa e per la gastronomia, scioglie il calcare e il grasso dalle superfici.Ideale per la pulizia e la cura di: acciaio, alluminio, argento, oro, rame, ottone, smalto, stagno, vetro, plastica liscia, legno laccato, ceramica, piastrelle, wc, lavandini, vasche da bagno, lavelli, piani di cottura, pentole, scarpe da ginnastica!
Inoltre e’ anche economico perche' puo' essere un buon sostituto a molti detersivi!
Vedi prodotto

Prenota la tua vacanza benessere!

Cerca

http://www.benessere.com/aec/privacy.htm


copyright © 1999-2019 Vertical Booking S.r.l. - CONTATTI | PUBBLICITÀ | SHOPPING ON-LINE | COOKIE POLICY | PRIVACY

Vertical Booking S.r.l. - Piazza Pontida, 7, 24122 Bergamo (Italia)
CF/P.IVA 02657150161 | REA: BG-312569 | Capitale sociale 100000 € interamente versato